Francisco de Quevedo y Villegas | María Eva Duarte de Perón | Claude Monet | Biografie Notevoli

Biografie di personaggi famosi e storici

Biografie di personaggi storici e personaggi famosi

Biografie di personaggi famosi:

  1. Biografia di Tomás Moro
  2. Biografia di Josefina Vázquez Mota
  3. Biografia di Francisco de Quevedo y Villegas
  4. Biografia di Eva Peron - María Eva Duarte de Perón
  5. Biografia di Claude Monet


1

Biografia di Tomás Moro

(1478-02-06-1535/07/06)

Thomas più
Signore Canciller dell'Inghilterra, santo cavaliere, scrittore e martire

"Un uomo può perdere facilmente la testa e, tuttavia, non avviene per questo alcun male."
Nato il 6 febbraio 1478 in Cheapside (Londra), figlio del cavaliere Giovanni più, avvocato e giudice, sua madre morì quando lui aveva quattro anni.
Paje entrò al servizio del Cardinale Morton, che ha consigliato la sua ammissione a Oxford, dove studiò letteratura e filosofia. Quando aveva 16 anni ha iniziato gli studi in legge presso New Inn, ammesso come avvocato presso l'Inn di Lincoln´s nel 1501. Prese parte a circoli umanistici e incontrato famosi uomini di lettere.
Nel 1501 fu eletto membro del Parlamento e ci siamo sposato l'anno successivo con Jane Colt, che morì nel 1511. Sposò Alice Middleton. Era Sotto-sceriffo di Londra e acquisito prestigio per la loro conoscenza giuridica. Nel 1513, pubblicò la Storia di re Riccardo IIIe durante il loro soggiorno al Fiandre scrive in latino il suo capolavoro: Utopia.
Enrico VIII successe al padre Enrico VII , che prima di sua morte ottenuta la dispensa da Papa Giulio II toro per Henry di sposare Caterina d'Aragona, vedova di suo fratello sindaco Arturo. Il matrimonio è stato 11 giugno 1509. Il re fu incoronato il 28 dello stesso mese e Moro entra in servizio. Nel 1517 fu un membro del Consiglio del re rinuncia loro tasse. Fu nominato cavaliere, Speaker della camera dei comuni, cancelliere del Ducato di Lancaster e High Steward dell'Università di Oxford e Cambridge.
Nel 1528 scrive libri contro il lavoro di eresie di Tyndale e Luther. Viene visualizzata la finestra di dialogo circa le eresie, seguito da altri nel 1529. Nel 1529 succedette come cancelliere a Wolsey, che erano stati espulsi per essersi opposti al fine di Enrique VIII ad annullare il suo matrimonio con Catherine per poter sposare Anna Bolena. Tomás Moro chiaramente risposero al re il suo disaccordo sulla questione del divorzio. Il Parlamento nel 1533 servito come uno strumento per costringere il clero di presentare una presentazione delegando poteri legislativi in materia ecclesiastica nel re. Moro presentò le dimissioni come cancelliere e perdere privilegi e oneri.
Sue scuse è stata pubblicata nel 1533. Quell'anno il Papa Clemente VII dichiarato non valido matrimonio tra Enrique VIII e Ana Bolena inadeguato considerando l'annullamento del precedente matrimonio con Catalina, che era stato l' Arcivescovo di Canterbury, Cranmer. Parlamento ha approvato l' atto di successione dando un potere totale al re sui suoi sudditi. Moro ha chiesto di presentare per giurare l'atto il 13 aprile del 1534. Questo accettato i diritti di eredità che stabiliscono il Parlamento e il re, ma ha rifiutato di accettare qualcosa che era contro l'autorità del Papa, come è stato il matrimonio del re con Ana Bolena.
Era custodito dall'Abate di Westminster e successivamente imprigionato nella Torre di Londra per quindici mesi, dove compose alcune opere spirituali. Il 1 luglio 1535 fu accusato di traditore per aver rifiutato di essere attribuito al re suo solo titolo di capo della Chiesa d'Inghilterra. Nella prova ha assunto la propria difesa.
Tomás Moro fu giustiziato il 6 luglio 1535. La testa era bollita, inchiodata a un bastone e visualizzata sul London Bridge e dopo la fase di recupero da sua figlia Margaret, sepolto in San Dunstand, oggi una chiesa protestante. Il suo corpo fu sepolto in primo luogo nei giardini della torre per poi essere gettati in una fossa comune.


2

Biografia di Josefina Vázquez Mota

(1961/01/20 - unknown)

Josefina Vázquez Mota
Josefina Eugenia Vázquez Mota
Politica di economista e messicana

Era Nato il 20 gennaio 1961 in Messico, d. f.
Chiamato 'ananas' da amici e parenti, ha avuto come un bambino molto facilmente di comunicare. Ha 6 fratelli. È il quarto di sette fratelli. Come un adolescente ha dato i primi segni di ribellione quando si rifiutò di andare ad una scuola privata e voluto studiare in una scuola pubblica. Questo è stato il primo confronto che aveva con il padre, poco dopo un altro avrebbe quando hanno proibito di fargli vedere il suo ragazzo (attuale marito) e disobbedito.
Studiò Bachelor in CECyT dell'Istituto Politecnico Nazionale e successivamente viene concesso in licenza in economia presso la Universidad Iberoamericana. Ha fatto lo sviluppo del programma Executive D-1, a Pan American Institute for business alta direzione (IPADE) e conseguito il diploma di idee e di istituzioni presso Istituto tecnologico autonoma del Messico (ITAM). Dal 1990 è stato editorialista per questioni economiche e sociali, nel giornale di notizie. Durante il 1991 e il 1992, scrisse articoli per El Financiero, e dal 1992 scrive nel giornale El Economista. La radio partecipa anche a vari programmi come analista e commentatore su temi finanziari. È stato consulente di imprese quali la Confederazione delle camere di commercio nazionali, servizi e turismo (Concanaco) e la Confederazione dei datori di lavoro della Repubblica messicana (Coparmex). Titolare del Segretariato femminile alla Asociación Coordinadora Ciudadana.
Esso è stato nominato dal partito di azione nazionale alla Camera dei deputati nella legislatura LVIII, era vice-coordinatore della politica economica e il Presidente denominati Vicente Fox Secretaría de Desarrollo Social, stare in ufficio da 1° dicembre 2000 al 6 gennaio 2006, quando si dimette per aderire alla campagna di Felipe Calderón Hinojosa , quindi il candidato PAN per il Presidente. Dopo le elezioni in cui Calderon è stato il vincitore, Vazquez Mota è entrato nel loro team come Coordinatore del politico di collegamento. Fu anche consigliere di politica nazionale del pane. Il 24 novembre 2006, fu nominato Segretario della pubblica istruzione, riuscendo Jarque Carlos, dove ha servito da 1° dicembre 2006, essendo succeduto da Ana Teresa Aranda il 4 aprile 2009, quando si dimise per essere il candidato del PAN per la camera dei deputati. Dal 5 luglio 2010 è stato deputato federale del tipo Plurinominal nella legislatura LXI nonché coordinatore del gruppo parlamentare per la padella alla camera dei deputati. Nel settembre 2010 è stata eletta presidente del Comitato di coordinamento politico della fotocamera stessa.
È stato presentato come candidato del suo partito alla presidenza con una campagna che ha tentato di avvicinare le classi popolari. Il 5 febbraio 2012 vincere il processo di elezione interna del candidato alla presidenza del suo partito, contro Santiago Creel ed Ernesto Cordero, considerato il presidente Felipe Calderón delfino. Josefina ha ricevuto 55% dei voti, 38,1% Ernesto Cordero e il 6,1% di Santiago Creel a diventare la prima candidata donna alla presidenza della Repubblica del Messico con possibilità di Trionfo. In precedenza altre tre donne erano candidati per la presidenza del Messico formalmente, anche se in parti senza possibilità di vittoria: Rosario Ibarra de Piedra, nel 1980, Il partito rivoluzionario del lavoratore; Cecilia Soto nel 1994 dal partito laburista e Patricia Mercado dal partito sociale-democratico alternativo nel 2006.
Josefina Vázquez Mota ha come rivali nelle elezioni del 1° luglio 2012 a Enrique Peña Nieto, candidato del PRIe Andrés Manuel López Obrador, che si ripete nella parte anteriore di sinistra (partito della rivoluzione democratica, PRD).
L'imprenditore Sergio Ocampo Muñoz si sposò ed ebbe tre figlie: Maria José, Celia María e Montserrat. Pratica sportiva cinque giorni alla settimana; amatoriale 'Agatha Christie' lettura e anche la paella.


3

Biografia di Francisco de Quevedo y Villegas

(1580/09/17-1645/09/08)

Francisco de Quevedo y Villegas
Produttore spagnolo

"Tutti coloro che sembrano stupide, sono e inoltre sono così metà di coloro che non sembrano".
Francisco de Quevedo
Era Nato il 17 settembre 1580 a Madrid nel seno di una famiglia dell'aristocrazia aulico.
Era il terzo dei cinque figli di Pedro Gómez de Quevedo, che hanno riempito gli uffici sontuosi, e Santibañez María. Quevedo ha perso il padre all'età di sei, sotto la tutela di suo zio don Agustín de Villanueva, del Consiglio di Aragona.
Fisicamente ha sofferto un limp da deformazione delle gambe e sua esagerata miopia costretto a indossare gli occhiali. Studiò al Collegio dei gesuiti a Madrid e all' Università di Alcalá (Madrid); Quando ha lasciato questa prima formazione, ha studiato teologia presso l'Università di Valladolid (1601-1606), perché lì la Corte si era spostata.
Nel 1606 si trasferisce a Madrid in cerca di fortuna e il successo attraverso il Duca di Osuna , che diventa il suo protettore; Inoltre si impegna in una querela dal possesso della Signoria di La Torre de Juan Abad, villaggio nella provincia di Ciudad Real, in cui fino al 1631 speso una fortuna e molte energie.
Iniziato nel mondo della letteratura con burlesco e satirico opere come la vita del Buscón chiamato don Pablos, vagamundos esempio e specchio di avaro, cinque pezzi corti Los sueños (1605-1622), basati sulle delusioni subite in quegli anni. Queste opere sono state pubblicate nel 1631 sotto il titolo di infanzia giocattoli e buffonate di spirito con un prologo in cui attaccò contro i pirati di editori e dichiarò l'intenzione di queste Scritture che era destinato a denunciare "abusi, vizi e inganni di tutti i mestieri e gli Stati del mondo".
Amico Felix Lope de Vega e Miguel de Cervantes, che faceva parte della confraternita degli schiavi del Santissimo Sacramento. Allontanato con il drammaturgo Juan Ruiz de Alarcóne soprattutto con Luis de Góngora, ha diretto una serie di terribili satire e che ha ricevuto il poema insidioso "Don Francisco de Quebebo".
Le sue poesie di quasi un migliaio di poesia vengono conservate, ma sapendo che era mai preoccupato per modificarli e che i conservati provengono da persone vicine a lui, si presume che egli ha scritto molti altri. Quando morì, apparve in due volumi Spagnolo Parnassus (1648), compilato dal suo amico José Antonio González de Salas, e i tre muses (1670), effettuate da suo nipote Pedro Aldrete Quevedo y Villegas. Fu anche autore di opere religiose, come la politica di governo di Cristo e di Dio o la vita di Saint Paul.
Ha visitato l'Italia nel 1613 per essere richiesto dal duca di Osuna, allora viceré di Napoli, che gli commissionò a importanti e rischiose missioni diplomatiche per difendere il Vicereame che cominciò a sgretolarsi; tra questi ha incuriosito contro Venezia e ha preso parte a una cospirazione. Nel 1620 fu sconfitto, il duca di Osuna con cui Quevedo bandito in La Torre (1620), imprigionato nel Uclés (1621) e, infine, bandito nuovamente dentro la Torre.
Nel 1634 si sposò con la Speranza di Mendoza, una vedova con figli. Il matrimonio è durato tre mesi. Ancora una volta sento tentati dalla politica, come si vede che la ripartizione che sta librandosi sopra Spagna e diffidare del Conte-Duca di Olivares, favorito del re, contro il quale scrisse alcune diatribe Amari. A causa di un affare su una cospirazione con la Francia, è nel 1639 arrestato e imprigionato a San Marcos de León, dove condizioni difficili ha diminuito la sua salute.
Francisco de Quevedo è stato rilasciato nel 1643 e viene rimosso alla Torre per poi stabilirsi a Villanueva de los Infantes, (Ciudad Real), dove, dall'8 settembre 1645 è morto in una stanza del convento dei Domenicani. Nel 2009, i suoi resti sono stati identificati nella cripta della Chiesa di Saint Thomas di Andrés Apóstol dalla stessa popolazione. Questi resti erano una persona che era 165 centimetri e aveva un'età che era di circa 65 anni di età quando è morto, secondo il sito Web atropologico-forense.


4

Biografia di Eva Peron - María Eva Duarte de Perón

(1919/05/07-26/07/1952)

María Eva Duarte de Perón
Politica e argentino attrice

Era Nato il 7 maggio 1919 a Los Toldos (Buenos Aires).
Figlia di Juan Duarte, che ha avuto una relazione extraconiugale con sua madre Juana Ibarguren. Suo padre aveva un ufficio politico importante nella città di Chivilcoy e fu deposto per appropriazione indebita di fondi, una storia che più tardi avrebbe ripetuto con suo figlio Giovanni. Suo padre morì in un incidente stradale e sua madre prende la sua famiglia al funerale ma Grisolia (la famiglia di sua moglie legittima) negato l'ingresso. Trasferirsi a Junín dove Juana ha cominciato il suo lavoro di sarta, nuova Elisa ha ottenuto un lavoro di insegnante supplente e Giovanni come venditore della ditta Guereño, produttore di sapone federale.
Con 15 anni ha iniziato la sua carriera artistica. Incontra l'attore José Franco e Joaquín de Vedia , che gli diede un piccolo ruolo in quattro parole in gioco "Signora di Pérez". Presto lascia la troupe per spostare la figlia di José Franco, Eva Franco, che gli diede due ruoli in che ogni casa è un mondo e opere la signora, gentiluomo e il ladro, quest'ultimo si fornirebbe una vincente striatura, quasi un anno di buon vivere, fino a quando la povertà è tornata a prendere il controllo della sua vita. Dopo pochi mesi, l'azienda di Eva Franco avvisa per giocare un ruolo piuttosto più importante nel gioco Madame Sans Gêne Moreau e Sardou, dove era la sorella di Napoleone con incredibile successo. Ha gestito un ruolo nella Società di Pepita Muñoz. A causa di un alterco con José Franco ha dovuto lasciare anche questa azienda. Dopo aver superato dalla vicenda e lasciare che tutti loro, de1939 1 maggio aveva un contratto con la compagnia del Teatro dell'aria vicino a Pascal Pelliciotta forma la star cast della radio gioca. Sono riusciti un tale successo che due immagini di lui apparso in pubblicato nella rivista dell'antenna. Nel 1941 ha lavorato su tre film: "l'onere dei coraggiosi", "le persone più infelici" con Sandrini e "una ragazza in difficoltà" del americano John Reinhardt.
Nel 1944 ha incontrato Juan Domingo Peróne il 22 ottobre 1945 si sposano nella città di Junín. È importante ricordare che Evita non aveva nessun cognome Duarte come figlia illegittima e utilizzando rapporti dubbi diffusa un certificato di nascita a nome di María Eva Duarte e non a Eva María Ibarguren come esso avrebbe dovuto essere.
Dato che il governo non era abbastanza forte da resistere un altro tentativo di colpo di stato, Peron ha deciso di integrare il partito di lavoro la formula Perón-Quijano, che perpetuano in loro due presidenze, di partecipare alle elezioni del 24 febbraio 1946. Questo impedisce decide che non avrebbe agito come una semplice moglie del candidato ma avrebbe agito allo stesso tempo di Perón, era la sua prima apparizione al microfono in un evento presso il Luna Park , dove "L'Università Argentina", "Crociate della donna" e "Segreteria studenti generale" ha organizzato una cerimonia in omaggio a Perón-Quijano, la formula anche se l'incontro è stato un po ' frustrato perché il generale non potrebbe accadere e non Eva dare il suo primo discorso pianificata , Evita è intervenuta solo una volta per chiedere che i partecipanti si calma prima il vociare costata la sua immagine ha colpito troppo forte prima le donne Comitato del 17 ottobre denominato con sede nel quartiere di Almagro con il nome di "María Eva Duarte de Perón" centro di Peron.
Hai cercato supporto per suo marito durante la campagna presidenziale, risultante in una grande popolarità personale. Dopo l'inaugurazione del Juan Domingo Perón (1946), cominciò a giocare un ruolo molto attivo nel governo, diventando il suo collegamento con i sindacati, creando la Fondazione di sociale aiuto Eva Perón e organizzando il ramo femminile del partito peronista. Idolatrato da molti come il "portatore degli umili", assistenza sociale organizzata ai poveri da parte dello stato, nel 1949 è stato il secondo più influente figura di Argentina e il piu ' amato le classi di lavoro, che ha chiamato il 'senza camicia'. Anche se non è mai venuto a sopportare una carica ufficiale, in pratica è stato responsabile per i ministeri della salute e del lavoro.
Nel 1947 ha visitato Madrid dove è stato ricevuto con gli onori di stato di Francisco Franco, in segno di gratitudine perché Argentina ha sfidato il blocco delle Nazioni Unite per la Spagna e inviato agli sbarchi di carne e grano per alleviare la fame nella guerra civile.
Nel 1951 è apparso per ottenere il Vice Presidente , ma l' esercito l'ha costretta a ritirare la sua candidatura. Dal balcone del Ministero della salute, ha dato nel 1952 un discorso di dimissioni alla candidatura per la vice-presidenza dell'Argentina per le elezioni di quell'anno, mentre la folla gridò sua candidatura accanto a Peron, che era per la rielezione. Ha radunato a "Rinunciare ai honours, ma non alla lotta".
Il 18 luglio 1952, alle 3:30 del pomeriggio, è apparentemente andato in coma, di fronte a questa situazione i medici chiamata il padre di Benítez, ordinato anche un team di rianimazione ed altre terapie di ossigeno; all'alba del giorno prima Eva si alza con grazia e ordinato di rimuovere suoi tubi era avanti e ordinare una tazza di caffè. Finichietto medico in presenza di parenti si trova piamente: "... Signora, è sufficiente rimuovere il nervo che lui ha causato tanto dolore al collo. Già non soffrono di più... "." Evita di stato non ha dato per Perón più portato da medici specialisti Germania due, arrivano il 20 luglio e viene estratta dalla loro relazione: "... La morte del malato è inevitabile e imminente... "." Quel giorno che Perón parla con il padre Benítez, che ha chiesto che si vanno preparando l'umore del popolo dalla massa popolare che aveva organizzato la CGT e il piombo.
Sabato 26 luglio 1952 entra in coma. Il medico Taquini 20.23 mira Peron dicendo: "Nessun impulso". Muore a Buenos Aires e alle 21.36 altoparlante lee J. Furnot dalla catena di trasmissione: "incontra il Segretario delle informazioni della presidenza della nazione il compito straziante di informare le persone della Repubblica che alle 20.25 defunti onorevole Eva Perón, leader spirituale della nazione. I resti della sig. ra Eva Perón sarà condotta domani, il Ministero del lavoro e benessere, dove la cappella masterizzazione verrà installata... "."


5

Biografia di Claude Monet

(1840/11/14-1926/12/05)

Claude Monet
Oscar-Claude Monet
Pittore francese impressionista

Era Nato il 14 novembre 1840 al quinto piano di 45 rue Laffitte, nel 9 ° arrondissement di Parigi.
Egli era il secondo figlio di Claude Adolphe Monet, imprenditore e Louise Justine Aubrée Monet, cantante.
Il 20 maggio 1841, fu battezzato nella Chiesa parrocchiale, Notre - Dame-de-Lorette, come Oscar-Claude, dare ma i suoi genitori lo chiamavano semplicemente Oscar. Nonostante essere stato battezzato come cattolico, diventare ateo.
Nel 1845, la sua famiglia si trasferì a Le Havre, in Normandia, dove è cresciuto e dove ha studiato disegno e dipinti marini insieme a Louis Eugène Boudin. Ha vinto qualche soldo disegnando cartoni animati.
Nel 1855, all'età di quindici anni, gode già di certa reputazione come fumettista. Nel 1857, con diciassette anni, vede la madre morente. Un anno dopo, nel 1858, partecipa per la prima volta Esposizione Municipale du Havre, tenuta tra i mesi di agosto e ottobre, con il dipinto intitolato Vue prise à Rouelles, datato l'anno stesso. Con il sostegno di suo padre e di sua zia Marie-Jeanne Lecadre, che raccomanda al pittore Armand Gautier, un viaggio a Parigi nel 1859. Lì, frequenta una libera Accademia, l' Académie Suisse, dove i modelli disponibili per il disegno di figure e si unisce a un piccolo gruppo di giovani pittori. Sua famiglia rinunzia per pagare la sua sostituzione nel servizio militare, essendo così interrotto la sua formazione artistica a lasciare per l'Algeria nella primavera del 1861. Un anno più tardi egli si ammala ed è rimpatriato in Francia per una convalescenza di sei mesi, supponendo che sua zia sua sostituzione nelle spese militari durante i cinque anni che rimanendo per soddisfare.
Entrò nello Studio di Gleyre, dove incontrò Bazille, Renoir e Sisley. Si infestano questo studio fino all'inverno del 1863-64. Su 8 agosto 1867, nacque il loro primo figlio, Jean, ignorato dalla famiglia del pittore. Nel maggio 1868 vive a Fécamp con sua moglie Camille e il figlio. Situazione familiare è molto difficile e dopo un fallito tentativo di suicidio nel mese di giugno, riceve un sostegno finanziario da Gaudibert. In quanto la stessa estate si trasferì a Le Havre, dove si è aggiudicato la medaglia d'argento di Esposizione marittima Internationale du Havre. Monet sposa Camille il 26 giugno 1870, e si muovono in Normandia, a Trouville, dove sono sorpresi dalla dichiarazione della Guerra Franco-Prussiana. Monet, di idee repubblicane, non vuole lottare per il tuo impero e viaggia a Londra. Lì e dopo aver appreso della morte di sua zia e protettiva Jeanne-Marie il 7 luglio, si incontreranno con Camille Pissarro, Sisley e Daubigny. Grazie a questo ultimo Monet entra in contatto con il mercante parigino Durand-Ruel. Da settembre in poi, un'opera dell'artista apparirà nella Mostra organizzata dal mercante d'arte a Londra. Dopo la morte del padre il 17 gennaio 1871, Monet lasciato Londra fine maggio Hollandroad. Affascinato dal suo paesaggio si deposita a Zaandam, città vicino ad Amsterdam, dove rimase fino a ottobre e che, una volta finita la guerra, tornò a Parigi.
All'aperto dipinse paesaggi e scene della società borghese ed ebbe un certo successo nelle fiere ufficiale. Come si è evoluto il suo stile, ha attraversato le convenzioni a favore di una più diretta espressione artistica. Nel 1874, insieme ai suoi colleghi, organizzano le proprie mostre. Si sono denominati indipendenti, anche se applicato loro beffardamente etichetta impressionisti a causa dell'aspetto incompiuto delle sue opere (come una prima impressione) e anche perché uno dei dipinti di Monet era intitolato impressione: Alba (1872, Museo Marmottan, Parigi). Ha cercato di catturare le variazioni di colore attraverso la sua serie sullo stesso argomento, in tempi diversi o durante le diverse stagioni. Esso è stato gradualmente accentuando effetti luminosi fino occasionalmente per le forme si fondono o anche per fonderli insieme.
Nel 1878 e Monet è fissato provvisoriamente a Parigi, dove il 17 marzo quest'anno è Nato il suo secondo figlio, Michel, fatto che sicuramente romperà la salute di sua moglie. La morte di Camille il 5 settembre 1879 lo lascia senza sapere come organizzare la propria vita e quella dei loro figli.
Alla metà del 1880, è considerato il leader della scuola impressionista, ottenendo riconoscimento e una buona posizione economica. Con valori come maestro di osservazione meticolosa. Nel 1890, ha acquistato una proprietà nel villaggio di Giverny, vicino Parigi e lì ha cominciato a costruire un nuovo giardino (ora aperto al pubblico) -un laghetto con ninfee, attraversato da un ponte giapponese con salici e cespugli di bambù. Il 16 luglio 1892, sposò Alice Hoschedé. Nel 1906 cominciò a dipingere la serie di stagno con ninfee, che sono esposti nell'Orangerie a Parigi, presso l'Art Institute di Chicago e il Museo d'arte moderna di New York.
Claude Monet ha continuato la pittura, mentre vista lui, non riescono quasi fino al momento della sua morte da cancro polmonare, il 5 dicembre 1926 a Giverny. Fu sepolto nel cimitero della Chiesa.