Passa ai contenuti principali

Capitale… Essere Vivente… Ortografia… Frutta… Epidemia… Definizione e Significato


Dizionario di Definizione, Concetto e Significato di uso quotidiano

Dizionario di uso quotidiano: definizioni, concetti e significati

Definizioni, concetti e significati:

  1. Definizione di capitale
  2. Definizione di essere vivente
  3. Definizione di ortografia
  4. Definizione di frutta
  5. Definizione di epidemia

Definizione di capitale

La capitale di parola viene dal latino capitālis, che a sua volta deriva dalla parola caput ("testa"). È quindi del tutto ciò che appartiene o è relativo alla testa.
Nel cristianesimo, i peccati sono quelli che sono l'inizio (testa) degli altri, come la lussuria, gola, accidia, avarizia, ira, invidia e orgoglio.
D'altra parte, significa pena capitale (anche chiamato pena di morte) l'esecuzione di una persona condannata dalle autorità competenti. Questa penalità viene applicata come una punizione per un crimine considerato grave, come un reato aggravato (o qualificati).
Nel campo dell'economia, la capitale è uno dei fattori di produzione (lavoro e la terra). In generale, il termine è usato per designare una quantità di denaro che può essere prestato o investito/luogo: ' I ha un capitale di 10.000 dollari per primo investimento», «per il momento, il capitale della società è limitato a € 50.000, non di più»
Come aggettivo, capitale viene utilizzato per descrivere tutto ciò che è essenziale o importante.
Infine, la 'capitale' ('Das Kapital', in tedesco) è un libro di Karl Marx, che è anche il lavoro del marxismo, dedicato alla critica dell'economia politica. Nella vita, Marx è riuscito a pubblicare solo una singola parte (il primo volume), nel 1867 in particolare. Altri due libri sono stati pubblicati dal suo amico Friedrich Engels tra il 1885 e il 1894 e il collaboratore basato sui propri manoscritti di Marx.

Definizione di essere vivente

Un essere nasce un'alta complessità, crescendo, vivente che è in grado di riprodurre e muore. Queste organizzazioni sono formate da una grande quantità di atomi e molecole che costituiscono una struttura organizzata in costante collegamento con il centrocampista.
Gli esseri umani vivono il lavoro da soli senza perdere la loro condizione strutturale fino alla loro morte. Tutti questi esseri costituiti da celle, all'interno del quale si verificano diverse sequenze di reazioni chimiche che sono catalizzate da enzimi.
Ci sono parecchie caratteristiche che distinguono gli esseri umani vivono di materia inerte. L'organizzazione (dalle cellule, che sono la loro unità di base), l'omeostasi (equilibrio interno), metabolismo (conversione di energia in sostanze nutritive), irritabilità (risposta a stimoli esterni), adattamento (vita della specie si evolvono per adattarsi all'ambiente / nel mezzo), sviluppo (aumento delle dimensioni) e riproduzione (la capacità di produrre simili copie di se stessi, o sessualmente o asessualmente) sono alcune delle proprietà degli esseri umani vivi.
Altri tipi di entità condividono alcune di queste caratteristiche, ma non tutti. Virus, inoltre, hanno un alto grado di organizzazione e può riprodurre, anche se non hanno alcun metabolismo e che non sviluppano.
I taxa che classificano le specie di esseri dal vivo sono Archaea (organismi procariotici che hanno determinate caratteristiche), batteri (tipici organismi procarioti), protozoi (organismi eucarioti unicellulari solitamente), funghi (organismi eucariotici che eseguono digestione esterna del loro cibo), piante (autotrofi e solitamente multicellulari eucarioti) e animale (eucarioti, pluricellulari, eterotrofi e generalmente in grado di locomozione).

Definizione di ortografia

Dal latino orthographĭa, l'ortografia è l'insieme di regole e usi definiti come standard per scrivere le parole. È parte della grammatica normativa poiché stabilisce le regole per un uso corretto delle lettere e dei segni di punteggiatura.
L'ortografia è nata da un accordo accettato da una comunità linguistica per mantenere l'unità della lingua scritta. L'istituzione a cui appartiene per regolare queste norme è l'Accademia della lingua.
Le regole di ortografia, in generale, hanno alcun rapporto diretto con la comprensione del testo in questione. Ad esempio: se una persona che capisce la lingua francese legge una frase del tipo "questo akteur a. plin competenze." Il mio ero. «in linea di principio non avranno problemi a leggere. Tuttavia, la frase ha errori ortografici. Dovrebbe essere scritto "questo attore un sacco di abilità. È il mio eroe.
Ortografia in realtà aiuta a standardizzare una lingua, che è importante quando ci sono vari dialetti nello stesso territorio. Fa anche parte delle materie insegnate nella scuola.
In alcune lingue, l'ortografia di base suoi standard su fonemi (i suoni delle astrazioni mentali lingua). Questo è il caso, ad esempio, spagnolo e le lingue dei paesi di romanticismo. In altre lingue, tuttavia, come il francese, questo è il etymologist corrente prevalente (vale a dire l'origine delle parole), che è una situazione che provoca alcune discrepanze tra la scrittura e la pronuncia delle parole.
Molti famosi scrittori cercarono l'abolizione o almeno la semplificazione delle regole di ortografia. Premio Nobel colombiano Gabriel Garcia Marquez è uno di loro.

Definizione di frutta

Il frutto è un prodotto commestibile ottenuto da certe piante coltivate o selvatiche. La maggior parte del tempo, si è mangiato come dessert (vale a dire, alla fine del pasto), come pure cucinato fresco. In generale, i frutti vengono mangiati quando sono maturi. Inoltre, è possibile fare succhi di frutta, marmellate e composte di frutta.
I frutti hanno una buona percentuale di acqua (fino al 95%), sono ricchi di vitamine e minerali e contengono poche calorie. Questo cibo è quindi ideale per coloro che desiderano mantenere la linea e anche a perdere peso, mentre includerlo nella loro dieta, poiché apporta nutrienti e non cresce.
È possibile classificare i frutti in diverse categorie. C'è frutta, la pelle è dura e l'interno è carnoso (come mele cotogne o pesca); Pomacee (mela o pera); la piccola frutta e bacche (fichi o fragole); frutta a guscio (noci, per esempio) e frutta tropicale (banane o Mango).
D'altra parte, ci sono essere distinto da frutta fresca (quelli che mangiate subito o pochi giorni dopo avere stato scelto) e frutta secca (coloro che sono sottoposti ad un processo di essiccazione e vengono consumati parecchi mesi dopo la loro raccolta).
Significa Frutta citrica il frutto che ha un alto contenuto acido citrico e vitamina C, e che ha un sapore acidulo. Arancio, limone e pompelmo è alcuni esempi di agrumi.
Frutti di bosco, d'altra parte, sono piccoli frutti che crescono negli arbusti del boschivi. Lampone e mirtillo sono frutti del bosco.

Definizione di epidemia

Un'epidemia è una malattia che si diffonde per un po ' in una zona geografica determinata e che colpisce un gran numero di persone allo stesso tempo. È un concetto usato nel campo della salute della Comunità per riferirsi al fatto che la malattia raggiunge un più elevato del previsto quantità di persone.
Ciò implica l'esistenza di livelli di impatto che sono considerati normali per una malattia. Tuttavia, gli specialisti si aspettano che un numero di persone è colpite in un dato momento. Quando questo numero di pazienti supera la media, ci sono poi invece di parlare di epidemia (vale a dire casi reali sono più numerosi di quelli programmati).
Epidemiologia è le epidemie analizzando disciplina scientifica. Gli epidemiologi sono dedicati allo studio della distribuzione, frequenza e tutto per determinare i fattori connessi con la malattia in una comunità umana. Detto questo, epidemiologia raccoglie medicina e i principi dei concetti di scienza sociale per aiutare il controllo delle malattie e per predire il potenziale accesso epidemiologico.
Quando l'epidemia si sta diffondendo in diversi paesi, si trasforma poi in una pandemia. In realtà, l'origine etimologica della parola significa «malattia della popolazione». La pandemia tende a verificarsi contro l'emergere di un nuovo virus (per cui non esiste alcun tipo di immunità per ora).
Inoltre, quando l'epidemia persiste sulla stessa area per un periodo prolungato di tempo, è un endemico. È il caso di malaria in diversi paesi africani.

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…