Spade nell'antica guerra cinese › Ahuitzotl › Ahura Mazda » Origini e Storia

Articoli e definizioni › Contenuto

  • Spade nell'antica guerra cinese › origini
  • Ahuitzotl › Chi era
  • Ahura Mazda › Chi era

Civiltà antiche › Luoghi storici e i loro personaggi

Spade nell'antica guerra cinese › origini

Civiltà antiche

Autore: Mark Cartwright

Sebbene l'arco e la balestra fossero le armi preferite per gran parte della storia della Cina, la spada ha giocato la sua parte, specialmente quando i guerrieri sono stati costretti a scendere e affrontare il nemico da vicino. Ampiamente utilizzati a partire dal 500 aC circa, le spade furono dapprima fatte di bronzo, poi di ferro e infine di acciaio, subendo vari sviluppi nel design per migliorare il loro peso, avanguardia e durata.
clip_image001

Zhou Swords orientali

SPADE DI ETÀ BRONZO

La maggior parte degli storici concorda sul fatto che i pugnali di bronzo, le spade corte e le lunghe punte di lancia furono usati molto prima delle spade e che la vera spada (tipicamente definita come un'arma con una lama che è lunga almeno il doppio della maniglia) non appariva comunemente sul cinese campo di battaglia fino al periodo primaverile e autunnale (722-479 aC).Tuttavia, alcuni storici sostengono che le spade di bronzo erano in uso nel periodo occidentale Zhou (1046-771 aEV). Tuttavia, nella tradizione cinese, l'invenzione della spada era ancor prima e accreditata al leggendario Imperatore Giallo.
I carri erano una caratteristica fondamentale degli antichi eserciti cinesi e le armi più adatte a una guerra più mobile in cui il nemico era tenuto ad una certa distanza erano l'arco, la balestra e l'alabarda (una croce tra una lancia e un'ascia). Solo quando i carri iniziarono a essere sostituiti da eserciti di fanteria più grandi, la spada divenne una risorsa più preziosa per i soldati. Questo perché le spade impugnate da una carrozza dei carri avevano un raggio d'azione limitato ed esponevano il soldato alle lancinanti.
Potrebbe essere, tuttavia, che l'aumento dell'uso della spada avesse più a che fare con tecniche di lavorazione dei metalli migliori di qualsiasi altra cosa, anche quando i carri erano presenti sul campo di battaglia cinese c'erano ancora enormi quantità di fanteria e presumibilmente preferivano armi più tradizionali a una spada che, in quel momento, aveva un'alta possibilità di frantumarsi. Il punto è qui riassunto dallo storico militare RD Sawyer,
L'abilità di spingere la spada era chiaramente approssimata dalla lancia a mano corta, essenzialmente un punto del pugnale montato su un manico, e una preferenza per le armi tradizionali accoppiata a difficoltà tecniche nel fabbricare spade forti ma resistenti probabilmente ritardava l'emergere della spada come un'arma critica... spade con il potere di taglio e la lunghezza significativa della lama non potevano essere fabbricati fino al periodo primaverile-autunnale, e anche allora non sarebbero fioriti fino agli ultimi Stati Combattenti e alla dinastia Han.(Sawyer, 2017, 271)
Forse per queste ragioni - tradizione e carenze tecniche - la spada, quando appariva sul campo di battaglia, veniva solitamente lasciata nel fodero e usata solo come arma di ultima istanza. Una raffigurazione di una battaglia in una tarda tomba di primavera e autunno mostra in modo significativo l'opposizione di soldati che combattono l'un l'altro con lance e alabarde mentre le loro spade rimangono nelle loro cinture. È anche vero che la guerra cinese tendeva a evitare la convergenza con gli scenari nemici che erano tipici, ad esempio, nelle battaglie oplitiche dell'antica Grecia, e i comandanti preferivano, invece, ingaggiare il nemico da lontano usando gli arcieri e quindi se è necessario essere con lancieri.
LA SPADA PU MAY AVERE EVOLUTO NON DALL'INTERVENTO ESTERO, MA DALL'INDENNITÀ INDIGENO DELL'USO DI LUNGHE DI LUNGO LUNGO COME LE SPADE DI STABBIO.
Durante il VI secolo aC, le cose stavano cominciando a cambiare e Wu e Yueh usarono e svilupparono la spada, "ad un livello così alto che erano famosi in tutto il regno: quando vengono dissotterrati oggi conservano ancora le loro qualità superficiali e di bordo" ( Sawyer, 2007, 365). Una delle prime battaglie in cui l'uso della spada rappresentava un contributo significativo alla vittoria fu nel 520 aC quando l'esercito dello stato di Qin sconfisse un esercito di Hua caricando a piedi con le loro spade invece delle solite alabarde.

STATI DI WARRING SPADE PERIOD

Le prime spade cinesi erano, quindi, molto lunghe, richiedevano entrambe le mani per impugnarle e non erano progettate per tagli e tagli, ma come arma per pugnalare e colpire il nemico, proprio come le alabarde e le lance erano state usate prima. In effetti, la spada potrebbe essersi evoluta non per influenza straniera, ma per l'abitudine indigena di usare lunghe punte di lancia come spade affilate. Con l'aumento dell'uso della cavalleria dalle fasi finali del periodo degli Stati Combattenti (3 ° secolo AC), divenne desiderabile una spada con le migliori possibilità di taglio di un doppio bordo e una lama meno ingombrante. Sebbene ci sia una storia che il re Chen (futuro imperatore della dinastia Qin Shi Huangdi ) ebbe problemi nel trattare con un assassino nel 227 aEV perché non era in grado di disegnare abbastanza velocemente la sua spada lunga.
clip_image002

Eastern Zhou Dynasty Sword

Ormai fatto con ferro, un altro sviluppo era quello di rivestire il nucleo della lama della spada con una lega di cromo per produrre un bordo più nitido. Anche la sperimentazione con i pomelli ha dato alla spada un equilibrio migliore. Un'altra innovazione è stata un cambiamento nella forma della maniglia in una forma asimmetrica che l'ha impedito di ruotare nella mano. Lo stesso risultato è stato ottenuto aggiungendo uno o due anelli stampati all'impugnatura o un avvolgimento in corda per un'aderenza extra. Quando non era in uso, la lama veniva tenuta in un fodero di cuoio o legno laccato e appesa a una cintura.
Le terribili ferite che le spade potrebbero infliggere - molto più scioccanti e raccapriccianti delle frecce - sono evidenziate nei riferimenti nella letteratura militare. Per esempio, in questo estratto dagli insegnamenti segreti di T'ai Kung del VI secolo aC:
All'interno dell'esercito ci saranno uomini con grande coraggio e forza che sono disposti a morire e persino a provare piacere nelle ferite sofferenti. Dovrebbero essere assemblati in una compagnia e chiamati "Warriors Who Risk the Naked Blade".
(Sawyer, 2007, 97)
Il maggior uso di spade nelle battaglie richiedeva miglioramenti nell'armatura del III secolo aC. In precedenza, l'armatura era stata realizzata in pelle solo temprata o laccata, ma ora era sempre più comune aggiungere pezzi di metallo per offrire una migliore protezione. Queste aggiunte prendevano la forma di piccole placche di ferro o di bronzo traforate e cucite insieme o rivettate. Anche gli elmi e gli scudi sono migliorati per aiutare a soddisfare la minaccia mortale di uno spadaccino accoltellato.

HAN DYNASTY SPADE

Nel periodo Han (206 BCE - 220 CE) e oltre, le tecniche di lavorazione dei metalli sono migliorate, rendendo le spade più leggere ma più resistenti con una lama ancora più affilata fatta di ferro più forte di prima. Anche il design è cambiato per adattarsi meglio all'uso dell'arma da parte della cavalleria: è stato creato un solo tagliente e un anello aggiunto per proteggere la mano. C'è una tendenza verso lame più corte con esempi sopravvissuti del 3 ° secolo CE con una lama di circa 45 cm (18 pollici) di lunghezza. Anche se ci sono altri tipi ancora con una lama molto lunga - circa un metro (42 pollici) di lunghezza, che indica che l'evoluzione della spada era tutt'altro che semplice in Cina e le armi tradizionali, a quanto pare, furono solo molto riluttanti fuse e rifuse. Ulteriori testimonianze di questo uso parallelo di vari disegni di armi sono presenti nelle collezioni eclettiche trovate nelle tombe.
clip_image003

Han Dynasty Sword

Un'altra caratteristica del periodo Han era la popolarità degli esperti di spade che non solo potevano misurare la forza e l'utilità di un'arma particolare, ma che sostenevano anche che potevano valutare altre qualità mistiche come il buon auspicio della spada. Che tali esperti fossero creduti e consultati è attestato dalla profusa letteratura Han sull'argomento.

ULTIME SPADE

Le spade erano ancora molto utilizzate dal periodo Tang (618-907 DC), dove le lame divennero ancora più corte e fatte di acciaio. C'era anche lo sviluppo di un'altra versione dell'arma, la spada cerimoniale riccamente decorata che spesso aveva manici e intarsi di giada avvolti nella seta, che era custodita in un fodero di seta ancora più sontuosamente decorato, intarsiato con metalli preziosi e gioielli.
L'uso della spada e il fascino generale delle spade sarebbero diventati ancora più popolari nel periodo medievale con lo sviluppo delle arti marziali, il loro uso simbolico nei rituali taoisti e persino un collezionismo di spade che divenne una ricerca popolare dei letterati cinesi. Le spade e i loro esperti maneggiatori venivano regolarmente elogiati in poesie e letteratura. Fino al XIX secolo c'erano ancora tutti i tipi di spade ancora in uso: lame dritte, lame curve, lame sottili, lunghe e corte, sciabole dall'aspetto malvagio, spade con manici elegantemente curvi e persino foderi che contenevano due spade, una per ogni mano. La storia delle spade in Cina è tremendamente lunga e hanno, come in altre culture dell'Asia orientale, catturato l'immaginazione della gente, sia antica che moderna, come nessun'altra arma.

Ahuitzotl › Chi era

Definizione e origini

Autore: Mark Cartwright

clip_image004
Ahuitzotl (Auitzotl) era un sovrano azteco che regnò tra il 1486 e il 1502 CE. Era uno dei più grandi generali delle antiche Americhe e lasciò a suo nipote, Montezuma, un impero allargato e consolidato che era stato spietatamente terrorizzato in un'accettazione sottomessa del dominio azteco. Con enormi progetti di costruzione e vittorie celebrati dai sacrifici di massa di nemici catturati per onorare gli dei, il regno di Ahuitzotl era l'età dell'oro azteco.

ADESIONE

Ahuitzotl ( pron. A-weet'-zot) era il terzo figlio del re azteco Motecuhzoma I Ilhuicamina (1440-1469 dC). Il suo nome, in modo abbastanza appropriato come risulterebbe, era associato a una mitica lontra iper-aggressiva che viveva sul fondo di un lago e predava spietatamente a qualsiasi creatura che si avvicinava alle rive del lago. La creatura, spesso raffigurata con una mano umana all'estremità della coda, era usata come glifo per il nome del re nella scultura commemorativa azteca.
Ahuitzotl prese il posto del tlatoani azteco (oratore) o sovrano supremo del suo fratellastro Tizoc (1481-1486 dC) che fu avvelenato. Tizoc non aveva avuto particolare successo nel ruolo dopo essere stato costretto ad annullare varie ribellioni e aver perso notoriamente una battaglia contro i Tarasciani. Lord Ahuitzotl era l'ottavo sovrano azteco ed è descritto nei testi aztechi come giovane, forte, energico e audace. Secondo la versione della sua accessione raccontata dal cronista spagnolo Fray Diego Duran, Ahuitzotl era una semplice giovinezza quando prese il potere nel 1486 CE e dovette essere portato a scuola alla morte di Tizoc ma aveva già mostrato una grande maturità oltre i suoi anni. Siamo anche informati che il nuovo tlatoani è stato aiutato nei suoi primi anni dal consigliere del re tradizionale, il Tlacaellel.
AHUITZOTL HA USATO LO SPETTACOLO DEL SACRIFICIO UMANO PER TERRIFICARE I RIGUARDI DI VISITATORI DI NUOVI TERRITORI CONQUISTATI E GARANTIRE LA LORO CONFORMITÀ PASSIVA ALLA REGOLA AZTEC.
L'adesione di Ahuitzotl è commemorata in una lastra di diorite verde con l'glifo della data di Reed dell'anno 8. Su entrambi sono Tizoc e Ahuitzotl mentre tra di loro c'è una palla di fibra di cactus con aghi di cactus infilati dentro. I due governanti usano gli aghi per liberare il sangue dai loro lobi all'orecchio offrendo agli dei. Il sangue scorre dalle due figure nelle fauci spalancate di una creatura stilizzata di coccodrillo di terra che rappresenta la dea della terra Tlaltecuhtli. La lastra ora risiede nel Museo Nazionale di Antropologia a Città del Messico.

ESPANDERE L'IMPERO

Ahuitzotl ha rapidamente conquistato la sua reputazione di leader militare dotato vincendo la sua prima battaglia nella tradizionale " Guerra di incoronazione", amata dai sovrani aztechi. Conducendo il suo esercito di persona e combattendo al fianco dei suoi guerrieri come avrebbe sempre fatto, le ribellioni della Valle di Toluca furono annullate, prosciugate e procurate vittime sacrificali. La vittoria fu celebrata con la festa più grande e il giro di doni che il popolo azteco aveva mai visto.
Ahuitzotl ha poi provveduto a mettere in riga i territori della Costa del Golfo dopo il loro ostinato rifiuto di rendere omaggio.Questa fu un'altra vittoria, e Ahuitzotl avrebbe continuato a vincere molti di più. Conquistando le valli centrali di Oaxaca c. Nel 1494 gli Aztechi si spostarono a sud fino al confine con il Guatemala, o anche oltre, al fine di comprendere regioni lucrative produttrici di cacao. Hanno anche condotto una campagna fino a ovest come la costa del Pacifico, forse in una strategia a lungo termine per aggirare i forti di Tarascan stabiliti da quella nazione ostile. Il risultato di questa espansione fu che Ahuitzotl creò la più vasta area mai portata sotto il controllo Aztec.
clip_image005

Espansione dell'impero azteco

Sebbene gli eserciti aztechi si concentrassero sulle città nemiche e il loro impero sarebbe solo una collezione di tributi che pagavano tributi, Ahuitzotl tentò di stabilire una presenza azteca più permanente costruendo monumenti aztechi in città conquistate come Tepoztlan, Malinalco e Calixtlahuaca. Alcune divinità locali furono anche incorporate nel pantheon azteco nello sforzo di legare ulteriormente le diverse culture della Mesoamerica. Il commercio era incoraggiato in alcune aree, specialmente dai mercanti di guerrieri pocheca a cui era stato concesso il diritto privilegiato di indossare gioielli e penne da Ahuitzotl, tale era la loro importanza nella sua strategia di aprire nuovi territori con qualsiasi mezzo adatto alla situazione. Allo stesso tempo, popoli più problematici (come l'Oztoman e l'Alahuistan) furono spietatamente e sistematicamente cancellati durante il regno di Ahuitzotl.
Anche Ahuitzotl aumentò notevolmente il numero di sacrifici umani compiuti nelle varie cerimonie religiose azteche progettate per placare i loro dei e celebrare le vittorie militari. Duran nota come 80.400 prigionieri di guerra siano stati sacrificati per quattro giorni in cima al Templo Mayor , il tempio piramidale di Tenochtitlan. La maggior parte degli storici considera questo numero incredibilmente alto e poco pratico, stabilendosi su una cifra più vicina a 20.000 ma ancora abbastanza per soddisfare le descrizioni apocalittiche di testimoni oculari di templi, piazze e strade che scorrono fiumi di sangue. La scena di questo sacrificio di massa è raffigurata nel Codex Telleriano Remensis. Non solo i sacrifici hanno aiutato a placare gli dei e assicurare una continuazione del mondo azteco, ma Ahuitzotl ha usato lo spettacolo per terrorizzare i governanti in visita dei territori di nuova conquista e assicurare la loro adesione passiva al dominio azteco.

PROGETTI EDILIZI

Ahuitzotl, oltre all'espansione imperiale, si occupò anche di grandi progetti di costruzione per abbellire la capitale azteca di Tenochtitlan e, nel tipico stile azteco, stabilire fin da subito che il suo regno avrebbe portato grande prosperità al suo popolo. Il progetto più significativo è stato l'espansione del Templo Mayor. Il nuovo tempio fu completato nel 1487, e fu per inaugurare questo gigantesco monumento al dio della pioggia Tlaloc e al dio della guerra Huitzilopochtli che i famigerati 80.000 prigionieri furono sacrificati.
clip_image006

Temple Mayor, Tenochtitlan

Un altro progetto gigantesco di Ahuitzotl è stata la costruzione di un grande canale per portare acqua fresca da Coyoacan a Tenochtitlan. Tuttavia, in una versione raccontata da Duran, il progetto ha avuto una brutta partenza quando ha portato così tanta acqua da inondare la città. I sacerdoti incolpavano il disastro sul fatto che Ahuitzotl aveva avventatamente ucciso un governante di Coyoacan, e così questa fu la vendetta di Chalchiuhtlicue, la dea dell'acqua.

MORTE E SUCCESSORI

Il regno di Ahuitzotl arrivò a una fine misteriosa quando contrasse una strana e fatale malattia, morendo nel 10 Coniglio. In un'altra versione degli eventi il re morì da un colpo alla testa mentre cercava di scappare dall'alluvione di Tenochtitlan. La morte causata da una malattia devastante suggerisce che potrebbe essere stato avvelenato, come il suo predecessore, tale era la competizione tra i membri della famiglia dominante per possedere il titolo che consentiva al titolare lo status semi-divino.In una cerimonia sontuosa, Ahuitzotl fu cremato su una pira funebre in cima al Templo Mayor e le sue ceneri sepolte sotto il vicino recinto sacro.
Ahuitzotl tramandò un prospero impero al prossimo e tragicamente ultimo vero governante azteco, suo nipote Motecuhzoma Xocoyotzin (Montezuma) che affrontò e fu assassinato dai visitatori del Vecchio Mondo nel 1520 DC. Durante il caos della conquista spagnola, il figlio di Ahuitzotl Cuauhtemoc prese il potere e resistette agli invasori fino al 1525 DC. Anche dopo la sua morte, la leggenda di Ahuitzotl, il grande guerriero, era forte per il figlio che vestiva uno dei suoi uomini con gli abiti regali di suo padre, che ispirò l'esercito azteco a una rara, seppure temporanea, vittoria durante il lungo assedio di Tenochtitlan..

Ahura Mazda › Chi era

Definizione e origini

Autore: Radu Cristian

clip_image007
Ahura Mazda (noto anche come Ahuramazda, Harzoo, Hormazd, Hourmazd, Hurmuz, Ohrmazd, 'Lord' o 'Spirit') è lo spirito più elevato adorato nello Zoroastrianismo, la vecchia religione Mede e Persiana che si diffuse in tutta l'Asia prima del cristianesimo. Ahura Mazda è il creatore dell'universo e tutte le cose in esso, essendo allo stesso tempo saggio e buono.

NOME E CARATTERISTICHE

Come tutte le divinità supreme, Ahura Mazda ha una lunga lista di titoli e caratteristiche. È l'essere supremo a Garothman (il paradiso), lo spirito increato. Oltre, a parte e senza di lui, non esiste nulla. È immutabile, si muove tutto mentre non viene mosso da nessuno. Non ha eguali e nessuno può prendere i cieli da lui. Favorisce l'uomo giusto, difendendo la verità e il comportamento corretto. Ahura Mazda ha creato gli spiriti gemelli, Angra Mainyu, lo spirito distruttivo e Spenta Meynu, lo spirito buono.
Mazda, o la forma avestana del Mazda, riflette la parola proto-iraniana Mazdāh che è un nome femminile. Considerato il nome proprio del dio, potrebbe anche provenire dalla parola sanscrita medhās, che significa "intelligenza" o "saggezza". Durante l'era achemenide, il nome era Ahuramazda, durante il Partico fu usata la forma di Hormazd e, infine, nel Sassanianotroviamo il nome Ohrmazd.
AHURA MAZDA È SENZA CAMBIAMENTO, MUOVENDO TUTTO MENTRE NON ESSERE SPOSTATO DA CHIUNQUE. NON HA UGUALE E NESSUNO PUO 'PRENDERE I CIELI DA LUI.

AHURA MAZDA & ZARATHUSTRA

Ahura Mazda fu rivelata al profeta Zoroastro / Zarathustra attraverso una visione che aveva quando aveva 30 anni. Quando Zoroastro aveva 15 anni, quindi, secondo le consuetudini locali, era considerato un adulto e aveva assunto incarichi per adulti.Poiché è nato in tempi violenti è cresciuto mettendo in discussione il concetto di rettitudine e il conflitto tra il bene e il male. Di conseguenza ha lasciato la sua casa, vivendo in solitudine, tra i 20 ei 30 anni, su una montagna. Quando aveva 30 anni partecipò a un festival di primavera come membro di una famiglia sacerdotale e uno dei suoi compiti era di attingere acqua dalla parte più profonda e più pura del torrente per la cerimonia del mattino. Qui al fiume Daytia, incontrò l'angelo Vohu Mana.L'entità chiese a Zoroastro chi fosse e quale fosse la cosa più importante della sua vita. A cui Zoroastro rispose che voleva soprattutto essere giusto, puro e saggio. Con questa risposta, gli fu concessa una visione di Ahura Mazda e dei suoi arcangeli da cui apprese i principi che avrebbero portato alla religione conosciuta in ritardo come lo zoroastrismo.

EVOLUZIONE STORICA

Impero achemenide
Durante l' Impero achemenide (circa 550 - 330 aEV) il profeta Zoroastro / Zarathustra non è menzionato nelle iscrizioni dei re achemenidi, mentre Ahura Mazda è menzionata in opposizione al daeva. Non ci sono legami solidi tra gli insegnamenti di Zoroastro e dei re achemenidi, oltre all'enfasi sul comportamento morale.
clip_image008

Un simbolo Faravahar in un tempio del fuoco

Dario I
Un'iscrizione fu fatta su una scogliera a Naqsh-i Rustam, vicino a Persepoli, il palazzo estivo di Dario I (522-486 aC). Qui Ahura Mazda è nominato creatore del mondo, creando la terra, il cielo e l'uomo, e rendendo Dario il re. La menzione più importante di Ahura Mazda di questo periodo è l'Iscrizione di Behistun scritta da Dario I nel 516 aEV. L'iscrizione accompagna un bassorilievo raffigurante la vittoria di Dario sul pretendente Gaumata, dove il vincitore si erge sui caduti e sopra di loro si libra Ahura Mazda rappresentata qui come un re all'interno di un disco solare alato. Il testo dell'iscrizione menziona come Ahura Mazda aiutò il vincitore a sconfiggere il suo nemico e che lui, Dario, fu scelto per guidare il suo regno con la "grazia di Ahura Mazda".
Impero dei Parti
Al tempo dell'impero dei Parti (247 aEV - 224 dC), lo zoroastrismo fu abbracciato dai suoi sovrani, furono ricostruiti numerosi templi che furono precedentemente distrutti durante le campagne di Alessandro Magno nel 330 aEV. Inoltre, i governanti dei Parti erano più tolleranti, oltre al Zoroastrismo c'erano anche religioni come Induismo, Buddismo, Ebrei, Cristiani. Ahura Mazda era adorato tra divinità come Mithra, un dio più grande trasformato arcangelo in zoroastrismo e Anahita, una divinità femminile. Inoltre, verso la fine dell'era partica, Ahura Mazda era rappresentata come una figura maschile in piedi oa cavallo, un'immagine che dominerà l'era successiva.
zurvanismo
Un'altra forma di zoroastrismo, nota come zenvanismo, si formò durante il periodo sassanide (224-651 dC). Durante il regno di Shapur I, il messaggio di Zoroastro fu scartato, Zurvan fu nominato l'essere supremo e Ahura Mazda, ora uno spirito creato, divenne un figlio di Zurvan oltre a Angra Mainyu / Ahriman. Durante il regno di Bahram II, Ahura Mazda ottenne il titolo che sarebbe diventato uno dei suoi nomi, Ohrmazd-mowbad.

Licenza

Articolo basato su informazioni ottenute da queste fonti:
con il permesso dal sito web Ancient History Encyclopedia
Il contenuto è disponibile sotto Licenza Creative Commons: Attribution-NonCommercial-ShareAlike 3.0 Unported.Licenza CC-BY-NC-SA

Contenuto Consigliato