Passa ai contenuti principali

Origini » Religione Inca › Agricoltura & cibo Inca › Mummie inca › Tessuti di Inca » Storia

Personaggi e vicende storiche ››

  1. Religione Inca
  2. Agricoltura & cibo Inca
  3. Mummie inca
  4. Tessuti di Inca
  5. Il sistema stradale Inca
  6. Vita quotidiana nell'Impero Inca
  7. Pizarro & la caduta dell'Impero Inca
  8. Pizarro e Atahualpa: la maledizione dell'oro perduta Inca

Antiche origini ›› Suoi personaggi storici e luoghi

≪≪≪ ◄► ≫≫≫
[ 1 ]

Religione Inca

Origine e storia
da Mark Cartwright

La religione era per gli Incas, come con molte altre culture antiche, inseparabile dalla politica, storia e società in generale. Tutti gli aspetti della vita comunitaria erano strettamente connessi a credenze religiose, i matrimoni all'agricoltura, governo alle sepolture. Successo e guasti di qualsiasi tipo nella vita erano dovuto l'influenza dei e l' Incadi antenati. Mantenendo queste cifre contenuto ed evitando loro ira sotto forma di disastri naturali come siccità e terremoti era uno scopo molto importante delle pratiche religiose. La religione Inca era anche un importante strumento per il élite di legittimare sia la propria posizione privilegiata all'interno della società Inca e di diffondere la credenza generale della superiorità di Inca sopra i soggetti del loro vasto Impero.

Influenze e tradizioni locali

Religione Inca fu influenzato dalle tradizioni andine precedenti e contemporanee, specialmente la civiltà Wari e antica Tiwanaku. Infatti, per tutta la religione di stato avallato imposta da Cuzco, molte comunità locali ancora rispettate le proprie credenze tradizionali in tutto l'impero anche se sono stati costretti ad adottare le principali divinità Inca pure. Una tale tradizione andina continua era la credenza in un specifico fondatore della Comunità e un'associazione con un punto particolare dove quella persona era emerso dalla terra - un paqarisqa.
Il culto di vecchia data di sole, Luna, stelle e pianeti tra antiche comunità andine erano altre credenze perpetuate dagli Incas. Gli sciamani anche, con la loro capacità temuto a lanciare incantesimi e abilità particolare alla divinazione leggendo insondabili segni in incendi, intestini di llama e simili, è rimasto importanti figure del mondo Inca. Cuzco era noto per avere 475 di loro, il più importante è il yacarca, il consigliere personale del re. Ancora un'altra tradizione andina di millenaria che ha continuati Incas era la credenza in oracoli - il più famoso è a Chavin e Pachacamac.
Inti era il Dio più importante di Inca come egli era il Dio del sole e il patron dell'Impero e conquista.

Creazione del mondo

Per gli Incas stessi, il mondo è stato creato presso il Lago Titicaca, lungo precedentemente considerato un luogo sacro per la popolazione andina e visitato dai governanti Inca in pellegrinaggi regolari. Il Dio creatore Wiraqoca Pacayacaciq (o semplicemente Viracocha) un giorno, sull'isola sacra del sole sul lago Titicaca, fatto una razza di giganti ma, trovare questi troppo grande per il suo scopo, invece fatto gli esseri umani su una scala più piccola. Questa prima gara degli esseri umani sconvolto Viracocha con loro avidità e arroganza e così come punizione che ha trasformato alcuni di loro di pietra e altri in terra e caratteristiche naturali. Poi mandò un diluvio per pulire la terra, salvare solo tre esseri umani, in modo che potrebbe ricominciare la gara. Anche al lago Titicaca, Viracocha poi fatto il sole, luna e stelle. Successivamente, il Dio è andato in giro travestito da mendicante e conosciuto come Kon-Tiki, tra molti altri nomi. Ha fatto sculture al Tiwanaku, stabilito Cuzco indirizzando l'Inca Fondazione coppia Manco Capac e Mama Ocllo e generalmente insegnato alla gente le arti civilizzatrice. Poi, quando arrivò al litorale, egli misteriosamente andò attraverso il mare a ovest, promettendo un giorno che sarebbero ritornato nei suoi messaggeri.

Inti & il Tempio del sole

Inti era il Dio più importante di Inca come egli era il Dio del sole e il patron dell'Impero e conquista. Sua casa di abbondanza era anche la destinazione nella prossima vita per coloro che hanno vissuto una vita buona in questo uno. Il re Inca o righello era considerato divino e un discendente vivente di Inti legittimare il diritto divino di Inca di regola. Una statua di oro di Inti, rappresentato come un piccolo ragazzo di seduti e conosciuto come Punchao, era conservato nel tempio del sole, presso il complesso sacro Coricancha (Qorikancha) a Cuzco. Con i raggi si proiettano dalla sua testa e decorato con gioielli in oro, lo stomaco di questa figura è stato usato come un ricettacolo per le ceneri degli organi vitali bruciati dei re Inca precedenti. Ogni giorno la statua fu portata fuori del tempio a crogiolarsi al sole. Dopo la conquista spagnola la figura è stato rimosso e nascosto, mai per essere ritrovato. Così anche l'oro che copriva l'esterno e l'interno del Tempio del sole, tutti i 1.400 chili di esso, era incantata dagli invasori europei. Oltre il Coricancha, Inti aveva il complesso tempio-fortezza di Sacsayhuaman a lui dedicato, situato appena fuori Cuzco.
Il benessere del re e l'impero Inca e la garanzia di un buon raccolto erano interamente nelle mani di Inti. Il Dio era servito da un dedicato sommo sacerdote (Villaq Umu), la figura religiosa più anziano del mondo Inca, che fu aiutato da un team di giovani sacerdoti vergini, acllas (anche acyllyaconas). Ogni grande città Inca aveva un tempio al Dio e una grande quantità di risorse sono stati dedicati a lui. Anche terra e gli allevamenti erano riservati soprattutto per Inti e tutta la provincia presso il lago Titicaca è stata accantonata per lui. Il Coricancha andati un passo avanti, dove un campo di mais con pastori e lama a grandezza naturale è stato costruito in oro puro e dedicato al sole.
Una delle cerimonie più importanti nel culto di Inti era il giorno 8-9 Inti Raymi, tenuto ogni solstizio di giugno (inverno) su una pianura fuori Cuzco. Chicha birra sono stati offerti sacrifici sono stati fatti, libagioni di acqua e tutta la nobiltà e il sacerdozio ha partecipato in una sontuosa festa di dilettarsi e canto che segnò anche l'inizio della stagione d'aratura. Un altro importante festival in onore di Inti e Viracocha era il Qhapaq Ucha quando tutte le città in tutto l'impero dovevano inviare uno o due dei figli di bell'aspetto (copacochas) per essere sacrificato alla Cerimonia in Cuzco e la successiva processione in pellegrinaggio a vari importanti siti sacri in tutto il mondo Inca. La morte era da strangolamento o avendo loro cuori rimosso, e questa offerta è stata creduta per garantire il benessere continuato del sovrano e il suo popolo.

Altri dèi

Oltre a Inti, il Coricancha sacro aveva anche un tempio alla dea Luna Mama Kilya, uno al Dio creatore Viracocha e un'altra a Illapa il Dio del tuono, il Tempio di quest'ultimo viene chiamato Pukamarka. Mama Kilya era considerato importante in quanto ha governato il calendario cerimonia mentre Illapa portato piogge e temporali - il tuono prodotto come portava la sua fionda mentre il fulmine è venuto dal lampeggiare del suo abito d'argento. Entrambi Cuichu il Dio arcobaleno (per gli Incas un cattivo presagio) e la personificazione del Venus (Chaska-Qoylor) aveva i propri templi a fianco gli altri entro il Coricancha sacro complesso.
Divinità minori, anche se ancora importanti nei loro domini particolari, incluso la terra dea Pachamama in onore del quale gli agricoltori costruito un altare in pietra nel centro di loro campi dove potevano facilmente offrire sacrifici nella speranza di un buon raccolto. Dice ('terra Maker') è stato un celebre Dio oracle e creatore, soprattutto nelle province. In particolare connesso con terremoti, aveva un intero tempio città, Pachacamac, costruita in suo onore, dove c'era un grande idolo di legno del Dio, quale pellegrini ha visitato a sentire i suoi consigli. Infine, le popolazioni costiere tenuto Mamacocha ('madre dei laghi e dei mari') in considerazione particolarmente elevato. Questi dèi e altri ha avuto oltre 400 santuari in Cuzco da solo.
Gli Incas erano attenti osservatori dei corpi celesti e avevano imparato i loro movimenti e cicli. Di conseguenza, stelle, costellazioni e pianeti avevano anche loro rappresentazioni personificate, soprattutto le Pleiadi (Qollqa), la Via Lattea (Mayu), Orioncintura e Venus (Chaska Cuyllor). In generale sembra che tutte le creature avevano la propria particolare equivalente stellare che in qualche modo regolato e protetto da tutti i suoi esemplari fisici sulla terra.

Modalità di culto

La divinità Inca, poi, erano venerati con la costruzione di templi (wasi) e luoghi sacri (huacas) dove cerimonie si sono svolte, fatta, preghiere e offerte date. Un sacerdozio gerarchico condotto tali cerimonie, loro status a seconda di quello del Dio che ci hanno servito. I dèi erano tenuti soddisfatti e lo status quo mantenuto tramite il sacrificio di merci preziose e animali, soprattutto i lama (quelle bianche a Inti, quelli marroni di Viracocha e quelli Pezzati a Illapa). Gli esseri umani, compresi i bambini, erano anche sacrificato (anche se su scala più ridotta rispetto a altre culture Americas), in genere colpendoli sulla testa mentre sotto gli effetti dell'alcol che è stato dato a loro modo che potrebbe essere felice quando incontrarono prima il loro Dio. Queste offerte più drammatiche erano generalmente riservate per tempi di grande conflitto quali siccità prolungate, le eclissi solari o una morte reale. Sacrifici umani, inoltre, si è verificato dopo le vittorie nella guerra e sono stati offerti in molti dei santuari sacri alta montagna che punteggiato dell'Impero.

Huacas & Ceque

Gli Inca credevano che dei, spiriti e antenati morti lungo potrebbe essere manifestata sulla terra sotto forma di caratteristiche naturali come picchi di montagna (apu), fiumi, sorgenti, grotte e affioramenti rocciosi e peculiare anche pietre a forma di. Questi luoghi sono stati a volte modificati per accentuare le caratteristiche insolite e siamo stati trattati come santuari con speciale potere di influenzare la realtà. Erano conosciuti come huacas (wak'a) e, nel caso di pietre, sono state prese per la custodia in palazzi e tombe, a volte, anche trasportato sulle spedizioni militari. Persone lasciato offerte alle huacas, soprattutto conchiglie di mare, prodotti tessili, coca, merci preziose, statuette d'argilla, e sacrifici sono stati fatti, più comunemente di lama e cavie.
Huacas potrebbe essere anche posti usati per osservazioni astronomiche. Forse il più famoso è il 'hitching post del sole' (intihuatana) nel punto più alto di Machu Picchu , che serviva a collegare simbolicamente il sole alla terra attraverso un cavo speciale su ogni solstizio. Il post di avvistamento più importante era, però, il usnu - una piattaforma rialzata in una plaza a Cuzco. Ciò ha avuta un pilastro di pietra usato per osservazioni astronomiche e un trono adamantino per il re di Inca per guardare feste religiose da. Tutti questi siti sacri - alcuni 328 - quindi sono stati collegati a Cuzco, il centro del mondo Inca, di 41 linee conosciuti come ceque (zeq'e) che potrebbe essere percorsi fisici o linee di vista, creando così un immaginario web sacro con Cuzco al suo cuore.

Mummie & il culto degli antenati

Le generazioni più anziane (ayllu) sono stati mai dimenticate nella società Inca e tombe erano riaperti ai tempi particolari in ordine per le persone a fare nuove offerte ai defunti. Questi hanno preso la forma di merci preziose e cibo e talvolta anche appositamente costruito canali consentiti il versamento di libagioni nella tomba senza disturbarla in caso contrario. Particolarmente importanti gli individui che erano trascorsi potrebbero essere rappresentati nella Comunità da statue, soprattutto il fondatore della comunità cui idolo era l'oggetto più prezioso in una comunità. Infatti, gli Incas sfruttato questa tradizione e spesso rapito gli idoli delle Comunità conquistate, tenendoli in ostaggio presso Cuzco per assicurare la conformità dei vinti.
I corpi dei membri della Comunità importanti spesso sono stati mummificati, principalmente mediante processi che coinvolgono la dissecazione e alcool e poi avvolto in tessuti e legato con corde in posizione fetale. Le mummie erano quindi collocate nelle tombe, in appositi locali in un mausoleo di comunità, o collocate in grotte sacre (Mardi) - più famoso negli altopiani del Cajatambo dove oltre 1.800 mummie sono state scoperte dagli spagnoli.
Internamento non era solitamente permanente come mummie occasionalmente sono state portate fuori loro tombe affinché essi potrebbe in qualche modo partecipare a Comunità importanti eventi quali matrimoni e raccolti. La partecipazione più famosa di antenati defunti nella vita del vivente è stato il ruolo delle mummie di ex governanti, mallquis. Questi sono stati coccolati durante le cerimonie importanti al Cuzco, vestita di bei vestiti e nutriti anche ritualmente. Loro opinioni sono stati consultati dai sacerdoti e assistenti dedicati (mallquipavillac) quando importanti decisioni dovevano essere preso e sono stati onorati ospiti al Festival di Inti Raymi.

La scomparsa degli Incas

È interessante notare che, dopo la caduta degli Incas loro religione di stato e, in particolare, il culto del sole, rapidamente è caduto dal favore con comunità fuori Cuzco che aveva a lungo preferito la luna come loro Dio principale. I templi Inca-costruito e i terreni messi a riposo per Inti era abbandonati come siti religiosi e mettere ad altri usi. Persone abbandonate il calendario solare e ritornato alle loro pratiche antiche di adorare i loro dèi, luoghi sacri e antenati. Le credenze locali degli antichi popoli andini dimostrato resistente quindi ma, in un modo, modo troppo fatto elementi unici della religione Inca, come, in un revival di fine XX secolo CE dopo secoli di dominazione cattolica, molte delle cerimonie di Inca e tradizioni, in particolare l'Inti Raymi festival e montagna pellegrinaggi, hanno riproposto e continuano ad essere annualmente riattivate in Perù di moderno-giorno.
[ Indice ▲ ]
[ 2 ]

Agricoltura & cibo Inca

Antiche origini
da Mark Cartwright

Incas controllato un vasto Impero che comprendeva quattro zone climatiche e, di conseguenza, i loro prodotti agricoli era vario. Il popolo delle Ande antiche era in gran parte vegetariani, occasionalmente completando la loro dieta con camelide carne e frutti di mare se potevano farlo. Lo stato di Inca ha sviluppato un apparato di agricoltura enorme, dove colture e gli allevamenti erano requisiti da popoli conquistati e le persone stesse erano periodicamente requisirono per lavorare in aziende agricole statali. Più positivamente, una vasta rete di impianti di stoccaggio è stata sviluppata per assicurare contro periodi di siccità e disastro e prodotti alimentari sono stati spesso dato come regali dai governanti che cercano di farsi popolare.

Organizzazione & metodi

A livello di micro ogni nucleo familiare prodotto il proprio cibo. Nuclei familiari erano parte di un più ampio gruppo guida o ayllu che terreni agricoli di proprietà collettiva. Idealmente, un ayllu avrebbe possedere almeno alcuni terreni negli altopiani e pianure più temperate in modo che una diversità dei prodotti alimentari potrebbe coltivarsi. Ad esempio, le highlands potrebbero offrire buoni pascoli e consentono una produzione di patate e mais, mentre la coca non poteva che essere coltivata ad altitudini più basse. Un'area di terreno per la coltivazione del mais (forse circa 1,5 ettari) chiamato un tupu venne data agli sposi novelli da loro ayllu che potrebbero essere auto-sostenibile. Inoltre, il loro primo figlio diritto la coppia di un'altra mezza tupu. Se il proprietario del terreno morì senza un erede, la terra è stata restituita a ayllu per futuri ridistribuzione.
Terra è stato lavorato utilizzando semplici strumenti come una zappa, Rompizolle e piede aratro - il chakitaqlla fatta, che consisteva di un legno o bronzo puntato palo che è stato spinto nel terreno mettendo un piede su una barra orizzontale. Zappe in genere sono stati realizzati utilizzando ciottoli affilata. L'agricoltura era una comunità di pratica, e gli agricoltori lavorato in piccole squadre di sette o otto, spesso cantando come hanno lavorato con gli uomini zappatura e le donne che seguono dietro, ultime zolle e semina. Nel frattempo i bambini ed i giovani adulti erano responsabili di tendente alla mandria famiglia dei camelidi.
Colture in tutto l'impero Inca incluso mais, coca, fagioli, cereali, patate, patate dolci, ulluco, oca, mashwa, pepe, pomodori, arachidi, anacardi, squash, cetriolo, quinoa, zucca, cotone, talwi, carruba, chirimoya, lúcuma, guayabo e avocado. Bestiame era principalmente branchi di lama e alpaca. Questi animali erano vitali per molti aspetti della vita andina come ci hanno fornito di lana, carne, pelle, ricchezza mobile, trasporto - soprattutto per l'esercito, e sono stati spesso sacrificati nelle cerimonie religiose. Alcuni dei più grandi statali mandrie potrebbero avere decine di migliaia di animali, e tutti gli allevamenti sono stati meticolosamente contabilizzati in un censimento di stato condotto ogni novembre.
Gli Incas erano agricoltori ambiziosi e hanno trasformato il paesaggio con terrazzamenti, canali e reti di irrigazione.
Gli Incas erano agricoltori ambiziosi, e per massimizzare la produzione agricola, hanno trasformato il paesaggio con terrazzamenti, canali e irrigazione reti, mentre le zone umide sono state prosciugate spesso per renderli adatti all'agricoltura. Inoltre, gli Incas erano pienamente consapevoli dei valori di regolare la rotazione delle colture, e hanno anche fertilizzato la terra con letame essiccato llama, guano o teste di pesce se questi materiali erano disponibili. Anche così, il clima spesso rigido Andina potrebbe portare inondazioni, siccità e tempeste che, insieme con la malattia, significava che annuale dei raccolti non erano infrequenti. In tali casi il talento di Inca per la conservazione degli alimenti è entrato in proprio.

Conservazione degli alimenti

Prodotti alimentari (e altre merci) sono state immagazzinate nei magazzini (qollqa) che sono state costruite in decine di migliaia in tutto l'Impero, in genere disposti in file ordinate, nei pressi di centri abitati, latifondi e stazioni lungo la strada. Funzionari di stato tenuto conti attenta delle loro scorte utilizzando i quipu, un dispositivo di registrazione di corde e nodi. Qollqa erano single-roomed edifici in pietra, circolari o rettangolari, che sono stati costruiti in maniera notevolmente uniforme. Posizionato sulle colline di sfruttare fresche brezze, qollqa sono stati progettati per massimizzare il tempo di immagazzinamento delle merci deperibili con cui erano pieni. Avevano canali di drenaggio, ghiaia pavimentazione e ventilazione nel pavimento e tetto al fine di mantenere l'interno fresco e asciutto possibile affinché merci ordinari potrebbero essere immagazzinate per fino a due anni e alimenti liofilizzati per fino a quattro anni. Gli archeologi hanno accertato che il mais, patate e quinoa erano i più comuni prodotti alimentari memorizzati in qollqa. Mais e coca da questi negozi erano spesso dato alle masse dai governanti che cercano popolarità e in tempi di cattivi raccolti.

Agricoltura & religione

Rituali, canzoni e sacrifici erano una parte vitale dell'agricoltura per gli Incas. In tali cerimonie llamas e cavie sono stati sacrificati e chicha birra versata nel terreno, nei pressi di fiumi e sorgenti per vincere favore dai dèi e gli elementi. Inoltre, a volte duro ambiente andino significava che l'agricoltura era visto come una forma di guerra , affinché, come lo storico T. N. D'Altroy eloquentemente messo, "Incas si avvicinò agricoltura con armi nelle loro mani e la preghiera sulle labbra" (276).
C'erano anche molti campi sacri nella capitale Inca Cuzco. La vendemmia da questi è stata utilizzata come offerte nei santuari, e un campo particolare è stato riservato per la piantatura cerimoniale del mais prima dell'anno. Fu qui, nel mese di agosto, che il re Inca solennemente dissodato il terreno primo dell'anno con un aratro d'oro. Il sacro Coricancha, che aveva un tempio al Dio Sole Inca Inti, aveva anche un campo a grandezza naturale di grano fatto puramente da oro e argento completo di insetti e animali di metallo prezioso. Quando gli Incas hanno conquistato un territorio, divisero la terra e il bestiame in tre parti disuguali - uno per la religione di stato, uno per il re e uno per gli abitanti locali. In alternativa, come tassa si estraeva spesso sotto forma di lavoro (mit), gli agricoltori sono stati trasferiti per lavorare le terre del sovrano Inca o aiutare in altri progetti di stato, come la costruzione di strade ed edifici di grandi dimensioni. I prodotti agricoli dei terreni degli agricoltori è stata in gran parte lasciata intatto, e avevano anche il permesso di coltivare piccoli appezzamenti a fianco di aziende di stato durante l'esecuzione di loro Mita.

Drink & Food di Inca

Incas avevano due pasti principali al giorno, una mattina presto e l'altra in tarda serata, entrambi presi mentre si è seduti sul pavimento senza una tabella. La dieta di Inca, per la gente comune, era in gran parte vegetariani come carne - camelide, anatra, cavia e selvaggina come cervi e il roditore vizcacha - era così prezioso da essere riservata solo per le occasioni speciali. Più comune era carne liofilizzato (ch'arki), che era un alimento popolare quando si viaggia. Un porridge fatto da quinoa è un alimento di base, e nei pressi delle coste è stato mangiato pesce, in genere in stufati. Utilizzando barche piccole reed, pescatori Inca ha sperato di prendere acciughe, sardine, tonno, salmone, branzino e crostacei. Frutti di bosco disponibili includevano visciole, mele, bacche di sambuco, frutti di cactus, ananas e un tipo di banana.
Il cibo era preparato su fuochi di legno o lama sterco utilizzando una stufa in pietra o argilla così che la maggior parte del cibo era bollito o arrosto. Mais è stato cucinato in forma di piccole torte o tostato, mentre popcorn è stato considerato un trattamento speciale. Patate erano un'altra graffetta importante, e questi potrebbero essere immagazzinati di essiccazione o liofilizzazione sotto forma di chuno. La quinoa grani e canihua erano anche importanti, insieme con l'oca di tuberi, mashua e maca. Grani sono stati preparati da loro martellante tra mortai di pietra o con un pestello. Ulteriori sapori sono stati raggiunti con l'aggiunta di erbe e spezie, soprattutto i peperoni di peperoncino rosso. La bevanda più popolare era il leggermente alcoliche chicha, una bevanda fermentata di birra-come che donne preparate da masticare mais o altre piante e permettendo quindi la polpa a fermentare per alcuni giorni.
[ Indice ▲ ]
[ 3 ]

Mummie inca

Antiche origini
da Mark Cartwright

La civiltà Inca del Perù, come con molte altre antiche culture andine, mummificato molti dei loro morti e sepolti con materiali preziosi come gioielli di metalli preziosi, pregiate ceramichee tessuti sontuosi. Mummie potrebbero anche essere periodicamente rimossi dalle loro tombe per partecipare alle cerimonie dove erano anche offerti cibo come se fossero ancora vivi persone importanti. Quelle mummie (mallki) che ha fuoriuscito saccheggiatori sono, nella maggior parte dei casi, ottimamente conservate, grazie al clima secco della regione delle Ande, e forniscono una visione unica cultura, pratiche religiose e la vita quotidiana degli Incas.

Culto degli antenati

Mummificazione era un solo tipo di sepoltura impiegato dagli Incas e fosse un'antica manifestazione andina di culto di antenato che illustra un profondo rispetto per le generazioni più anziane (ayllu) e parentela all'interno delle Comunità. Considerato un collegamento tra i vivi e i dèi, queste mummie potrebbero essere anche prese dal loro luogo di riposo e "consultate" nelle occasioni importanti, affinché la loro conoscenza potrebbe servire la comunità vivente. Dato i posti d'onore e offerto cibo e bevanda, mummie sono stati coinvolti in tali cerimonie come matrimoni, semina e raccolta, o quando ha avuto lunghi viaggi da intraprendere da parte di persone all'interno della Comunità.
Conservazione del corpo è stata realizzata da dissecazione o liofilizzazione, processi, aiutati dalle condizioni naturali clima in alcune zone come deserti e high sierras. Corpi potrebbero anche essere trattati e conservati con alcool (da chicha mais birra). Precedenti culture andine avevano usato il sale come conservante e spesso de-fleshed il cadavere e rimosso i fluidi corporei prima dell'internamento. Mummie erano collocate in posizione fetale e avvolto in fasci utilizzando diversi strati di tessuti, legate con corde e a volte con una testa di panno aggiunto. Mummie potrebbero essere sepolto nelle grotte o sale dedicate all'interno di una comunità, spesso in gruppi e questi alloggiamenti sono stati riaperti ogni tanto in modo che potrebbero essere aggiunte nuove mummie. Individui di alto rango erano vestiti e avvolto in gioielli e tessuti particolarmente pregiati. I possessi del defunto vennero sepolti insieme al loro proprietario, a volte anche con gli strumenti della loro professione particolare.
Vittime sacrificali, compresi i bambini (capacocha), potrebbero anche essere mummificate e collocate in cima santuari e altri luoghi sacri (huaca). Questi erano solitamente liofilizzati e la loro funzione primaria potrebbe essere stato a rafforzare il controllo Inca sulle province conquistate.
Uno dei siti più notevoli per resti mummificati è l'area intorno Cajatambo negli altopiani del Perù centrale. Non meno di 1.825 antiche mummie sono state registrate dagli spagnoli nel XVII secolo CE. Qui le mummie sono state conservate in grotte sacre conosciuta come machay e, vestita in fronzoli, periodicamente erano offerti cibo e bevande affinché, avendo essi stessi diventano parte del paesaggio, la loro consultazione garantirebbe un raccolto fruttuoso.
A Cuzco c'era uno spazio dedicato per i resti mummificati di ex imperatori Inca e le loro mogli.

Mummie reali

A causa di saccheggi dai conquistadores e successiva tomba ladri, molto poche tombe del aristocracy sono stati scoperti intatto, ma sappiamo circa le mummie reali della capitale Inca Cuzco da resoconti scritti. Presso il complesso religioso di Coricancha a Cuzco, c'era uno spazio dedicato per i resti mummificati di ex imperatori Inca e le loro mogli, note come mallquis. All'interno di questi alloggiamenti, i governanti mummificati erano circondati da loro armi e tesori artistici, come gli Inca credevano che il sovrano morto è rimasto il proprietario della proprietà che aveva accumulato nella vita.
Piuttosto che il metodo di essiccazione semplice, mummie reali ha ottenuto il trattamento deluxe di interiora e prelievo di organi, imbalsamazione e pelle concia; Essi potrebbero essere impostate anche per l'eternità in una postura di vita-come. Queste mummie erano portate fuori di stoccaggio durante cerimonie speciali, come ad esempio coloro che celebrano i solstizi e collocate in un anello nell'ordine della loro età all'aperto della piazza principale, la Awkaypata o 'Terrazza della reposizione'. Ognuno di noi aveva un assistente dedicato che interpretata i loro desideri e si fermò con una frusta di volare. Queste mummie regale erano vestite di bei vestiti, ornamenti di oro e piume esotiche. Come se ancora in vita, erano fatte offerte di cibo e bevande a loro, e le grandi conquiste che avevano fatto durante i loro regni sono stati letti per tutti di ascoltare. Così, un link è stato forgiato tra le generazioni attuali e del passato.
Così venerato erano queste mummie reali che, quando gli spagnoli arrivarono, sono stati ripetutamente spostati intorno a Cuzco per evitare la loro cattura e la distruzione da parte degli europei, che considerata la loro venerazione come idolatria. In definitiva, però, sono stati scoperti e distrutti nel 1559 CE. Uno spagnolo, Garcilaso de la Vega, li descrisse come segue:
I loro corpi erano così perfetti che non avevano i capelli, le sopracciglia né ciglia. Erano vestiti come essi aveva indossato quando vivo... Erano seduti in modo indiani uomini e le donne di solito sedersi, con le braccia incrociate sopra il petto, la destra sopra la sinistra e i loro occhi gettato giù... Ricordo che tocca con un dito della mano di Huayna Capac. Era duro e rigido, come quella di una statua lignea. I corpi pesavano così poco che ogni indiano li potrebbe portare da casa in casa in braccio o sulle spalle. Hanno trasportato loro avvolti in lenzuola bianche per le vie e le piazze, gli indiani che cade in ginocchio e facendo riverisce con gemiti e lacrime... (D'Altroy, 97-99)
[ Indice ▲ ]
[ 4 ]

Tessuti di Inca

Antiche origini
da Mark Cartwright

Per gli Incas finemente lavorato e tessuti altamente decorativi è venuto a simboleggiare la ricchezza e status, panno fine potrebbe essere usato come una tassa e la valuta e i tessuti più vantaggiose è diventato tra i più apprezzati di tutti i possedimenti, ancora più preziosi di oro o argento. Tessitori di Inca erano tecnicamente la più compiuta delle Americhe avevano mai visto e, con fino a 120 trame per centimetro, i migliori tessuti sono stati considerati i più preziosi doni di tutti. Di conseguenza, quando gli spagnoli arrivarono agli inizi XVI secolo D.C., era tessuti e prodotti non metallici che sono state date in Benvenuti a questi visitatori provenienti da un altro mondo.
Sebbene pochissimi esempi di tessuti Inca sopravvivono dal cuore dell' Impero, e sappiamo anche che molti tessuti sono stati bruciati per impedire loro di cadere nelle mani degli spagnoli, noi abbiamo, grazie l'aridità dell'ambiente andino, molti esempi di tessili da altopiani e siti di sepoltura di montagna. Inoltre, cronisti spagnoli spesso fatto disegni di disegni tessili e abbigliamento in modo che abbiamo un quadro ragionevole delle varietà in uso.

Tessitori

Sembra che uomini e donne crearono tessuti, ma era un'abilità che le donne di tutte le classi dovevano essere compiuta presso. L'attrezzatura principale era il telaio di backstrap per pezzi più piccoli e il telaio orizzontale singolo-liccio o telaio verticale con quattro pali per pezzi più grandi, come tappeti e coperte. Filatura è stato fatto con un mandrino di goccia, in genere in ceramica o legno. Prodotti tessili Inca sono stati realizzati utilizzando cotone (soprattutto sulla costa e nelle pianure orientali) o lama, alpaca e lana di vigogna (più comune nelle highlands) che può essere eccezionalmente bene. Beni realizzati con la lana di vigogna morbidissimo erano limitate e solo il sovrano Inca poteva possedere vicuña mandrie. Tessuti più ruvide inoltre sono stati realizzati utilizzando fibre di maguey.
Beni realizzati con la lana di vigogna morbidissimo erano limitate e solo il sovrano Inca poteva possedere vicuña mandrie.
I migliori tessitori femminili (aclla) da tutto l'Impero sono stati riallocati forzatamente nella capitale Cuzco a lavorare nel Acllawasi o 'Casa di donne elette'. Qui, troppo, laboratori di stato sponsorizzato con lavoratori sovvenzionati prodotto abbigliamento per la nobiltà e l'esercito. Fu qui che il panno più bella è stato effettuato da specialisti maschi noto come qumpicamayocs o 'custodi del panno bene'. Gli Inca avevano tre categorie di stoffa: più difficili era chiusi (utilizzata principalmente per coperte); leggermente meno grossolani e più comune era awasca per uso quotidiano e i militari, ma che era raramente decorativo; e il panno più bella era qompi. Quest'ultimo è stato diviso in due ulteriori categorie - una sola qualità per tributo, l'altro per la funzione religiosa e royal. Molte sepolture contenevano non solo tessile, ma anche lavoro oblunghi-cesti che conteneva gli strumenti necessari per la tessitura (mandrini, rocche, rocchetti di filo e metallo spilli e aghi), che indica che la tessitura era un mestiere altamente stimato.

Colori & significato

I principali colori utilizzati nel settore tessile Inca erano neri, bianco, verde, giallo, arancione, viola e rosso. Blu è raramente presente in tessuti di Inca. Questi colori sono venuto da coloranti naturali che sono stati estratti da piante, minerali, insetti e molluschi. Centinaia di sfumature di colore aggiuntive sono state fatte da miscelazione la tavolozza base di pigmenti. Colori anche avevano associazioni specifiche, ad esempio, il rosso è stato identificato con conquista, sovranità e sangue. Questo è stato visto più chiaramente nella Mascaypacha, le insegne di stato Inca, dove ciascun thread di sua nappa rosso simboleggiava un popolo vinto. Verde rappresentato foreste pluviali, i popoli che abitavano li, antenati, pioggia e la conseguente crescita del settore agricolo, coca e tabacco. Nero significate la creazione e la morte, mentre potrebbe segnalazione di colore giallo oro o mais. Viola era, come l'arcobaleno, considerato il primo colore e associati Mama Oclla, la madre fondatore della razza Inca. Infine, stranieri presso Cuzco potrebbero indossare solo indumenti di neri.

Disegni

Oltre a utilizzare fili tinti a tessere modelli, altre tecniche incluso ricamo, arazzo, mescolando diversi strati di panno e pittura – sia a mano o usando timbri in legno. I Incas hanno favorito disegni geometrici astratti, soprattutto motivi di scacchiera, che ripetono modelli (tocapus) su tutta la superficie del panno. Alcuni modelli possono anche sono stati ideogrammi e così trasportato un significato specifico, ma il problema continua a essere dibattuto dagli studiosi. Soggetti non-geometriche, spesso resi in forma astratta, inclusi felini (soprattutto giaguari e Puma), lama, serpenti, uccelli, creature marine e piante. Vestiti erano semplicemente fantasia, comunemente con disegni quadrati in vita e frange e un piccolo triangolo del collo. Un tale disegno era la tunica militare standard che consisteva di un disegno a scacchiera bianco e nero con un triangolo invertito rosso al collo.
Disegni potrebbero essere specifici per gruppi familiari (ayllu), e uno dei motivi per i disegni ripetuti era che tessuti spesso sono state prodotte per lo stato come una tassa e quindi tessuti potrebbero essere rappresentante delle comunità specifiche e del loro patrimonio culturale. Proprio come monete e francobolli di oggi riflettono la storia di una nazione, così troppo tessile andina offerto riconoscibili motivi che sia rappresentata la specifiche comunità rendendoli o i disegni imposti della sentenza classe Inca ordinando loro. Allo stesso tempo, proprio come l'Inca imposto una dominanza politica sui loro sudditi conquistate, con arte imposero standard Inca forme e disegni, ma ha permesso di tradizioni locali mantenere il loro preferiti colori e motivi. È inoltre notabile che, come con decorazione di ceramiche , tessuti Inca non include rappresentazioni di se stessi, i loro rituali o tali immagini Andina comuni come mostri e figure metà uomo, metà animale, che si vedono in altre forme d'arte.
Decorazione aggiuntiva potrebbe essere aggiunto agli articoli in forma di nappe, broccato, piume e perle di metallo prezioso o shell. Fili di metallo prezioso potevano anche essere tessuti in panno stesso. Come piume erano solitamente da Condor e rari uccelli tropicali, questi indumenti sono stati riservati per la famiglia reale e la nobiltà.

Funzioni

Vestiti di Inca erano in uno stile semplice, e la maggior parte sono stata realizzata con cotone o lana. Il tipico abbigliamento maschile era un perizoma e una semplice tunica (unqo) composta da un unico foglio ripiegato e cucito ai lati con fori a sinistra per le braccia e il collo. In inverno un mantello o poncho veniva indossato sulla parte superiore. Le donne portavano in genere un singolo grande panno avvolto intorno al corpo che è stato appuntato alla spalla e fissato con una cintura o fascia conosciuto come un chumpi. In cima a questo potrebbe essere indossato un mantello, ancora appuntate sul davanti. Entrambi i sessi indossavano cappelli in tessuto o cerchietti. Questo copricapo potrebbe indicare gruppi di clan o status sociale sia nel loro design e con l'aggiunta di piume e decorazioni di metallo prezioso.
Abbigliamento è stato un grande simbolo di status nella società Inca e facilmente riconoscibile indicatore di ricchezza e di status di una persona. Righelli e nobiltà erano anche sepolto avvolto in più strati di tessuti pregiati. Tale era il valore dato ai tessuti pregiati che Incas spesso necessaria la sua produzione come tributo o tassa (Mita - lavorando per lo stato) da popoli conquistati. A tal fine determinate quantità di lana o di cotone sono stati dati a tessitori soggetto ogni anno cosicché potrebbe produrre una quantità calcolata di prodotti tessili. Quei tessuti che ha coinvolto il più del lavoro di produrre sono stati considerati i più preziosi. Infatti, tessile sono stati valutati in modo che in effetti divennero una moneta; per esempio, lo stato pagato unità di soldati e di coloro che avevano reso un servizio con panno.
Altre merci effettuate in sacchetti tessuti inclusi, per lo stoccaggio di, ad esempio, le foglie di coca. Questi erano spesso decorati con l'aggiunta di nappe. Materassini, coperte, sacchi, borse da sella, le tomaie di scarpe e hangings della parete sono state fatte anche dai tessuti. Piccola figura votiva bambole erano anche vestiti con tessuti e lasciati in camere sepolcrali. E tessuti sono stati dati come regali nei rituali di società importanti come matrimoni, nascite e riti di passaggio e potrebbero essere bruciati come offerte votive alla divinità. Infine, opportuno ricordare dei Inca quipu, il dispositivo di registrazione di stringa complessa dove nodi e colori sono stati utilizzati per registrare i messaggi e beni specifici.
[ Indice ▲ ]
[ 4 ]

Il sistema stradale Inca

Antiche origini
da Mark Cartwright

Il sistema stradale Inca formata una rete conosciuta come l'autostrada royal o qhapaq ñan, che è diventato una parte preziosa dell'Inca Impero, non solo agevolando i movimenti di eserciti, persone e merci, ma anche fornendo un importante simbolo fisico del controllo imperiale. Attraverso pianure, deserti e montagne, la rete collegata di insediamenti e centri amministrativi. Ben costruito e duratura, molte strade incluso ponti, strade rialzate, scalinate e aveva anche piccole stazioni (chaskiwasi) e a volte più grandi, più lussuosi complessi (tambos) punteggiate ogni 20 km o così, dove i viaggiatori potevano trascorrere la notte e aggiornare.

La rete stradale Inca

Strade Inca coperto oltre 40.000 km (25.000 miglia), principalmente in due principali autostrade che corre a nord a sud attraverso l'impero Inca, che alla fine si sviluppa su antico Perù, Ecuador, Cile, Bolivia e Argentina. Una autostrada corse giù per la costa e l'altra ferita attraverso le highlands. Un altro importante itinerario ha funzionato est da Quito (Ecuador) attraverso a Mendoza (Argentina), e c'era anche un'importante rotta lungo le pianure della costa settentrionale. Attraversano queste strade principali erano alcuni 20 altre strade secondarie e sentieri più piccoli oltre. Inoltre furono costruite strade, che sono andati oltre gli insediamenti Inca-controllato e portato a fuori del territorio, forse per facilitare il commercio con, o le operazioni militari contro, confinanti popoli. Lungo alcune delle più importanti autostrade, pietre miliari contrassegnato ogni unità Inca di distanza, il topo, equivalente a 7 km.
Anche se alcune strade Inca utilizzato vecchi percorsi come quelli costruiti dai precedenti Wari, Tiwanakue culture Chimu , Incas erano anche creativi nel loro posizionamento delle rotte e non avevano paura di attraversare terreno nuovo e disabitata. Gli ingegneri Inca erano anche senza paura di difficoltà geografiche e costruirono strade attraverso gole, fiumi, deserti, e passi di montagna fino a 5.000 metri di altezza.

Materiali & metodi di ingegneria

Senza il beneficio di misurazione sofisticate apparecchiature utilizzando solo strumenti in legno, pietra e bronzo furono costruite strade Inca. Come sono stati costruiti in diverse zone geografiche con le popolazioni locali, le strade sono, di conseguenza, non uniforme nel disegno della costruzione o materiali. La larghezza della maggior parte delle strade varia da uno a quattro metri, anche se alcuni potrebbero essere molto più grande, come l'autostrada larga 15 metri nella provincia di Huanuco Pampa. A volte ci sono anche due o tre strade costruite in parallelo, soprattutto nei pressi dei centri urbani più grandi. Appiattito strada letti - spesso sollevati - solitamente sono stati realizzati utilizzando erba, sabbia o terra battuta. Le strade più importanti sono state rifinite con precisamente organizzati pavimentazione in pietre o ciottoli. Strade in genere erano bordati e protetto con piccoli muri di pietra, pietra marcatori, in legno o di canna post, o mucchi di pietre. Drenaggio è stato fornito da frequenti scoli e canali sotterranei, che ha disegnato fuori acqua piovana dalla superficie stradale, canalizzazione e lungo o sotto la strada. All'atto dell'attraversamento delle zone umide, strade erano spesso sostenuti da muretti di contrafforte o costruiti su strade rialzate. Ponti di pietra o canne sono stati anche costruiti per coprire distanze in un percorso più diretto come erano grandi, pietra, lama-friendly scale in terreno montagnoso. C'era anche un funzionario nominato, il Chaka Suyuyuq, responsabili dell'ispezione ponti dell'Impero.
Strade Inca sono molto spesso più elaborato & ben costruito quanto fosse realmente necessario, senza dubbio, in modo da impressionare i viaggiatori & popoli conquistati della superiorità della cultura Inca.
In generale e nonostante la loro reputazione per romano-come lunghi rettilinei, strade Inca tendevano a seguire i contorni naturali come i rettilinei della strada sono raramente più di pochi chilometri. Si osserva inoltre che le strade Inca sono molto spesso più elaborata e ben costruita che era effettivamente necessaria. Questa attenzione al dettaglio era quasi certamente al fine di impressionare i viaggiatori e gente conquistata della superiorità della cultura Inca come feltro dai signori di Cuzco.
Sicuramente uno dei luoghi più suggestivi e vetrine per ingegneria Inca deve essere stato i molti ponti sospesi di corda che attraversava gole pericolosi. Questi sono stati costruiti usando trecce di corda reed o erba con mobili in legno e pavimenti in fibra. Forse il più famoso attraversò il fiume Apurimac vicino a Cuzco e misurate 45 metri di lunghezza. Ponti sospesi sono stati costruiti spesso in coppia magari con un ponte per uno per nobili e popolani. Un'alternativa a tali ponti era la oroya, un cesto sospeso che ha trasportato due o tre persone alla volta sopra una distanza maggiore potrebbe essere raggiunto con un ponte di corda. Popolazioni locali ci hanno dato la responsabilità di mantenere queste strutture deperibili ogni anno come parte del loro tributo imperiale.

Utenti della strada

La vasta portata della rete stradale ammessi Incas per meglio spostare eserciti attraverso i loro territori al fine di espandere l'Impero ulteriormente o di mantenere l'ordine all'interno di esso. Merce di scambio e tributo da popoli conquistati - merci e persone - potrebbe anche essere facilmente trasportati da e verso i principali centri Inca, in genere utilizzando carovane di lama e facchini (non c'erano nessun veicoli a motore). Funzionari amministrativi Inca anche viaggiato lungo le strade al fine di amministrare la giustizia o mantenere record come le produzioni agricole locali, le quote di tributo e censimenti. Gente comune non fossero autorizzata ad utilizzare le strade per scopi privati, a meno che non avevano permesso ufficiale. Anche a volte hanno dovuto pagare il pedaggio per il privilegio, soprattutto di ponti.
Un'altra caratteristica interessante di strade Inca era l'uso dei corridori (chaski o Chasqui). Si muove così velocemente come potevano, hanno operato in relè, passare le informazioni a un corridore fresco ogni sei-nove chilometri di stanza. Tuttavia, non era solo i messaggi che sono stati trasportati tra centri abitati, ma anche tali articoli deperibili come pesce fresco e frutti di mare per le tavole dei nobili Inca. Con questo sistema, informazioni (e pesce) poteva viaggiare fino a 240 km in un solo giorno. I messaggi trasportati su lunghe distanze avrebbero comportato centinaia di scambi orali, e per preservare il corretto significato del messaggio originale, quipu - un assembly codificato di corde e nodi - probabilmente sono stati usati per aiutare la memoria dei corridori.

Eredità

Molte sezioni della rete stradale Inca sopravvivono oggi e sono ancora utilizzati dai pedoni, soprattutto vicino a siti come Machu Picchu, dove grande pietra scale e ponti danno accesso al sito per i turisti moderni. Inoltre, alcuni degli itinerari originali Inca hanno avuto strade moderne costruiti direttamente su di loro, che illustrano le competenze e la visione per l'attraversamento di terreni e Distanze possedevano da strada e Inca ingegneri costruttori.
[ Indice ▲ ]
[ 5 ]

Vita quotidiana nell'Impero Inca

Antiche origini
da Mark Cartwright

Vita quotidiana nell' Impero Inca è stato caratterizzato da forti rapporti di famiglia, del lavoro agricolo, stato a volte forzato o servizio militare per i maschi e occasionali momenti più leggeri dei festeggiamenti per celebrare eventi importanti della vita della Comunità e mette in evidenza nel calendario agricolo.

La famiglia & Ayllu

La famiglia era una componente fondamentale della società Inca, e collegamenti forti sono state fatte tra relazioni anche distanti, non solo stretti familiari. Ad esempio, le parole per il padre e lo zio erano lo stesso, così come madre e zia e la parola per cugino era lo stesso come fratello e sorella. Convenzioni di denominazione illustrano che la linea maschile è stato considerare come il più importante dagli Incas.
La famiglia più ampia, che sarebbe state membri dello stesso gruppo di parenti o ayllu. Alcuni di questi, composto da centinaia di piccoli nuclei familiari, erano abbastanza grandi per essere classificati come una sottotribù. Matrimonio di fuori di questo gruppo era insolito modo che tutti i membri dell' ayllu erano, in pratica, correlati. Credevano che sono venuti da un antenato comune, solitamente una figura leggendaria o anche un animale mitologico. Antenati erano spesso mummificati e venerati in cerimonie rituali regolari. Un'identità collettiva ulteriormente oltre sangue era il fatto che una determinata parte di territorio di proprietà di un ayllu e gli anziani di lottizzato per singole famiglie a lavorare su in modo che possano essere auto-sostenibile.
Comunità di Inca aveva la maggior parte delle opportunità di rafforzare le pratiche culturale condivise & legami personali alle nascite, matrimoni e funerali.
Il sistema di ayllu di governance sociale era molto più vecchio di Inca stessi, ma in seguito alla conquista delle tribù locali hanno usato sue convenzioni – ad esempio, comune del lavoro al servizio del capo ayllu o capi e del ruolo come un politico e commerciale di corpo per le relazioni con altri ayllu – a buon effetto per meglio governare il loro impero. Gli Incas anche porre una maggiore enfasi sui legami geografici tra individui e introdotto una nuova classe aristocratica che potrebbe non essere accessibile da un gruppo sociale inferiore attraverso il matrimonio. Sono state create anche nuove ayllus (ogni re Inca creato proprio e reinsediamento forzato era un altro motivo), e soprattutto, guerrieri ora non più giurato fedeltà al capo del loro ayllu ma al sovrano Inca a Cuzco. Allo stesso modo, il culto di divinità locali particolari da qualsiasi uno ayllu fu permesso di continuare, ma questi sono stati asserviti alle divinità Inca, specialmente il Dio del sole Inti. Infine, Incas mantenuto censimenti precisi utilizzando i propri dispositivi di quipu (khipu) annodato-stringa, in cui i maschi all'interno dell'Impero sono stati classificati secondo loro età e capacità fisica per lavorare nelle miniere, campi o l'esercito.
Molti di questi cambiamenti culturali sotto regola può ben Inca sono stati fattori nel crollo dell'Impero dopo l'invasione europea e spiegare la prontezza di molte comunità di aderire le forze con i conquistadores contro loro sovrani Inca. Con leader distanti, tributo imposto e religionee una sensazione di isolamento e anonimato nel vasto impero Inca, il tradizionale ayllu con suoi stretti legami tra gli individui, un patrimonio comune e familiare leadership deve essere sembrato un modo molto più preferibile della vita.

Nascita

Come con la più antica (e forse molti moderni) culture, gli eventi, oltre alla guerra, quando le comunità Inca avevano la maggior parte delle opportunità di rafforzare le pratiche culturale condivise e legami personali erano nascite, matrimoni e funerali. Ancora una volta, comune a società antiche, nascite e morti erano alti, soprattutto il tasso di mortalità infantile. Famiglie in Perù antico in media ha avuto cinque membri. Non c'era nessun controllo delle nascite (o l'infanticidio), e bambini di entrambi i sessi sono stati accolti in modo che essi potrebbe aiutare la famiglia lavorare nei campi. Gravidanza non interrompere dazi agricoli di una donna, e quando ha dato alla luce, non c'era nessun aiuto da un'ostetrica. I bambini erano tenuti in una culla portatile in legno che la madre poteva trasportare mentre lavorava.
Una volta svezzati, una festa (il rutuchicoy) si è tenuta in cui il bambino è stato nominato, dato doni, e ritagli di sue unghie e i capelli erano tenuti da parte. Il bambino fu istruito in tutto ciò che dovevamo sapere dai suoi genitori, c'erano né scuole, né un sistema di scrittura ed erano attesi per aiutare i loro genitori, non appena potevano camminare. Per questo motivo, la maggior parte bambini avrebbero imparato il commercio dei loro genitori. Bambini della nobiltà al Cuzco, tuttavia, ricevere qualche istruzione formale riguardante la religione Inca e storia, il quipue la guerra. Un numero selezionato di ragazze era scelto come futuri sacerdotesse e addestrato nella religione, la tessitura e la cottura di piatti speciali e preparazione di chicha birra per feste religiose.

Pubertà

La pubertà è un passaggio importante per ragazzi e ragazze. Quest'ultimo aveva una festa in loro onore e ci hanno dato i regali e il loro nome (da loro zio più anziano) da utilizzare per la loro vita adulta. Ragazzi hanno fatto un rito di passaggio più comune che coinvolgono gare e sacrifici quando loro orecchie erano trafitto per indossare il earspools del rank di Inca. Qui troppo, sono stati dati un nuovo nome di adulto. Non c'erano nessun cognomi nella società peruviana, e nomi potrebbe essere qualsiasi cosa che meglio descritto l'individuo, che conduce a nomi come 'Condor' (Kuntur), 'Jaguar' (Uturunku), 'Star' (Cuyllor), 'Gold' (Qori) e 'Pure' (Ocllo). Bambini dell'elite avrebbero portato parecchi altri nomi e titoli a seconda del rango e gesta che hanno realizzato attraverso la vita.

Matrimonio

Il prossimo grande evento nella vita di una persona giovane è stato matrimonio. Questo avvenne probabilmente quando la coppia erano nei loro anni dell'adolescenza, anche se i cronisti non sono d'accordo sulla questione. Un uomo non era considerato un adulto, fino a quando si era sposato. Come in qualsiasi economia agricola, non era economicamente fattibile per una persona a rimanere single, e per lo stesso motivo, il divorzio è stata inaudita, almeno formalmente. La scelta del partner sembra essere stato in gran parte da persone interessate, in consultazione con i genitori. Quando il padre della ragazza ha accettato che il tradizionale dono della coca foglie dal ragazzo, l'affare è stato fatto. Le cerimonie di nozze non si tennero per coppie singole, ma forse una volta ogni anno per tutti coloro che sono sposati in una particolare ayllu. In alcune zone, c'era anche la possibilità di matrimonio per esperimento dove la coppia visse insieme per un breve periodo prima di commettere l'obbligo completo del matrimonio. Come verginità non era particolarmente pregiata in Perù antico, la ragazza non ha subito alcuna ripercussione reputazionale, almeno in tal senso, dai test fallito.
Dopo la cerimonia laica di banchettare e dono di scambio, la sposa spostato nella zona della famiglia del suo partner in una nuova casa e lavorato quella terra a fianco del marito che aveva ereditato alla nascita. La quantità di terreno che aveva ereditato la sposa (la metà di quella data ai maschi) fu restituita al comune di ayllu terre. La casa di famiglia era un affare semplice di mattoni di fango o muri di fango battuto con un tetto di paglia, una sola porta di bassa e senza finestre. Dentro c'era un focolare centrale e i letti erano fatti dalle pelli di llama. Lo spazio abitativo è stato diviso in due aree: una per dormire e l'altra per la cottura e mantenere gli animali domestici come cavie.
In una cultura dove frequenti guerre significava che la popolazione maschile era nettamente inferiore rispetto la femmina, la poligamia è stata consentita, anche se sembra sono state limitate in gran parte all'aristocrazia per la quale era anche comune avere molte concubine. La prima moglie era sempre il più anziano se c'erano mogli secondarie. Un vedovo chiunque che ha scelto potrebbe risposarsi, ma una vedova solo potrebbe sposare il fratello di suo marito.

Vita lavorativa

Entrambi i sessi ha lavorato nei campi utilizzando strumenti semplici e spesso in squadre, o hanno alzato il bestiame o pescato e braccato, a seconda della loro posizione. Gli uomini potrebbero essere richiesti di svolgere compiti del lavoro (costruzione e manutenzione di strade Inca o di allevamento su terre statali Inca) o servizio militare per i governanti Inca. Quando questo è accaduto e gli uomini sono stati chiamati, loro vicini hanno aiutati affinché la fattoria di famiglia potrebbe continuare a funzionare.
Le donne erano tenuti a preparare i pasti, prendersi cura dei bambini ed eseguire tali attività necessarie come pulizia e tessitura. Quest'ultimo forniti vestiti di lana camelide, solitamente un solo set per ogni membro della famiglia. Per quanto riguarda i vestiti, quando indossato a tutti, gli uomini indossavano pantaloni (huara), una camicia senza maniche (cushma o uncu) e, se necessario, un mantello di lana (yacolla). Le donne indossavano una tunica lunga con cintura (anacu) e un yacolla, troppo. Calzature, se indossato a tutti, era in forma di cuoio e lana-cavo sandali (usuta). Oltre ad altri mestieri di tessitura può essere stata eseguita, in genere più ceramica, che è stata fatta da entrambi i sessi.
Probabilmente gli orari dei pasti erano più attesi eventi quotidiani, una volta al mattino e alla sera, con legno o lama dung essendo i combustibili più comuni. Dieta era in gran parte vegetariani con carne viene riservato per le occasioni speciali, anche se le comunità costiere avrebbero avuto accesso ai frutti di mare. Porridge di quinoa, mais e patate erano staples, frutti di bosco sono stati prontamente disponibili vanno da amarene per ananas e dolcetti inclusi popcorn.
Entrambi i sessi avrebbero partecipato a cerimonie religiose pubbliche e feste legate al calendario agricolo, dove bere chicha birra sarebbe stato un punto culminante. Danza era una caratteristica importante dei festeggiamenti quando ballerini ha imitato attività come caccia, semina o battaglie. Accompagnamento musicale di provenienza ceramica trombe panpipes, tamburi, campane, clackers, sonagli, tamburelli e conchiglia. Attività ricreative sembrano essere stati pochi e lontani tra, ma esistono evidenze di sport come correre e saltare, giocare boardgame e gioco d'azzardo usando dadi. Recital di poesia, raccontare miti e cantando ballate tradizionali erano altri passatempi popolari.

Morte

Il culto degli antenati era una parte importante dell'antica cultura peruviana. Individui sono stati mummificati e conservati con cura affinché essi potrebbero essere portati nuovamente in cerimonie pubbliche regolari. Le mummie sono state impostate in posizione fetale e avvolto in tessuti pregiati, se la famiglia poteva permetterselo. I possedimenti del defunto e gli strumenti che hanno usato nella vita furono anche sepolti con loro o, occasionalmente, bruciati nel rituale. La cerimonia funebre potrebbe durare una settimana, e nel caso la nobiltà, l'individuo minore mogli e servi a volte sono stati sacrificati per accompagnare il corpo nella prossima vita. Le mummie sono stati sepolti in tombe o collocate in grotte. I bambini che non hanno raggiunto l'età adulta sono stati spesso sepolti in urne di terracotta. Un periodo di lutto è stato osservato (fino ad un anno per l'elite al Cuzco) durante il quale vestiti neri erano logori e donne coperte le loro teste. Un uomo non potrebbe risposarsi entro un anno, a volte anche due, della cerimonia funebre della moglie. Le tombe dei defunti sono stati riaperti regolarmente offrono cibo e bevande per le mummie o aggiungere nuovi occupanti.
[ Indice ▲ ]
[ 6 ]

Pizarro & la caduta dell'Impero Inca

Antiche origini
da Mark Cartwright

Nel 1533 CE l' Inca Impero era il più grande del mondo. Si è esteso in tutta occidentale del Sud America da Quito nel nord di Santiago nel sud. Tuttavia, la mancanza di integrazione dei popoli conquistati in quell'Impero, combinato con un civile guerra per rivendicare il trono di Inca e una devastante epidemia di malattie europea-portato, significava che gli Inca erano maturi per la presa. Francisco Pizarro giunse in Perù con una sorprendentemente piccola forza di uomini cui unico interesse era tesoro. Con armi superiori e tattiche e prezioso aiuto da gente del posto desiderosi di ribellarsi, gli spagnoli spazzato via Incas in poco più di una generazione. L'arrivo dei visitatori verso il nuovo mondo e conseguente collasso dell'Impero Inca era il più grande disastro umanitario mai accadere nelle Americhe.

L'impero Inca

Gli Inca stessi chiamarono loro impero Tawantinsuyo (o Tahuantinsuyu) che significa 'Terra dei quattro quartieri' o 'The quattro parti insieme'. Cuzco, la capitale, è stata considerata l'ombelico del mondo, e irradiano era autostrade e linee di avvistamento sacro (ceques) a ogni trimestre: Chinchaysuyu (Nord), Antisuyu (est), Collasuyu (Sud) e Cuntisuyu (ovest). Diffondendo in tutta l'antica Ecuador, Perù, nord del Cile, Bolivia, upland Argentina e Colombia meridionale e si estende 5.500 km (3.400 miglia) a nord a sud, a soli 40.000 Incas governato un vasto territorio con alcuni soggetti 10 milioni oltre 30 lingue differenti.
Gli Inca credevano che avevano un diritto divino di governare sopra popoli conquistati come nella loro mitologia che furono portati all'esistenza a Tiwanaku (Tiahuanaco) dal Dio del sole Inti. Di conseguenza, essi stessi considerati come pochi eletti, i 'figli del sole', e il sovrano Inca era rappresentante di Inti e l'incarnazione sulla terra. In termini pratici, ciò significava che tutti gli altoparlanti della lingua Inca Quechua (o Runasimi) ci hanno dato uno status privilegiato, e questa classe nobile allora dominato tutti i ruoli importanti politici, religiosi e amministrativi all'interno dell'Impero.
L'ascesa dell'Impero Inca era stato straordinariamente veloce. Anche se Cuzco era diventato un importante centro qualche tempo all'inizio del periodo tardo intermedio (1000-1400 CE), iniziò il processo di unificazione regionale solo dalla fine del XIV secolo CE e significativa conquista nel XV secolo CE. L'impero era ancora giovane quando è stato per incontrare la sua più grande sfida.

Pizarro & i Conquistadores

Francisco Pizarro e il suo socio Diego de Almagro erano entrambi nel loro mid-50s, provenienza umile, e nessuno dei due aveva vinto qualsiasi fama nella loro nativa Spagna. Avventurieri e cercatori di tesori, hanno condotto un piccolo gruppo di avventurieri spagnoli desiderosi di trovare i tesori d'oro i loro compatrioti avevano trovato nel mondo azteco del Messico un decennio prima. Navigando lungo la costa del Pacifico da Panama in due navi mercantili di piccola Caravella, hanno effettuato in Colombia e il costa ecuadoriana ma non riusciva a trovare l' oro che hanno cercato così disperatamente. Questo fu terzo tale spedizione di Pizarro, e sembrava la sua ultima occasione per fama e gloria.
Poi, nel 1528 CE, uno Bartolomé Ruiz (pilota della spedizione) catturato una zattera al largo della costa che era piena di tesori. Ci potrebbe, dopo tutto, essere qualcosa vale la pena esplorare più in profondità in Sud America. Pizarro ha utilizzato la scoperta come un mezzo per garantire il diritto del re spagnolo Charles V di essere governatore di qualsiasi nuovo territorio scoperto con la corona come suo solito un quinto di qualsiasi tesoro trovato. Con una forza di 168 uomini, che comprendeva 138 veterani, cavalli 27 Cavalleria, artiglieria e un frate, un padre Valverde, Pizarro diretti per le Ande.
Nel 1531 CE, facendo progressi lento e attento, ha raggiunto e conquistato Coaque sulla costa ecuadoriana e aspettato per rinforzi. Questi arrivò l'anno successivo e si gonfiò la forza spagnola a 260 uomini di cui 62 erano di cavalleria. La forza si trasferì lungo la costa a Tumbes, saccheggio come sono andati e mettendo i nativi alla spada. Passare ancora una volta hanno cominciato a vedere i segni rivelatori di una prospera civiltà – magazzini e strade ben costruite. Hanno formato un nuovo stabilimento a San Miguel (moderna Piura), ed entro la fine dell'anno 1532 che ce Pizarro era pronto a fare il primo contatto con i righelli di quello che sembrava un impero enorme e ricco.

Problemi nell'Impero

Quando gli invasori stranieri arrivati in Perù Inca erano già afflitto da alcuni gravi problemi interni. Come abbiamo visto, loro enorme impero era un'integrazione politicamente fragile e sciolta degli stati conquistati cui servilismo è venuto dal predominio militare Inca e la presa di ostaggi - sia di persone importanti e importanti manufatti religiosi - per garantire un continuo, se è a disagio, conformità alla regola di Cuzco. Impopolari imposte sono stati estratti in forma di merce o servizio (militare e generale del lavoro), e molte comunità sono state forzatamente reinsediate in altre parti dell'Impero o dovuta accogliere nuove comunità di persone più leali ai loro sovrani.
Incas imposto anche loro religione sui popoli conquistati, anche se hanno permesso che il culto continuo di alcune divinità fornito che ricevono uno status inferiore a Inti. Incas imposero anche la propria arte in tutto l'Impero come un modo per impressionare visivamente esattamente chi era la classe dirigente. C'erano alcuni benefici alla regola di Inca – una più regolamentato approvvigionamento di generi alimentari, meglio strade e comunicazioni, la possibilità di protezione militare Inca e occasionali feste sponsorizzata dallo stato. Tutto sommato, però, il sacco di una zona conquistata era tale che, in molti casi, quando una potenza rivale minacciato regola Inca, lealtà per preservare l'impero era un po' carente. Alcune aree, soprattutto nei territori del Nord erano costantemente nella ribellione, e una guerra in corso in Ecuador ha reso necessaria l'istituzione di una seconda capitale Inca a Quito.
Forse più significativamente questa agitazione, quando Pizarro arrivò sulla scena Incas lottavano tra di loro. Alla morte del sovrano Inca Wayna Qhapaq nel 1528 CE, due dei suoi figli, Waskar e Atahualpa, combattuto in una guerra civile di sei anni dannosa per il controllo del Impero del loro padre. Atahualpa finalmente vinto, ma l'impero era ancora afflitta da fazioni ancora a riconciliarsi pienamente alla sua vittoria.
Infine, se tutti quei fattori non erano sufficienti a dare gli spagnoli un serio vantaggio, gli Incas erano a quel tempo ha colpito da un'epidemia di malattie europee, come il vaiolo, che si era diffusa anche più velocemente degli invasori europei stessi dall'America centrale. Una malattia così ucciso Wayna Qhapaq nel 1528 CE e in alcuni posti che un vacillamento 65-90% della popolazione sarebbe morto da questo nemico invisibile.

Pizarro incontra Atahualpa

Venerdì, 15 novembre 1532 CE, gli Spaniards hanno avvicinato la città Inca di Cajamarca negli altopiani del Perù. Pizarro mandò la parola che egli ha voluto incontrare il re Inca, ci godendo sorgenti locali e crogiolarsi nella sua recente vittoria sul Waskar. Atahualpa ha accettato di incontrare finalmente gli uomini bianchi barbuti tanto-dice che sono stati conosciuti per avere combattono la loro strada dalla costa per qualche tempo. Con fiducia circondato dal suo esercito forte di 80.000 Atahualpa sembra non aver visto alcuna minaccia da tale una piccola forza nemica, e ha fatto Pizarro aspettare fino al giorno successivo.
Il primo incontro formale tra Pizarro e Atahualpa coinvolto alcuni discorsi, un drink insieme mentre guardavano alcune monto spagnolo e non molto altro. Entrambi i lati è andato via pianificazione catturare o uccidere l'altra parte alla prima occasione disponibile. Il giorno successivo Pizarro, utilizzando il convenientemente labirinto-come l'architettura della città Inca a suo vantaggio, impostare i suoi uomini in agguato in attesa arrivo di Atahualpa nella piazza principale. Quando la truppa royal arrivati, Pizarro licenziato suoi piccoli canoni, e poi i suoi uomini, indossando l'armatura, attaccarono a cavallo. In battaglia, dove le armi da fuoco erano errate contro Lance, frecce, fionde e Club, 7.000 Incas sono stati uccisi contro zero perdite spagnole. Atahualpa fu colpito un colpo sulla testa e catturato vivo.

Riscatto e morte di Atahualpa

Sia tenuto per il riscatto da Pizarro o anche offrendo un riscatto se stesso, il ritorno sicuro di Atahualpa al suo popolo era stato promesso se una camera misura 6.2 x 4,8 metri erano pieni di tutti i tesori Incas potrebbero fornire fino ad un'altezza di 2,5 m. Questo è stato fatto, e la camera era freschissima con oggetti d'oro dai gioielli agli idoli. La camera era poi riempita due volte ancora con oggetti in argento. L'intera attività ci sono voluti otto mesi, e oggi il valore dei tesori accumulati sarebbe stato ben oltre $ 50 milioni. Nel frattempo, Atahualpa ha continuato a gestire il suo impero dalla prigionia, e Pizarro inviato spedizioni esplorative a Cuzco e Pachacamac , mentre egli attese rinforzi da Panama, allettato inviando una quantità d'oro alludere alla ricchezza in offerta. Quindi, dopo aver ottenuto il suo riscatto, Pizarro sommariamente processato e giustiziato Atahualpa in ogni caso, il 26 luglio 1533 CE. Il re Inca originariamente fu condannato a morte da bruciare sul rogo, ma dopo che il monarca ha accettato di essere battezzato, questo venne commutato alla morte per strangolamento.
Alcuni degli uomini di Pizarro pensato questa è stata la peggiore risposta possibile e Pizarro ha ricevuto critiche da re spagnolo per il trattamento di un sovrano straniero così ricorretto, ma il leader spagnolo scaltro aveva visto solo come asserviti Incas erano al loro re, anche quando egli era tenuto prigioniero dal nemico. Come un Dio vivente, Pizarro forse sapeva che solo la morte del re ha potuto determinare la totale sconfitta degli Incas. Infatti, anche nella morte, il re Inca ha impiegato un'influenza sul suo popolo per la testa mozzata di Atahualpa ha dato vita alla leggenda di Inkarri duraturo. Per gli Inca creduti che un giorno la testa sarebbe cresciuto un nuovo corpo e loro sovrano sarebbe tornare, sconfiggere gli spagnoli e ripristinare l'ordine naturale delle cose. Fondamentalmente, il periodo di prigionia di Atahualpa aveva mostrato gli spagnoli che c'erano fazioni profonde nell'Impero Inca, e questi potrebbero essere sfruttati a proprio vantaggio.

La caduta di Cuzco

Dopo aver tagliato la testa del serpente, lo spagnolo quindi imposta su conquistare Cuzco con suoi vasti tesori d'oro che sono stati segnalati da Hernando Pizarro, seguendo la sua spedizione di ricognizione ci. Dopo di che, si potrebbe trattare con il resto dell'Impero. La prima battaglia era con le truppe leali a Atahualpa vicino Hatun Xauxa, ma gli spagnoli sono stati aiutati dalla popolazione locale lieta di vedere il retro degli Incas. Gli spagnoli hanno dato forniture dai magazzini Inca locali, e Pizarro stabilì la sua capitale di nuovo lì. Assistenza locale e il saccheggio dei magazzini Inca sarebbe diventato un modello familiare che aiutavano Pizarro per il resto della sua conquista.
Gli invasori successiva sconfissero un esercito in ritirata al Vilcaswaman ma non hanno avuto tutto il loro modo e anche sofferto una sconfitta militare, quando una forza di avanzamento è stata attaccata di sorpresa il loro modo di Cuzco. Il giorno successivo i visitatori di vecchio mondo ripresero la loro marcia inarrestabile, però e spazzato tutti prima di loro. Una resistenza di breve a Cuzco è stata superata, e la città cadde nelle mani di Pizarro con un gemito, il 15 novembre 1533 CE. I tesori della città e le meraviglie d'oro del Coricancha tempio sono stati spietatamente spogliate e fuse.
Primo tentativo di Pizarro di installare un righello del puppet - Thupa Wallpa, il fratello minore di Waskar - Impossibile ripristinare qualsiasi tipo di ordine politico, e presto morì di malattia. È stato installato un secondo righello del puppet – Manqo Inka, un altro figlio di Wayna Qhapaq. Mentre ci ha assicurato che lo stato non crollo all'interno, Pizarro e i suoi uomini di sinistra per pacificare il resto dell'Impero e vedere quali altri tesori potrebbero trovare.

Alla conquista dell'Impero

Gli spagnoli sono stati severamente testati nei territori del Nord, dove gli eserciti guidati da Ruminawi e Quizquiz resistito, ma questi capitolò anche da conflitti interni e i loro capi sono stati uccisi. Potrebbe non essere una risposta implacabile conquista degli europei. In questo, furono grandemente aiutati dalla modalità Inca della guerra che era altamente ritualizzato. Tali tattiche come inganno, agguato e sotterfugi erano sconosciuti a loro nella guerra, come sono state cambiando metà battaglia tattiche e cogliere le opportunità di debolezza nel nemico che sorgevano. Inoltre, guerrieri Inca dipendevano strettamente dai loro ufficiali, e se questi individui cospicui cadde in battaglia, un intero esercito potrebbe crollare velocemente in ritirata in preda al panico. Questi fattori e le armi superiori degli europei significava che Incas avevano ben poche possibilità di difendere un impero enorme già difficile da gestire. Incas ha fatto rapidamente imparare a combattere e trattare con la cavalleria, per esempio tramite il flooding aree sotto attacco o combattimenti su terreni accidentati ma loro lance, brache e club potrebbe non corrispondere proiettili, balestre, spade e armature in acciaio. Gli spagnoli avevano anche quasi metà della popolazione del vecchio impero combattendo per loro come vecchie rivalità e fazioni riemergono.
Gli spagnoli presto ha scoperto che la vasta diffusione geografica del loro nuovo impero e sue difficoltà insite nella comunicazione e nel controllo (anche se loro predecessori avevano costruito un eccellente sistema viario) significava che hanno affrontato gli stessi problemi di gestione come gli Incas. Ribellioni e defezioni sparsi dappertutto, e anche Manqo Inka si ribellò e formò il suo esercito per cercare di vincere il potere reale per se stesso. Cuzco e la nuova roccaforte spagnola di Cuidad de Los Reyes (Lima) erano assediati da due enormi eserciti Inca, ma gli spagnoli resistettero fino a quando gli aggressori dovettero ritirarsi. Gli eserciti Inca erano in gran parte composti da agricoltori, ed essi non potevano abbandonare loro raccolto senza morire di fame le loro comunità. L'assedio è stato sollevato nuovamente il prossimo anno, ma ancora una volta gli spagnoli resistettero, e quando hanno ucciso i capi dell'esercito in un attacco mirato deliberatamente, resistenza al nuovo ordine ebbed distanza. Manqo Inka fu costretto a fuggire sud dove allestisce un enclave di Inca di Vilcabamba. Lui e i suoi successori avrebbero resistito per altri quattro decenni. Infine, nel 1572 CE, una forza spagnola guidata dal viceré Toledo catturato il re Inca Thupa Amaru, lo riporta al Cuzco e giustiziato. L'ultimo sovrano Inca era andato e con lui qualsiasi speranza di ristabilire il loro impero una volta grande.

Conclusione

Atahualpa, seguente vittoria nella guerra con suo fratello, aveva ucciso gli storici e distrutto l'Inca quipu record in quello che era destinato ad essere un rinnovo totale, quello che gli Incas chiamato un pachakuti o 'svolta nel corso del tempo e dello spazio', un evento che cambia epoca che gli Inca credevano periodicamente si è verificato nel corso dei secoli. Come allora, ironico che Atahualpa era a soffrire un pachakuti se stesso e i nuovi governanti sarebbero allo stesso modo saccheggiare, bruciare e distruggere ogni traccia di cultura andina che potevano trovare. L'arrivo del vecchio mondo in nuovo capovolto. Nulla sarebbe mai più la stessa.
Gli spagnoli, dopo decenni di propri problemi interni, che ha incluso l'omicidio di Pizarro, infine stabilito un governo coloniale stabile nel 1554 CE. Per il popolo andino, loro modo di vita, che aveva allungato indietro millenni nonostante l'interruzione di Inca, sarebbe essere sfidato nuovamente da una nuova epoca. Questi erano i più fortunati, però, come da 1570 CE 50% della popolazione andina precolombiana era stato spazzato via. Per quelle persone ordinarie che sopravvisse alle devastazioni della guerra e della malattia, ci doveva non essere nessuna tregua da un rapace overlord ancora una volta desideroso di rubare la loro ricchezza e imporre loro una religione straniera.
[ Indice ▲ ]
[ 7 ]

Pizarro e Atahualpa: la maledizione dell'oro perduta Inca

Antiche origini
da Bill Yates

Nel novembre 1532 CE, Francisco Pizarro guidò un gruppo di circa 160 conquistadores in Inca città di Cajamarca. Analfabeta e illegittimo figlio di un nobile dell'Estremadura e una donna impoverita, Pizarro aveva trascorso tutta la sua vita in una missione per diventare ricchi e ricordato.
Dopo aver sentito di come un lontano cugino di suo, Hernan Cortes, aveva saccheggiato milioni in oro dagli Aztechi, Pizarro era disperato di fare lo stesso. Ha iniziato la sua carriera quando nel 1502 CE, si unì una spedizione di colonizzazione nel nuovo mondo. Distinguendosi nella battaglia, Pizarro è rapidamente salito a comandante in seconda dell'esercito della regione Darien.
Ha condotto due spedizioni infruttuosi nella costa occidentale del Sud America, dove condizioni gravose e guerrieri nativi ha guidato le sue truppe all'indietro verso la riva. Tuttavia, il destino era di intervenire quando le truppe di Pizarro entrarono in città Inca di Tumbes. La gente del villaggio non solo li ha accolti, ma ha permesso il tempo di conquistadores per riposare e guarire.
Rapidamente gli spagnoli è diventato affascinati non solo le grandi quantità di argento e oro che ha indossati i capi locali, ma che i metalli preziosi sembrava essere ovunque. Usando tattiche e sotterfugi, hanno persuaso i capi per dire loro di un grande sovrano Inca in montagna dove l'oro era abbondante.
Prendendo il suo nuovo trovato conoscenza e un po' oro come prova, Pizarro tornò in Spagna, dove convinse re Charles non solo finanza una terza spedizione, ma per rendere lui il governatore di tutte le terre che ha conquistato.
Al ritorno di Pizarro a Tumbes, trovò una volta bella città distrutta dal civile guerra. Pizarro non lo sapevo al momento, ma suo tempismo non avrebbe potuto essere più perfetto, come poco prima del suo arrivo Inca Atahualpa era tornato dalla conquista di sconfiggere suo fratello Huascar. Esito della battaglia aveva fatto Atahualpa "Inca" (solo il re poteva effettivamente utilizzare il termine Inca). Dopo aver saputo dell'arrivo spagnoli, Atahualpa sentito che lui ei suoi 80.000 uomini avevano poco da temere da 160 spagnoli. Tuttavia, come misura precauzionale mandò alcuni nobili di incontrare con gli spagnoli.
I nobili abbiamo trascorso due giorni con gli spagnoli, l'accesso a loro e le loro armi. Quando ha sentito la loro relazione, Atahualpa mandò la parola che egli ha voluto incontrare gli spagnoli presso la città di Cajamarca, dove progettò di catturarli.
Quando Pizarro entrò nella città quasi deserta nel mese di novembre, mandò immediatamente la parola che vorrebbe incontrare con il grande sovrano Inca presso il centro della città. Come ha aspettato per l'arrivo di Inca, Pizarro pianificato una trappola dei suoi propri. Atahualpa arrivati al loro punto di incontro, trasportato in una cucciolata da 80 nobili e circondata da 6.000 soldati. Poco dopo, Pizarro ordinò l'attacco. I cannoni hanno cominciato a ruggire con precisione mortale. La cavalleria addebitato dalle loro posizioni strategicamente nascosti e i infantrymen aprirono il fuoco da case lunghe. I soldati di Inca e nobili che non sono stati uccisi nei primi minuti dell'attacco è fuggito nella paura. Lo stesso Pizarro catturato Inca Atahualpa.
Temendo per la sua vita, Atahualpa ha detto Pizarro se egli avrebbe risparmiato lui, entro due mesi il suo popolo sarebbe riempire una stanza 24-piedi 18-piedi di lunghezza e larghezza e un'altezza di 8-piedi d'oro e due volte tale importo con argento. Anche Pizarro era preso alla sprovvista da questa quantità di ricchezza e istantaneamente concordato per il riscatto.
Tuttavia durante i due mesi che l'oro e l'argento sono stati trasportati lentamente, le truppe spagnole e Pizarro ha vissuto con la paura crescente e travolgente che l'esercito Inca massiccia può mobilitare per prendere Atahualpa e li uccidono.
Per evitare che ciò accada, il 29 agosto 1533 CE, Pizarro ha agito come giudice e sulla base di false accuse condannato Atahualpa a bruciare sul rogo. Audizione del suo verdetto il sovrano Inca chiesto se egli potrebbe convertire al cristianesimo. Sapeva che se fosse un cristiano, la spagnola religione non avrebbe permesso di essere bruciato alla morte e aveva ragione - invece essi garrotati lui.
Dopo aver appreso del tradimento spagnolo, generale Inca Ruminahui nascose l'approssimative 750 tonnellate di oro per il rilascio del suo re stava portando in una grotta nel profondo delle montagne Llanganatis. Poco in seguito Flora fu catturato, e mentre torturato a morte, non ha rivelato la posizione del tesoro.
Lì il tesoro rimase per molti anni fino a quando un uomo spagnolo che vive nelle montagne Llanganatis - Valverde Derrotero - sposò la figlia di un certo sacerdote di villaggio. Il sacerdote qualche tempo prima aveva trovato il tesoro e sapendo della lussuria spagnola per l'oro, ha mostrato il suo nuovo genero sua sorte. Derrotero era stato un uomo povero, ma dopo il matrimonio divenne uno molto ricco. Alcuni anni più tardi tornò in Spagna e al suo letto di morte scrisse un editto di tre pagine al re, che dichiara la posizione di tesori. Il pezzo è conosciuto come guida di Valverde, e ha dato istruzioni dettagliate su come trovare il tesoro.
Immediatamente il re inviò un frate che si chiamano padre Longo per ispezionare la possibilità del tesoro nascosto. Durante la sua spedizione Longo mandò a dire che avevano trovato il tesoro, ma per la sua strada indietro giù per le montagne è misteriosamente scomparso.
Circa 100 anni dopo la scomparsa di Longo, un minatore che si chiamano Atanasio Guzman, che era stata data mining nelle montagne di Llanganates, scrisse una mappa, che ha detto ha condotto al tesoro. Tuttavia, prima di lui potrebbe posare il palo al proprio credito, molto simile a Longo, scomparve in montagna.
Nient'altro è stato conosciuto circa il tesoro fino al 1860 CE, quando due uomini--capitano Barth Blake e tenente George Edwin Chapman..--credevano di che aver risolto l'enigma impostata alla ricerca del tesoro. Blake fatto mappe della zona e inviato comunicazione torna a casa. In una delle sue lettere scrisse:
È impossibile per me descrivere la ricchezza che ora depone in quella grotta segnato sulla mia mappa, ma potrei non rimuoverlo da solo, né potrebbe migliaia di uomini... Ci sono migliaia di pezzi d'oro e d'argento di Inca e pre-Inca artigianato, le più belle opere di oreficeria, che non siete in grado di immaginare, figure umane a grandezza naturale realizzate battuto oro e argento, uccelli, animali, stocchi di mais, fiori d'oro e d'argento. Pentole completo della gioielleria più incredibile. Vasi d'oro pieni di smeraldi.
Tuttavia, gli uomini non dovevano godere loro bottino, come sulla loro uscita dalla montagna, Chapman è sparito, e Blake..--una carriera navale ufficiale..--in qualche modo cadde in mare mentre stava trasportando alcuni dell'oro per essere venduti.
È la storia vera? È difficile essere certi, ma sappiamo che un'enorme quantità di oro e argento è stato consegnato agli spagnoli. Ci sono i resoconti storici di persone che scompaiono, o nel caso di Blake caduta in mare, dopo aver annunciato avevano trovato il tesoro.
C'è anche il fatto che in uno dei suoi indizi criptici re di Spagna, Derrotero citato un lago nero. Qualche volta nel 1930 CE, la miniera d'oro di Yanacocha (o lago nero) è entrato in funzione. Ad oggi la miniera ha prodotto più di $ 7 miliardi dollari in oro. E, mentre trovare l'oro in zona che derrotero detto che il tesoro sarebbe stato non è necessariamente fare la vera storia, lo rende vale il suo peso in oro.
[ Indice ▲ ]
≪≪≪ ◄► ≫≫≫

Fonte: Ancient History Encyclopedia Il contenuto è disponibile sotto licenza Creative Commons CC BY-SA 3.0

CONTENUTI CORRELATI ››


I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…