Passa ai contenuti principali

Biografia di Stephanie Kwolek | Scienziati famosi.


Stephanie Kwolek è stato un chimico organico, meglio conosciuto per aver inventato il Kevlar nel 1965. Kevlar è una plastica immensamente forte, che in primo luogo è stata usata come una sostituzione per rinforzo in acciaio strisce in auto pneumatici racing e ha continuato ad essere utilizzato in un gran numero di applicazioni dove è richiesto senza alto peso ad alta resistenza.
clip_image043
Stephanie Kwolek. Immagine gentilmente concessa da Chemical Heritage Foundation
Hanno vissuto 1923 – 2014.
Stephanie Louise Kwolek era nato nel 1923 a Pittsburgh, Pennsylvania, USA. Suo padre morì quando aveva solo 10 anni, ma ha superato il suo interesse nella scienza, in particolare scienze naturali per la giovane ragazza.
23 anni, Kwolek laureata con una laurea in chimica da Margaret Morrison Carnegie College della Carnegie Mellon University. Lei è stato rapidamente assunto per lavorare come chimico presso Dupont Chemicals in Buffalo, NY. Quattro anni più tardi, si trasferì a Wilmington, Delaware, dove trascorse il resto della sua carriera con DuPont.
Dopo nove anni di ricerca lavoro, Kwolek fatto suo importante passo avanti, alla scoperta di Kevlar. Suo percorso di scoperta ha iniziato un anno prima, quando ha iniziato alla ricerca di una nuova plastica leggera da utilizzarsi in gomme di automobile. L'idea era che pneumatici più leggeri sarebbero consentire ai veicoli di godere la migliore economia di carburante.
Non solo Kevlar trovato uso in gomme, ha visto la sua combinazione di leggerezza e resistenza utilizzato in una grande varietà di applicazioni di indumenti protettivi, come giubbotti antiproiettile, che hanno salvato la vita di innumerevoli agenti di polizia e di altre persone.
Parlando la sua scoperta, Stephanie Kwolek, "non credo ci sia qualcosa come salvare la vita di qualcuno a portare la soddisfazione e felicità."
Stephanie Kwolek morì il 18 giugno 2014, all'età di 90 anni.

Premi

Stephanie Louise Kwolek ha ricevuto la National Medal of Technology; la Medaglia Perkin, che è visto come il più alto riconoscimento in chimica industriale americano; Chemical Pioneer Award dell'Istituto americano dei chimici; e la medaglia di Potts Howard N. per l'ingegneria. Nel 1994, è stata ammessa al National Inventors Hall of Fame.

Kevlar e suoi usi

Oggi, il Kevlar è utilizzato in un gran numero di modi diversi, tra cui armature, guanti, pneumatici, yacht vele, scarpe, funi e corde racchetta da tennis.
Kevlar è un esempio di un tipo di sostanze chimiche chiamate polimeri. I polimeri sono lunghe molecole, che sono fatti unendo in una catena di molecole più piccole.
clip_image044
La reazione chimica Stephanie Kwolek scoperto che rende Kevlar.
I prodotti chimici sulla sinistra sono reagiti insieme per formare una molecola più grande sulla destra. La molecola più grande è in Kevlar. La catena all'interno delle parentesi quadre è chiamata unità ripetitiva. La catena può essere coltivata a diverse lunghezze, con unità di ripetizione più o meno nella catena a seconda delle condizioni di reazione preciso. Condizioni di reazione differenti permettono la fabbricazione di Kevlar per essere messo a punto a seconda del suo utilizzo finale desiderato, producendo una varietà di diversi gradi di Kevlar che possono essere acquistati.
In termini chimici precisi, 1,4-fenilene-diammina reagisce con cloruro di tereftaloile in una polimerizzazione per condensazione producendo Kevlar ed eliminando cloruro di idrogeno.
Il polimero grezzo di Kevlar è poi filato per produrre fibre molto forte, rigide. Quando questo è stato fatto prima, Kwolek è stato stupito quando ha scoperto, che peso per peso, il polimero che aveva fatto era cinque volte più resistente dell'acciaio.
clip_image045
La forza di Kevlar deriva dalle catene di polimero molto fortemente legato, rigido mostrate nel diagramma molecolare precedente. Ogni catena lunga è legato alle catene vicine da legami idrogeno.
Tradotto dal sito Web: Famous Scientists per scopi didattici.
Biografie di personaggi famosi e storici

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…