RICERCA PERSONALIZZATA

Ricerca personalizzata

Significato e Definizione di umiltà

ADS

L'umiltà è la virtù che è quello di conoscere le proprie limitazioni e debolezze e agire sulla base di questo riconoscimento. Il termine deriva dalla parola latina humilĭtas. È piuttosto che dire che l'umiltà è la mancanza di orgoglio. È unico per gente modesta, che non si sentono più importante o meglio di chiunque altro malgrado i loro successi. Ad esempio: "il campione di ultimo grande Slam a quel tempo ha dimostrato essere umile giocando palla per due ore con i bambini che si avvicinavano la fase '," la stella di Hollywood ha ostenta la sua umiltà saluto ciascuno dei presenti ","l'umiltà non è veramente unica di questo cantante, che non smettere di criticare suoi musicisti.
Le religioni tendono ad associare l'umiltà con il riconoscimento della superiorità divina. Tutti gli esseri umani gli esseri umani sono uguali agli occhi di Dio e devono agire come tale. Per il buddismo, l'umiltà è la coscienza sopra il percorso da seguire per la sofferenza.
In filosofia, Immanuel Kant dice che l'umiltà è la virtù centrale della vita dal momento che porta un punto di vista della moralità. Per Friedrich Nietzsche, d'altra parte, umiltà è una virtù falsa che nasconde le delusioni che qualcuno sta cercando di nascondere al suo interno.
Di là delle differenze di concetto, le persone tendono a condividere la loro visione di umiltà come essendo la funzione causa persone agire senza proclamano i loro risultati. Ciò significa che, ad esempio, se un uomo gioca bene a calcio e lui è umile, egli non deve partecipare l'altro come il "miglior giocatore" o "il giocatore che fa sempre la differenza grazie al suo talento," per esempio.

RICERCA PERSONALIZZATA

Ricerca personalizzata