Passa ai contenuti principali

Biografia di Inge Lehmann | Scienziati famosi.

Inge Lehmann ha rovesciato l'idea che il nucleo metallico del nostro pianeta è completamente fuso liquido. Ha usato la matematica per analizzare il modo energia liberata dai terremoti viaggia attraverso la terra. Ha scoperto qualcosa di eternamente celato dall'occhio nudo – migliaia di miglia sotto i nostri piedi, al suo centro, la terra è solida. In realtà, ha un nucleo interno solido e un nucleo esterno liquido. Inge Lehmann è anche notevole in quanto lei è uno dei più lunga vissuti scienziati nella storia, vivono a 104 anni di età.

Inizi

Inge Lehmann è nato nella capitale della Danimarca, Copenhagen, il 13 maggio 1888. Suo padre, Alfred Georg Ludvik Lehmann, è stato uno psicologo e sua madre, Ida Sophie Tørsleff, era una casalinga. Entrambi i genitori provenivano da famiglie prominenti.
Lei era una ragazza molto timida, che non gli piaceva stare sotto i riflettori. Ha continuato a essere timido durante la sua lunga vita.
Inge era stato istruito in una scuola di coeducazione privata chiamata Fællesskolen – che si traduce come scuola condivisa. La scuola era nuova: era stata fondata quando Inge aveva 5 anni da Hanna Adler, una donna ricca.
Nuova scuola di Hanna Adler era insolito in quanto ragazzi e ragazze sono state trattate in modo identico, studiando gli stessi soggetti e che partecipano dello stesso sport e attività. I bambini non sono stati disciplinati rigorosamente come in altre scuole di quel tempo.
Inge Lehmann apprezzato il suo tempo alla Fællesskolen, ma a volte si annoiava, perché lei non si sentiva abbastanza abili dal lavoro scolastico.
Nel 1906, all'età di 18, ha superato l'esame di ammissione per l'Università di Copenhagen con un marchio di primo rango.

Università

Lehmann ha iniziato corsi di matricola in matematica, chimica e fisica all'Università di Copenaghen nel 1907. Si è infine laureata nel 1920.
Ci è voluto un tempo eccezionalmente lungo per ottenere una laurea: nel 1911 aveva tornò a Copenaghen dopo un anno all'Università di Cambridge completamente bruciata; poi ha abbandonato gli studi per fare lavori attuariali per una compagnia di assicurazioni. Lei ha fatto lavori attuariali fino al 1918, quando ritornò alla Università, concludendo con la laurea con una laurea in matematica nel 1920, di età compresa tra 32.
Nel 1923, iniziò a lavorare come assistente nel dipartimento attuariale dell'Università di Copenaghen. Nel 1925 ha spostato al lavoro di sismologia con Professor Niels Nørlund.
Ha imparato che la struttura interna del nostro pianeta può essere compresa attraverso lo studio dei dati del terremoto. Ha visitato stazioni sismiche in Germania, Olanda e Francia apprendere tecniche per analizzare i movimenti della terra.
Lehmann è stato affascinato dal suo nuovo campo accademico e, nel 1928, 40 anni, ha conseguito un Master of Science degree in geodesia (la scienza di fare misurazioni relative al pianeta terra).

Dati sismici misurata a diverse stazioni di un terremoto in Messico nel 1928 pubblicato da Inge Lehmann nel 1930. Lehmann, I., il terremoto del 22 III 1928, Gerlands Beitr. Geophys., 28, 151, 1930

Ricerca di terra

Nel 1928, Lehmann è stato nominato capo del dipartimento di sismologia presso il reale Istituto geodetico danese, con responsabilità per l'esecuzione di Copenaghen, Ivigtut e Scoresbysund osservatori sismografici.
Il suo lavoro fu amministrativa, ma ha fatto il tempo per la ricerca scientifica, tra cui migliorare il coordinamento e l'analisi delle misurazioni da osservatori sismografici di Europa. Questo era importante, perché si è accertato dati dagli osservatori potrebbero essere meglio rispetto e interpretati. Azioni di Lehmann per migliorare l'affidabilità delle misurazioni sta al cuore della sua scoperta più tardi.

Sognando un mondo profondamente sotto

All'interno del nostro pianeta a lungo ha avuto un fascino per filosofi e cantastorie.
Alcuni hanno ipotizzato che un altro mondo abitato si trova sotto la nostra propria.
Nel 1864, Jules Verne pubblicato viaggio al centro della terra, descrivendo le avventure fictional di esploratori in viaggio sotto la superficie del nostro pianeta.
E ' stato un Best-seller.
Gente si chiedeva se il mondo che Verne aveva descritto di sotto della nostra propria potrebbe essere reale.

Sognatori delusi

Con il tempo che Lehmann ricevette la sua laurea nel 1928, gli scienziati avevano già capito che dati sismografici da terremoti potrebbero essere utilizzati per dedurre che tipo di roba terrestre era costituito.
Per lo sgomento di molti sognatori, sismologi avevano governato le idee di Verne di un altro mondo abitato sotto la superficie terrestre.
Sismologi avevano capito che le vibrazioni da terremoti viaggiano attraverso la terra. Alcuni viaggi come onde trasversali (onde S) e altri come onde longitudinali (onde P). La data di che queste onde ha preso a viaggiare dall'epicentro di un terremoto a diversi osservatori sismici nel mondo ha rivelato informazioni sui percorsi e le onde avevano preso attraverso la terra.
Il percorso delle onde sismiche attraverso il nostro pianeta dipende dai materiali che le onde viaggiano attraverso e i confini tra questi materiali.

Percorsi di diversi tipi di onde in movimento dal fuoco di un terremoto. Le onde P sono in rapida movimento onde longitudinali. Le onde S si muovono più lentamente onde trasversali.
Nel 1906, Richard Dixon Oldham analizzati onde sismiche da parecchi terremoti e ha concluso che la terra ha un nucleo grande, liquido, metallico. Ha calcolato questo nucleo composto l'interno 40 per cento del raggio del nostro pianeta. (Ora sappiamo che il nucleo Oldham scoperto comprende i più intimi 3470 km di raggio terrestre 6360 km.)

Un Puzzle

Anche se Oldham aveva scoperto il nucleo metallico della terra, sismologi ancora non completamente capito che il significato dei dati registrati presso loro osservatori.
Lehmann e altri operai erano perplesso circa il comportamento delle onde P. Terremoto dati da osservatori hanno mostrato che queste non erano in viaggio attraverso la terra in modo che ci si aspettava a. Essi stavano comparendo in posizioni che non dovrebbero.
Lehmann ha avuto un'idea. La gente credeva che la terra, sotto la sua crosta solida, fu fusa. Si chiedeva se il nucleo interno del nostro pianeta potrebbe effettivamente essere solido. Se fosse solido, circondato da liquido fuso, che spiegherebbe il comportamento dispari delle P-onde?
Ha sviluppato modelli matematici del nostro pianeta con un nucleo interno solido e... Eureka! Un pianeta così concordato con i dati osservati. Lehmann è stato in grado di concludere che le onde P apparivano in posizioni impreviste perché fossero rifratta e riflessa a questi percorsi dal confine tra il nucleo interno solido nucleo esterno liquido e della terra. Il nucleo interno, ha calcolato, aveva un raggio di circa 1400 km.
Lehmann ha pubblicato i suoi risultati nel 1936, in un libro intitolato molto semplicemente P'. Entro pochi anni il nuovo modello della struttura interna della terra era stato generalmente, se non completamente, accettato dalla comunità scientifica. Con il passare del tempo sono state prese misure sismiche sempre più accurate, confermando il lavoro di Lehmann, il solid core è diventato completamente accettato.
Ora sappiamo il solid core Inge Lehmann scoperto:
  • è circa la stessa temperatura come la superficie del sole!
  • è fatto della lega di ferro-nichel
  • è solido a causa dell'enorme pressione dagli strati più esterni della terra spingendo verso il basso su di esso
  • ha un raggio di 1220 km, che lo rende un po ' più piccolo della luna

Pensionamento? Non proprio

Lehmann si ritirò dal suo incarico presso l'Istituto geodetico nel 1953, all'età di anni 65. Questo liberata da lavoro amministrativo, permettendole di dedicare più tempo alla sua vera passione – ricerca scientifica – gran parte del quale ha svolto in lunghi soggiorni negli Stati Uniti e in Canada.
Durante il suo 'pensionamento' ha scoperto la discontinuità di Lehmann nel 1959, che completamente non sono state spiegate anche oggi. (Una discontinuità di Lehmann è un cambio di passo aumento velocità di onde sismiche nel mantello terrestre ad una profondità di 180 a 250 km sotto la superficie).
Nel 1987, anni 99, ha scritto il suo ultimo articolo scientifico: sismologia in tempi antichi. Nel 1988, ha frequentato il party organizzato per il suo centesimo compleanno al suo vecchio posto di lavoro, l'Istituto geodetico.

Posso essere 15 o 16 anni quando, la domenica mattina, ero seduto a casa insieme a mia madre e mia sorella, e il piano ha cominciato a muoversi sotto di noi. La lampada a sospensione ondeggiava. Era molto strano. Mio padre entrò nella stanza. "Che era un terremoto," ha detto. Il centro era stato evidentemente ad una distanza considerevole, per i movimenti sembrava lento e non traballante. Nonostante una grande quantità di sforzo, un epicentro preciso non fu mai trovato. Questa era la mia unica esperienza con un terremoto fino a quando sono diventato un sismologo 20 anni più tardi.
Inge Lehmann

Riconoscimenti

1938: Tagea Brandt Award
1941, 1944: Presidente della Società Geofisica danese
1950: Presidente della Federazione sismologica europea
1960: Gordon legno Award
1964: Emil Wiechert medaglia della società geofisica tedesca
1965: medaglia d'oro della Royal Society danese
1969: eletto Fellow della Royal Society britannica
1971: la medaglia William Bowie
1977: medaglia della Seismological Society of America
American Geophysical Union fondata la medaglia di Inge Lehmann nel 1997 per essere premiato per eccezionali contributi alla comprensione della struttura, la composizione e la dinamica del mantello e nel nucleo della terra.

La fine

Inge Lehmann morì all'età di 104 anni il 21 febbraio 1993. Lei non aveva sposato e non aveva figli. Ha lasciato tutti i suoi possedimenti a l'Accademia danese.
Tradotto dal sito Web: Famous Scientists per scopi didattici.
Biografie di personaggi famosi e storici

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…