Passa ai contenuti principali

Quali sono i diversi tipi di sistemi economici misti?

Misti sistemi economici sono quelli che utilizzano sia il mercato e pianificato attributi di economia. Alcuni tipi differenti di sistemi misti economici esistano, con i più comuni in fase di progettazione o comando economie. Sotto ciascuna di queste intestazioni ampie sono pochi più tipi. Lo scopo di principi capitalisti e socialisti di miscelazione è un tentativo di regolamentare il mercato libero. Individui che credono nelle economie miste spesso credono nella restrizione della libertà, che tiene le persone da coinvolgere nel loro proprio interesse. Quando un'entità di governo rende molte decisioni importanti per quanto riguarda l'utilizzo di base delle risorse nell'economia esiste un'economia pianificata. Attività come la raccolta, la distribuzione e la produzione di beni e servizi di tutti venire giù per le decisioni del governo. Prezzi di mercato collegati alle merci può anche venire dal governo. Qui, le forze di mercato naturale che in genere esistono tra le imprese e gli individui non possono dirigere attività economica. Gli attributi del controllo del governo sono spesso fortemente coinvolti nei sistemi economici contrastanti.
Economie di comando prendere i principi da un'economia pianificata molti passi ulteriormente in termini di controllo dello stato. Un'economia di comando può affidarsi pesantemente principi socialista o collettivista, dove i premi guadagnati da aziende o individui vanno allo stato, o una piscina collettiva. In breve, non c'è nessuna reale protezione dei beni personali e l'uso privato del guadagno economico volti pressione immensa, con il risultato è l'incapacità di impegnarsi in tornaconto economico. Non c'è nessuna pianificazione economica reale che esiste con un'economia di comando. Il governo o la società collettiviste semplicemente controlla l'intera economia.
Nazioni possono creare sistemi economici misti prendendo gli attributi dai due sistemi economici sopra e un'economia di mercato. Ad esempio, ci possono essere due principali settori dell'economia: pubblici e privati. Il governo possiede parecchi commerci, mentre gli individui privati proprietari di altre imprese. Mentre i due settori possono funzionare con l'altro, c'è anche la possibilità per il governo a dominare alcune industrie se necessario. Questi sistemi possono anche cambiare o alterare le economie di mercato attuale attraverso una qualche forma di intervento del governo.
Regolamento è spesso che il più grande governo di strumento esercita nei sistemi economici contrastanti. I governi di solito tentano di creare sistemi economici fiera, con nessun vero concetto di fiera in fase di definizione. Ciò che un individuo decide è giusto è spesso soggettivo, con un altro vedente equità come immorale o improprio. Un'economia mista può anche essere meno efficiente a causa della natura lenta di un grande governo a cambiare le politiche attraverso la sua burocrazia. Risponde alla domanda dei consumatori è anche difficile in quanto il governo non può sapere che cosa vuole un consumatore o desideri.

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…