Il grande fiume artificiale della Libia | Sorprendente mondo.

Osservazioni: Questa è una traduzione pubblicata per scopi educativi e potrebbe contenere errori o essere imprecise.
Uno del più grande progetto di sviluppo civile che ex-presidente Muammar Gaddafi della Libia ha intrapreso durante la sua regola di quaranta-due-anno era il grande fiume artificiale. Sogno di Gheddafi era di fornire acqua fresca per tutti e a trasformare il deserto verde, rendendo la Libia autosufficiente nella produzione alimentare. Per rendere questo sogno una realtà, Gheddafi ha commissionato un massiccio progetto di ingegneria costituita una rete di tubazioni interrate che avrebbe portato acqua fresca da antiche falde acquifere sotterranee nel profondo del Sahara alla siccità sofferenza città libiche. Gheddafi chiamarono il "ottava meraviglia del mondo". I media occidentali raramente parlato, e ogni volta che lo ha fatto, è stato respinto come un "progetto di vanità", definendola "Di Gheddafi Pet Project" e "il sogno di tubo di un cane pazzo". Ma la verità è che il grande progetto del fiume artificiale è un sistema di erogazione di acqua fantastica che ha cambiato la vita dei libici in tutto il paese.
great-man-made-river-9
Crediti fotografici
La Libia è uno dei più aridi e soleggiati paesi nel mondo. Ci sono posti dove possono passare decenni senza vedere la pioggia a tutti, e anche nelle precipitazioni highlands accade raramente, come una volta ogni 5-10 anni. Meno del 5% del paese riceve abbastanza pioggia per l'agricoltura depositata. Gran parte del rifornimento idrico della Libia utilizzato provenire da impianti di desalinizzazione sulla costa, che erano costosi e quindi usato solo per scopi domestici. Piccolo è stato lasciato per irrigare la terra.
Nel 1953, mentre la ricerca di nuovi giacimenti petroliferi nel sud della Libia, grandi quantità di falde acquifere acqua antico sono stati scoperti. Il team di esplorazione ha scoperto quattro enormi bacini con capacità stimata di ogni variabile tra 4.800 e 20.000 km cubi. La maggior parte di questa acqua è stato raccolto tra i 38.000 e 14.000 anni fa, prima della fine dell'ultima era glaciale, quando la regione Sahariana godeva di un clima temperato.
Dopo Gheddafi e la potenza di liberi ufficiali unitario sequestrati in un incruento colpo di stato nel 1969, il nuovo governo immediatamente nazionalizzato le compagnie petrolifere e avviato utilizzando i ricavi dal petrolio per impostare centinaia di foro pozzi per portare l'acqua fresca da acquiferi nel deserto. Inizialmente, Gheddafi programmato impostare progetti agricoli su larga scala nel deserto dove l'acqua è stata trovata, ma quando le persone visualizzate riluttanza a muoversi, concepì un piano per portare l'acqua al popolo invece.
great-man-made-river-10
Disegno del progetto schematico. Photo credit
Nell'agosto 1984, Muammar Gaddafi posò la prima pietra per l'impianto di produzione di tubo a Brega e il Great Man-Made River Project ha cominciato. Circa 1.300 pozzi sono stati scavati nel terreno del deserto, alcuni fino a 500 metri di profondità, per pompare l'acqua dalla riserva d'acqua sotterranea. L'acqua pompata è quindi distribuito a 6,5 milioni persone che vivono nelle città di Tripoli, Bengasi, Sirte e altrove attraverso una rete di tubazioni interrate 2.800 km di lunghezza. Quando la quinta e ultima fase del progetto è completa, è necessario che la rete avrà lunghezza di 4.000 km di tubi che consentirà 155.000 ettari di terreno da coltivare. Anche con le ultime due fasi ancora da completare, il grande fiume artificiale è il più grande progetto di irrigazione del mondo.
La pipeline prima raggiunto Tripoli nel 1996, al completamento della prima fase del progetto. Adam Kuwairi, una figura senior in Great Man-Made River Authority (GMRA), si ricorda vividamente l'impatto dell'acqua dolce aveva su di lui e la sua famiglia.
"L'acqua ha cambiato la sua vita. Per la prima volta nella nostra storia, c'era acqua del rubinetto per il lavaggio, la rasatura e la doccia,"ha detto BBC. "La qualità della vita è meglio ora, e si ripercuote su tutto il paese."
Il progetto è stato così ben riconosciuto a livello internazionale che nel 1999, UNESCO ha accettato offerta della Libia per finanziare il grande Man-Made River International Water Prize, un riconoscimento che premia il lavoro notevole di ricerca scientifica sull'uso dell'acqua nelle zone aride.
great-man-made-river-17
Cittadini degli Stati Uniti per protestare contro l'azione militare degli Stati Uniti in Libia a Minneapolis, il 21 marzo 2011. Photo credit
Nel luglio 2011, la NATO ha bombardato la conduttura del rifornimento idrico di Great Man-Made River vicino a Brega, tra cui una fabbrica che produce i tubi, sostenendo che la fabbrica è stata utilizzata come "un impianto di stoccaggio militare" e che "razzi sono stati lanciati da lì". Attacco della NATO sul gasdotto interrotto la fornitura di acqua per il 70% della popolazione che dipendeva la filodiffusione fornitura per uso personale e per l'irrigazione. Il paese ora avvolti in guerra civile, il futuro del grande progetto fiume artificiale è in pericolo.
Nel 1991, all'apertura della prima fase del progetto, Muammar Gaddafi profeticamente aveva detto circa la più grande impresa di ingegneria civile nel mondo:
"Dopo questo successo, raddoppierà le minacce americane contro la Libia. Gli Stati Uniti faranno scuse, ma il vero motivo è quello di fermare questo risultato, per mantenere il popolo libico oppresso".
great-man-made-river-16
Crediti fotografici
great-man-made-river-3
Flotta di più di cento i trasportatori complessivamente ha percorso una distanza pari alla distanza tra la terra e il sole Photo credit
great-man-made-river-12
Trasporto di segmenti di tubo. Photo credit
great-man-made-river-11
Lavorare sulla trincea di scavo per pipa ad acqua. Photo credit
great-man-made-river-14
Crediti fotografici
great-man-made-river-15
Crediti fotografici
great-man-made-river-5
Crediti fotografici
great-man-made-river-6
Crediti fotografici
great-man-made-river-8
Crediti fotografici
Fonti: Scoop / Global Research / diritti umani indagini / BBC / The Economist
Tradotto dal sito Web: Amusing Planet per scopi didattici.