Sepoltura > Origini e storia

Book of the Dead (Jon Bodsworth)

dei morti è l'atto di mettere il cadavere di una persona morta in una costruita per tale scopo o in una scavata nella terra. Nelle culture come , tombe e tombe sono state scavate nel terreno nell'aspettativa che l'anima dell'individuo così seppellito sarebbe raggiungere più facilmente l'aldilà che era probabilmente esistono sottoterra. Graves nelle culture del mondo antico erano solitamente contrassegnato da una pietra recanti somiglianza e il nome della persona o di una tomba elaborata come (le ) o le tombe a tholos della o Dolmen, tombe di passaggio e cairns di pietra come quelli trovati in e . Qualunque tipo di tomba, o tomba fu costruito, tuttavia, è stata sottolineata l'importanza della corretta sepoltura dei morti di tutte le antiche culture e i riti che accompagnano la sepoltura erano tra i più elaborati e significativo in molte culture antiche. Sepoltura dei morti nel terreno è stata ricondotta oltre 100.000 anni di , come dimostra la tomba di Qafzeh in , una tomba di gruppo di 15 persone, seppellito in una grotta insieme a loro strumenti e altri elementi rituali. Il più in anticipo di tomba scoperti finora in è quella della signora rosso del Galles che è 29.000 anni.

Pratiche di sepoltura in Mesopotamia

Sepoltura in Mesopotamia ha cominciato c. 5000 A.C. antichi dove cibo e strumenti sono stati sepolti con i morti. Secondo lo storico Durant, "i credevano in un aldilà. Ma come i greci hanno immaginato l'altro mondo come dimora scura delle ombre miserabile, a cui tutti i morti disceso indiscriminatamente"e che la terra dei morti era sotto la terra (128). Per questo motivo, sembra, tombe sono state costruite nel terreno per fornire il defunto con l'accesso più facile al mondo nether. Tutta la Mesopotamia coloro che non erano royalty sono stati sepolti sotto la casa di famiglia o accanto ad essa, affinché la tomba potrebbe essere mantenuta regolarmente. Se una persona non è stato sepolto correttamente potrebbe ritornano come un per perseguitare i vivi. Questo ossessionante potrebbe prendere la forma familiare da popolare storie di fantasmi o film dove uno spirito disincarnato causa problemi in casa o, più seriamente, come una forma di possesso in cui lo spirito ha sottoscritto l'individuo attraverso l'orecchio e wreaked havoc sulla propria vita personale e la salute. Cremazione era comune in tutta Mesopotamia a causa della scarsità di legno ma, anche se il combustibile per il fuoco fosse stata disponibile, i mesopotamici credevano che il luogo adatto per le anime dei morti fosse nel mondo nether della dea Ereshkigal e non nel Regno degli dèi. Se uno venivano cremato, si pensava, anima ascese cielo-ward verso la casa dei e, come un'anima umana, non sarebbe a casa lì. Era molto più adatto per di uno anima a scendere negli inferi con altre anime umane. Regione della Mesopotamia, che è venuto essere conosciuto come si credeva che i morti "è andato ad un regno oscuro e ombroso entro le viscere della terra, e nessuno di loro ha visto la luce ancora una volta" (Durant, 240). In Babilonia che i morti erano:
sepolto a volte, alcuni furono cremati e i loro resti sono stati conservati in urne. Il cadavere non è stato imbalsamato, ma professionale lutto lavato e profumato, rivestito di presentably, dipinto le sue guance, scurito le sue palpebre, mettere gli anelli su sue dita e dotato di un cambio di biancheria. (Durant, 240).
Questo processo di sepoltura sarà sviluppato ulteriormente dagli egiziani.

Egpytian Sarcophagus

Sarcofago di egpytian

Sepoltura in Egitto

In Egitto che i morti venivano sepolti anche sottoterra e, notoriamente, il grande piramidi d'Egitto:
... erano tombe, discendenti lineally da più primitiva di tumuli funerari. Apparentemente il ha creduto, come qualsiasi uomo comune tra il suo popolo, che ogni corpo vivente era abitata da un [Spirito] che hanno bisogno di non morire con il respiro... La , di sua altezza, la sua forma e la sua posizione, ha cercato la stabilità come mezzo di immortalità. (Durant, 148).
Per il più "comune" degli egiziani, tuttavia, una tomba nella terra (con altrettanti usciabti bambole come una famiglia poteva permettersi di fornire per uso nell'aldilà) era il consueto luogo di riposo finale. Pratiche di sepoltura in Egitto esteso agli animali domestici di uno ed ha registrato come, in una casa egiziana che ha perso un gatto, la famiglia sarebbe radersi le sopracciglia e osservare un periodo di lutto alla pari con la morte di un essere umano. Per gli egiziani comuni e di canoni, sacri incantesimi dal lavoro conosciuto come il libro egiziano dei morti sono stati recitati al fine di orientare l'anima verso la sala della verità e il giudizio del grande dio Osiris. Osiris peserebbe quindi il cuore del defunto contro la piuma bianca di Maat (verità e armonia) e, se il cuore è stato trovato più la piuma leggero, uno è stato dato il passaggio verso il campo di canne, il paradiso egiziano che era un'immagine di specchio eterna della vita sulla terra. Se il cuore è stato trovato per essere più pesante della piuma di Maat, tuttavia, è stato gettato a terra dove è stato mangiato da Dio Raffaele e l'anima dell'individuo quindi cessò di esistere. Nell'antico Egitto, inesistenza era la punizione peggiore che si possa immaginare. La tradizione egiziana dai reali di creare grandi monumenti e tombe inscritto con le loro azioni è stata osservata per assicurarsi che il sovrano non sarebbe stato dimenticato dai vivi e così avrebbe continuato ad esistere sulla terra anche dopo la morte. Per cancellare la memoria sulla terra era di cancellare di uno immortalità e questo Tuthmoses III, che vandalizzato lo statuario pubblico della Regina , lasciato quei monumenti a lei, che erano fuori intatta agli occhi del pubblico. Egli può avere voluto scoraggiare altre donne da seguendo l'esempio di Hatshepsut in futuro ma non ha voluto condannarla alla non esistenza, rimuovendo ogni traccia del suo nome e le azioni.

Treasury of Atreus, Mycenae

Tesoro di Atreo, Mycenae

Rituali di sepoltura in Grecia

Antica Grecia anche impiegato sepoltura sotto la terra e, come sottolineato in precedenza da Durant, ha continuato la tradizione della post-vita esistente sotto la terra. Gli antichi greci (magari seguendo una tradizione egiziana) fatto in modo di fornire i loro morti con pietre accuratamente scolpite per ricordare i vivi che i defunti erano e cosa onori erano ancora dovuti loro. Ricordo dei morti era un dovere civico e religioso molto importante, non semplicemente una preoccupazione personale ed è stata dettata secondo il concetto di eusebia che, anche se spesso tradotta in inglese come 'pietà', era molto più vicina al 'dovere civico' o 'obbligo sociale'. Eusebia dettato come uno deve interagire con i social superiori, come i giovani trattati loro anziani, come maestri interagito con schiavi e come mariti trattato le loro mogli. È stato esteso, anche se elevato al concetto di housia (santità) a di uno rapporto con la divinità. Diversi -stati osservati i propri riti di sepoltura particolari ma l'unico aspetto che tutti avevano in comune era il costante ricordo dei morti e, soprattutto, i loro nomi. Figli sono stati nominati per il loro padre padre e figlie per di loro madre al fine di preservare la memoria di quell'individuo (per fare un esempio, figlio di , Nichomachus, è stato nominato per il padre di Aristotele). Se sepolto in una tomba elaborata o in una semplice tomba, i greci mantenuto che i morti devono essere continuamente ricordati e rispettati in ordine per le loro anime continuare ad esistere nell'aldilà.

The Temple of Kukulcan (El Castillo) at Chichen Itza

Il Tempio di Kukulcan (El Castillo) a Chichén Itzá

Rituali di sepoltura

I Maya hanno visto la vita dopo la morte come un lugubre mondo irto di pericolo e tenebre e loro riti di sepoltura centrati sul dirigere l'anima nella strada giusta verso la libertà dagli inferi. I morti venivano sepolti con mais disposto nella loro bocca, come un simbolo della rinascita della loro anima e, inoltre, come nutrimento per il viaggio dell'anima attraverso le terre scure di (mondo nether, noto anche come Metnal). Gli organismi sono stati posizionati nelle tombe sotterranee, come in Mesopotamia, per consentire un facile accesso a Xibalba e sono stati stati allineati secondo le indicazioni del paradiso Maya (Nord o ovest). Come il colore rosso è stato associato con la morte, cadaveri furono sepolti con le scaglie del rosso cinabro minerale e quindi erano avvolti in cotone per la sepoltura. L'aldilà Maya era un posto terrificante dei demoni che potrebbe come facilmente danno uno come aiutare uno nel viaggio dell'anima verso il paradiso e forse il cinabro è stato pensato per mascherare l'anima come uno di questi spiriti infernali e così aiutare l'individuo nel loro cammino attraverso l'aldilà. Tutti coloro che è morto disceso nelle tenebre di Xibalba ad eccezione di quelli che morivano di parto, in , nel sacrificio, o di suicidio. 'Sacrificio' incluso morte sostenuti durante il gioco del gioco della palla Pok-a-Tok, considerato il gioco degli dèi. Tuttavia uno è morto, i riti di sepoltura sono stati più o meno lo stesso, tranne, naturalmente, per re e nobiltà.

Riti di sepoltura in

Nell'antica India, come nel corso della storia dell'India, cremazione era pratica usuale nel preoccuparsi per i morti. Durant, scrive, "nei giorni del all'esposizione di Zoroastrian del cadavere ai rapaci era il modo usuale di partenza; ma persone di distinzione sono state bruciate, dopo la morte, su una pira, e le ceneri furono sepolte sotto un superiore o – vale a dire, un santuario memoriale. Negli ultimi giorni della cremazione è diventato il privilegio di ogni uomo; ogni notte uno potrebbe vedere fascine riuniti insieme per la masterizzazione dei morti"(501). Anche così, che non era l'unico mezzo attraverso il quale i morti venivano inviati in Regno successiva. Si è anche registrato che gli anziani spesso sceglierebbe di avere loro stessi remato fuori nel bel mezzo del fiume , dove avrebbe poi lanciarsi nell'acqua sacra ed essere spazzati via.

Roman Sarcophagus

Sarcofago romano

Abitudini di sepoltura

Secondo Durant, "Suicidio sotto determinate condizioni ha trovato sempre più approvazione in Oriente che in Occidente" ma, come in India e con i Maya, i Romani onorato anche coloro che si sono uccisi come credevano che fosse preferibile a vergogna e disonore. La credenza romana nella presenza continua dei propri antenati nella propria vita ha incoraggiato la pratica di prendere la propria vita al fine di evitare la vergogna associandosi a nome della famiglia. Non c'era, di conseguenza, differenza, in pre-Cristiano , nella sepoltura di un suicidio e uno che è morto con altri mezzi. Le pratiche di sepoltura romane hanno avvenuto sempre di notte al fine di evitare interruzioni delle attività quotidiane della città. Un corteo funebre iniziò nella città e finì fuori le mura al cimitero. Al fine di mantenere il confine tra i vivi e i morti (e anche, senza dubbio, semplicemente per le preoccupazioni di salute) nessuno poteva essere sepolto all'interno della città. Il cadavere fu poi sia bruciato e le ceneri raccolte in un'urna, o sepolto in una tomba. Così importante era la sepoltura dei morti per i Romani che associazioni di funerale, noti come collegia, erano comuni nei quali membri pagavano le quote mensili per assicurarsi che i loro riti funebri verrebbe eseguiti in conformità con la tradizione e il loro status nella Comunità.

Riti di sepoltura cinesi

La pratica cinese di sepoltura, non importa quale epoca o dinastia, inclusi cerimonie rituali e l'inclusione di beni personali nella tomba o tomba del defunto. Gli elementi di particolari seppelliti con i morti è cambiati con le dinastie e il passare del tempo, ma la fede in una vita ultraterrena che era molto molto simile esistenza terrena (simile al concetto egiziano in molti modi) mantenuto che i morti avrebbero bisogno loro oggetti preferiti, come pure le cose di valore, in altro mondo. Secondo il British Museum, "pratiche di sepoltura cinese avevano due componenti principali: tombe e loro contenuto e le cerimonie per onorare i morti, eseguita nei templi e nelle sale di offerta dai loro parenti." La tomba del primo imperatore della , Qin , è l'esempio più famoso di cinese pratiche di sepoltura nel mondo antico. Tomba di Shi Huangti è stato progettato per simbolizzare il Regno ha presieduto nella vita e tutto che avrebbe bisogno incluso nel prossimo - tra cui un esercito di terracotta di oltre 8.000 uomini - e i riti osservati al suo funerale erano versioni elaborate di quelle comuni in tutta la Cina. Nel villaggio di Neo-litico di Banpo, ad esempio, persone sono stati sepolti in tombe singole c. 5000 A.C. insieme ai loro possedimenti e strumenti. Non è noto quali rituali possono hanno accompagnato questi prime sepolture. Più tardi, tuttavia, come propri antenati sono stati considerati un'influenza importante sulla propria vita e la loro esistenza nell'aldilà una certezza, preghiere sono stati offerti sia a coloro che erano andati prima e al principio di armonia divina di aiutare la persona morta nel passaggio da questo mondo alla successiva.

Balnuaran of Clava

Balnuaran di Clava

Sepoltura in Scozia & Irlanda

Pratiche di sepoltura in Scozia e Irlanda erano notevolmente simili fin dall'inizio in quanto entrambe le culture costruirono cairns, dolmen e tombe di passaggio per ospitare i loro morti. Non è noto quali riti precisi sono stati effettuati ai funerali nell'antica Scozia o Irlanda, perché non c'è nessuna testimonianza scritta del presente procedimento. Sembra quella sepoltura in cairns al almeno 4000 A.C. mentre la sepoltura in tombe diventa più comune c.2000 A.C.. Bare di legno appaiono anche nell'intervallo 2000 A.C. insieme a beni personali seppellito con i morti. Come tanti cairns furono saccheggiate nel corso dei secoli, qualunque cosa può avere sepolto nella sepoltura è stato realizzato molto tempo fa lontano da loro. Tombe più modeste che tiene i morti in bare o sarcofagi erano più spesso trascurati dai saccheggiatori e così il loro contenuto rimane meglio conservati. In queste culture, come in altri, è prevalso una credenza nella sopravvivenza dell'anima dopo la morte e, mentre i loro riti precisi non sono noti, più probabilmente erano simili a quelle di altre culture e incluso preghiere e suppliche a potenze superiori per gli aiuti nel cammino del defunto. Anche se non c'è nessuna testimonianza scritta di una credenza nella vita dopo la morte da queste culture, il cairns, dolmen e tombe di passaggio si attestano a questa credenza nella loro costruzione e orientamento con indicazioni astrologiche ed eventi. Con l'avvento del in Irlanda e, quindi, Scozia, i riti di sepoltura è diventato cristianizzati e sono noti attraverso la testimonianza scritta. Anche se Cristo si rivolgeva quindi come l'aumento della potenza che comfort e condurre i defunti verso l'aldilà, si pensa che questa divinità sostituito semplicemente il Dio più vecchio, pagano, che avrebbe in precedenza sono stato consigliato a rituali. Questo stesso processo di 'Cristianizzante' di riti e rituali di sepoltura più anziani ha avuto luogo in tutte le culture dove il cristianesimo si è affermata e, più in particolare, a Roma. Era la città di Roma da cui le tradizioni cattoliche riguardanti sepoltura originato e sviluppato nel doganale più comune che circondano le sepolture di giorno moderno, sia secolari che religiosi, nell'ovest.