RICERCA PERSONALIZZATA

Ricerca personalizzata

Stereotipo… Empatia… Catena Alimentare… Problema… Identità… Definizione e Significato

ADS


Dizionario di Definizione, Concetto e Significato di uso quotidiano

Dizionario di uso quotidiano: definizioni, concetti e significati

Definizioni, concetti e significati:

  1. Definizione di stereotipo
  2. Definizione di empatia
  3. Definizione della catena alimentare
  4. Definizione del problema
  5. Definizione dell'identità

Definizione di stereotipo

Uno stereotipo è un'immagine o un'idea fatta ed accettata comunemente da un gruppo o un'azienda, che ha un carattere non modificabile. Originariamente, la parola si riferiva agli snapshot tipografiche eseguendo il cast da una matrice. Nel corso del tempo, la parola è diventato una metafora opinioni generali fatta all'interno di un gruppo che si basa sulle aspettative e sentenze della routine.
Al giorno d'oggi, nel senso più usuale, il concetto di stereotipi si riferisce all'immagine mentale semplificata e con pochi dettagli su un gruppo di persone che condividono certe qualità. Normalmente, la parola è usata in modo negativo o peggiorativo stereotipi del momento sono considerati credenze illogiche che possono essere modificate attraverso l'educazione.
Gli stereotipi più comuni includono diverse asserzioni sui gruppi razziali e le previsioni di comportamento basato su status sociale o ricchezza. In arte e letteratura, gli stereotipi sono istantanee che derivano attraverso personaggi o situazioni prevedibili (ad esempio, si tende a immaginare il diavolo come essendo rosso con le corna e un tridente).
Ci sono molti stereotipi regionali con pregiudizio contro persone provenienti da determinate regioni geografiche. In Argentina, ad esempio, le persone tendono a stereotipo gli spagnoli ai quali lo chiamano "gallego" (galiziano) perché li considerano un po' stupido e lordo. In Francia, la gente chiama infamante cinese "chintoks".
Ci sono molti stereotipi associati con cultura e religione, come quello che ha a che fare con gli ebrei, considerati avaro.

Definizione di empatia

Empatia è identificare sicurezza mentale ed emozionale di una persona in relazione allo stato di anima da qualcun altro. Si chiama anche intelligenza interpersonale, in quanto è un'abilità cognitive per sentirsi in un contesto comune, che una persona può sentire.
Empatia è l'atteggiamento di una persona verso un altro, caratterizzato da un'oggettiva e razionale comprensione intellettuale delle sensazioni di questo sforzo. Di conseguenza, empatia esclude fenomeni affettivi (simpatia, antipatia) e sentenze morali. Empatia è uno degli strumenti che gli psicologi utilizzano nei loro doveri professionali.
Empatia non può essere paragonato al contagio emotivo, poiché essa si verifica quando una persona sperimenta lo stesso stato emotivo di un altro senza mantenere qualsiasi distanza. Queste caratteristiche rendono alcuni ricercatori preferiscono piuttosto riferirsi all'empatia cognitiva, che si basa su un meccanismo neutrale.
In altre parole, empatia descrive la capacità intellettiva di una persona di vivere ciò che gli altri sentono. Questa capacità aiuta a comprendere meglio il comportamento degli altri o il suo modo di prendere decisioni. L'empatia è la capacità di comprendere le esigenze, sentimenti e problemi degli altri, pur mettendosi al loro posto, quindi rispondere correttamente alle loro reazioni emotive.
Per sviluppare empatia, bisogno di una certa classe di intelligenza: è per questo motivo che coloro che soffrono di autismo, sindrome di Asperger o qualche psychopathies (o disordine) non hanno la capacità cognitiva. Empatici persone sono in grado di ascoltare gli altri e capire i loro problemi e le motivazioni.

Definizione della catena alimentare

La catena alimentare o catena trofica è l'insieme delle relazioni di cibo tra produttori, consumatori e decompositori. Infatti, la catena riflette chi mangia cosa (un essere vivente, mangia quello che lo precede nella catena e, a sua volta, mangiato dal seguente).
È quindi di energia che scorre e che inizia con la fotosintesi, e che poi viene trasferito da un organismo a altro attraverso l'alimentazione. La catena alimentare inizia con piante fotosintetiche, che hanno la capacità di creare materia vivente da materia inerte, ragione perché essi sono chiamati i produttori.
Il seguente link catena (livello trofico) sono animali che si nutrono di produttori e portano il nome dei consumatori primari o erbivori. Questi animali sono cibo per carnivori o consumatori secondari.
Per chiudere il canale, abbiamo i batteri e funghi che degradano il materiale organico di piante e animali. Con questa decomposizione, semplici elementi riappaiono, che servono come alimento per le piante.
In una catena alimentare, tutti gli esseri umani vivono sono importanti. Se un anello della catena scomparirà, gli esseri viventi che seguono sono senza cibo. Inoltre, la popolazione della specie che si verificano al livello trofico inferiore (appena prima l'anello mancante) alla fine diventata profusa o sbilanciato (sovrappopolato) dato che queste specie avrà più predatori. Ecco perché è molto importante proteggere gli ecosistemi e tutti i loro membri.

Definizione del problema

Un problema è una situazione o un argomento che richiede una soluzione. Socialmente, è una situazione particolare che, dal momento in cui è stato risolto, è vantaggioso per la società (ad esempio, riuscire ad abbassare il tasso o la povertà di un paese).
Dopo filosofia, un problema è qualcosa che disturba la pace e l'armonia di questi o quelli che hanno. Per religione, un problema può essere una contraddizione tra i dogmi (come è possibile che un omnibenevole e Dio Onnipotente può permettere la sofferenza di esistere?).
Per le scienze matematiche, un problema è una domanda sugli oggetti e strutture che richiedono una spiegazione e dimostrazione. In altre parole, un problema matematico è quello di trovare una particolare entità matematiche che possono soddisfare le condizioni del problema. Problemi di matematica possono essere geometrica, algebrica e non-algoritmico calcolo.
D'altra parte, il cosiddetto problema educativo per l'esercizio del ragionamento può essere risolto utilizzando la matematica e la logica. Così, un problema di questo tipo deve aspettarsi di tre elementi fondamentali: i dati necessari a risolvere (sempre espliciti), il metodo o il rapporto tra i dati (che sono ciò che lo studente dovrebbe controllare) e il risultato atteso (che si raggiunge dopo aver seguito alcune regole di ragionamento e ipotesi o supposizioni derivanti da dati).
In generale, i problemi educativi sono matematica e vengono utilizzati in tutti i livelli educativi per imparare ad associare le situazioni del mondo reale con il linguaggio astratto della matematica e di ragionare logicamente.
Per risolvere qualsiasi tipo di problema matematico insegnamento, egli y invece di seguire tre regole essenziali: capire che cosa è chiesto, astraendo il problema (trovare un'espressione matematica che può rappresentare il problema e risolverlo) e capire che cosa significa il risultato.

Definizione dell'identità

Dal latino identĭtas, l'identità è l'insieme di tratti di un individuo o una comunità. Queste funzionalità caratterizzano la persona o la Comunità rispetto a altra. Ad esempio: ' lo Scotch è parte dell'identità scozzese ',' una persona ha il diritto di conoscere il suo passato per difendere la propria identità.
D'altra parte, l'identità è la coscienza che una persona ha di sé e lo rende diverso dagli altri. Anche se i tratti che costituiscono identità sono ereditati o innata, centrocampista ha l'influenza sulla conformazione della specificità di ogni persona. È per questo motivo possiamo dire che una persona "sta cercando la sua identità" per intenderci.
In questo senso, l'idea di identità è associato a qualcosa che è pulito, una realtà interiore che può rimanere nascosta dietro gli atteggiamenti o comportamenti che, in realtà, non sono specifici per la persona: "ho messo da parte la mia identità e ho iniziato ad accettare le attività che non mi piace e con cui non ho nulla in comune.
Il concetto di identità di genere si riferisce al concetto di auto di una persona su sessualità e sesso (o genere) a fiorire all'interno della vita sociale. Il concetto riguarda la dimensione biologica dell'essere umano con l'aspetto culturale e la libertà di scelta.
Identità algebrica significa uguaglianza tra espressioni algebriche che avviene sempre da qualsiasi valore delle variabili coinvolte: xM + xN = x (M + N) è un'identità perché indipendentemente dai valori punto assegnati alle variabili, l'uguaglianza è sempre vera.

RICERCA PERSONALIZZATA

Ricerca personalizzata