Passa ai contenuti principali

Biografia di Henri Becquerel | Scienziati famosi.

Ogni volta che studiare o parlare di attività radio, il nome di Henri Becquerel contemporaneamente scatta alla nostra mente. Fu lo scopritore della radioattività, per cui ha anche vinto il premio Nobel 1903 in fisica.

Primi anni di vita:

Antoine Henri Becquerel nasce a Parigi il 15 dicembre 1852, un membro di una famiglia di studiosi e scienziati. Suo padre, Alexander Edmond Becquerel, era un professore di fisica applicata e aveva fatto ricerche sulla radiazione solare e sulla fosforescenza. Entrò al Politecnico nel 1872 e, infine, divenne professore nell'Istituto stesso della fisica applicata.

Contributi e realizzazioni:

La ricerca iniziale di Becquerel era quasi interamente in ottica. Suoi primi vaste indagini ha affrontato la rotazione della luce piano polarizzata dai campi magnetici. Successivamente si rivolse a spettri infrarossi, rendendo le osservazioni visive mediante la luce rilasciata da determinati cristalli fosforescenti sotto illuminazione infra-rosso. Ha poi studiato l'assorbimento della luce nei cristalli. Con queste ricerche, Becquerel ottenne il dottorato dalla facoltà di Scienze di Parigi nel 1888 ed elezione alla Accademia delle scienze nel 1889. Così all'età di quaranta tre, Becquerel è stato fondato nel rango e responsabilità, gli anni di ricerca attiva dietro di lui e tutto quello per cui ancora oggi è ricordato.
Ne l'invenzione della radioattività Becquerel ha deciso di indagare se c'era qualche collegamento tra i raggi x e fosforescenza natura. Il bagliore di emissione di raggi x mettere Becquerel nella mente della luce nel suo studio, anche se non aveva fatto molta ricerca attiva negli ultimi anni. Aveva ereditato da suo padre una fornitura di sali di uranio, che il phosphoresce quando esposto alla luce. Quando i sali sono stati collocati vicino a una lastra fotografica coperta con carta opaca, la piastra è stato scoperto per essere intaccato.
Il fenomeno è stato trovato per essere comune a tutti i sali di uranio ha studiati ed è stata conclusa per essere una proprietà dell'atomo di uranio. Infine Becquerel ha mostrato che i raggi emessi dall'uranio causato gas ionizzare e che essi differiscono dai raggi x, in quanto essi potrebbero essere deviati da campi elettrici o magnetici. In questo modo che la sua scoperta spontanea di radioattività si è svolta come molti fisici, che aveva una migliore comprensione della natura della materia che hanno portato più vicino a raggiungere questo obiettivo finale filosofico.
Al giorno d'oggi si ritiene generalmente che Becquerel scoprì la radioattività per caso, ma è più vero dire che stava cercando un effetto così simile alla radioattività che lui deve averlo scoperto prima o poi, e lui era così grande scienziato che ha subito capito l'importanza della sua prova. È anche noto che Becquerel scoprì un tipo di radioattività beta particelle che è a causa di elettroni ad alta velocità, lasciando il nucleo dell'atomo.
Becquerel anche autore di studi dettagliati delle proprietà fisiche di cobalto, nichel e ozono, studiato come cristalli assorbono la luce e ricercato la polarizzazione della luce. Egli è l'omonimo di Becquerel, l'unità di base della radioattività utilizzato nel sistema internazionale di unità di radiazione, denominate unità "SI". Dalla manipolazione pietre radioattive ha sviluppato ustioni gravi e ricorrenti sulla sua pelle, che potrebbe essere stato un fattore di contributo nella storia.
Oltre ad essere un premio Nobel, Becquerel fu eletto membro del des Academe Sciences de Francia e riuscito Berthelot come segretario di vita di quel corpo. Fu membro anche dell'Accademia dei Lincei e dell'Accademia reale di Berlino, tra gli altri. Fu anche nominato ufficiale della Legione d'onore. Becquerel pubblicò le sue scoperte in molti articoli, principalmente il Annales de Physique et de Chimie e il Comptes Rendus de l'Academie des Sciences.

Morte:

Il famoso scienziato morì nel 1908 a Croissic della Bretagna ed è ancora ricordato fino ad ora tra i fisici eccezionali.
Tradotto dal sito Web: Famous Scientists per scopi didattici.
Biografie di personaggi famosi e storici

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…