Significato e Definizione della proprietà

Proprietà è il plurale della proprietà di parola, che deriva dal termine latino decreti bene. È possibile indicare tre usi principali di questo concetto: molto filosofico, economico legale buono e ben. In filosofia, la proprietà è la nozione di contraddittorio contro il male. È un valore tautologico concesso all'azione di un individuo. Il bene è ciò che è desiderabile, per così dire, anche se ogni persona vuole esattamente la stessa cosa. In altre parole, ciò che è buono per qualcuno potrebbe non essere per qualcuno da un altro.
Beni economici, in relazione ad essi, sono risorse (resources) raro/limitato che si acquista in un negozio in cambio del loro pagamento a un prezzo prestabilito. Essi possono essere tangibili o intangibili. Tuttavia, tutti i beni economici hanno valore e sono suscettibili di essere valutati in termini monetari.
Esistono diverse classificazioni per attività economiche: conserveremo i beni mobili (che possono essere commercializzati a livello nazionale e internazionale), immobiliare (che non possono essere consumate o utilizzate nel contesto dell'economia in cui sono prodotte. Se, ad esempio: una casa), beni complementari (con una tendenza a essere utilizzati insieme, come automobili e benzina / gasolio), attività alternative (che sono in concorrenza sul mercato, come burro e margarina), beni di consumo (non progettati per produrre altri beni o servizi) e beni capitali (fattori di produzione destinati alla produzione di beni di consumo) , degli altri.
Infine, non c'è menzione che merci legali sono quelli che in realtà sono protetti dalla legge. È importante chiarire che l'interesse sociale è non un bene giuridico in quanto non è protetto dalla legge.