Passa ai contenuti principali

Origini » Civiltà Wari › Civiltà Nazca › Civiltà Tairona › Civiltà Muisca » Storia

Personaggi e vicende storiche ››

  1. Civiltà Wari
  2. Civiltà Nazca
  3. Civiltà Tairona
  4. Civiltà Muisca
  5. Civiltà Tarasco
  6. Civiltà Chimú
  7. Chan Chan

Antiche origini ›› Suoi personaggi storici e luoghi

≪≪≪ ◄► ≫≫≫
[ 1 ]

Civiltà Wari

Origine e storia
da Mark Cartwright

La civiltà Wari fiorì nelle aree costiere e dell'altopiano dell'antico Perù tra c. 450 e c. 1000 CE. In base alle loro capitale Huari, Wari sfruttando i diversi paesaggi che hanno controllato per costruire un Impero amministrato dai capoluoghi di provincia collegati da una rete stradale di grandi dimensioni. I loro metodi di mantenere uno stile artistico e impero avrebbe una notevole influenza sulla successiva civiltà Inca.
Il Wari erano contemporanei con quelle altre grandi culture medio orizzonte (c. 600-1000 D.C.) centrate a Tiwanaku e Pukara. Il Wari più militarista erano anche dotati di agricoltori e costruirono canali per irrigare i campi terrazzati. La stabilità economica e la prosperità questo portato ha permesso il Wari implementare che una strategia combinata dei militari potrebbe, benefici economici e i distinto immaginario artistico vuole fondare un impero attraverso Perù antico. Loro gestione superiore della terra li ha aiutati anche resistere il periodo di 30 anni di siccità che durante la fine del VI secolo CE ha contribuito al declino delle civiltà Nazca e Moche confinanti.
Il Wari erano senza dubbio influenzata dal contemporary culture, per esempio, appropriarsi la divinità di Chavin personale..--un Dio strettamente associato con il sole, la pioggia e il mais, tutto così vitale per culture dipendente dall'agricoltura e i capricci di un clima inaffidabile. Hanno trasformato in una rituale icona presente sui prodotti tessili e ceramiche, diffondendo la propria iconografia marca e lasciando una duratura eredità in Arte Andina.
Il Wari implementato una strategia combinata di potenza militare, benefici economici e distinto immaginario artistico vuole fondare un impero attraverso Perù antico.

Huari

Il capitale a Huari (25 km a nord di Ayacucho moderna) si trova ad un'altitudine di 2.800 m e si sviluppa oltre 15 chilometri quadrati. Il primo insediamento fu circa 250 CE e alla fine ha avuto una popolazione possibilmente alta come 70.000 al suo apice. Huari Mostra caratteristiche tipiche dell'architettura andina: densamente imballato parete-racchiuso strutture rettangolari, che possono essere ulteriormente suddiviso in un labirinto di scomparti. Mura della cittàsono massiccia (fino a 10 metri di altezza e 4 metri di spessore) e costruito utilizzando in gran parte greggi pietre insieme con una Malta di fango. Edifici avevano due o tre storie, cortili sono stati allineati con panchine in pietra situati nelle pareti e scarichi sono stati rivestiti in pietra. I pavimenti e le pareti degli edifici erano generalmente rivestite di intonaco e verniciati bianchi.
C'è poca distinzione nell'architettura di Wari tra edifici pubblici e privati e poche prove dell'urbanistica. Un palazzo reale ha, tuttavia, è stato identificato nella sezione nord-ovest della città, la più antica zona di abitazione e chiamato Vegachayoq Moqo. Un ora rovine del tempio era situato nel Moraduchayuq composto nel sud-est della città. Fu costruita nel 6 ° secolo D.C. e ha avuto parti sotterranee con tutta la struttura una volta dipinte di rosso. Come altri edifici presso il sito fu deliberatamente distrutto e sepolto ritualmente. La città sembra essere stata abbandonata c. 800 CE per motivi sconosciuti.
Tombe sono state scavate a Huari che conteneva ottimi esempi di Wari tessili. Le ceramiche sono anche tra i ritrovamenti presso il sito. Una reale tomba fu scoperto nella zona di Monjachayoq che si compone di 25 camere su due livelli, tutti rivestiti con finemente tagliati lastre di pietra. Inoltre, un albero scende fino a una terza sezione di livello che ha la forma di un lama. Infine, una sezione di cerchio è stata tagliata a un quarto livello verso il basso. La tomba a forma di lama, saccheggiata in antichità, era il royal date e luogo di riposo per 750-800 CE.
Huari una volta era circondato da campi irrigati e fresca acqua correva attraverso la città tramite condotte sotterranee. Ulteriori indicatori di prosperità sono la presenza di aree dedicate alla produzione di determinati beni come ceramiche e gioielli. Materiali preziosi per questi laboratori e merci importate indicano commercio con luoghi remoti: conchiglie dalla costa e Spondylus da Ecuador, ad esempio. La presenza di edifici adibiti a magazzino presso Huari e altri Wari città indica anche una rete di commercio controllato centralmente si sono diffuse attraverso Perù antico.

Pikillacta

Un altro importante Wari centro era a Pikillacta, sud-est di Huari che era fondata CE c. 650. Situato ad un'altitudine di 3.250 m, il cuore di questo sito di insediamento amministrativa e militare è stato costruito in una forma rettangolare 745 x 630 metri ed è disposto in un preciso disegno geometrico delle piazze. Gli interni dei singoli composti sono, tuttavia, idiosincratici nel layout.
Come in altri siti di Wari, accesso era strettamente controllata tramite un singolo, ingresso di avvolgimento. Importanti ritrovamenti presso Pikillacta includono 40 figure di greenstone in miniatura raffigurante i cittadini d'eliti e piccole figurine (non più di 5 cm) di sciamani trasformazionali, guerrieri, prigionieri associati e pumas in rame, oroe pietre semi preziose. Il sito fu abbandonato c. 850-900 CE e ci sono prove di distruzione per un incendio di alcuni edifici e deliberatamente sigillati porte.
Altre città importanti di Wari erano Viracochapampa, Jincamocco, Conchopata, Marca Huamachuco e Azangaro. C'erano anche siti puramente militari come il forte di Cero Baul, che confinava con il territorio di Tiwanaku a sud. Questi siti sono stati collegati a fonti d'acqua e l'altro da un sistema di strade.

Arte di Wari

Wari arte è meglio evidenziato nei ritrovamenti di tessile che spesso raffigurano divinità personale, piante, fiore di cactus di San Pedro, PUMA, Condor e soprattutto i lama, illustrando l'importanza di questi animali di allevamento per il Wari. Tessuti sono stati sepolti con i morti e quelle tombe nel dessert asciutto sono stati ben conservati. Tessuti erano multicolori, anche se blu è stata particolarmente favorita, e disegni erano composte da forme geometriche prevalentemente rettilinee, soprattutto il motivo diamante gradini. Allo stesso tempo, nonostante apparentemente normale motivi geometrici, tessitori spesso presentare un singolo cambiamento di colore o motivo di casuale (in genere utilizzando verde o indaco) nelle loro parti. Queste potrebbero essere le firme o un'illustrazione che le regole potrebbe sempre avere eccezioni.
Disegni di Wari divennero così astratti che figure erano essenzialmente irriconoscibile, forse in un tentativo deliberato dal élite di monopolizzare la loro interpretazione. Figure astratte distorte quasi irriconoscibile possono anche essere un tentativo di rappresentare la trasformazione sciamanica e la coscienza di trance indotta da farmaci che erano parte delle cerimonie religiose Wari.
Forme di ceramica Wari popolari sono state le figure di effigie visto altrove in culture andine, urne grandi, bicchieri, ciotole e stampato doppio beccuccio vasi. Disegni decorativi furono molto influenzati da quelli utilizzati nella produzione tessile Wari. La divinità personale era un soggetto particolarmente popolare per bicchieri (kero) come erano guerrieri con lanciatori dardo, scudi e tuniche militari.
Metalli preziosi sono stati anche un mezzo popolare per le merci d'elite. Notevoli reperti da una tomba reale a Espiritu Pampa includono una maschera d'argento e al seno-piastra, braccialetti d'oro e altri gioielli in pietre semipreziose quali greenstone e lapislazzuli. Human figure in costume tipico di Wari - tunica senza maniche e quadrangolare cappello - sono stati effettuati anche in metalli preziosi martellati.

L'eredità di Wari

Anche se le cause esatte del Wari declino non sono noti, gamma di teorie da sovra-estensione dell'impero per un altro periodo di siccità prolungata nel IX secolo CE. Qualunque sia la ragione, la regione tornò ad una situazione di stati frammentati per diversi secoli.
L'eredità più duratura della Wari è il loro stile artistico che non solo influenzato il Moche contemporanea, ma anche la successiva civiltà Lambayequee più tardi ancora, Incas. Un gran numero delle strade costruite dal Wari sono stato utilizzato anche dagli Incas all'interno del proprio sistema di strada ampia, così come lo erano un gran numero di Wari terrazze per l'agricoltura. Il capitale a Huari è stato saccheggiato in antichità e ancora nel XVI secolo CE dagli spagnoli.
Riscoperto nel secolo di mid-20th CE, i primi scavi iniziarono nel 1940 e continuare oggi, gradualmente rivelando la ricchezza e il potere una volta goduto di uno dei più importanti di tutte le antiche culture andine.
[ Indice ▲ ]
[ 2 ]

Civiltà Nazca

Origine e storia
da Mark Cartwright

La civiltà Nazca fiorì sulla costa meridionale del Perù tra il 200 A.C. e 600 CE. Si stabilirono a Nazca e altre valli circostanti con i loro principali siti religiosi e urbani di Cahuachi e Ventilla, rispettivamente. La cultura è notata per il suo distintivo ceramiche e tessuti e forse soprattutto, per i geoglifi fatto sul pavimento del deserto comunemente nota come linee di Nazca. Questi possono essere linee semplici, interamente cancellati, o animali e figure tracciate in muta, e, dato che coprono diversi chilometri, sono meglio apprezzate dall'aria.

Panoramica

La Nazca erano insieme e poi outlasted, la cultura Paracas e Paracas molti siti sono stati scoperti sotto gli insediamenti Nazca. Politicamente, la civiltà di Nazca è stata descritta come un insieme di chiefdom occasionalmente che agisce all'unisono per interesse reciproco, piuttosto che come un unico stato unificato. O come dice M.E. Moseley, "individualità - con coerenza cultura, ma senza potere su larga scala o integrato - erano segni distintivi di Nazca". Questa interpretazione è rafforzata dall'arte e architettura di Nazca che Visualizza temi comuni tra gli insediamenti, ma allo stesso tempo c'è una generale mancanza di urbanistica uniforme o prove di centralizzazione. La popolazione massima della Nazca è stata stimata di 25.000 persone, si sono diffuse attraverso piccoli villaggi che in genere sono stati costruiti sulle colline terrazzate vicino pianure irrigate.
Come si sono sviluppati, la Nazca estesa la loro influenza nella valle del Pisco nel nord e la valle di Acari nel sud. Inoltre, come i lama, alpaca e vigogna non sopravvivere nelle zone costiere l'uso della loro lana in tessile di Nazca è la prova che il commercio è stato stabilito con le culture dell'altopiano. Inoltre, Nazca mummie sono state scoperte da portare copricapi realizzati con le piume degli uccelli di foresta pluviale, ancora una volta, che illustrano che le merci sono stati scambiati attraverso grandi distanze.
La Nazca hanno lasciato in eredità dell'immaginario distintivo sulla loro ceramica, tessile e attraverso il pavimento del deserto del Perù.
Tombe, spesso inseriti fino a 4,5 metri di profondità e vi si accede tramite un albero, sono la fonte più ricca di manufatti di Nazca e rivelano molti aspetti della cultura. Tessuti e porcellane pregiate sono stati sepolti con i morti e senza distinzione particolare tra sepolture maschili e femminile. Il defunto è mummificato, accuratamente avvolto in tessuti e solitamente collocato in posizione seduta, teschi a volte visualizzare allungamento deliberata e sappiamo che la Nazca indossava tatuaggi. Tombe, soprattutto quelli rivestiti con mattoni di fango, di albero potrebbero essere riaperti e aggiunto più mummie, forse ad indicare il culto degli antenati. Cache del Trofeo-teste accompagnano spesso la mummia, molti segni di trapanazione , che ha permesso diversi per essere infilate su un singolo cavo, come illustrato nei disegni di ceramica. Trofeo-teste sono anche frequentemente integrate di disegni tessili, soprattutto in miniatura e come decorazione del bordo. C'erano anche le sepolture di che cosa sembrano essere vittime sacrificali. Questi hanno gli occhi bloccati ed escremento è stato disposto in bocca che poi è stata appuntata chiusa con aghi di cactus. In alternativa, la lingua è stato rimosso e conservata in un sacchetto di tela.
Indebolito da una siccità di lunga generazione nel 5 ° secolo D.C., la Nazca erano finalmente conquistata dal Wari - che ha assunto molte delle loro caratteristiche artistici - e insediamenti di Nazca, da allora in poi, mai rosa di là di status di provincia.

Ventilla

Ventilla fu la capitale urbana di Nazca e coperti oltre 2 chilometri quadrati (495 acri) e comprendeva tumuli cerimoniali, murate corti e a schiera alloggiamento. Per combattere la minaccia sempre presente di siccità il Nazcans costruito una vasta rete di metropolitana acquedotti, gallerie e cisterne per garantire una buona fornitura di acqua durante la stagione secca e minimizzare evaporazione. Questi erano raggiungibile con rampe a spirale discendente impressionante e foderati con ciottoli di fiume.

Cahuachi

Fondata c. 100 A.C., Cahuachi, sulla riva sud del fiume di Nazca, a 50 km nell'entroterra, era un luogo di pellegrinaggio e la capitale religiosa di Nazca. Era probabilmente in primo luogo considerato sacro, perché era una delle poche località con un'alimentazione di acqua garantita tutto l'anno. La mancanza di architettura domestica indica che non è stato utilizzato come luogo di abitazione.
Il sito sacro copre 11,5 chilometri quadrati (2.841 ettari) e ha circa 40 Monticelli grande adobe che approfitta delle colline naturali. Il tumulo più grande, conosciuto come il grande tempio, è alto oltre 20 metri. Tutti i tumuli hanno una piazza adiacente e sono sovrastati da muri di adobe. La piazza più grande misura 47 x 75 metri. Un basso muro, 40 cm di altezza, circondato il recinto sacro principale. Post e postholes attraverso il sito suggeriscono baldacchini adoratori al riparo dal sole. Tessile scene suggeriscono anche che raduni religiosi sono stati collegati al raccolto Festival e mucchi di spazzatura che consistono principalmente di cocci di ceramica presso il sito indicano festa rituale. Questa spazzatura è stato volutamente lasciata così che è diventato una parte del tumulo. Di conseguenza, il più grande tumulo, quanto più era stata usata nei rituali. Alcuni tumuli conteneva anche sepolture e grandi vasi contenenti tessuti pregiati dati come offerta religiosa.
Più dettagli delle cerimonie religiose che possono sono state effettuate presso Cauachi sono raffigurati nell'arte di Nazca, soprattutto su ceramica, e molte sono le scene che coinvolgono gli sciamani. Queste figure religiose, in uno stato di trance indotta da farmaci, ha fatto appello agli spiriti della natura per garantire condizioni favorevoli per abbondanza agricola. Musica era una parte importante di questi riti, come dimostra l'abbondanza di ceramica tamburi e panpipes nel record archeologico. Il Dio principale di Nazca sembra essere stato l'essere Oculate che in arte è rappresentato come una figura di divinità volante indossando le stringhe del Trofeo-teste. Egli è spesso raffigurato in ceramica e disegni tessili in posizione orizzontale con le fiamme che scorre dal suo corpo. Grandi occhi sbarrati e una lingua di serpente-come sono altre caratteristiche tipiche.

Linee di Nazca

La Nazca ha disegnato linee e geoglifi attraverso deserti e le colline che erano disegni stilizzati di animali, piante e gli esseri umani o linee semplici che collegato luoghi sacri o punta alle fonti d'acqua circostanti. Loro scopo esatto è disputato, ma la teoria più diffusa è che sono stati progettati per essere camminato lungo come parte di riti e processioni.
Le linee sono state fatte molto facilmente e rapidamente rimuovendo le rocce di superficie più scure ossidate che pongono strettamente sparse attraverso il pavimento del deserto colorato pampa più leggero. Maggior parte dei disegni visibili solo dall'aria, ma alcune sono state fatte sulle colline e quindi sono visibili da terra.
Linee potrebbero essere single - dritto e curvo - o in gruppi e potrebbero incrociano in reti complesse. Può variare la larghezza e la lunghezza delle linee; una delle più lunghe linee rette è lunga 20 km e la lunghezza totale delle linee di Nazca è stata stimata in oltre 1.300 km. Quelle linee usate per descrivere una forma specifica sono generalmente costituite da un'unica riga continua. Disegni potrebbero essere forme geometriche o animali come un colibrì, ragno e anche una balena di assassino. Alberi, piante e fiori erano un altro soggetto, così come figure umane.
La scala dei disegni può essere enorme; molti sono almeno le dimensioni di un campo sportivo. Sono state anche fatte durante parecchi secoli e molto spesso più nuovi disegni si sovrappongono e ignorano quelle più vecchie che suggeriscono fortemente una mancanza di lungo termine e pianificazione unificato e, quindi, che essi sono stati realizzati da gruppi diversi in momenti diversi e servito più di un unico scopo.

Ceramiche di Nazca

La Nazca hanno raggiunto una reputazione di grande livello artistico e la loro ceramica finemente lavorato è un ottimo esempio. Le navi erano sottili e potrebbero assumere un'ampia varietà di forme. Forme distintive includono i contenitori doppio beccuccio con un unico manico e generalmente bulbose vasi senza un fondo piatto o base. Era comuni anche ciotole, coppe, vasetti, effigie percussioni e flauto di Pan. C'erano anche vasi a forma di teste umane, senza dubbio ispirate alla pratica di Nazca di assumere Trofeo-teste dopo battaglie.
Influenzato dai precedenti disegni cultura Paracas, Nazca, vasi in ceramica sono state decorate con un lapsus (prima della cottura) per produrre una vasta gamma di vividamente resi modelli, divinità, immagini sciamaniche, crostacei, Condor, scimmie e creature mitiche trasformazionale, soprattutto felini. La Nazca ha continuato a creare il proprio stile unico e disegni si è evolute da naturalistico a altamente ornata e quindi a forme altamente astratte. Spesso il disegno copre l'intera imbarcazione producendo un avvolgente effetto tridimensionale, anche una narrazione, ad esempio, con scene di battaglia . Disegni potrebbero sfruttare anche i contorni della nave, ad esempio, un naso su una parte sporgente. Disegni possono anche sovrapporsi tra loro per creare l'illusione di spazio e profondità.
Marrone rossiccio, viola chiaro e grigio-blu sono stati una scelta preferita di colori ma una gamma molto ampia è stata usata, più, infatti, rispetto a qualsiasi altra antica cultura andina. Sfondi sono stati solitamente in bianco, rosso o nero. Delineando figure in nero era un'altra caratteristica e un altro esempio di Nazca delight in design lineare. Una lucidatura finale, i colori ha dato una bella lucentezza.

Metalwork & Textiles Nazca

La Nazca erano affezionato non solo lana tessitura e ricamo ma anche di pittura panno di cotone in tinta unita con una matrice di immagini colorate e motivi. Tessuti sono sopravvissute notevolmente bene, grazie al clima estremamente secco, e rivelano che nasca tessitori hanno posseduto l'intera gamma delle tecniche andine e impiegato una sorprendente gamma di colori e sfumature per produrre disegni intricati e dettagliate. Figure erano particolarmente popolare nei disegni e spesso sono raffigurati che partecipano a scene di vendemmia che mostrano tali prodotti alimentari come mais e fagioli. Animali, simili a quelli nei disegni geoglifi e ceramiche, erano anche un soggetto popolare. Telai, mandrini, aghi, batuffoli di cotone e vasi di coloranti sono stati scavati dagli insediamenti di Nazca.
Nazca metalmeccanici battere oro in fogli sottili, che sono stati tagliati per creare sagome. Preferendo mantenere le superfici liscia e riflettente, solo un piccolo lavoro di tecnica repoussé fornisce decorazione con parsimonia. Maschere sono state prodotte che sono stati indossati sopra la bocca e fatto l'indossatore sembrano avere un dorato barba e baffi. Vennero prodotti anche oro maschere facciali, pennacchi di capelli e ornamenti naso e fronte. Queste maschere d'oro trasformano il volto di chi lo indossa e ricordano le cerimonie di trasformazione effettuate dagli sciamani che erano un tale soggetto popolare nell'arte di Nazca.
[ Indice ▲ ]
[ 3 ]

Civiltà Tairona

Origine e storia
da Giulia Panda

La civiltà Tairona - una delle tribù famiglia Chibcha - fiorì nel nord della Colombia tra 200 CE e 1600 CE. Come la Muisca di Cundinamarca, i Tairona erano noti per la loro competenza nel crafting e metallurgia, soprattutto oreficeria. Principalmente che occupa la regione della Sierra Nevada de Santa Marta Magdalena attuale, hanno lasciato dietro di loro una generosa delle evidenze archeologiche del loro stile di vita, che era sorprendentemente moderno come visto dal punto di vista del loro isolamento relativo a più sviluppata civiltà.

CENNI STORICI

I Tairona erano abili nell'agricoltura come fossero in metallurgia. Reperti archeologici da più presto 200 CE mostra che avevano la conoscenza ed esperienza di agricoltura, terrazza canal e costruzione di fondazioni in pietra. Ma che non è quello che sono rinomati per; sono ricordati per la loro abilità eccezionale di guerra , che li ha resi una delle tribù più difficili ad essere colonizzata dai conquistadores spagnoli, che con successo erano stati in grado di rovesciare l' Inca, Aztechie Maya Impero senza molto sforzo. I Tairona finito di combattere con i conquistadores per più di 75 anni.
Non sorprendentemente, molti spagnoli è diventato ammiratori e scrissero record su questa tribù misteriosa, onnipotente che poteva resistere influenza occidentale. Molti cronisti registrato il modo di Tairona della vita, loro sistemi di trading, loro credenze religiose e la loro apparente mancanza di interesse per il valore monetario dei metalli preziosi. Quindi non è molto sorprendente che i Tairona sono creduti per essere collegati alla tribù Muisca, come essi entrambi ha condiviso lo stesso sistema di divisione per l'energia e la convinzione nel significato spirituale dell'oro.

SITI IMPORTANTI

I Tairona dovuto abbandonare i loro insediamenti intorno a metà del 17 ° secolo D.C., e le foreste inghiottito la maggior parte di loro tracce. Alcuni sono ancora, un ricordo della loro cultura notevole.
Uno dei loro più famosi insediamenti era Ciudad Perdida (The Lost City). Localmente conosciuto come Teyuna, fu fondata intorno all'800 CE, 600 anni prima di Machu Picchu. È uno dei più importanti siti archeologici precolombiani in Sud America. Accessibile da un faticoso trekking lungo attraverso il fitto fogliame e alcuni gradini di pietra 1,200-odd, si crede di avere ospitato ovunque da 2.000 a 8.000 persone. Fino ad ora, solo una parte della città una volta magnifica è stata scavata correttamente. I risultati sono stati straordinari; circa 250 terrazze di pietra e fango che servivano come piattaforme per case, distribuite su 300.000 metri quadrati di densamente vegetato terra. Più recenti scavi hanno anche portato alla luce un numero di oggetti intriganti; ornamenti, offerte di oro, Ceramicae strumenti anche musicali.
Un altro sito, Pueblito, si trova vicino alla costa del Mar dei Caraibi. Secondo la ricerca, contiene almeno 254 gradonate e ospitava una popolazione di circa 3.000 persone. In passato, c'era numerosi borghi e villaggi sparsi in tutta la valle, formando una rete di grandi dimensioni che dovrebbe aumentare commercio e altre imprese. Infatti, i Tairona erano anche coinvolti nella produzione di sale, come si trova in Chengue, piccolo villaggio di pescatori.

SOCIETÀ

Era la convinzione di Tairona che gli sciamani potevano sfuggire loro corpo e acquisire la conoscenza di altre creature, che ha ispirato la loro metallurgia come la figurina del famoso 'Bat Man'.
I Tairona aveva un sistema di governo basato sulla religione. Loro governanti erano una parte dell'elite di sciamano che sosteneva di essere in grado di controllare le forze della natura, del cosmo e tutti i pensieri umani e azioni. Una delle credenze capo del popolo Tairona era nel processo di trasformazione. Il processo è uno scambio di energia sciamanica tipico. Dalla pulizia la loro mente e il corpo, passando per lunghi periodi di digiuno e di danze rituali esaustive, credevano che le anime degli sciamani potevano trascendere la condizione umana mortale e di acquisire conoscenze da regioni sconosciute del cosmo che sarà inaccessibile a chiunque altro. Da qui gli sciamani sono stati considerati i capi della tribù e sono stati trattati con una grande quantità di rispetto, essendo responsabile di raccogliendo eserciti, controllando l'agricoltura, guardando fuori per il benessere dei Tairona e supervisione anche la rete di baratto. Era la convinzione di Tairona che gli sciamani potrebbero sfuggire il loro corpo e acquisire la conoscenza di altre creature, che ha ispirato la loro metallurgia. La maggior parte degli ornamenti trovati in loro insediamenti sono creduta per essere di persone trasformando in animali feroci, come la famosa statuetta 'Bat Man' che raffigura uno sciamano lentamente trasformando in un pipistrello.

RELIGIONE & arte

Come la maggior parte delle tribù fiorente in quel periodo, credenze religiose di Tairona influenzato un sacco di loro opere d'arte e la metallurgia. Come 'L'uomo pipistrello,' la maggior parte di loro pendenti e corazze si vantava di uomini apparentemente trasformando in creature temibili, soprattutto rapaci, coccodrilli e serpenti. Questi ornamenti rappresentavano non solo lo status della persona che li indossa, ma erano anche simboli dei poteri che avrebbe dovuto per essere in possesso.
Trasformazione era un concetto che tutte le tribù della famiglia Chibcha credevano quel momento, e hanno fatto del loro meglio per la sua attuazione. Ad esempio, dal momento che i pipistrelli sono stati riconosciuti come uno degli animali più potenti quindi, i Tairona fatto del loro meglio per farsi guardare come loro. Di conseguenza, i costumi che sono stati indossati per simboleggiare questa trasformazione sono stati trovati nelle tombe dei dignitari leader del periodo Tairona. I ricercatori al Banco de la Republica, Colombia, dicono, "il ornamentation sulla loro visiere metallo era un'allusione alle membrane all'interno dell'orecchio dell'animale; gli anelli cilindrici naso sollevato il naso per far sembrare che la narice di talune specie di pipistrello, e gli ornamenti Sub-labiali imitato la carnosità del labbro più basso dell'animale."
A differenza di quello che la maggior parte delle persone tendono a credere, Colombia antica non era solo un hub per oreficeria eccellente, ma anche per la ceramica. I primi oggetti in ceramica scavati dalla zona occupata dai Tairona erano datati intorno al 2500 A.C., anche se si crede che hanno prosperato solo dopo 200 CE. Un altro link per la Muisca sembra essere la somiglianza in oreficeria. Entrambe queste tribù di lingua Chibcha aveva la stessa varietà di offerte per le loro Deità e aveva anche quasi lo stesso tipo di tunjos. Tunjos sono fatte da tumbaga, che è una miscela di oro, rame e argento. Rappresentano in genere la gente della tribù andando sulla loro vita quotidiana. Un altro aspetto interessante della modernità dei Tairona è che gli studiosi ritengono che la gente della tribù avevano libertà di divorzi. Inoltre, le pratiche religiose erano molto simili alle loro controparti attuali, i Kogui e andò avanti per giorni, soprattutto coinvolgendo deliberazione, masticare coca e profonda meditazione.
[ Indice ▲ ]
[ 4 ]

Civiltà Muisca

Origine e storia
da Mark Cartwright

La Muisca (o Chibcha) civiltà fiorì in Colombia antica tra 600 e 1600 CE. Loro territorio comprendeva quello che ora è Bogotá e i suoi dintorni e hanno guadagnato una fama duratura come l'origine della leggenda di El Dorado . Muisca inoltre hanno lasciato un patrimonio artistico significativo nel loro lavoro superbo oro , gran parte di essa ineguagliabile da qualsiasi altra cultura Americas.

Società & religione

I Muisca viveva in insediamenti sparsi si sono diffuse attraverso le valli dell'altopiano Andino nella parte orientale della Colombia di moderno-giorno. Importanti cerimonie annuali legate alla religione, l'agricoltura e il élite ha aiutato unire queste varie comunità. Sappiamo che tali cerimonie coinvolti un numero elevato di partecipanti e includono canto, bruciare incenso e musica da trombe, tamburi, sonagli, campane e ocarine (bulbosi flauti in ceramica). Le comunità erano anche collegate da commercio e c'era anche un movimento di abili artigiani, specialmente orafi, fra le città di Muisca.
I Muisca preso teste Trofeo dai loro nemici sconfitti e sacrificavano a volte prigionieri.
Fondata dalla figura leggendaria di Bochica, che venuta dall'Oriente e ha insegnato moralità, leggi e mestieri, Muisca erano governati dai capi aiutati dai capi spirituali. I Muisca controllato e difeso il loro territorio con armi come Club, lancia-lanciatori, frecce e Lance. Guerrieri avevano anche caschi protettivi, piastre blindate seno e scudi. I Muisca preso teste Trofeo dai loro nemici sconfitti e sacrificavano a volte prigionieri per placare la divinità. Tuttavia, la guerra era altamente ritualizzato e probabilmente su piccola scala. Ci sono ampie prove, ad esempio, che materie prime come oro, conchiglie, piume, pelli di animali, tabacco, sale, foglie di coca e altri prodotti alimentari sono stati scambiati con colture vicine colombiani come il Tolima e Quimbaya. Beni preziosi sarebbero sono stati riservati per l'elite di Muisca, come era della caccia e della carne.
Idolatrando il sole, la Muisca aveva anche una speciale venerazione per oggetti sacri e luoghi come particolari rocce, grotte, fiumi e laghi. In questi siti che lasciassero offerte votive (tunjos) come sono stati considerati un portale per altri mondi. I più importante dei Muisca erano Zue il Dio del sole e Chie la dea della luna. Sappiamo anche di Chibchacum, il patrono dei metalmeccanici e dei mercanti. Il tipo più comune di offerte dei era prodotti alimentari insieme tipico tunjo di serpenti e figure piatta maschili, femminili e animali resi in lega d'oro che sono stati collocati in luoghi sacri. I soci Elite della società possono anche far parte a tali luoghi religiosamente significativi, in primo luogo essere asciugato e poi avvolto in molti strati di tessuti pregiati, infine collocati in una tomba seduti sulla loro sede dell'ufficio, un piccolo sgabello o tiangae circondato dalle merci preziose che avevano goduto in vita.

El Dorado

I Muisca sono oggi più famosa per la leggenda di El Dorado o 'The Gilded One'. Una cerimonia di Muisca tenuta al Lago Guatavita, in realtà solo uno dei molti generi, coinvolto un sovrano essere coperto di polvere d'oro che è stato poi remato su una zattera al centro del lago dove egli saltò nelle acque in un atto del rituale di purificazione e di rinnovamento. Muisca soggetti sarebbero anche lanciare oggetti preziosi nel lago durante la cerimonia, non solo l'oro ma anche smeraldi.
Gli spagnoli, sentendo questa storia, ha permesso loro immaginazione e la brama per l'oro a saltare oltre i limiti della realtà e presto una leggenda è sorto di una magnifica città costruita con oro. Naturalmente, come non fosse mai esistito in primo luogo, la città non fu mai trovata e anche il lago ha ostinatamente rifiutato di svelare i suoi segreti nonostante vari tentativi costosi nel corso dei secoli.

Arte di Muisca

Figure in Muisca arte sono spesso trasformazionale, ad esempio, un uomo con gli elementi di un uccello che possono rappresentare le visioni allucinate degli sciamani indotti dal consumo di coca lascia o yopo (semi schiacciati). Animali come i pipistrelli, felini, serpenti, alligatori e anfibi erano inoltre soggetti popolari. Muisca non limitava la produzione artistica di oro, ma anche creato tessuti pregiati che erano di lana o cotone, e quest'ultimo potrebbe anche essere dipinto.
Disegni di Muisca tipici includono spirali e altri geometrico, Inter-blocco forme. Anche prodotte erano ceramiche (tra cui figure di Creta) e pietre semi-preziose intagliate. Le donne di Muisca non erano solo capace tessitori di panno ma erano altrettanto abile in cestineria e piuma-lavoro. Maggior parte degli esempi sono stati scoperti nelle tombe e così sfuggito l'avarizia degli invasori europei nel XVI secolo CE e successiva tomba ladroni.
Per Muisca, oro era però il materiale di scelta, come è stato apprezzato per le sue proprietà lucente e trasformazionale e la sua associazione con il sole. Non è stato utilizzato come una moneta, ma piuttosto come mezzo artistico. Oro è stato estratto dalle vene esposte e stroncato da fiumi di montagna. Oro e sua lega tumbaga (un mix di oro e rame con tracce di argento) sono stati usati per fare tunjos come figure e maschere, contenitori di coca (poporos) con mestoli di calce e anche raffinati gioielli - tipicamente pettorali, orecchini e viti prigioniere del naso. Gli orafi di Muisca impiegato una vasta gamma di tecniche nel loro lavoro come perso-cera colata, lo svuotamento e dorature che dà una finitura bicolore, cesellare, saldatura, granulazione e filigrana. Oro è stato anche fatto sfoglie sottili colpi di martello su incudini di pietra rotonde o intagliato pietra stampi utilizzando un martello ovale di pietra o metallo.
Forse uno dei più bei pezzi di Muisca e solide prove della cerimonia del El Dorado, è una zattera di lega d'oro su cui sorgono figure, uno dei quali è più grande e, indossa un copricapo, è senza dubbio la 'Gilded One'. Esso è stato scoperto in una grotta vicino a Bogotá ed era un tunjo. Il pezzo è 10 x 20 cm con la figura principale essere 10 cm di altezza e si trova ora, insieme a molti dei migliori superstiti pezzi Muisca, nel Museo dell'Oro del Banco de la República, Bogotá, Colombia.
[ Indice ▲ ]
[ 5 ]

Civiltà Tarasco

Origine e storia
da Mark Cartwright

La civiltà Tarasco (noto anche come il Purépecha, dopo la loro lingua) dominato Messico occidentale e costruì un Impero che avrebbe portato in diretto conflitto con quel altri grande mesoamericana civiltà del periodo post-classico, gli Aztechi. Seconda solo all' impero azteco, Taraschi stessi controllati, dalla loro capitale di Tzintzúntzan, un impero di oltre 75.000 chilometri quadrati.

Origini culturali

La storia di Taraschi è stato messo insieme dal record archeologico e delle tradizioni locali, principalmente quelli relativi alla Relación de Michoacán , scritto dal frate francescano Jeronimo de Alcala nel secolo di mid-16th CE. Mentre i Taraschi dovuto un debito cultura alle precedenti civiltà tribali Bajio e Michoacán, la cultura Purépecha aveva infatti una storia di oltre due millenni. Taraschi erano basati nel Michoacán centrale e settentrionale (significa ' luogo dei maestri pesce') i bacini lacustri di Zacapu, Cuitzeo e Pátzcuaro. Già nel tardo Preclassico (150 A.C. - 350 CE), Purépecha società si è sviluppata in una cultura più sofisticata con un alto grado di centralizzazione politica e stratificazione sociale dal periodo di medio periodo post-classico (CE 1000/1100-1350). Secondo la Relación la tribù più importante erano il Wakúsecha (dal gruppo etnico chichimeco), cui Taríakuri capo stabilì la prima capitale a Pátzcuaro intorno 1325 CE.
Il territorio controllato dai Taraschi ora era doppio nella misura delle generazioni precedenti e la produzione e il commercio di mais, ossidiana, basalto e ceramiche corrispondentemente aumentati. Il livello aumentante del lago nel bacino di Pátzcuaro significava anche molti siti pianeggianti sono stati abbandonati e la concorrenza per le risorse è diventato sempre più feroce. Modo troppo, in terre più alte della Zacapu, concentrazione di popolazione notevolmente aumentato in modo che 20.000 persone abitate solo 13 siti. Questo periodo fu caratterizzato da un aumento della rivalità di stato locale e una generale instabilità tra il élite, ma le fondamenta del grande impero Tarasco ora erano a posto.
Taraschi è riuscito a rimanere non conquistati dall'Impero azteco possente.

Tzintzúntzan

Del tardo periodo post-classico (1350-1520 CE, noto anche come la fase di Tariacuri in questo contesto) il Tarasco capitale e più grande insediamento risale alle Tzintzúntzan sul braccio nord-est del lago Pátzcuaro. I Taraschi anche controllati, attraverso un sistema politico altamente centralizzato e gerarchico, alcuni 90 più città intorno al lago. Dal 1522 CE la popolazione del bacino era alto come 80.000, mentre Tzintzúntzan vantava una popolazione di 35.000. La capitale era il centro amministrativo, commerciale e religioso dell'Impero Tarasco e sede del re o Kasonsí. Estensiva irrigazione e terrazzamento progetti sono stati effettuati al fine di rendere una grande popolazione sostenibile sull'agricoltura locale ma significativo delle importazioni di merci e materiale è rimasto una necessità.
Una rete di mercati locali e un sistema di tributi assicurata c'era una quantità sufficiente di beni di base, ma c'era anche una pronta fornitura di ceramiche, conchiglie e metalli (in particolare lingotti di oro e argento) e anche del lavoro, per soddisfare la domanda. A questi mercati occupati frutta, verdura, fiori, tabacco, cibi preparati, merci del mestiere e materie prime come l'ossidiana, di rame e leghe di bronzo sono stati comprati e venduti. Lo stato controllava l'estrazione e la fusione di argento e oro (nel bacino di Balsas e Jalisco), e la produzione di prodotti in queste materie preziose è venuto attraverso abili artigiani che probabilmente risiedevano nel complesso di Palazzo di Tzintzúntzan. C'è una certa prova di indipendente oro e argento produzione nelle regioni sud-orientali e occidentali, compatibile con evidenza dei centri amministrativi secondari e terziari. Inoltre, i Taraschi importato turchese, cristallo di Rocca e pietre verdi mentre dal tributo locale acquisirono il cotone, cacao, piume esotiche e sale. Taraschi essi stessi erano i più importanti produttori di campane di bronzo-stagno, rame e sue leghe (utilizzati in danze cerimoniali) in Mesoamerica.
Stato tarasco controllato anche l'assegnazione di terreni, foreste, miniere di rame e ossidiana, i workshop di industria ed artigianato di pesca in generale. Tuttavia, il grado di controllo è poco chiara e locale comunità e leader tribali tradizionali possono ben hanno concesso l'accesso reale a queste risorse. Questi diversi gruppi etnici all'interno dell'Impero, anche se soggetti politicamente a Tzintzúntzan, anche mantenuto la propria lingua e identità locali, ma in tempi di guerra loro regolari tributi ai loro sovrani di Tarasco è stato aumentato dal rifornimento di guerrieri.
Secondo la Relación de Michoacán il Tarasco nobiltà era divisa in tre gruppi: royalty, nobiltà superiore e inferiore (l'elite di Wakúsecha). Royalty riseduto presso la capitale e il luogo sacro di Ihuátzio, che in realtà era stata la precedente capitale di Tarasco. Il funerale di un re di Tarasco è descritta nella Relación quale entourage del sovrano morto vengono sacrificati ad accompagnarlo nella terra dei morti - 40 schiavi maschii, suoi sette schiavi femminile preferite, suo cuoco, vino-portatore, operatore di servizi igienici e, infine, il medico che non era riuscito a impedire la sua morte.

Religione

La religione di Tarasco è stato condotto da un sommo sacerdote supremo che era a capo di una classe sacerdotale a più strati. I sacerdoti sono stati identificati facilmente la zucca tabacco che hanno indossato intorno al collo. Tarasco religione ha sostenuto il bacino di Pátzcuaro come centro del cosmo, o almeno la sua potenza centro. L'universo ha avuto tre parti: il cielo, terra e inferi. Il cielo era governato dalla più importante divinità, il Dio del sole Kurikaweri, la cui moglie era Kwerawáperi, la dea madre terra. Loro bambino più importante era la dea Xarátenga, la luna e il mare.
Taraschi sembrano inoltre sono presi precedenti divinità locali e metamorfosati o Unito questi con dii Tarasco totalmente originali. Inoltre, i dèi delle tribù conquistate erano solitamente integrati ufficiale Tarasco pantheon. Kurikaweri è stato adorato la combustione del legno e offrendo il sacrificio umano e salasso e piramidi sono state costruite in onore dei Tarasco, cinque a Tzintzúntzan e cinque a Ihuátzio. Una caratteristica peculiare della religione tarasco era l'assenza di tale divinità mesoamericane comune come un Dio della pioggia (Tlaloc) e un dio serpente piumato (Quetzalcoatl). Né hanno Taraschi utilizzare il calendario di 260 giorni ma impiegava il anno solare 18 mesi con mesi di 20 giorni.

Arte & architettura

Una caratteristica unica dell'architettura post-classico tardo Tarasco è le strutture monumentali che combinano piramidi gradini rettangolari e circolari, noti come Yacata. Questi sono a forma di buco della serratura, ma c'erano anche piramidi rettangolare regolare. Tzintzúntzan cinque tali strutture riposare su un'enorme piattaforma 440 m di lunghezza. Il Yacata erano originariamente affrontare aderente lastre di pietra vulcanica e scavi al loro interno hanno tombe ricche di manufatti. Davanti il Yacata sculture sono stati collocati per la ricezione di offerte sacrificali (chacmools) come in molte altre culture mesoamericane. A Ihuátzio c'è anche un esempio di un tribunale per il tlachtli.
Tarasco ceramica era anche distintivo con i suoi barattoli gettate con maniglie a forma di sperone (a volte prendendo la forma di animali e piante), treppiede ciotole, vasi in miniatura e tubi con lunghi steli, tutti altamente decorati. Taraschi erano anche dei metalmeccanici altamente qualificati, soprattutto in oro e argento. Inoltre, erano lavoratori esperti di ossidiana, in particolare gioielli hanno e labret, che era coperto di strato d'oro e intarsiato con turchese.

La minaccia Azteca

Gli imperi di espansione contemporanei di Taraschi e i loro vicini del sud e dell'ovest gli Aztechi alla fine è venuto in concorrenza diretta per territorio e delle risorse. Infatti, in un certo senso queste due grandi potenze mesoamericana controbilanciato l'altro. I Taraschi, forse impiegando sotterfugi e sabotaggio, forzasse agli Aztechi di entro 50 miglia di Tenochtitlan nella CE anni 1470 che ha portato ad un accordo su una frontiera di nord-sud tra i fiumi Lerma e Balsas, protetti da fortificazioni collocati strategicamente per comandare le valli vulnerabili. Con questo bordo assicurato Taraschi continuato loro politica di espansione altrove. La miglior fonte archeologica della potenza militare Tarasco e dell'innovazione è la fortezza di Acayucan. Fortezze come questa, le strategie militari hanno impiegato e l'uso del metallo armi aiutano a spiegare come i Taraschi riusciti a rimanere non conquistati dall'impero azteco possente.
Nonostante le ostilità tra le due civiltà c'è qualche prova di contrattazioni tra di loro, soprattutto in punti strategici come il commercio di frontiera città di Taximoroa, ma anche attraverso le tribù locali che agiscono come intermediari nelle zone di 'buffer' di confine. La documentazione archeologica di scambio culturale in termini di stili artistici è, tuttavia, limitato a una manciata di vasi in ceramica trovati nel territorio del rispettivo partner commerciale.
Quando gli spagnoli arrivarono nel Michoacán nel 1522 CE i Taraschi, che avevano precedentemente ignorato una richiesta di aiuto dagli Aztechi, termini relativamente pacifiche con i nuovi padroni della Mesoamerica e divenne uno stato vassallo di mera.
[ Indice ▲ ]
[ 6 ]

Civiltà Chimú

Origine e storia
da Mark Cartwright

I Chimú civiltà, altrimenti chiamato il Regno di Chimor, fiorì sulla costa settentrionale del Perù tra i 12 e 15 secoli CE. Con la loro capitale a Chan Chan i Chimu erano la cultura più grande e più prospera nel tardo periodo intermedio e forgiato il secondo più grande Impero nella storia delle Ande antiche. La loro architettura, approccio alla governance regionale e arte anche avrebbe continuato a influenzare i loro successori più famosi, Incas.

Cenni storici

Il sovrano fondatore tradizionale dei Chimú era Taycanamo che è stato considerato di essere nato da un uovo d'oro e poi è arrivato dal mare. Altri righelli notevoli includono Guacricaur, che ha ampliato nelle valli Moche, Santa e Zaña. Alla fine il Chimú estesero il loro territorio ulteriormente sud e nel 1375 D.C., sotto la sovranità di Nancinpinco, conquistato la cultura Lambayeque (Sicán) ad assorbire parte delle loro pratiche culturali e idee artistiche. Valle de la Leche era anche portata sotto controllo Chimú, affinché, al suo apice durante il Regno di Minchançaman in c. 1400 CE, l'area di Chimú influenzare allungato 1300 km lungo la costa del nord del Perù.
Chan Chan era il fulcro di un vasto commercio e rete di tributo e non meno di 26.000 artigiani e donne vi risiedevano.
La prosperità iniziale dei Chimú era in gran parte a causa di loro competenze agricole come hanno costruito un sistema di vasta irrigazione utilizzando canali. Più tardi, loro successo campagne militari e la politica di estrazione tributo accertato che sono diventati la potenza regionale dominante. Chan Chan è venuto per essere la capitale di altri centri amministrativi, come ad esempio alle Farfán, Manchan, El Milagro, Quebrado Katuay e il sito della fortezza di Paramonga. Questa dominazione si è conclusa con l'aumento degli Incas che, guidati da Tupac Yupanqui, catturato il righello di Chimú noto 11 Minchançaman in CE c. 1470. Da allora in poi, il Chimú divenne uno stato vassallo dell'Impero Inca e loro re era tenuto prigioniero permanente a Cuzco per garantire la conformità al nuovo ordine. Incas assimilato anche alcuni aspetti della cultura Chimú, come righelli ereditando il titolo ma non la proprietà dei loro predecessori, la politica di consentire dominatori conquistarono una certa autonomia, l'idea di avere composti di artisti stranieri che lavorano per lo stato e alcune caratteristiche dell'arte Chimú. Incas tenuto anche testimonianze scritte della cultura Chimú e attraverso questi abbiamo, seppur radi, informazioni riguardanti i loro governanti e le principali divinità. Questi ultimi comprendono il Dio creatore Ai Apaec, Dio del mare Ni e, forse la più importante divinità nel Chimú pantheon, la dea della luna Si.

Chan Chan

La capitale città del Chimú era Chan Chan (noto come Chimor ai suoi abitanti originari) che, costruito alla foce del Rió Moche, aveva una popolazione di fino a 40.000 al suo apice e circa 20 chilometri quadrati. La città è diventato il fulcro di un vasto commercio e rete di tributo, e non meno di 26.000 artigiani e donne risiedevano lì, spesso forzatamente rimossi dalle conquistate le città di massa produrre beni di alta qualità in una vasta gamma di materiali preziosi.
Chimú architettura è caratterizzata da edifici di mattoni di adobe monumentale. Dieci palazzi reali o composti sono stati costruiti nel corso dei secoli in una pianta rettangolare, ognuno con pareti esterne della doppie alte 10 metri, labirintici interni e con solo un unico ingresso. Di particolare nota sono le camere a forma di U pubblico che controllava l'accesso alle camere archivio. Le pareti dei composti, costruite per limitare l'accesso dai popolani, erano decorate all'interno con disegni in rilievo grassetto, in genere ripetute forme geometriche, animali e vita di mare, soprattutto pesce. I modelli di taglio potrebbero essere stato ad imitazione di quelle da arazzi di tessile . Composti simili di adobe sono stati costruiti in altri siti Chimú, ad esempio, nove di Manchan e sei a Farfán.
Strutture funzionali all'interno di ogni composto includono amministrazione e conservazione degli edifici e sepoltura piattaforme accessibili da rampe che conteneva mummificati leader. Nel corso del tempo che i palazzi più recenti è diventati più grandi - il più grande copre un'area di 220.000 metri quadrati - e più spazio è stato dedicato all'archiviazione, indicativo della politica di Chimú di estrazione tributo dai territori conquistati. Chan Chan anche ampliato in generale con le altre residenze per gli amministratori e gli artigiani, i quest'ultimo che vivono in abitazioni modeste di canne e fango con ripidi tetti e un singolo focolare. La città aveva anche un sistema di vasta irrigazione che combinava canali e bacini poco profondi pozzi.

Arte Chimú

Influenzato dalle civiltà Wari e Moche, i Chimú sarebbe continuare ed espandere su temi artistici che sono diventate caratteristiche fiocco di Arte Andina da allora. Chimú Ceramica è caratterizzata da stampo-fatto blackware e redware con decorazione scultorea che è dato un lucido finitura. La forma più comune è doppio beccuccio bulbose vasetti. Prodotti tessili hanno colori naturali, il più prezioso con decorazione di piume esotiche dove pennacchi sono seminati in righe su un supporto di cotone e tinto per creare disegni. Motivi popolari includono figure braccia aperte indossare copricapi - probabilmente rappresentano la classe dirigente - e double-headed 'arcobaleno' serpenti. Tessuti potevano essere decorate anche con aggiunte di metalli preziosi e una tunica sopravvive con 7.000 quadrati piccoli oro individualmente cucite sul tessuto.
Conchiglie di spondylus intagliato e intarsiato, acquisiti dall'Ecuador, erano un altro mezzo popolare per arte Chimú con intarsi di forma romboidale creando suggestivi pezzi di gioielleria. Beni preziosi potrebbero anche essere fatto utilizzando oro, argento e ambra importato e smeraldi dalla Colombia. Molti esempi di sculture in legno sono stati recuperati da due strutture piramidali fuori Chan Chan (Huaca el Dragón e Huaca Tacaynamo). La maggior parte delle tali figure rappresentano i membri delle processioni funebri.
Infine, è interessante notare che Chimú governanti erano essi stessi collezionisti d'arte di altre culture e loro palazzi erano pieni di nicchie in cui oggetti e statue sono stati collocati per la visualizzazione. Chan Chan artisti stessi avevano una reputazione che gli Incas riallocati forzatamente migliaia di loro, insieme con i pezzi più belli, alla loro capitale Cuzco che era anche un metodo efficace per controllare la produzione di merci preziose e limitare così le risorse per finanziare la ribellione.
[ Indice ▲ ]
[ 7 ]

Chan Chan

Origine e storia
da Mark Cartwright

Chan Chan (Chimor) era la capitale città della civiltà Chimu che fiorì sulla costa settentrionale del Perù tra i 12 e 15 secoli CE. La città era una gigantesca metropoli popolata dalle popolazioni provenienti da tutto il Chimu Impero, la più grande delle Americhe avevano mai visto fino a quel momento. Oggi, molti dei complessi di enorme palazzo di Chan Chan con le loro pareti decorate a rilievo adobe ancora sopravvivono come testimonianza perduta grandezza della città.

Cenni storici

Chan Chan, noto anche come Chimor, il nome dei suoi originari abitanti, fu costruita alla foce del Rio Moche da c. 1000 CE. La prosperità iniziale dei Chimu era in gran parte a causa di loro competenze agricole come hanno costruito un sistema di vasta irrigazione utilizzando canali. Più tardi, loro successo campagne militari e la politica di estrazione tributo accertato che sono diventati la potenza regionale dominante. Al suo culmine, Chan Chan coperto circa 20 chilometri quadrati e aveva una popolazione di fino a 40.000 rende la città più grande ancora visto nelle Ande. La città è diventato il fulcro di un vasto commercio e rete di tributo, e non meno di 26.000 artigiani e donne risiedevano lì, spesso forzatamente rimossi dai territori conquistati, soprattutto il Lambayeque, per produrre beni di alta qualità per il consumo interno di massa e l'esportazione. Materie prime negoziate e controllato da Chan Chan inclusi oro, conchiglia spondylus, piume tropicale e prodotti alimentari.
Il sovrano fondatore tradizionale dei Chimu era Taycanamo, che è stato considerato di essere nato da un uovo d'oro e poi è arrivato dal mare. Altri righelli notevoli includono Guacricaur, che ha ampliato nelle valli Moche, Santa e Zaña. Alla fine, i Chimu estesero il loro territorio ulteriormente sud e nel 1375 D.C., sotto il dominio di Nancinpinco, conquistato la cultura Lambayeque (Sican) ad assorbire parte delle loro pratiche culturali e idee artistiche. Valle de la Leche era anche portata sotto controllo Chimu, affinché, al suo culmine, l'Impero Chimu fu il più grande e più prospera in Sud America durante il tardo periodo intermedio. Alla sua massima estensione durante il Regno di Minchançaman c. 1400 CE, l'area di Chimu influenzare allungati 1300 chilometri lungo la costa del Perù settentrionale. Come l'Impero crebbe così altri centri amministrativi sorsero, come a Ferrara, Manchan, El Milagro, Quebrado Katuay e la fortezza sito di Paramonga, ma Chan Chan era supremo come il centro del mondo Chimu.
Chan Chan coperto circa 20 km ² & aveva una popolazione di fino a 40.000 rende la città più grande ancora visto nelle Ande.

Architettura

La città è senza un centro riconoscibile e si estende in una serie di blocchi intervallati da canali alberati su pietra e punteggiato con pozzi e laghetti artificiali. L'architettura a Chan Chan è caratterizzata da edifici costruiti usando le sezioni pre-preparati di fango versato o adobe. Più impressionanti sono i composti di grande palazzo rettangolare (Ciudadela) che ha servito le funzioni multiple come residenza reale, impianto di stoccaggio, Mausoleo e centro amministrativo.
Dieci palazzi reali o composti sono stati costruiti nel corso dei secoli a Chan Chan. È possibile che il sistema Chimu di eredità reale era per ogni nuovo re di ereditare il titolo ma non la ricchezza del suo predecessore. Ciò comporterebbe in famiglia di un righello tardi assume il Palazzo reale, mentre il nuovo re era richiesto di farsi costruire uno nuovo, che spiega l'elevato numero di questi palazzi a Chan Chan. Il sistema ha il valore aggiunto vantaggio di garantire un nuovo righello attivamente si impegna in espansione dell'impero al fine di finanziare il suo Regno.
I palazzi sono stati costruiti in una pianta rettangolare, ciascuno con pareti esterne della doppie alte 10 metri, labirintici interni e con solo un unico ingresso sorvegliati da due statue di legno in piedi impostati in nicchie. Di particolare nota sono il pubblico a forma di U o camere rituali (audiencias) che controllava l'accesso ai magazzini. Si tratta di circa 4 metri quadrati, aveva elevato piani e, originariamente, tetti spioventi. Strutture funzionali all'interno di ogni composto includono amministrazione e conservazione degli edifici e sepoltura piattaforme accessibili da una rampa. La grande a forma di T tomba all'interno di quest'ultimo conteneva i leader mummificati mentre piccole tombe loro entourage e la famiglia. Tali tombe regolarmente sarebbero stato riaperto a inter nuovi occupanti. Nel corso del tempo che i palazzi più recenti è diventati più grandi - il più grande copre un'area di 220.000 metri quadrati - e più spazio è stato dedicato all'archiviazione, indicativo di successi imperiali e la politica di estrazione tributo dai territori conquistati i Chimu.
Le pareti dei composti, costruite per limitare l'accesso dai popolani, erano decorate all'esterno con disegni in rilievo grassetto, in genere ripetute forme geometriche, animali e vita di mare, soprattutto pesce. Le pareti interne erano nicchie per le maschere di legno decorative e figurine. Oggetti d'arte preziosi sarebbero stati visualizzati qui. I modelli distintivi tagliati le pareti potrebbero essere stato ad imitazione di quelle da arazzi di tessile o vimini. Composti simili di adobe sono stati costruiti in altri siti di Chimu, ad esempio, nove di Manchan e sei a Ferrara. Tutti i composti a Chan Chan sono nel centro della città, mentre più modesta abitazione si trova nella periferia della città. Qui erano le residenze per gli amministratori in versioni in miniatura dei composti più grandi e artigiani (metalmeccanici, falegnami e tessitori), che viveva in abitazioni più modeste di canne e fango e canna con ripidi tetti e un singolo focolare. Infine, alla periferia della città, sono stati due grandi sepoltura piramide-tumuli noti come Huaca el Dragon e Huaca Tacaynamo.

La caduta di Chan Chan

Architettura di Chimu, loro approccio alla governance regionale e la loro arte avrebbe continuato a influenzare i loro successori più famosi, Inca, che ha conquistato Chan Chan c. 1470 CE. Fu allora che Tupac Yupanqui catturato il sovrano Chimú 11 noto Minchançaman, che era tenuto prigioniero permanente a Cuzco per garantire la conformità al nuovo ordine. Inoltre, per controllare la produzione di merci preziose e limitare così le risorse per finanziare la ribellione migliaia di Chan Chan artisti e artigiani sono stati forzatamente trasferiti a Cuzco. I Chimu così è diventato non più di uno stato vassallo nel vasto impero Inca .

Reperti archeologici

Chimu governanti erano appassionati collezionisti d'arte di altre culture e loro palazzi erano come musei ricchi di nicchie in cui oggetti e statue sono stati collocati per la visualizzazione. Così troppo, governanti furono sepolti con oggetti preziosi ma, purtroppo, il sito ha subito saccheggi estesa, a partire con gli Incas. Gli spagnoli, ad esempio, descrivono fusione di un portone coperto a Chan Chan per produrre 500 chili d'oro. Post-conquista, Chan Chan ha anche sofferto di piogge di El Nino, che male hanno eroso gli edifici di mattoni di adobe e le pareti nel corso dei secoli, alcune delle quali sono ora protetti da una copertura permanente. Tuttavia, reperti includono esempi della tipica ceramica blackware Chimu, comunemente in forma di vasi effigie o bulbosi vasi con manici beccuccio e decorazione incisa di motivi geometrici. Sopravvivendo carpenteria metallica sotto forma di tali articoli come earspools d'oro, tuniche piumati, ciondoli di conchiglie intarsiate, modelli in miniatura delle scene di funerale in legno e oro e tessuti di cotone sono tutti testimonianza l'abilità degli artigiani di Chan Chan.
[ Indice ▲ ]
≪≪≪ ◄► ≫≫≫

Fonte: Ancient History Encyclopedia Il contenuto è disponibile sotto licenza Creative Commons CC BY-SA 3.0

CONTENUTI CORRELATI ››


I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…