Significato e Definizione della sintassi

La parola sintassi deriva da syntaxis di Latino di parola che, a sua volta, è preso in prestito da un termine greco che significa "ordine/organizzazione. È parte della grammatica, che insegna a organizzare e raccogliere le parole per esprimere concetti e frasi di forma. In informatica, la sintassi è l'insieme di regole che definiscono la sequenza di elementi di un linguaggio di programmazione. Oltre la disposizione delle parole e la costruzione delle proposte nella frase secondo le regole della grammatica, come quel ramo appartenenti al campo della linguistica, sintassi sta studiando le stesse regole di costruzione di parole e frasi.
DEL filologo e linguista americano Leonard Bloomfield (1887-1949), che è uno dei maestri della linguistica formale e che considera i fatti della lingua dal punto di vista del comportamento, la sintassi è lo studio delle forme libero. Qualsiasi forma che possa formare un'istruzione è un disegno a mano libera. La frase è che la massima forma libera non può essere parte di una forma linguistica più grande. Questa nozione è parte della linguistica strutturale americana. La parola è la forma libera minima, vale a dire l'istruzione del frammento (costituente sintattico) più.
L'attuale paradigma della scienza ritiene la grammatica generativa basata sull'analisi della sintassi, come costituente lingua naturale primitiva e fondamentale.
Inoltre, verranno conservati che analisi sintattica di una frase per cercare il verbo in una frase, per distinguere il sostantivo (cui kernel è un nome: il soggetto) della frase (il nucleo è un verbo e che occupa nella frase funzione predicativa). Per fare questo, una volta che la parola si trova, desidera sapere che esegue l'azione. La risposta è il soggetto, mentre il resto è il predicato.