Significato e Definizione della visione

Secondo il contesto e l'uso che è si di, la visione di termine può riferirsi a vari problemi.
In generale i termini di visione si riferisce all'azione o il risultato di vedere qualcosa o qualcuno e anche la capacità che può essere visto in modo che vi sarà dato e alla condizione fisica della persona e dell'ambiente in cui si muove.
La visione si distingue anche come uno dei sensi principali che abbiamo persone e animali, e che consiste nella capacità di individuare la luce e interpretarlo. Attraverso il senso della vista è che il cervello può percepire forme, movimenti e colori che esistono nel mondo.
La prima parte del sistema visivo che abbiamo affrontato con forma di stimolo visivo l'immagine ottica sulla retina, essendo la cornea e il cristallino dell'occhio, i componenti che consentono di svolgere questa importante funzione. Nel frattempo, le cellule nella retina formano quello che viene chiamato il sistema sensoriale dell'occhio, essere il primo a intervenire i fotorecettori e chi sarà responsabile per catturare la luce che influiscono su di loro, poi altre cellule della retina, si prenderà cura di trasformare la luce in impulsi elettrochimici e per trasportarli al nervo ottico e una volta ci sarà proiettato a diverse regioni come la corteccia visiva del cervello e la nucleo genicolato laterale. E una volta in questo cervello è responsabile della ricostruzione le distanze, colori, movimenti e forme degli oggetti.
D'altra parte, anche con la fine della visione, si riferisce all'immediato e comprensione diretta delle cose, ma che si verifica in maniera soprannaturale, cioè quando qualcuno può vedere che un fatto accadrà nel futuro del tempo.
Anche quando si vuole dare ha la particolare capacità e abilità che qualcuno ha qualcosa di solito ne parla come una visione. Ad esempio, la vista che Maria ha per quel tipo di attività è incredibile.
Articolo contribuito dal team di collaboratori.