Passa ai contenuti principali

Biografia di Henry Cavendish | Scienziati famosi.

Un filosofo naturale, il più grande teorico e sperimentale chimico e fisico inglese della sua età, Henry Cavendish (10 ottobre 1731 – 24 febbraio 1810) è stato distinto per la grande accuratezza e precisione nelle ricerche nella composizione dell'aria atmosferica, le proprietà di diversi gas, la sintesi dell'acqua, la legge che disciplina il calcolo della densità e repulsione e attrazione elettrica (e quindi il peso) della terra.

Primi anni di vita:

Cavendish ha frequentato Università di Cambridge dal 1749 al 1753, ma lasciato senza una laurea. Egli stesso assorto negli studi scientifici, ma non si sforzava di pubblicare un numero di sue importanti scoperte come Cavendish era socievole solo con i suoi amici scientifici. Anche l'unico ritratto esistente di lui è stato abbozzato segretamente. Ha affrontato la maggior parte delle sue indagini attraverso misurazioni quantitative.

Contributi e realizzazioni:

Egli fu il primo a riconoscere l'idrogeno gassoso come una sostanza distinta per il quale calcolò la loro densità, nonché le densità di diversi altri gas. Ha mostrato che essa ha prodotto la rugiada, che sembrava essere acqua, al momento di essere bruciato. Ha anche trovato per essere molto meno densa dell'aria. Cavendish ha inoltre studiato i prodotti di fermentazione, mostrando che il gas dalla fermentazione dello zucchero è indistinguibile dal "aria fissa" caratterizzato come un costituente del gesso e magnesia di nero (in linguaggio moderno, anidride carbonica). Nel suo studio dei metodi di gas analisi Cavendish ha fatto un'osservazione sorprendente.
Egli era d'aria con l'ossigeno in eccesso (per ossidi di forma di azoto) sopra alcali fino a quando non più assorbimento avvenuto e notato che una piccola quantità di gas non potrebbe essere ulteriormente ridotto, "in modo che se c'è qualche parte dell'aria flogisto della nostra atmosfera che differisce dal resto e non può ridursi ad acido nitroso, possiamo tranquillamente concludere che non si tratta più di 1/120 parte del tutto." Come è noto in questo momento, aveva osservato i gas nobili dell'atmosfera.
Oltre ai suoi successi in chimica, Cavendish è noto anche per la Cavendish esperimento, il primo a misurare la forza di gravità tra le masse in un laboratorio e per produrre un valore preciso per la densità della terra. L'apparecchio lavora con è stato ideato dal reverendo John Michell, anche se aveva le parti più importanti ricostruite ai suoi disegni, dipendeva misura l'attrazione esercitata su una barra orizzontale, sospeso da un filo verticale e tenendo una palla di piombo a ciascuna estremità, da due grandi masse di piombo. Suo lavoro e la costante osservazione hanno portato altri a valori precisi per la costante gravitazionale (G) e la massa della terra.
Basato sui suoi risultati, si può calcolare un valore per G di 6.754 × 10? 11N-m2/kg2, che si confronta favorevolmente con il valore moderno di 6.67428 × 10? 11N-m2/kg2.
Cavendish rispetto la conducibilità elettrica di soluzioni equivalenti degli elettroliti ed espressa una versione della legge di Ohm. Egli era non il primo a profonda una legge del quadrato inverso di attrazione elettrostatica, ma Mostra di Cavendish, basato in parte sul ragionamento matematico, era il più efficace. Ha fondato lo studio delle proprietà dei dielettrici e anche distinto chiaramente tra quantità di energia elettrica e che cosa ora è chiamato potenziale.
Lavoro e la reputazione di Cavendish sono da considerarsi in due parti, quella relativa al suo lavoro pubblicato, l'altro per la grande quantità che non pubblicò. Durante la sua vita ha fatto notevoli scoperte nella chimica e nella fisica principalmente per cui lui è il meglio conosciuto e riconosciuto.
Tradotto dal sito Web: Famous Scientists per scopi didattici.
Biografie di personaggi famosi e storici

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…