Passa ai contenuti principali

Evento… Sconcerto… Abuso… Euforia… Oratorio… Definizione e Significato


Dizionario di Definizione, Concetto e Significato di uso quotidiano

Dizionario di uso quotidiano: definizioni, concetti e significati

Definizioni, concetti e significati:

  1. Definizione di evento
  2. Definizione di sconcerto
  3. Definizione di abuso
  4. Definizione di euforia
  5. Definizione di Oratorio

Definizione di evento

L'evento termine si basa sul latino evenire (accadere) e accetta diversi significati. È, ad esempio, un dato di fatto, che può essere sociale, artistico o buona sportività, che è previsto o che è necessaria per prendere posto: "Evento di questa sera, saremo presenti il duello tra le due squadre migliori del campionato", "nessun evento particolare è prevista per il mese di febbraio", "il concerto dei Rolling Stones è l'evento più importante dell'anno." , "I biglietti per l'evento di venerdì ora sono esauriti.
Questo significato come esso contraddice la definizione di come cosa inaspettata o un evento che può avvenire anche se non è sicuro. Una possibilità è ciò che è non stato previsto/programmato mentre un evento è programmato in anticipo.
Inoltre, un evento è un marchio di garanzia delle notizie ("giornalista rivisita gli eventi del giorno") o un fatto di particolare importanza ("questo incontro è stato, senza dubbio, l'evento della sua vita").
Per la scienza, un evento è un fenomeno (un fatto osservabile alla volta) o un fatto localizzata e istantaneo, che si verificano in un punto e un tempo determinato.
In matematica, in particolare in relazione alla probabilità, è parte di un universo fatto di quando uno degli eventi si verifica il componente.
Infine, per la psicologia, questo è tutto ciò che è capace di cambiare la realtà interna di in persona.

Definizione di sconcerto

Amodio si riferisce a un disturbo mentale caratterizzato dalla mancanza o dall'indebolimento della volontà o l'inibizione significativa di attività fisica (energia). Si tratta di un'alterazione alla fase preliminare dell'attività di volontariato, dove si sono disturbati il desiderio o la decisione di eseguire un'azione.
Lo sconcerto implica una mancanza di interesse che si riflette nella mancanza di attività e la mancanza di risposte emotive. Nel linguaggio comune, si dice spesso che lo sconcerto è la mancanza di voglia di fare certe cose o la sensazione di volere ma non essere in grado di fare così a causa di mancanza di forza o di debolezza.
Quando una persona soffre di sconcerto, la volontà di agire si sta deteriorando, che è un riflesso di un'indecisione e un senso di impotenza. Il paziente si sente apatia e indifferenza alle domande che di solito gli dà soddisfazione.
Un esempio concreto di sconcerto sarebbe il caso di un individuo che trova che ogni giorno sarebbe meglio che lo stesso giorno; Tuttavia, è limitato per attendere l'arrivo di quel giorno, e durante questo tempo lì, non prende alcuna decisione e non pratica alcuna azione. Questa persona interessata a rimpiangere che se mai sarebbe, convinto che sarebbe stata meglio in un altro tempo qualsiasi per prendere la decisione di svolgere la sua azione.
Secondo la psicologia, la sconcerto possa essere un sintomo di malattia mentale come la depressione, schizofrenia, disturbo bipolare e distimia. Sistema potrebbe addirittura apparire come conseguenza di danno del cervello causato da un incidente o di infezione (come la sifilide).

Definizione di abuso

L'abuso è l'azione e l'effetto di abuso. Questo verbo si riferisce al negativo, eccessivo, ingiusto, uso improprio o sleale di qualcosa o qualcuno.
Prendendo la sua origine dal latino abūsus, il concetto di abuso può essere applicato in modi diversi per formare diversi concetti. Abuso di autorità, ad esempio, è uno ha commesso da un superiore quando esso supera / esagera nell'esercizio delle funzioni nei confronti di un subordinato.
L'abuso di polizia forza si verifica quando una forza di sicurezza come la polizia usato eccessiva violenza quando mettere in pratica la sua attività. Questo termine ha a che fare con l'abuso di potere.
Violazione della fiducia, d'altra parte, rappresenta un'infedeltà condotto da una persona contro una persona che, attraverso la negligenza, mancanza di esperienza o di affinità, avuto fiducia in chi abusa.
Abuso di diritto è un fatto proprio nel modo contrario il proprio scopo e che causa problemi o danni, o addirittura che è dannoso.
Quando nella giusta competenza, una società o un gruppo di benefici di aziende dal suo status come un vantaggio per danneggiare i concorrenti o gli utenti, c'è posto per parlare di abuso di posizione dominante.
L'abuso sessuale è un crimine che è un reato contro la libertà sessuale di una persona, che non dà il suo consenso alla pratica. Quando si utilizza l'abuso della parola stessa, si tratta di disonestà ad una persona il cui potere, la forza o l'esperienza è inferiore (e). Ad esempio: "fu condannato a quattro anni di carcere per aver abusato di un minore.

Definizione di euforia

Il termine euforia deriva da una parola greca che significa "(have the) forzare il supporto. La parola per descrivere la capacità di tollerare il dolore e le avversità in generale.
Tuttavia, l'uso più comune del concetto è associato con la sensazione di benessere. Euforia è raggiungibile grazie ad una grande gioia, un emozione positiva o anche attraverso l'ingestione di un farmaco o addirittura di un farmaco. Naturalmente, l'euforia indotta da sostanze chimiche ha effetti collaterali e pertanto non è vantaggioso per l'individuo.
Ad esempio: "l'euforia di Lionel Messi al suo gol del campionato spostato tutto il pubblico. Questa frase si riferisce al rilievo espresso da grida di gioia, salti e sorrisi che un giocatore potrebbe verificarsi a causa di un obiettivo si propone.
"Euforia alla depressione: manca più di un minuto per la fine della partita, quando il Brasile ha segnato un gol e ha eliminato l'Argentina": questa frase è la prova che l'euforia è uno stato mentale può variare in nessun tempo.
Euforia, in generale, può essere raggiunto quando uno riceve buone notizie: "dal momento in cui la famiglia scoperto che lei aveva vinto il Gran Premio, euforia entrò immediatamente nella loro casa", "le dimissioni del Presidente ha portato l'euforia all'interno i manifestanti si sono riuniti davanti alla casa di governo.

Definizione di Oratorio

Parlare in pubblico è un aggettivo che è derivato dal latino parola oratorĭa, che è legato all'arte di parlare eloquentemente. L'arte oratoria è progettato per convincere; non si deve confondere con didattica (che cerca di insegnare e trasmettere la conoscenza) o poesia (il cui scopo è di fornire piacere attraverso l'estetica).
L'arte oratoria è quindi di convincere la gente ad agire in un modo particolare o di prendere una decisione. Ad esempio: ' l'Oratorio del commesso mi ha convinto, e ho finito per portare tre paia di scarpe, ' mio zio è molto dotato in oratorio, che è il motivo per cui si sta lavorando nel campo delle pubbliche relazioni.
È difficile specificare la data esatta in cui l'arte oratoria è spuntato come un'arte di parlare in pubblico. Gli storici ritengono che le sue origini come una tecnica del discorso sono in Sicilia ben qualunque sia i greci hanno allevato come uno strumento di prestigio e potere politico.
Socrate, per esempio, era il fondatore di una scuola di oratorio in Atene che ha cercato di formare uomini istruiti e guidati da ideali etici per garantire lo stato di avanzamento dello stato. D'altra parte, alcuni funzionari hanno utilizzato i servizi di logographes (quelli che hanno redatto il discorso).
I Romani, aggiornato troppo, Oratorio pur avendo perso la sua utilità politica nei confronti di un contesto dominato unilateralmente dall'imperatore. Nel corso del tempo, l'arte oratoria è estesa in molti generi. Questa tecnica è stata adottata sia dalla politica (per convincere gli elettori) che nel quadro giuridico (per presentare memorie) e business (per promuovere le vendite).

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…