Passa ai contenuti principali

Biografia di James Watt | Scienziati famosi.

James Watt fu il padre della rivoluzione industriale. Suo ruolo cruciale nel trasformare il nostro mondo da uno basato sull'agricoltura ad una basata su ingegneria e tecnologia è riconosciuto nell'unità di potenza: il watt.
James Watt nasce a Greenock, in Scozia nel 1736. Era un inventore, ingegnere e scienziato.

Guida rapida a di James Watt invenzioni e scoperte

James Watt:
• migliorato radicalmente il motore a vapore, a partire dalla rivoluzione industriale.
• ha continuato a produrre un flusso di nuove idee e invenzioni, che finalmente ha provocato un motore che necessari 80% meno di carburante rispetto ai motori precedenti.
• inventato motori a vapore ad alta pressione capaci di rendimenti ancora più elevati, ma la tecnologia del tempo non era in grado di sicurezza durante il loro funzionamento.
• presentare la parola cavalli per descrivere la potenza di un motore. Ora generalmente usiamo watt per misurare la potenza, anche se la potenza del motore è ancora spesso valutato in cavalli vapore.
• fu il primo a proporre che l'acqua era fatta di idrogeno combinato con l'ossigeno.
• scoperta indipendentemente il concetto scientifico di calore latente.
• ha inventato la prima macchina copia del mondo – simile in funzione di una fotocopiatrice – per fare copie di corrispondenza, pagine di libri e immagini.

Primi anni

James Watt è venuto da una famiglia di successo. Suo nonno ha insegnato matematica, e suo padre era un falegname, che ha costruito navi.
Sua madre era ben educato e intelligente. Lei gli ha insegnato a leggere, mentre suo padre gli ha insegnato scrittura e aritmetica. Si distinse in matematica, Scienze e ingegneria presso high school, ma la sua abilità di lingua erano meno impressionanti.
Da ragazzo, salute di James Watt spesso era povero, e gran parte del suo processo di apprendimento ha avuto luogo a casa, dove si poteva guardare le barche da pesca che entrano in porto di Greenock e grandi velieri portando nel settore del tabacco dalle Americhe. Un giorno, grazie alla sua mente inventiva, navi come queste sarebbe alimentate da motori.
A diciotto anni, in seguito alla morte di sua madre e una nave d'abbassamento che posto un onere finanziario sulla sua famiglia, James ha dato un suo piano per andare all'Università. Invece, si è formato a Londra come un creatore di strumento scientifico, specializzata in strumenti matematici e nautici. Entro due mesi, le sue abilità erano più alti rispetto ad altri che erano stati in formazione per due anni. Sue abilità eccezionali mano era stato commentato in precedenza dagli operai nel cantiere del padre a Greenock.
Dopo un anno a Londra, ha trovato lavoro all'Università di Glasgow, riparazione di strumenti per il dipartimento di astronomia.

Farsi degli amici, costruzione della conoscenza e lo sviluppo di nuove competenze all'Università di Glasgow

Lavoro dello strumento di watt era così buono che professori dell'università volevano mantenere lui lavora lì permanentemente, così lo hanno invitato a realizzare un laboratorio all'Università.
I professori presto resi conto che il giovane nell'officina aveva un cervello uguale a loro. Hanno cominciato a chiamare su di lui per discutere il loro lavoro. Gli studenti di matematica e fisica trovano che Watt aveva imparato di più sulla loro sudditi che avevano.
Ha superato anche sue precedenti abilità di linguaggio povero, autodidatta tedesco e italiano per poter leggere la letteratura più scientifica.
All'Università di Glasgow, James Watt è diventato amici con Adam Smith, che ha fondato la disciplina accademica della economia e ha scritto La ricchezza delle Nazioni. Inoltre divenne amico con il chimico Joseph Black, che ha scoperto il magnesio e, indipendentemente da Watt, ha inventato il concetto di calore latente. Nel 1759, quattro anni dopo il suo arrivo a Glasgow, il 23 anni James Watt si interessò motori a vapore.
Questo è accaduto quando un altro dei suoi nuovi amici presso l'Università, il Professor John Robinson discusso con Watt la possibilità di un'automobile vapore-guidato. Anche se le loro idee per l'auto erano impraticabili, era stato seminato un seme nella mente fertile di Watt.
Professor Robinson non stare ancora entrambi. Fu la prima persona a pubblicare una legge del quadrato inverso per forze elettriche, e inventò la sirena.

La venuta del vapore

Nel 1763, anni 27, è venuto di Watt a contatto con un motore a vapore lavoro, il motore di Newcomen. Professor John Anderson, che ha usato il motore come una dimostrazione nelle sue lezioni di fisica, necessario ripararlo. Watt ha fatto la riparazione, ma era stupito di quanto poco lavoro il motore era in grado di fare.
A quel tempo, i motori di Newcomen erano stati usati in Gran Bretagna per 50 anni, e nessuno aveva trovato un modo per migliorare la loro.
Hanno lavorato sul principio che il pistone nel cilindro sarebbe stato cacciato in una direzione da un getto di vapore che causano aria nel cilindro per espandere, quindi acqua fredda dovrebbe essere iniettato al posto del vapore per raffreddare l'aria nel cilindro, creando un vuoto parziale che ha tirato il pistone indietro in altra direzione, pronta per il ciclo per iniziare nuovamente con l'iniezione di vapore caldo.
Watt ha deciso che poteva fare un motore migliore. Ha pensato di poco altro e sperimentato nel suo laboratorio con acqua e vapore nei serbatoi metallici.
Dopo due anni di sperimentazione e di pensiero, Watt ebbe il suo momento di Eureka.
Con la sua comprensione scientifica del comportamento dell'acqua e il principio del calore latente, si rese conto che il problema con il motore a vapore Newcomen era come segue: calore era utilizzato dal motore per generare vapore, ma quando il vapore aveva fatto il suo lavoro il cilindro è stato raffreddato con acqua. Riscaldamento e raffreddamento del cilindro stesso per ogni corsa del pistone era molto costoso in termini di energia necessaria per farlo.
Nelle parole di Watt, leggermente modernizzato:
L'idea è venuto in mente che come vapore era un gas sarebbe correre in un vuoto, e se ho collegato il cilindro del motore ad un serbatoio a bassa pressione, il vapore sarebbe affrettare le cose. Il vapore sarebbe condensare c'e non raffreddare il cilindro del motore. Poi ho visto che devo sbarazzarsi del vapore condensato dal cilindro.
Watt riprogettato il motore. La sua idea era che la pressione dell'aria sarebbe spingere il pistone in un vuoto parziale generato quando il vapore si condensa in acqua liquida. Il vapore trasformato in acqua nel condensatore di Watt, che era circondato da acqua fredda. Il processo è stato aiutato da una pompa a vuoto collegata al condensatore che ha preso l'acqua calda fatta dal vapore a condensazione e trasportato esso indietro, ancora calda, alla caldaia pronta essere nuovamente trasformato in vapore.
Mantenendo il condensatore freddo, Watt aveva anche capito l'importanza di mantenere caldo il cilindro pistone/lavoro: lui circondato questi con una camicia di vapore caldo.
Entro la fine del 1765, un 29 anni Watt aveva costruito il suo primo motore a vapore su piccola scala, dotato di una camera di condensazione separata e una camicia di vapore. L'inizio della rivoluzione industriale era sempre più vicino, ma non era ancora cominciato.
Nel 1769, anni 33, Watt brevettato il suo nuovo motore.

Dai piccoli motori alla superpotenza industriale

Watt posseduto uno dei brevetti più importanti nella storia dell'umanità. Ha venduto a John Roebuck, cui fabbrica andò in bancarotta.
Matthew Boulton di Birmingham hanno acquistato i diritti di brevetto di motore a vapore di Watt.
Nel 1775, Watt ha festeggiato il suo compleanno 39a e iniziò una collaborazione di grande successo 25 anni con Boulton. La partnership è una perfetta combinazione di ingegno scientifico e ingegneristico di Watt e di Boulton fabbrica e doti commerciali.
Undici anni dopo Watt costruito il suo primo motore a vapore su piccola scala, suoi motori cominciarono a essere installato per pompare l'acqua dalle miniere. La quota annuale pagati i proprietari di miniera per le macchine è stato un terzo del valore del risparmio carburante macchine fatte.
Notizie dei nuovi motori super-efficienti si diffuse rapidamente, e con l'avvento dei motori a vapore di Watt, la rivoluzione industriale iniziò.
Successo di Boulton e watt ha avuto qualche piccolo inconveniente lungo la strada. Nel 1791, avevano per armare i loro operai che contro un tripudio di quattro giorni in cui gli scienziati e gli intellettuali erano un target specifico.
Col passare degli anni, motori Boulton & Watt trovano la loro strada nel sempre più applicazioni, e il Regno Unito è stato afferrato dalla rivoluzione industriale. Boulton e Watt ha cominciato l'esportazione loro nuova tecnologia in tutto il mondo.
Nuove industrie hanno cominciato a rilasciare grandi quantità di anidride carbonica nell'atmosfera rispetto a precedenti azioni umane aveva. Questa tendenza continua ancora oggi.

Alla fine, ma non prima che un altro fondamentale motore nuovo Design!

Nel 1800, di età compresa tra 64 e molto ricco, pensionato di Watt. Il brevetto era scaduto e lui e Matthew Boulton passati loro partnership ai loro figli, James Watt Junior, e Matthew Boulton Robinson, che continuò con successo.
Watt ha continuato con il lavoro di ricerca nel suo ritiro. Ha brevettato la sua macchina copiatrice, il motore di doppio-azione, il motore rotativo e l'indicatore di pressione di vapore.
Il motore rotativo è stato fondamentale, perché ha permesso motori a ruote motrici, piuttosto che il movimento di pompaggio su-giù più semplice delle macchine precedenti.
James Watt morì nel 1819, 83 anni. Suo potere mentale non aveva rifiutato. La sua mente era estremamente nitida fino alla fine.
Tradotto dal sito Web: Famous Scientists per scopi didattici.
Biografie di personaggi famosi e storici

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…