Significato e Definizione di titolazione

La valutazione è la pratica di assegnazione valore economico di un bene o servizio ai fini dell'immissione sul mercato di acquisto e di vendita.
Per economia e finanza, è considerato valutazione o valutazione alla contemplazione di vari indicatori in particolare per determinare il valore finale di un prodotto o di qualsiasi tipo e, quindi, facilitare lo scambio in operazioni economiche.
Un tipo di valutazione è lo sviluppo urbano che cerca di valutare le proprietà e i diritti di tipo immobiliare, spesso al fine di distribuire i costi equamente tra i partecipanti o i proprietari in caso di trasformazione o simili. Metodi di valutazione diversi in questi casi, ad esempio il metodo di confronto (di beni simili), ci sono le lettere maiuscole (in termini di performance netta prodotta dalla proprietà), il valore rateable (prezzi del catasto in conformità con i regolamenti pubblici esistenti) e il valore residuo del suolo.
È stimato in casi in cui un proprietario desidera vendere un immobile e si desidera ricevere una stima ufficiale del valore come parametro di riferimento per i potenziali acquirenti. Queste valutazioni tendono a contemplare i criteri posizione, dimensioni, condizioni e altri indicatori.
Prezzi anche comunemente il termine viene utilizzato ai fini della determinazione del valore degli oggetti come opere d'arte, gioielli, oggetti da collezione, veicoli e altri. Le valutazioni degli oggetti possono verificarsi per l'effetto che il proprietario di loro li puoi scambiare per denaro in cambio. Ma anche prendere posto molto frequentemente quando di esso pezzi esclusivi ed unici che saranno messo all'asta ed è così accurata valutazione per determinare un prezzo per l'asta che sarà aumentato (o non) basato di acquirenti interessati.
La valutazione o la valutazione, anche se funziona con metodologie diverse, di solito contiene una quota di soggettività e valore sociale per la determinazione del costo finale.
Articolo contribuito dal team di collaboratori.