Passa ai contenuti principali

Significato e Definizione di verità

Tutti sappiamo internamente cos'è la verità, anche se finora non vi è una singola definizione di specifica. Infatti, ancora oggi, ancora la filosofia, la teologia e la logica non trovato un modo unico di descriverlo e continuare a discutere riguardo a che cosa è e come arrivare ad esso.
Ma un'approssimazione a ciò che il concetto di verità, può essere trovato in altri termini. Ad esempio, la buona fede, onestà, sincerità sono sinonimo di questo. Se al mio mi chiedono qual è la verità, senza dubbio, esso avrebbe risposto che la verità è che, previo passaggio dal calcolatore mentale che mi ha fatto per confermare che la cosa è che non è una bugia o una fallacia, per esempio. Ma il problema non è così chiaro, e questo è dove entra in gioco la ragione umana, che è responsabile per eccellenza, attraverso i poteri di razionale, determinata che è la verità di ciò che non è, o almeno tenta di avvicinarsi a quello che può più di questo.
La teoria di adattamento che ha un'origine tomistica è la più vicina a quello che ho commentato più sopra, perché per lei, la verità, è l'adeguatezza tra la cosa e la comprensione, sottolineando proprio in ciò che la ragione è il modo migliore per trovare la verità. Ma oltre a questo, ci sono diverse teorie al riguardo. Alcuni dei più noti sono la coerenza, che propone che la verità deve essere coerenza a un gruppo di istruzioni o credenze. Che chiama per consenso, creduto che verità dovrebbe essere concordato da un gruppo specifico e infine quella del pragmatismo, ritiene che la verità è la conseguenza pratica di un'idea.
Ma anche, di là di quello che è considerato o non verità dell'accordo queste teorie, la verità è chiesta in diversi ambiti professionali ed è che là dove forse diventa una realtà o riflettere un'approssimazione più reale, empirica, di quello che potrebbe essere la verità.
Ad esempio, nel campo del diritto penale, il ricercato dopo verità è la verità reale, cosa è successo realmente, che fu coinvolto, quando era, dove è successo e come. Molto diverso dal concetto di verità che utilizza la legge civile, dove la verità che è semplicemente esposti come "la sua versione dei fatti" ciascuna delle parti coinvolte, e il giudice o fiscale prendere una decisione secondo la complementazione di queste due parti/versioni del fatto. In materia penale, il pubblico ministero deve cercare la verità "reale" (come viene chiamato), essa non può sbarazzarsi di una frase che semplicemente esposti l'imputato e la vittima.
In attività giornalistica, d'altra parte, il concetto di verità è legato alla "oggettività". Ma chiaro, è già ben noto che il cento per cento di obiettività in una professione come giornalismo è molto utopistico, per il semplice fatto che il giornalista, come ogni essere umano, hanno preferenze, ideologie e inclinazioni che vi impediscono di raggiungere una completa oggettività. In questo senso, la verità inizia quindi al collegamento alla nozione di "probabilità", cioè quello che il giornalista racconta per essere più simile o più simile a quello che è realmente accaduto.
In breve, qualsiasi di queste teorizzazioni con cui accetti meglio, esso offre un modo per trovare la verità, che sicuramente dopo il tesoro e l'oro, è uno dei più ricercati dall'uomo da tempo immemorabile.
Articolo contribuito dal team di collaboratori.

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…