Passa ai contenuti principali

Significato e Definizione di usufrutto

Il concetto che abbiamo a che fare con due sensi può essere utilizzato.

Legge che permette ad una persona di godere di beni che non sono essi stessi e avere un proprietario

Da un lato, l'usufrutto, per volere di destra, sarà precisamente quella destra avendo tutti godere, godere di beni che non sono essi stessi, o sono altri, estranei, hanno un proprietario, ma con rigoroso dovere di conservarli come voi li hanno ricevuti.
Questa situazione implica che l'usufruttuario ha il bene appropriato, infatti ha il possesso, può sfruttarla e trarre beneficio da esso, ma in nessun modo è il suo proprietario.

L'usufruttuario non può vendere o ridurre il singolo bene goditela

O se il proprietario non lo autorizza, non ce l'ha in modo legale e formale, l'usufruttuario non ha alcun diritto di cedere, i.e., spostare la proprietà a un altro o diminuire in un certo senso il bene in questione, se non hai il permesso, autorizzazione da parte del proprietario. Il proprietario dello stesso avrà il potere di venderlo e hanno il bene secondo la sua decisione di sempre.

Il proprietario potranno godere il bene in pieno quando si spegne il periodo dell'usufrutto

Usufrutto implica, tuttavia, che durante un periodo di tempo specificato, il proprietario, non può approfittare bene oggetto di usufrutto già che il diritto di godere e raggiungere i suoi benefici sarà dell'usufruttuario. Una volta che scade, l'usufrutto è completa, il proprietario avrà il pieno beneficio del bene.
Per esempio, un reparto, una hacienda, una casa può essere soggetto a usufrutto, la proprietà della cosa in questione rimarrà sempre, senza modifiche, tranne che ha nel mezzo una vendita, di proprietà del proprietario o del proprietario, che è chi deciderà su di esso, l'avrà, tassati esso, affittarlo o darlo in locazione nel Testamento. Ma mentre è l'unico proprietario e titolare può decidere che qualcuno che vive in essa, cioè, l'usufruttuario può possederla, ma in nessun modo esso sarà lui. Puoi usarlo, goderlo, monetizzare da esso sia in denaro che in natura, ma non ha il pieno diritto come il proprietario, pertanto non venderlo, ad esempio, senza il pieno consenso del loro proprietario.

Diritti e doveri del rapporto usufruttuario-proprietario

L'usufruttuario e il proprietario, in un rapporto di usufrutto, entrambi devono rispettare determinati diritti e osservare una serie di obblighi a altra parte. Nel caso l'usufruttuario di godere degli stessi benefici, se può così lo ha e quando finisce il periodo del diritto di usufrutto migliorare la cosa, anche se si deve anche tenere in forma e sostanza, presenta una garanzia e restituirlo in tempo.

Motivi di cessazione dell'usufrutto

L'usufrutto può venire a una fine per diversi motivi, tra i quali: morte dell'usufruttuario, questo è dato per volere di una vita di usufrutto che il beneficiario dichiara otterrà i benefici del bene mentre sei vivo; Quando il termine raggiunge la scadenza, questo problema si verifica in quei casi in cui prevede un usufrutto con termine; l'usufruttuario rinuncia al suo titolo; persi o estinto il bene soggetto a usufrutto; prescrive l'accordo firmato in modo appropriato; usufrutto e buona proprietà diventano la stessa persona.
E nel caso il proprietario, per consentire l'usufruttuario di esercitare liberamente, la sua posizione, purché, naturalmente, tutta questa azione rispetta il tuo immobile senza subire alcun danno.

Origine romana

L'origine dell'usufrutto è certamente vecchio e risalente al IV secolo A.C., al tempo dell'Impero Romano. Attraverso è garantito che una vedova sarebbe quello che doveva continuare a vivere come ha fatto e anche fare la corrispondente parte dell'eredità ai figli.

Utilità, frutta o beneficio che deriva da qualcosa

E d'altra parte l'usufrutto risulta per essere tale utilità, la frutta o il beneficio che deriva da qualcosa. Un business è generalmente la fonte che qualcuno dovra ' dei frutti stessi, utilità, vantaggi.
Articolo contribuito dal team di collaboratori.

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…