Definizione del credito di imposta

Il concetto di credito d'imposta ha diversi significati, generalmente associati a diversi paesi. Egli può nominare, per esempio, la possibilità che un'azienda deve ridurre le tasse che si paga nel suo paese attraverso quelle ha pagato per un governo straniero seguendo una qualsiasi operazione di commercio internazionale. D'altra parte, il credito d'imposta è quello che una società ha pagato come tasse con l'acquisizione di un prodotto o una proprietà che può essere dedotta nello stato quando una rivendita. Ad esempio: un mestiere acquista un lettore DVD a 125 euro, di cui 25 corrispondono alle imposte. Il giorno successivo, il mercante vende questa apparecchiatura ad un consumatore finale a 250 euro (di cui 50 sono destinati per le tasse). Al tempo dei suoi contributi allo stato, il commerciante pagherà 25 euro di tasse per queste transazioni, dato che gli altri 25 possono essere presi in considerazione dal credito d'imposta in virtù di essere un acquisto originale.
In altre parole, esistono invece di dire che il credito d'imposta è una somma di denaro a favore del contribuente. Quando si determina il requisito di dipendente, il contribuente può dedurre il debito fiscale (debito) per calcolare l'importo da versare allo stato.
Il governo può instrumentare vari programmi sotto il credito d'imposta (che, in tutti i casi, sarà una somma di denaro a favore del contribuente, se una società o una persona). Alcuni piani di consentono al contribuente di utilizzare il credito d'imposta per pagare i piani di formazione; in questo caso, il denaro verrà ripristinato allo stato, ma il contribuente riceve più servizi.