Passa ai contenuti principali

Charles Perrault | Rafael Correa | Lazaro Cardenas | Benito Mussolini | Biografie Notevoli

Biografie di personaggi famosi e storici

Biografie di personaggi storici e personaggi famosi

Biografie di personaggi famosi:

  1. Biografia di Charles Perrault
  2. Biografia di Rafael Correa
  3. Biografia di Lazaro Cardenas
  4. Biografia di Benito Mussolini
  5. Biografia di José Hernández


1

Biografia di Charles Perrault

(1628/01/12-16/05/1703)

Charles Perrault
Scrittore francese

Nato 12 gennaio 1628 a Parigi. Sua famiglia appartiene all'alta borghesia.
Studiò letteratura al Collegio di Beauvais Parigi, diploma in diritto e iscriversi a scuola di legge nel 1651.
Dal 1683 si dedicò interamente alla letteratura. Autore del poema il secolo di Louis il grande (1687) che ha suscitato un intenso polemica letteraria. È famoso soprattutto per i suoi racconti, tra cui Cenerentola, gatto con gli stivali, Pollicino e dormire, che ha recuperato dalla tradizione orale in storie o racconti del passato (1697) e conosciuto anche come racconti di mamma oca, l'opera d'arte contenute sulla copertina dell'edizione originale.


2

Biografia di Rafael Correa

(1963/04/06 - unknown)

Rafael Vicente Correa Delgado
Economista e politico ecuadoriano
Presidente di l'Ecuador

Era Nato il 6 aprile 1963 a Guayaquil, Ecuador.
Figlio di Rafael Correa Icaza e Norma Delgado Rendon.
San José - La Salle di città di Guayaquil studiato scuola cattolica primaria e secondaria. Ha vinto una borsa di studio presso la Universidad Católica di Santiago de Guayaquil, dove si è laureato in economia e commercio nel 1987. Durante un volontario nelle highlands ecuadoriano acquisito conoscenze di base di kichwa, la lingua indigena più parlata in Ecuador. Con borsa di studio in un altro, esegue un Master in economia e commercio presso l'Università Cattolica di Leuven, Belgio e in uno scambio sponsorizzato da Universidad San Francisco de Quito ha studiato presso la University of Illinois at Urbana-Champaign, Stati Uniti d'ottenimento di dottorato nel 2001.
Politicamente si trova ideologicamente nella sinistra nazionalista, simili alle loro controparti, del Venezuela Hugo Chávez e boliviano, Evo Morales, è stato definito come neodesarrollista e umanista cristiana. È stato Presidente dell'allievo Associazione culturale lasalliana (ACEL), nella UCSG. Eletto presidente dell'associazione degli studenti di economia, controllo e amministrazione (AEAA) e, successivamente, Presidente della Federazione degli studenti dell'Università (FEUC).
Il 20 aprile 2005 è stato nominato Ministro delle finanze, durante la presidenza di Alfredo Palacio, - l'uomo che prese il potere dopo la caduta del colonnello Lucio Gutiérrez- e ha dato i primi indizi che il suo progetto politico iscriversi all'interno del movimento bolivariano di fondare il socialismo del 21 ° secolo. Si dimise il 8 agosto 2005.
Correa ha fondato il movimento patria orgogliosa e sovrano (paese) all'inizio della campagna presidenziale nel 2006. Movimento politico con cui si appropriò Presidentee dopo aver modificato la costituzione del 1998, nel corso del 2008 non è riuscito a garantire la maggioranza politica nell'Assembly ecuadoriano. Eletto Presidente dell'Ecuador in due occasioni: la prima, dopo aver superato l'elezione di ballottaggio il 26 novembre 2006, il candidato Álvaro Noboa, con 57% dei voti e la seconda, in un singolo turno, 26 aprile 2009, con il 51,9% dei voti contabilità. Aupado da un maggiore di 70% di gradimento, cintura sciolse il Parlamento e ha subito un referendum costituzionale per creare il nuovo Ecuador. Tra il 2007 e il 2009 ha vissuto praticamente in campagna elettorale fino a quando ha preso il controllo di tutti i poteri dello stato.
Il modo in cui è lo stesso preso da Chavez in Venezuela, Evo Morales in Bolivia e Daniel Ortega in Nicaragua. Cintura promosso legislazione di riforma del settore finanziario, la petroliera e dei media, tra gli altri. Egli promulgò una costituzione nuova, altamente avanzati dal punto di vista dei diritti sociali, ma anche con molti meccanismi per mantenere il potere. Il 15 gennaio 2011, è stato concluso il suo primo mandato, ma la nuova costituzione ha ordinato di avanzare le elezioni a tutti la dignità del paese, affinché il suo secondo mandato ha avuto inizio il 10 agosto 2009, lo stesso giorno come il bicentenario del primo grido di indipendenza e si concluderà il 10 agosto 2013.
30 settembre 2010, membri della polizia ecuadoriana, protesta contro una legge che è stata abrogata il giorno precedente da parte dell'esecutivo, che essi hanno arrestato lui per diverse ore in ospedale dove si era recato dopo essere stato aggredito da alcuni dei suoi membri. Ha detto poi che l'ospedale che piacerebbe prenderlo "come presidente o come un cadavere" e ha detto che non avrebbe perso la sua "dignità". Egli si spinse fino a ricevere una delegazione dalla rivolta della polizia ma in definitiva non è riuscito a qualsiasi tipo di accordo. Nel frattempo, i sostenitori del Presidente ha cercato di rompere il cordone di polizia che circonda l'ospedale a "salvarlo". Le forze di sicurezza hanno risposto con gas lacrimogeni contro questi manifestanti. Dopo decine di membri dell'esercito raggiungono la vicinanza con l'ospedale e confrontato con la polizia per rilasciare il Presidente si trasferì il Palacio de Carondelet, da cui si affacciava sul balcone per centinaia dei suoi sostenitori riuniti nella Plaza Grande e che sventolavano bandiere dell'Ecuador.
Rafael Correa, viene proclamato vincitore assoluto delle elezioni tenutasi il 17 febbraio 2013 con una vittoria schiacciante (56,7% dei voti), mentre il suo principale avversario, Guillermo Lassoexbanquero, fatto con 23,3%. Correa, nelle sue proprie parole, renderà irreversibile "cittadino rivoluzione" che ha avuto inizio nel 2007, durante il suo mandato.
Sposato con Anne Malherbe Gosseline, un professore Belgio che ha incontrato nel 1990 presso l' Università Cattolica di Lovanio. Sono genitori di tre figli: Sofia, Anne Dominique e Rafael Miguel.


3

Biografia di Lazaro Cardenas

(1895/05/21-19/10/1970)

Lázaro Cárdenas del Río
Politico messicano, Presidente della Repubblica (1934-1940)

Era Nato il 21 maggio 1895 a Jiquilpan de Juárez (Michoacán).
Figlio di Dámaso Cárdenas e Felicitas del Rio.
Ha frequentato la scuola fino all'età di 11. 16 lavorato tipografo e successivamente in un ufficio del Ministero del tesoro.
Nel 1914 aderì alla Rivoluzione messicana, raggiungendo il grado di tenente colonnello (1915). Dopo la Convenzione di Aguascalientes, è diventato per il costituzionalismo di Venustiano Carranza , interagendo con il gruppo da Sonora guidato da Plutarco Elías Calles.
Era il brigadiere dell' esercito costituzionalista nel 1925. Eletto governatore di Michoacan dal 1928 al 1932. Eletto Presidente del partito rivoluzionario nazionale (PNR) nel 1930, ministro degli interni nel 1931 e segretario della guerra e della Marina nel 1933.
Presidente del Messico nel 1934, ha lanciato un piano di riforme economiche e sociali in sei anni, il terreno di proprietà privata è stato distribuito tra i contadini, e con il sostegno della Confederazione dei lavoratori del Messico, molte industrie è diventato cooperative. Nell'aprile 1938 egli riorganizzò il PNR dotandolo di quattro sezioni: i lavoratori, il contadino, il popolare e militari. Nello stesso anno ha nazionalizzato le proprietà delle compagnie petrolifere straniere.
Egli secolarizzata di insegnamento. Sostenne la Repubblica spagnola durante la guerra civile (1936-1939) e concesso asilo a molti rifugiati spagnoli, che concesse la nazionalità messicana e anche Trotsky, che stava sfuggendo stalinismo in USSR. Nel 1942, durante la seconda guerra mondiale e sotto la presidenza di Manuel Ávila Camacho, fu comandante delle forze messicane della Costa del Pacifico e segretario della difesa nazionale dal 1942 al 1945.
Sposato con Amalia Solórzano, era il padre di Alicia Cardenas, Palmira Cárdenas Solórzano (1933-1933) e Cuauhtémoc Cárdenas Solórzano (1934).
Lázaro Cárdenas morì di cancro in Messico, d. f. il 19 ottobre 1970.


4

Biografia di Benito Mussolini

(1883-07-29-28/04/1945)

Benito Mussolini
Benito Amilcare Andrea Mussolini
Capo del governo e dittatore d'Italia

Nato il 29 luglio 1883 a Dovia di Predappio , una piccola cittadina in provincia di Forlì in Romagna (Italia).
Figlio di un fabbro di nome Alessandro Mussolini, socialista e Rosa Maltoni, un insegnante di scuola e devoto cattolico.
Il nome Benito di messicano riformista Presidente Benito Juárez, mentre i suoi nomi secondo Andrea e Amilcare erano come riconoscimento per l'italiano socialisti Andrea Costa e Amilcare Cipriani.
Egli era il maggiore dei tre figli. Suoi fratelli Arnaldo ed Edvige viene chiamato. Anche se sarebbe diventato uno dei grandi oratori del XX secolo, ha iniziato troppo tardi parlare, così i genitori sono arrivato a pensare che era muto. Bambino turbato che costantemente messo nei guai con i vostri coinquilini, a undici anni è stato espulso dal collegio dove studiò dal taglio con un coltello un collega naturalmente. Mussolini sarebbe diventato anticlericali come suo padre proclamato ateo.
Ha lavorato come insegnante nelle scuole medie Gualtieri fino a quando riuscì a fuggire in Svizzera a evitare il servizio militare. Là ha lavorato come operaio, imparò l'inglese e tedesco e si unì un militante socialista Sindacato fino a quando fu arrestato ed espulso dal paese. In Italia è stata decretata un'amnistia contro i deserters e anche se ha evitato la sua convinzione, infine effettuato servizio militare a Verona. Nel 1910 sposò Rachele Guidi e il risultato di questa Unione sono nati cinque figli. Fu arrestato e imprigionato per la sua opposizione alla guerra tra Italia e Libia (1911-1912). Qualche tempo dopo fu direttore del giornale ufficiale del Partito socialista, Avanti!. Guerra mondiale scoppiò nel 1914, inizialmente denunciato il carattere imperialistico del conflitto da una posizione neutrale, ma presto ha cambiato la sua mente e ha richiesto l'intervento dell'Italia a sostegno degli alleati.
È stato espulso dal partito socialista e nell'ottobre del 1914 a causa della sua opposizione alla posizione del partito sopra la neutralità nella prima guerra mondiale. Ha creato il proprio giornale a Milano, Il Popolo d'Italia. Nel marzo 1919, fondata a Milano i fasci italiani di combattimento, movimento nazionalista, antiliberale e antisocialista. Ha preso il nome dal fascio littorio, un antico simbolo di disciplina romana. E ' venuto da tutte le zone rurali, dove sua milizia delle camicie nere ottenne l'appoggio dei proprietari terrieri mentre hanno attaccato le leghe contadine e le associazioni socialiste. Fascismo ha lasciato il suo spirito repubblicano di guadagnare la fiducia dell'esercito e della monarchia. Un giorno dopo i fascisti effettuati con la «marcia su Roma», re Victor Emmanuel III invitò Mussolini di formare un governo e nell'ottobre del 1922 divenne il più giovane primo ministro nella storia d'Italia ed esercitata all'interno del sistema parlamentare fino al gennaio 1925, quando si proclamò dittatore d'Italia.
Conosciuto come Il Duce ("capo"), nel 1926 già aveva cambiato il paese un partito unico e totalitario basato sul potere del Grand fascista Consiglio, organo della nuova creazione e sostenuta da milizie di sicurezza nazionale. Dopo l'eliminazione del Parlamento, ha fondato la camera dei fasci e delle società con un mero consultativo. All'interno del nuovostato corporativo, gli imprenditori e i lavoratori erano organizzati in gruppi controllati dal partito che rappresenta i vari settori dell'economia. Viene abolito il sistema capitalista è rimasto e servizi sociali è aumentati, ma sindacati indipendenti e il diritto di sciopero.
Nel 1929 firmò i Patti Lateranensi con il Vaticano, che pose fine al conflitto che aveva affrontato la Chiesa e lo stato italiano dal 1870. In politica estera, si oppose le raccomandazioni della società delle Nazioni e iniziarono la conquista dell'Etiopia (Abissinia, 1935-1936), diventando in questo modo con l'acclamazione di quasi tutti i settori della società italiana. La sua popolarità è stata ridotta quando inviando truppe per sostenere il generale Francisco Franco durante la guerra civile spagnola (1936-1939), dall'alleanza con la Germania sotto l'egida socialism nazionale (partito nazista) attraverso la formazione dell' asse Roma-Berlino (1936), che si conclude con il cosiddetto patto d'acciaio tra i due stati (1939), l'emanazione di leggi contro gli ebrei e l'invasione dell'Albania (1939).
Allo scoppio della seconda guerra mondiale, ha deciso di rimanere in disparte, ma cambiò quando i tedeschi invasero la Francia nel giugno 1940. Italia ha combattuto contro i britannici in Africa, ha invaso la Grecia e si unì i tedeschi la divisione della Jugoslavia, l'invasione dell' Unione Sovietica e la dichiarazione di guerra agli Stati Uniti. Dopo molte sconfitte, il fascista Gran Consiglio il re licenziò Mussolini il 25 luglio 1943, arrestato il giorno successivo e firmarono nel mese di settembre un armistizio con gli alleati, che avevano invaso il sud dell'Italia.
Nonostante tutto i tedeschi lo ha salvato nel settembre di quello stesso anno e proclamarono la Repubblica sociale italiana, fugace regime basato a Salò e che sono sopravvissuti solo da protezione tedesca. Egli tentò di fuggire in Svizzera con la sua amante, Clara Petacci, durante gli ultimi giorni della guerra, ma furono catturato e girato da membri della resistenza italiana, il 28 aprile 1945, essendo i loro corpi esposti pubblicamente nelle strade di Milano.
Sposato con Ida Dalser a Trento nel 1914. La coppia ebbe un figlio l'anno successivo e Benito Albino Mussolini chiamato il suo nome. Nel dicembre 1915, sposò Rachele Guidi, sua amante poiché 1910 e con la sua prossima ascendenza politica era soppresse le informazioni circa il suo primo matrimonio e la sua prima moglie e suo figlio sono stati perseguiti. Con Rachele ebbe due figlie, Edda (1910-1995) e Anna Maria (1929-1968). In più ha avuto numerosi amanti, tra cui Margherita Sarfatti e il suo compagno finale, Clara Petacci.


5

Biografia di José Hernández

(1834/11/10 - 21/10/1886)

Jose Hernandez
Poeta argentino

Era Nato il 10 novembre 1834 nelle frazioni di Perdriel, nella fattoria di suo zio Don Juan Martín de Pueyrredón, durante il governo di Juan Manuel de Rosas. Figlio di Rafael Hernández e Isabel Pueyrredón. Suo padre fu colpito da un fulmine.
Cominciò a leggere e scrivere all'età di quattro anni e frequenta la scuola di don Pedro Sanchez. Frequentò il liceo di San Telmo, nel 1846 fu preso da suo padre a sud della provincia di Buenos Aires, dove divennero familiarità con le operazioni rurali e doganale del gaucho. Una malattia dell'adolescenza fu costretto a vivere nelle pampas, dove entrò in contatto con lo stile di vita dei gauchos.
Poeta, giornalista, commercialista, stenografo, soldato, mercante, latifondista e politico. Autodidatta, che, grazie alle sue numerose letture, definito le sue idee politiche. Nel marzo 1857, poco dopo la morte di suo padre, si trasferì nella città di Paraná. Dal 1852 al 1872, difese che le province non dovrebbero rimanere legate alle autorità centrali, fondata a Buenos Aires. José Hernández, ha partecipato l'ultima ribellione di Gaucho, López Jordan, che si concluse con la sconfitta dei gauchos e il suo esilio nel 1871. Al suo ritorno nel 1874, fondò il giornale Magazine del Río de la Plata, dove ha difeso posizioni federaliste.
È stato deputato provincia e nel 1880, essendo Presidente della camera dei deputati, ha difeso il progetto di federalizzazione, per il quale Buenos Aires divenne la capitale del paese. Nel 1881 scrisse istruzioni l'allevatore di bestiame e fu eletto provinciale senatore , posizione alla quale è stato rieletto fino al 1885.
José Hernández ha avuto una grande eco per le loro proposte con la sua poesia. El gaucho Martín Fierro (1872), un poema epico, è considerata una delle grandi opere della letteratura Argentina. Martín Fierro narra la sua vita, raffigurante la semplicità delle case contadine, l'indipendenza e la pace della vostra mente. Il poema inizia con la felicità della sua vita familiare, fino a quando è costretto ad arruolarsi nell'esercito, la sua ribellione e conseguente defezione. Al suo ritorno, scopre che la sua casa è stata distrutta e ha lasciato la sua famiglia, e disperazione lo spinge ad unirsi agli indiani e diventare un uomo fuori dalla legge. All'indomani del poema, il ritorno di Martin Fierro (1879), incontra finalmente i suoi figli. Il gaucho, scoprì l'incarnazione del coraggio e integrità inerente a una vita indipendente.
Su 8 giugno 1859, sposò nel Paraná Carolina González del solare, dalla quale ebbe sette figli.
José Hernández è morto il 21 ottobre 1886 nel suo quinto di Belgrano, a Buenos Aires. Le ultime parole che disse furono: "Buenos Aires..." Buenos Aires... "."


I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…