Passa ai contenuti principali

Chi era Leonidas I di Sparta

Leonidas (Marie-Lan Nguyen)

Leonidas è stato il re spartano che notoriamente ha guidato un piccolo gruppo di alleati greci presso la battaglia delle Termopili nel 480 A.C. dove i greci difesero valorosamente il passaggio attraverso cui il re persiano Serse cercò di invadere la Grecia con il suo imponente esercito. In definitiva, Leonida e i suoi uomini sono stati spazzati via, ma hanno comprato il tempo prezioso di città-stato greche e ha dato un esempio ispiratore, non solo di quello che potrebbero ottenere opliti greci contro le forze d'invasione, ma anche del prezzo che Greci erano disposti a pagare per mantenere la loro libertà dall'oppressione straniera.

Successione

Erodoto nelle sue storie descrive il famiglia lignaggio di Leonida che poteva far risalire 20 generazioni per il mitico eroe Ercole. Padre di Leonidas' era il re spartano Anassandride, lui stesso figlio di re Leon. Anassandride, tuttavia, ha avuto alcuni problemi a produrre un erede, dopo la sua prima moglie ha dimostrato sterile. Gli Efori e gli anziani, per proteggere il lignaggio reale, costretto Anassandride di prendere una seconda moglie. Ha dare alla luce un figlio, Cleomene, ma in uno strano scherzo prima moglie di Anassandride annunciato anche ora che era incinta e nacque un altro figlio, Dorieus. Poi, poco dopo, la prima moglie ancora una volta ha dato alla luce un momento nel 540 A.C. a Leonidas e Kleombrotus, alcuni dicendo: questi ultimi erano gemelli.
Come Leonida aveva due fratelli più anziani sembrava improbabile che egli avrebbe rappresentato il royal House di Agiade e diventato uno dei due re spartani. Tuttavia, ha fatto che dopo la morte di Doreius sulla campagna in Sicilia e il misterioso suicidio (messo giù per cattive abitudini beventi) di Cleomene, che ha non lasciato eredi. Leonidas è stato sposato a Gorgo, figlia di Cleomene, e la morte di suo padre significava che Leonidas divenne re, intorno al 490 A.C..
Leonidas sarebbe stato nei suoi anni sessanta dal tempo delle Termopili e senza dubbio un esperto comandante militare.

Thermopylae

Leonidas sarebbe stato nei suoi anni sessanta dal tempo delle Termopili e senza dubbio un esperto comandante militare, anche se non sappiamo nulla dei suoi ordini precedenti. Invasione di terra proposte seguenti Serse del continente che Grecia nel 480 A.C. Leonida fu selezionato per condurre un piccolo contingente di opliti spartani - circa 300 uomini scelti con eredi maschi - di difendere il passo delle Termopili e la forza d'invasione fino a quando non più truppe potrebbero essere arruolate. Gli spartani in questo momento sono stati coinvolti nel festival Karneia sacro e quindi, teoricamente, potrebbero non andare in guerra finché non fosse finita. Sparta ben potrebbe avere messo in campo fino a 8.000 opliti ma non durante il Karneia. I 300 Spartani furono raggiunti da truppe formano varie altre città-stato per compensare una forza di fino a 7.000 uomini, palesemente insufficiente per fermare l'esercito di Serse di 80.000.
Termopili, 150 km a nord di Atene, è stata un'ottima scelta come punto per difendere la Grecia, come montagne là rotolata giù verso il mare lasciando solo uno stretto passaggio lungo la costa. Tuttavia, Serse era così sicuri del successo che mandò un messaggero da Leonidas a chiedere per i greci ad arrendersi e a deporre le armi. Ultima risposta laconica del re spartano 'molōn labe' - venire a prenderli.

Battle of Thermopylae 480 BCE

Battaglia delle Termopili 480 A.C.

Con Leonida che conduce dalla parte anteriore e gli opliti combattimenti nella loro formazione a falange stretto, hanno sfruttato al massimo delle loro armi armature superior e riuscì a mantenere il vasto esercito persiano per due giorni. Tuttavia, tradito da un pastore locale che ha detto che i persiani di un sentiero di montagna che consentirebbe loro di ottenere dietro le linee greche, la situazione sembra triste per i difensori. Leonidas ha ordinato la maggior parte della sua forza di ritirare e mantenuto con lui solo la spartani, Thespians e tebani, al fine di rendere un ultimo stand e forniscono un'azione di retroguardia.
In definitiva, però, le forze greche furono spazzate via da un uomo e oracolo di Apollo a Delfi era stata dimostrata giusta quando lei aveva dichiarato che deve cadere Sparta o uno dei suoi re. Dopo la battaglia Serse ha chiesto che testa di Leonidas' essere messo su un palo per la visualizzazione pubblica, un atto altamente disonorevole e contro tutte le regole della guerra a quel tempo.

Leonidas vendicato

Figlio di Leonidas' Plistarco divenne re alla morte di suo padre, ma a causa della sua giovane età Pausania agì come reggente. I greci, entro un anno, maturata la vendetta per Thermopylae con vittorie a Salamina e platea; quest'ultimo anche guidato da Pausania, nipote di Leonida. Invasione di Serse fu respinta con forza e coloro che sono caduti alle Termopili non sono stati dimenticati. Un monumento è stato istituito presso il sito con le parole di epitaffio degli Simonedes affermando: ' Vai a dire agli spartani, voi che leggete: abbiamo preso i loro ordini e qui giacciono morti '. Un leone di pietra è stata posta anche nella memoria di Leonida e dei suoi uomini. Quarant'anni dopo la battaglia i resti del re vennero esumati e tornò a Sparta, dove essi hanno dato degna sepoltura e un eroe-tempio fu anche eretto in suo onore.
Nell'arte antica, Leonidas è molto probabilmente il soggetto di una statua in marmo superstito dall'Acropoli di Sparta, 490-480 A.C.. Splendente in un elmo corinzio crestato, il suo volto, che avrebbe avuto intarsiato occhi, raffigura il truce determinazione per il quale il re caduto è diventato una leggenda.


I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…