Biografia di Fritz Haber | Scienziati famosi.

Fritz Haber è stato un chimico e fisico tedesco. È stato vincitore del premio Nobel in chimica 1918 per il suo lavoro successo sulla fissazione dell'azoto. Fritz Haber è anche noto per la sua supervisione del programma tedesco veleno gas durante la prima guerra mondiale. Il suo nome è stato associato con il processo di sintesi di ammoniaca. Egli è anche conosciuto come il "padre della guerra chimica".

Vita e carriera:

Fritz Haber nasce il 9 dicembre 1868 in Prussia. Egli era il figlio di un facoltoso mercante tedesco chimico. Studiò a Berlino, Heidelberg e Zurigo. Dopo gli studi ha iniziato a lavorare per suo padre. Haber ha successivamente lasciato affari di suo padre e iniziato a fare ricerca in chimica organica presso l'Università di Jena.
Haber, lungo il lato Max Born, proposto ciclo di Born-Haber come un metodo per valutare l'energia reticolare di un solido ionico. Ha ottenuto il riconoscimento per la sua ricerca in termodinamica ed elettrochimica. Fu anche autore di diversi libri dalla sua ricerca.
Haber ha inventato una su grande scala sintesi catalitica dell'ammoniaca da elementare idrogeno e azoto gassoso, reagenti che sono abbondanti e poco costoso. Sebbene l'ammoniaca e il suo sfruttamento può distruggere la vita, Haber non aveva alcun motivo per eseguire la sua ricerca. Haber serve il mondo in molti modi. Non solo era utilizzato come materia prima nella produzione di fertilizzanti, ammoniaca era inoltre assolutamente essenziale nella produzione di acido nitrico. Acido nitrico è una materia prima per la produzione di esplosivi chimici ad alto potenziale e altre munizioni necessarie per la guerra.
Un altro contributo di Haber è stato lo sviluppo di guerra chimica. Con grande energia fu coinvolto nella produzione di dispositivi di protezione chimici per le truppe. Haber ideato un elettrodo a vetro per misurare la concentrazione di idrogeno mediante il potenziale elettrico attraverso un sottile pezzo di vetro. Altri soggetti elettrochimici studiati da Haber includono quella di celle a combustibile, l'elettrolisi di sali cristallini e la misurazione dell'energia libera di ossidazione dell'idrogeno, monossido di carbonio e carbonio. Suo fallimento all'ottenimento di oro dal mare ha spianato la strada per l'estrazione del bromo dall'oceano.
Ha sposato Clara Immerwahr, un chimico collega. Si oppose il suo lavoro sul gas del veleno e si suicidò con il suo revolver di servizio nel loro giardino. Ha sposato, una seconda volta, una ragazza denominata Charlotte e ha avuto due figli da lei e si stabilì in Inghilterra. Figlio di Haber dal suo primo matrimonio, Hermann, emigrò negli Stati Uniti durante la seconda guerra mondiale.
Nei suoi studi degli effetti del gas velenoso, Haber osservato che l'esposizione a una bassa concentrazione di un gas velenoso per lungo tempo spesso aveva lo stesso effetto (morte) come l'esposizione ad un'alta concentrazione per un breve periodo. Formulò una semplice relazione matematica tra la concentrazione di gas e il tempo di esposizione necessario. Questo rapporto è diventato noto come regola di Haber.

Morte:

Haber morì il 29 gennaio 1934. Il suo lavoro, tuttavia, è un grande contributo a questo mondo sviluppato.
Tradotto dal sito Web: Famous Scientists per scopi didattici.
Biografie di personaggi famosi e storici