RICERCA PERSONALIZZATA

Ricerca personalizzata

Chi era Lao-Tzu

ADS

Confucius, Buddha and Lao-Tzu (Lucas)

Lao-Tzu (noto anche come Laozi o Lao-Tze) è stato un filosofo cinese attribuito la Fondazione al sistema filosofico del Taoismo. Egli è meglio conosciuto come l'autore del Tao-Te-Ching, il lavoro che esemplifica il suo pensiero. Il nome con cui è conosciuto è non un nome personale, ma un titolo onorifico che significa 'Vecchio' o 'Vecchio insegnante' e c'è stata speculazione innumerevoli, come se un individuo con quel nome mai esistito o se Lao-Tzu è un amalgama di molti filosofi differenti. Lo storico Durant scrive, "Lao-Tze, più grande dei filosofi pre-confuciano, era più saggio di Teng Shih; sapeva che la saggezza del silenzio, e vissuto, possiamo essere sicuri, ad una vecchiaia matura – anche se non siamo sicuri che ha vissuto a tutti"(652). Se egli ha esistito, si pensa di aver vissuto nel VI secolo A.C..

Lao-Tzu e Confucio

Una storia raccontata dallo storico Szuma Ch'ien (anche noto come Sima Qian, 145/35-86 A.C.) si riferisce a come un giovane Confucio è andato a visitare Lao-Tzu per porgli una domanda per quanto riguarda storia. Lao-Tzu si dice che hanno risposto:
Quelli sui quali è informarsi hanno modellato con le loro ossa in polvere. Nulla, ma le loro parole rimangono. Quando è scoccata l'ora del grande uomo, si eleva alla leadership; ma prima è venuto il suo tempo egli è ostacolato in tutto ciò che egli cerca. Ho sentito che il commerciante di successo accuratamente nasconde la sua ricchezza e agisce come se egli non aveva nulla – che il grande uomo, anche se ricco di successi, è semplice nella sua buone maniere e l'aspetto. Sbarazzarsi del tuo orgoglio e tue ambizioni di molti, il tuo affettazione e vostri obiettivi stravaganti. Il tuo personaggio non guadagna nulla per tutti questi. Questo è il mio consiglio a voi.
Secondo il racconto di Szuma, Confucio fu così impressionato dal vecchio maestro che egli poteva solo paragonarlo a un drago grande, mitico e preso il suo Consiglio di cuore, concentrarsi di più sulla sua ricchezza interiore che verso l'esterno Visualizza di affluenza e dedicandosi alla filosofia. La storia è considerata immaginaria ma esemplifica l'alta stima con cui Lao-Tzu fu accordato, se una figura reale o immaginaria, in quanto egli è indicato per aver influenzato il più grande dei filosofi della Cina.
Secondo il racconto di Szuma, Confucio fu così impressionato dal vecchio maestro che egli poteva solo paragonarlo a un drago grande, mitico.
Szuma Ch'ien è la fonte principale per la nostra conoscenza su Lao-Tzu. Secondo il suo racconto, Lao-Tzu è stato curatore della biblioteca reale di Chou e, disgustato dall'inettitudine e la crudeltà dei politici del tempo e le infinite sofferenze del popolo, ha deciso di lasciare la Cina completamente e trovare un luogo di pace e solitudine. Sulla sua strada attraverso il passo occidentale della frontiera, incontrò il gate-keeper, Yin Hsi, che ha detto a lui, "così stanno andando in pensione. Vi prego di scrivere un libro per me." Lao-Tzu prontamente seduto giù, ha scritto il Tao-Te-Ching, consegnato a Yin Hsi e camminato su attraverso il passo, scomparendo nelle nebbie. Anche se non sono disponibili account della sua vita dopo questo evento, si è affermato che visse fino all'età di 87 e morì pacificamente.

Il Tao-Te-Ching

Il Tao-Te-Ching (libro della via) è un trattato anti-intellettuale, anti-autoritario, che postula che la via della virtù risiede nella semplicità e un riconoscimento di una forza naturale, universale, conosciuto come il Tao. Lao-Tzu scrive, "quando rinunciamo all'apprendimento non abbiamo problemi... Gli antichi che hanno mostrato la loro abilità nel praticare il Tao ha fatto così non di illuminare la gente, ma per renderli semplici e ignoranti". Da 'ignorante' Lao-Tzu non significa disinformato ma, piuttosto, volutamente concentrato sulla presente, piuttosto che accumula conoscenza che conduce alla speculazione senza fondamento e complicazioni nella propria vita e nella comunità più grande. Taoismo di Lao-Tzu levato in piedi nella contraddizione diretta alla filosofia di Confucio sottolineando istruzione, conoscenza come potenza e il rispetto rigoroso della legge. Indicazione di Lao-Tzu che "le leggi più uno fa, i criminali più uno crea" sono l'antitesi dell'asserzione di Confucio che leggi di più i cittadini meglio. Per quanto riguarda richieste di Lao-Tzu, Durant scrive,
L'uomo intellettuale è un pericolo per lo stato perché pensa in termini di regolamenti e leggi; vuole costruire una società come la geometria e non si rende conto che tale regolamento distrugge la libertà di vivere ed il vigore delle parti. L'uomo più semplice, che conosce dalla sua propria esperienza, il piacere e l'efficacia del lavoro, concepito e realizzato in libertà, è minore di un pericolo quando è al potere, ché egli non mi è stato detto che una legge è una cosa pericolosa e può ferire più di quanto può essere utile. Tale un righello regola uomini il meno possibile. (654)

Taoismo

Queste due filosofie opposte sarebbero informare tutti della società cinese con confucianesimo diventando la filosofia ufficiale del governo e del Taoismo la credenza più popolare tra le classi contadine (anche se, certamente, tutte le classi osservati importanti elementi di entrambe le credenze). La religione del Taoismo, che auspicava l'aderenza alla Tao universale molto tempo prima che il Tao-Te-Ching, era praticata attraverso il culto degli antenati e un riconoscimento della legge naturale del Tao in tutte le cose. Confucianesimo, che rifiutò di speculare sulle incognite universale, servito come una guida pratica per vivere bene attraverso l'enfasi sul diritto e un comportamento corretto. Scritture di Lao-Tzu ha chiarito e codificato una filosofia di fondo alla credenza in una forza universale pur condannando le leggi che ha tentato di regolamentare tale forza nella vita degli esseri umani.
Secondo il Taoismo, tutti gli esseri umani sono naturalmente buoni, ma sono danneggiati dalla legge e una credenza errata in quanto dovevano comportarsi in società. Regolando il comportamento della gente attraverso la legge, governo rende solo loro si comportano male perché crea un ambiente artificiale che gli esseri umani si ribellano nel tentativo di mantenere il loro stato naturale di armonia. Se uno osserva il Tao e si sottopone al naturale flusso di energia nell'universo, uno sarà in pace. Resistenza alla Tao è esemplificato attraverso la creazione di leggi che impedire alla gente di comportarsi in conformità con la loro natura che, se lasciato non regolamentata e senza restrizioni, tenderebbe verso la bontà e la pace. Lao-Tzu mantenuto, come ha fatto Teng Shih (suo contemporaneo o anziano), che la gente si comportato male perché sono stati costretti a attraverso le leggi ingiuste e povero governo.
Riconoscendo che gli esseri umani agiscono per interesse personale, Lao-Tzu sentivo ancora che, se lasciato solo, sarebbe armonizzare qualunque controversia nata attraverso l'adesione al ritmo naturale dell'universo. Ha scritto,
Se non litigare, nessuno sulla terra sarà in grado di litigare con te. Ricompensare ferita con gentilezza. A coloro che sono buoni sono buono, e a coloro che non sono buoni sono anche buono; così tutti arrivare a essere buono. A coloro che sono sinceri, sono sincero, e a coloro che non sono sincero anche io sono sincero; e così tutti arrivare a essere sincero... La cosa più soffice del mondo scatta contro e sormonta la più difficile. Non c'è niente al mondo più morbido o più debole di acqua e ancora per attaccare le cose che sono costanti e forti non c'è niente che può avere la precedenza di esso.
Questo percorso di influenza passiva è più chiaramente articolato in uno dei passaggi più famosi del Tao-Te-Ching: "resa e superare, vuoto e diventare completo, Bend e diventare dritto." Queste linee e la filosofia che esprimono, sono stati citati da molte scuole di pensiero antiautoritario, sostenendo una soluzione pacifica al conflitto, per secoli. "Quiete, una sorta di inerzia filosofico, un rifiuto di interferire con i corsi naturali delle cose, è il segno dell'uomo saggio in ogni campo. Se lo stato è in disordine [Lao Tzu attestazioni], la cosa corretta da fare è non per la riforma, ma per rendere la vita un ordinato svolgimento del dovere"(Durant, 656). Questo adempimento del dovere ha principalmente a che fare con la riflessione e l'attenzione ai corsi naturali della vita all'interno e all'esterno di se stessi e, imitando l'interesse personale illuminato Lao-Tzu riconosciuto in natura, la consapevolezza che il bene dell'individuo conduce al bene della Comunità e che la migliore società, quindi, agisce sulla legge naturale, non artificiale.

RICERCA PERSONALIZZATA

Ricerca personalizzata

ADD THIS