Significato e Definizione di rapporti di lavoro

Rapporti di lavoro sono stabiliti sotto i link di lavoro. In generale, indicano il rapporto tra la prestazione di lavoro (l'operaio) e capitale (il datore di lavoro) nel processo produttivo.
Nelle società moderne, rapporti di lavoro sono disciplinati da un contratto di lavoro, che contempla i diritti e gli obblighi delle due parti (datore di lavoro e dipendente). Ad esempio, il contratto contiene una clausola secondo la quale il lavoratore ha diritto a un indennizzo se è licenziato senza giusta causa.
DI d'altra parte, vale la pena ricordare che i rapporti di lavoro possono essere negoziati individuali o collettivi. Sono in corso negoziati individuali tra un lavoratore isolato e suo datore di lavoro (o suo rappresentante diretto). D'altra parte, la contrattazione collettiva sono quelli che avvengono tra un'Unione (che rappresentano pertanto i lavoratori) e una società o un'organizzazione dei datori di lavoro.
Contrattazione collettiva vengono utilizzati per ridurre la situazione di dipendenza e di subordinazione tra il lavoratore e il datore di lavoro. L'Unione (o l'organizzazione dei lavoratori) ha più potere di imporre le sue condizioni e a realizzare un rapporto giusto ed equo.
I rapporti fra i datori di lavoro e le organizzazioni dei lavoratori tra di loro o avendo il governo interessato come l'intermediario, sono conosciuti come il dialogo sociale. Questi rapporti di lavoro si basano sul principio del tripartitismo, che grandi questioni del lavoro devono essere discusse tra le tre parti principali: il governo, il datore di lavoro e il lavoratore.
Dal 1919, ha un ufficio internazionale del lavoro (organizzazione internazionale del lavoro (ILO) che ha sede a Ginevra, che regola le relazioni internazionali del lavoro. Si missione è di incanalare le relazioni tra gli Stati, le organizzazioni dei lavoratori e dei datori di lavoro.