Passa ai contenuti principali

Chi era Kautilya | l'origine e la storia

Kautilya (Unknown)

Kautilya (noto anche come Chanakya, c. 350-275 A.C.) è stato un statista indiano e filosofo, capo consigliere e primo ministro dell'imperatore indiano Chandragupta, il primo sovrano dell'Impero di Mauryan. Kautilya apparteneva alla casta bramino (la classe sacerdotale), era originariamente dall'India del Nord e un professore di scienze politiche ed economia presso l'Università di Taxila. Egli era completamente ben informato riguardo alla letteratura di Vedas e si ritiene inoltre che avrebbe potuto avere qualche conoscenza di Zoroastrianism.

La caduta del Magadha & l'ascesa della dinastia Maurya

Al momento della Kautilya, India era principalmente composto da un numero di piccoli Stati indipendenti, fatta eccezione per il Regno di Magadha, un Regno che controllava la maggior parte del nord dell'India, che era governato dalla Dinastia Nanda. La fama di Kautilya è dovuta per il suo ruolo importante nella caduta del Regno Magadha e l'ascesa al potere della dinastia Maurya. Per ottenere questo risultato, divenne un alleato e fedele servitore di Chandragupta, un nobile membro della casta Kshatriya (la casta guerriera righelli) che era imparentato con la famiglia di Nanda, ma lui era un esule. Prima di diventare alleato di Chandragupta, Kautilya è stato introdotto al re Nanda, che lo ha insultato. Kautilya slacciato suo vincy (ciocca di capelli su maschio indù) e giurò che egli avrebbe solo legarlo indietro una volta che la Dinastia Nanda è stata distrutta.

Ci sono un numero di conti riguardanti Kautilya che descriverlo come sia intelligente e spietato.

Kautilya e Chandragupta ha sollevato un piccolo esercito che mancava la forza militare sufficiente per prendere il trono di Magadha direttamente. Di conseguenza, strategie astute di Kautilya è diventato utile: Chandragupta entrò nella capitale del Regno Magadha, Pataliputra, dove ha innescato una guerra civile, utilizzando la rete di intelligence di Kautilya Chanakya. Nel 322 A.C. Chandragupta grippato infine al trono ponendo fine alla Dinastia Nanda e fondò la dinastia Maurya che avrebbe governato l'India fino al 185 A.C.. Dopo questa vittoria, Chandragupta combatté e sconfisse i generali di Alessandro il grande situato nel Gandhara, odierno Afghanistan. A seguito di queste campagne di successo, Chandragupta era visto come un leader coraggioso che ha battuto in finale parte degli invasori greci e finito il governo corrotto di Nanda e così guadagnato sostegno ampio pubblico.

Ci sono un numero di conti riguardanti Kautilya che descriverlo come sia intelligente e spietato. Uno di questi conti ci dice che una volta l'ultima Nanda è stato sconfitta e il Palazzo Imperiale è stato occupato dal nuovo dynasty di Mauryan, Kautilya notato un gruppo di formiche che trasportano grano fuori di una crepa nel pavimento di Palazzo. Dopo aver esaminato il crack che ha scoperto orde di soldati di Nanda in uno scantinato sotto, pronto per un attacco a sorpresa. Privo di emozioni, Kautilya svuotato l'edificio lasciando i soldati di Nanda rinchiusi e bruciato il Palazzo al suolo. Si dice anche che quando il re di Nanda fu ucciso, Kautilya è andato personalmente a vedere il corpo e, appena prima di legare i suoi capelli, ordinò al corpo di rimanere uncremated, scartarla e trasformarlo in carogne. Questo era un fine veramente barbare e al contrario di tradizione indiana per qualsiasi defunto e il più alto insultare per anima immortale di un uomo.

Kautilya ha aiutato Chandragupta per trasformare l'impero di Mauryan in uno dei governi più potenti a quel tempo. Pataliputra è rimasto come la capitale imperiale e il territorio iniziale controllato da Chandragupta esteso tutta l'India del nord dal fiume di Indus in Occidente per la baia del Bengala nell'est. Più tardi nel 305 A.C., l'impero di Mauryan acquisì il controllo del Punjab, quello che oggi è parte del nord dell'India e il Pakistan orientale, un'area che era stata controllata dai macedoni.

Mauryan Ringstone

Ringstone di Mauryan

Il pensiero politico di Kautilya è ricapitolato in un libro che ha scritto conosciuto come l' Arthashastra, un nome sanscrito che si traduce come "La scienza del materiale Gain". Questo libro è stato perso per molti secoli e una copia di esso scritti su foglie di Palma è stato riscoperto in India nel 1904 CE. L' arthaśāstra è un manuale per l'esecuzione di un impero in modo efficace e contiene informazioni dettagliate su argomenti specifici. Diplomazia e guerra sono i due punti trattati in maggiore dettaglio rispetto a qualsiasi altro e comprende anche consigli su legge, carceri, tassazione, fortificazioni, invenzione, produzione, commercio, amministrazioni e spie.

Le idee espresse da Kautilya in Arthashastra sono totalmente pratico e sentimentale. Kautliya, apertamente scrive su argomenti controversi come omicidi, quando a uccidere i membri della famiglia, come gestire gli agenti segreti, quando è utile violare trattati e quando a spiare i ministri. Per questo motivo, Kautilya è spesso paragonato a Machiavelli. È giusto ricordare che Kautilya non è spietato tutto il tempo e scrive anche sul dovere morale del Re: Egli riassume il dovere del re dicendo: "la felicità dei soggetti è la felicità del re; loro benessere è la sua. Il proprio piacere non è suo bene ma il piacere dei suoi sudditi è suo bene". Alcuni studiosi hanno visto le idee di Kautilya una combinazione di confucianesimo cinese e legalismo.

Morte ed eredità

Come Kautilya morto non è del tutto chiaro. Alcuni racconti dicono che egli stesso morirono di fame, una pratica comune nel Jainismo. Altre versioni dicono che è morto a seguito di una cospirazione di Corte. Quello che sappiamo per certo è che la morte è avvenuta quando Bindusara, il secondo sovrano di Mauryan, era sul trono.

Kautilya è stato un pioniere nell'amministrazione di diplomazia e governo. Il suo merito è stato non solo a venire con consigli pratici molto importanti per il governo, ma anche per organizzarli in modo logico e sistematico. Ancora oggi, l' arthaśāstra è il classico numero uno della diplomazia in India. La sua visione di un India unificato sarebbe diventato una realtà durante il periodo di Ashoka, il terzo sovrano della dinastia

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…