Passa ai contenuti principali

Significato e Definizione dell'universo

L'universo è la somma di tutto ciò che esiste con le loro leggi fisiche corrispondenti; Questo include il tempo, spazio, materia, energia, ecc. Secondo gli scienziati, l'universo ha un'età approssimativa di 13 miliardi di anni e un visibile dell'estensione di 93 miliardi di anni luce.

Per il momento, la teoria del "Big Bang", postulata per la prima volta da Georges Lemaître, è il più ampiamente accettata per tenere conto per l'inizio dell'universo. Spiegato in modo vago e conciso, secondo questa teoria che gli oggetti nell'universo stanno separando continuamente, così doveva essere insieme mai. Su questo principio, l'universo era una temperatura perfetta allo stesso tempo a una maggiore densità. Poi ha iniziato a temperatura inferiore alla sua espansione dispiegato. L'idea del Big Bang suppone che, se gli elementi sono stati tutti insieme in un momento, una forte esplosione li ha separati e trasformato in elementi separati che compongono l'universo: pianeti, stelle, buchi neri, meteore, satelliti, ecc.
Mentre vi è consenso nella scienza circa l'inizio dell'universo, le differenze appaiono quando è il suo finale. Due possibilità che solitamente vengono mescolate sono: una costante espansione o una contrazione. Nel primo caso, la velocità con cui è realizzata l'espansione dell'universo sarebbe ridotto, ma sarebbe rimasta costante; la densità sarebbe inferiore, già stelle sarebbero non essere creati e i fori scomparirebbe nero; in termini di temperatura, diminuirebbe per raggiungere zero assoluto. Nel secondo caso, che comportano una contrazione conosciuta come "Big Crunch", l'universo sarà espandere fino ad un massimo e quindi essere retraería diventando più denso e caldo, tornare a uno stato come esso ha fatto al suo inizio. Tuttavia, entrambe le teorie ancora non sono stati in grado di mostrare con precisione quali processi per sostenere questa espansione o contrazione, secondo ciascuno di loro.
L'uomo è sempre stato curioso di esplorare lo spazio che lo circonda e lo stesso che ha portato a Cristóbal Colón a navigare in mare aperto per trovare possibili percorsi per il mercato della corona spagnola, è ciò che ha portato anche a scienziati fisici per creare gli strumenti per osservare il cosmo. Più di recente, che la stessa curiosità, portato ad agenzie come la NASA per lanciare razzi nello spazio, anche con gli esseri umani a bordo, per esplorare le terre della luna o di altri pianeti (ci hanno fornito solo satelliti al momento). Non c'è dubbio che, se finora uomo è stato in grado di determinare e caratteristiche con sufficiente precisione e formazioni della propria galassia, in pochi anni continuerà con lo studio degli spazi sempre più distanti.
Nonostante tutte le proposte posate dalla scienza, la verità è che l'universo è pieno di enigmi. Uno di loro è la sua dimensione, poiché questo supera tutto per essere visto; Un altro è relativo alla sua forma, che può essere piane o curve. Questi esempi dimostrano chiaramente che le speculazioni della scienza continuerà il suo corso, e possiamo condurre analisi impreviste in un primo momento.
La vastità dell'universo e tutti quei misteri e segreti che anche l'uomo può non decifrare, ma si fa sforzo per farlo, è oggetto di studio non solo di fisici, astronomi e matematici, ma anche scienza minore come astrologia, studiando le stelle in relazione alle persone secondo la loro nascita, o discipline come lo yoga ashtanga o altre forme di meditazione che ha sollevato la serenità del corpo ma da principalmente spirituale per raggiungere armonia ed equilibrio con lo spazio che ci circonda, dal momento che siamo parte dell'universo.
Articolo contribuito dal team di collaboratori.

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…