RICERCA PERSONALIZZATA

Ricerca personalizzata

Tutorial… Soliloquio… Scheda Madre… Abbreviazione… Sarcasmo… Definizione e Significato

ADS


Dizionario di Definizione, Concetto e Significato di uso quotidiano

Dizionario di uso quotidiano: definizioni, concetti e significati

Definizioni, concetti e significati:

  1. Definizione di tutorial
  2. Definizione di soliloquio
  3. Definizione della scheda madre
  4. Definizione di abbreviazione
  5. Definizione di sarcasmo

Definizione di tutorial

Il tutorial di termine è un neologismo di origine inglese che viene utilizzato nell'ambito dell'informatica. È una sorta di lezione veloce e conveniente, per formare in modo indipendente al fine di utilizzare un prodotto, un sistema (software, la maggior parte del tempo) o per completare una determinata attività.
La parola è associata con altre nozioni della lingua francese. Questo è il caso, ad esempio, dalla tutela parola, che deriva dal latino tutela "(assicurarsi che su") e riferite alle autorità legale e protezione di una persona che è nella cura di un guardiano. In questo senso, il custode è colui che è responsabile per la protezione e l'educazione della persona in questione (un minore o un adulto incapace) durante la trasmissione di sua conoscenza.
Esercitazioni che non appartengono al computer sono piccole guide o compilazioni di istruzioni, destinate agli utenti di sentirsi in grado di utilizzare un prodotto o un servizio da soli.
Tutorial di solito seguono un ordine logico, nella misura in cui essi presentano una serie di passaggi (passaggi) cui complessità aumenta come e. Il primo passo corrisponde al livello di base e non richiede particolari conoscenze, mentre quest'ultimo è più complesso e è interessato solo al precedente una volta completata.
Tuttavia, si consiglia di leggere il tutorial nella loro interezza e fin dall'inizio. Così, l'apprendimento diventa più facile.

Definizione di soliloquio

Da soliloquĭum il latino, un soliloquio è un riflesso che è fatto ad alta voce e, più volte, da solo o anche a se stessi. Il concetto è associato con il monologo e la tirata (discorso) di questo genere diretto da un personaggio di un'opera drammatica.
Il monologo è un discorso continuo (cioè, che scoraggia e non consente né qualcuno partecipa o non risposta) che trasmette pensieri o emozioni. Questo è un valore soggettivo declamazione e psicologico nella misura in cui permette di accedere all'interno dell'individuo interessato.
Nonostante le sue caratteristiche, il monologo può celare un dialogo che ha con se stessi, con un oggetto o un essere incapace di parlare (ad esempio una pianta o un animale). Questa risorsa permette di esternare i suoi sentimenti anche se uno è single.
Uno dei soliloqui più famosi nella storia è ha scritto William Shakespeare per il suo "Amleto", dove il personaggio principale ha un teschio in mano e dice: ' per essere o non essere, tale è la questione.
Il monologo è un'intervista che uno con se stessi. Causa di essere raccontata oralmente, quello che sarebbe stato un monologo diventa un altro tipo di espressione, molto utile per spettacoli teatrali.
Nel linguaggio comune, il soliloquio era un onere peggiorativo dovuto per essere associato con follia o mancanza di volontà o la capacità di comunicazione interpersonale: 'dopo un soliloquio di quasi mezz'ora, l'uomo lasciò la stanza e lascia assistente Athonite.'

Definizione della scheda madre

La scheda madre (o la scheda madre, in inglese) è un composto di circuiti stampati che consente l'interconnessione di tutti i componenti di un computer. A tal fine, deve avere un software di base (BIOS) che permette di esercitare le proprie funzioni, nella misura in cui è questo software rende la passeggiata e che quindi avviare il computer.
La scheda madre ospita i connettori necessari per il processore, memoria RAM, porte e altri piatti (come la scheda grafica o scheda di rete).
Ci sono diversi concetti relazionati alle schede che devono essere inteso a comprendere meglio il funzionamento di questa piastra di base. Ad esempio, il chipset è tutti i più importanti circuiti integrati che sono installati nella scheda madre.
La presa (o recipiente per il processore) è un sistema elettromeccanico di sostegno e di collegamento elettrico per interfacciare il processore con la scheda madre.
Inoltre, uno slot è una slot trovata nella scheda madre, permettendo di inserire diverse schede di espansione (per aggiungere funzionalità al computer) che, in generale, vengono utilizzati per controllare la periferica supporta, ad esempio le stampanti. Computer odierni contro fra otto e dodici slot.
Porte IDE o ATA sono coloro che controllano i dati, ad esempio supporti di memorizzazione di dischi rigidi. Scheda madre conto altri orificii importanti, vale a dire PS/2 (per collegare il mouse e la tastiera), USB, COM1 e la porta LPT1.
Infine, conserveremo che esistono diversi tipi di schede madri, per conoscenza, XT, AT, Baby in, ATX, Mini-ATX, micro ATX, LPX, NLX, Nano-ITX, BTX, WTX ed ETX, tra gli altri.

Definizione di abbreviazione

L'abbreviazione del termine deriva da abbreviatūra il latino. È un tipo di riepilogo che è quello di ridurre una parola dalla rimozione dell'ultima lettere finali o lettere centrali, e che, in generale, è seguita da un periodo (noto come il punto di abréviatif).
Sebbene queste abbreviazioni (e molti altri) hanno uno scopo solido e hanno acquisito una forma convenzionale, qualsiasi persona che scrive può creare un'abbreviazione per suo uso personale. Quando uno scrittore fa, pensa che includere un glossario all'inizio o alla fine della sua opera dove spiega le abbreviazioni specifiche sono state utilizzate.
Ci sono diversi tipi di abbreviazione: ridotto alla prima lettera, ridotto per le prime lettere, ridotto per la prima e l'ultima lettera e ridotto a lettere diverse a seconda della direzione.
L'abbreviazione ridotto per la prima lettera è quello di mantenere solo la prima lettera, seguita da un periodo (M. per "Mr", DC per "copia"). L'abbreviazione ridotto la prima lettere è quello di mantenere diverse lettere all'inizio della parola, seguita da un punto (Rif. "riferimento", femmina di "donna"). L'abbreviazione ridotto per la prima e l'ultima lettera è quello di mantenere la prima lettera della parola e luogo al più tardi in apice caratteri piccoli (Bd per "Boulevard"). Infine, che è ridotto a lettere diverse seguendo la direzione ridotto la parola pur mantenendo un massimo di significato, senza punto (Miss per "Mademoiselle") o Cie per la 'Società'.
Inoltre, c'è menzione le abbreviazioni di circostanza e abbreviazioni eufemistiche. Abbreviazioni di circostanze (o la apocopes) sono per abbreviare la parola e a quasi una nuova parola (metro a 'Metro', bici "velocipede"). Eufemistiche abbreviazioni vengono utilizzate per abbreviare le parole grossolane o indecente, anche se il significato è facilmente notevole e terminano con tre sospensioni. Esempio: "tu sei" più c... rispetto alla media (la parola è "condizionata").

Definizione di sarcasmo

Sarcasmo è un termine che deriva dal latino sarcasmus, sebbene la sua origine più distante si trova nella lingua greca. L'etimologia della parola può essere tradotto come "tagliare o mordere un pezzo di carne".
Il concetto significa qualsiasi scherzo crudele ed amaro il reato o maltrattare qualcuno o qualcosa, perché la sua origine è relativo a "mordere la carne" (la vittima umana del commento sarcastico).
Sarcasmo è una sorta di ironia o scherzo. Esso utilizza umorismo con ingegno, ma è dannoso nella misura in cui esso è destinato a ferire il destinatario. Sarcasmo può essere espressa in modo evidente o dalla critica indiretta o a scomparsa.
Nel linguaggio orale, sarcasmo si basa su una speciale intonazione. Ad esempio: "in effetti, è un vero genio" può essere una frase sincera che cerca di rendere lode al destinatario o suggerire esattamente l'opposto. Nel secondo caso, è quindi un commento sarcastico.
' Andare, continuando a parlare, si 'intéresses' è un altro commento che può essere detto con sarcasmo quando si vuole far capire al suo recettore che non prestare attenzione a quello che dice ed è meglio tacere.
A volte, come ironia, sarcasmo è così sottile che il ricevitore non è in grado di catturare il messaggio celato, soprattutto quando c'è differenze culturali o generazionale tra gli interlocutori.
Comunicazioni scritte, a sua volta, rendere più esplicito sarcasmo mediante l'uso di virgolette o lettere maiuscole: "quello che 'buon umore' hai questa mattina", "il prezzo era una grande impresa da parte vostra.

RICERCA PERSONALIZZATA

Ricerca personalizzata