Che cosa è integrazione economica?

Integrazione economica è un processo dove gli ostacoli agli scambi sono ridotti o eliminati per facilitare gli scambi tra regioni o nazioni. Ci sono diversi gradi di integrazione economica che vanno da teoricamente completamente libero scambio all'uso degli accordi commerciali preferenziali per stimolare le relazioni tra partner commerciali specifici. Eliminare le barriere commerciali viene fornito con costi e benefici, a seconda del grado di integrazione e il livello di cooperazione tra regioni o nazioni. Molte economie hanno tentato qualche grado di integrazione economica. Alcune nazioni utilizzano zone di libero scambio, ad esempio, per stimolare gli scambi con i partner. Altri firmare accordi di libero scambio come l'accordo di libero scambio nordamericano (NAFTA). Nell'Unione europea (UE), un alto grado di integrazione economica e monetaria è stato compiuto tra le nazioni di membro. Varie nazioni di UE possono anche avere accordi commerciali con nazioni di fuori dell'Unione. Ridurre gli ostacoli al commercio ha la tendenza a ridurre i costi connessi all'attività economica. Non dover pagare le tasse, tariffe, tasse e altre spese può essere vantaggioso per i partner commerciali. In questo modo il volume degli scambi per aumentare, come partner commerciali cercare attivamente le offerte nelle regioni dove è stato raggiunto un grado di integrazione economica. Per le nazioni di fuori degli accordi di integrazione, tuttavia, gli ostacoli al commercio possono essere creati quanto potrebbero non essere in grado di competere con i partner commerciali preferito. Quando le economie sono forti, integrazione economica ha benefici per tutti i membri, e ogni membro di un accordo, Unione o un trattato può sperimentare la crescita economica. Lo stesso vale per le diminuzioni economiche. Quando i singoli membri di un accordo di scambio iniziano a essere trascinato verso il basso, possono diffondersi loro problemi economici. Questo in particolare è stato visto nell'Unione europea durante la crisi economica dei primi anni del 2000, quando inesigibili in nazioni come la Grecia e il Portogallo ha causato problemi in tutta l'UE, anche in nazioni con economie relativamente forte, come la Germania. Come regioni e nazioni intraprendere programmi di integrazione economica, pesano i costi e i benefici dell'integrazione attentamente per vedere se è la scelta giusta per le loro esigenze. Alcune nazioni potrebbero essere preferibile evitare i rischi, anche se gli ostacoli al commercio possono rappresentare un problema. Altri possono essere disposti ad assumersi i rischi in cambio di aumento degli scambi e dei cambi. Crescente delle nazioni sono spesso particolarmente desiderose di impegnarsi in integrazione economica, commercio con le nazioni straniere possa contribuire alla rapida crescita economica. Possono utilizzare programmi di incentivi per attrarre investimenti e commercio estero.