RICERCA PERSONALIZZATA

Ricerca personalizzata

Significato e Definizione dell'omeostasi

ADS

L'omeostasi è l'insieme di proprietà di controllo dei parametri ora consistenza e la composizione dell'ambiente interno del corpo. Il concetto è stato creato dal fisiologo americano Walter Bradford Cannon (1871-1945). Questo termine si estende alla biologia per denotare la caratteristica di qualsiasi tipo di sistema, aperto o chiuso, permettendo così di regolare l'ambiente interno per mantenere una condizione stabile. Stabilità rende possibile tramite vari meccanismi di regolazione e delle regolazioni dinamiche diverse.
L'omeostasi è uno dei più importanti principi di fisiologia, dato che se questa funzione non riesce, potrebbe causare un malfunzionamento degli organi diversi.
L'omeostasi biologica è quindi una dinamica equilibrata che si ottiene attraverso continui cambiamenti per mantenere il risultato del tutto. Questo processo include il controllo dei valori di energia per essere normale: nel caso in cui un valore è fuori dalla norma, parecchi meccanismi vengono attivati per compensare.
L'omeostasi del corpo dipende dall'ambiente interno (con la produzione e l'eliminazione di determinate sostanze, ad esempio attraverso le urine) e l'ambiente esterno (il rapporto tra gli esseri viventi e l'ambiente).
D'altra parte, l'omeostasi psicologica si svolge attraverso l'equilibrio tra le esigenze e la soddisfazione. Quando i bisogni non sono soddisfatti, si verifica uno squilibrio interno. Il soggetto cerca di raggiungere l'equilibrio di guida (comportamento) fornito per soddisfare tali esigenze.
Quindi l'omeostasi cibernetico è la capacità di un sistema cibernetico di mantenere determinate variabili entro certi limiti.

RICERCA PERSONALIZZATA

Ricerca personalizzata