Clydebank Titan: Una gru industriale, ora l'attrazione unica della Scozia | Sorprendente mondo.

Osservazioni: Questa è una traduzione pubblicata per scopi educativi e potrebbe contenere errori o essere imprecise.
Sulle rive del fiume Clyde, nelle città di Clydebank, in West Dunbartonshire, Scozia, sorge un'imponente cantilever gru. Un centinaio di anni fa, questa zona era un hub principali della costruzione navale e la gru è stata alla base del suo funzionamento. Il 150-piede-alto Titan Clydebank sollevato apparecchiatura pesante quali motori e caldaie, durante l'allestimento delle navi da battaglia e navi da crociera presso la John Brown & cantiere azienda. La gru assistito nella costruzione di alcune delle navi più grandi del XX secolo, tra cui la Queen Mary, Queen Elizabeth e Queen Elizabeth 2, come pure numerose corazzate e cacciatorpediniere. Il cantiere non esiste più, ma la gru è ancora lì. È stato trasformato in un'attrazione turistica popolare e splendidamente illuminata di notte. Una sera chiara si può vedere il possente cantilever gru da miglia di distanza.
titan-clydebank-14
Crediti fotografici
Clydebank Titan è stato costruito nel 1907 dall'ingegnere scozzese Adam Hunter, che stava lavorando come ingegnere capo per Arrol & Co. Il dock è stato utilizzato per l'allestimento di navi e gru alzerebbe motori e caldaie in navi. Clydebank Titan era prima gru alimentata elettricamente a sbalzo del mondo e la gru più grande del suo tipo, al momento del suo completamento. Potrebbe sollevare 160 tonnellate quando costruito ed è stato aggiornato a 203 tonnellate nel 1938. La capacità di sollevamento del Titan e la posizione del cantiere alla confluenza del fiume Clyde e fiume Cart, contribuito al successo del cantiere, come potrebbero costruire navi molto grandi. Durante la prima guerra mondiale, il cantiere è stato occupato quasi esclusivamente nella costruzione di navi da guerra. Entro la fine della guerra aveva costruito più cacciatorpediniere rispetto a qualsiasi altro cantiere britannico.
Alla fine degli anni 1950, tuttavia, aveva cambiato tecnologia e cantieri in altre nazioni europee e in Corea e Giappone, capitalizzati su di esso e divennero altamente produttivi. Ma cantiere di Clydebank, proprio come molti altri cantieri inglesi, continuata ad usare antiquati pratiche di lavoro e attrezzature in gran parte obsolete, rendendosi poco competitiva e antieconomico.
titan-clydebank-1
Crediti fotografici
Nel 1968, il cantiere è stato amalgamato nel Upper Clyde Shipbuilders insieme a quattro altri, nel tentativo di aumentare la competitività. Ma il nuovo governo che salì al potere nel 1970 smesso di finanziamento l'iarda, conseguente alla chiusura di John Brown. Il cantiere è stato acquistato da una società di costruzione di impianto di perforazione petrolifera che ha usato per costruire olio rig piattaforme per l'industria petrolifera del mare del Nord. Il cantiere è stato ceduto nuovamente a una società francese nel 1980. I nuovi proprietari chiuso il cantiere nel 2001.
La storica Clydebank Titan è stato restaurato nel 2007 e trasformato in un'attrazione unica. È stata installata una nuova rampa di scale e un ascensore. Il vano ascensore è stato perforato con alte finestre per offrire spettacolari scorci della struttura esistente durante la salita. La piattaforma panoramica in cima permette ai visitatori di camminare lungo il braccio, 150 piedi sopra il fiume Clyde e prendere parte a adrenalina correndo attività come il bungee jumping e swing.
titan-clydebank-bw-1
HMS Repulse viene installato presso John Brown & cantiere Co a Clydebank in 1916. La gru di Titan è sulla destra. Photo credit
titan-clydebank-bw-2
Queen Mary in costruzione nei cantieri John Brown & Co a Clydebank nel 1932. Photo credit
titan-clydebank-4
Crediti fotografici
titan-clydebank-3
Crediti fotografici
titan-clydebank-6
Crediti fotografici
titan-clydebank-2
Crediti fotografici
titan-clydebank-10
Crediti fotografici
titan-clydebank-7
Crediti fotografici
titan-clydebank-8
Crediti fotografici
titan-clydebank-9
Crediti fotografici
titan-clydebank-11
Crediti fotografici
titan-clydebank-13
Crediti fotografici
Fonti: Wikipedia / collettiva architettura / visitare Scozia
Tradotto dal sito Web: Amusing Planet per scopi didattici.