Passa ai contenuti principali

Biografia di Ernst Mach | Scienziati famosi.

Ernst Mach era un fisico. Fu coinvolto nella descrizione e fotografie delle onde d'urto di scintilla. Più tardi fu coinvolto in onde d'urto balistiche. Ha descritto il passaggio del suono attraverso una barriera causata dalla compressione dell'aria di fronte a proiettili e conchiglie. Ha usato "schlierenmethode" insieme a suo figlio di fotografare l'ombra delle onde shock invisibile. Gli studi di Ernst, nel campo della fisica sperimentale, concentrati sull'interferenza, la diffrazione, la polarizzazione e la rifrazione della luce in diversi mezzi sottoposti ad agenti esterni

Vita e carriera:

Ernst Mach nacque il 18 febbraio 1838 a Chrlice, una parte di Brno in Repubblica Ceca. Suo padre era un laureato da Università di Praga. Era un tutor alla nobile famiglia Brethon a Zlin. Ernst è stato un fisico austriaco e filosofo e lui è ricordato per i suoi contributi alla fisica come il numero di Mach e lo studio delle onde d'urto. Come un filosofo della scienza, ha influenzato il positivismo logico e attraverso la sua critica di Newton, un precursore della relatività di Einstein. Mach ricevette la sua educazione a casa dai suoi genitori. Entrò poi una palestra a Kremsier, dove studiò per tre anni. Nel 1855, è diventato uno studente presso l'Università di Vienna. Ha conseguito il dottorato in fisica nel 1860. Ci condusse studi sulla sensazione cinestetica, la sensazione associata con il movimento e accelerazione. Tra il 1873 e 1893 ha sviluppato le tecniche ottiche e fotografiche per la misurazione di onde sonore e propagazione dell'onda.
Mach ha anche fatto molti contributi alla psicologia e fisiologia, tra cui la sua previsione di fenomeni della gestalt, la scoperta di bande di Mach, un tipo di inibizione-influenzato di illusione visiva e la sua scoperta di una funzione non-acustici dell'orecchio interno che ha contribuito a controllo dell'equilibrio umano.
Mach divenne anche noto per la sua filosofia, un tipo di sensazioni fenomenale riconoscimento come reale. Questa posizione sembrava incompatibile con la vista di atomi e molecole come le cose esterne, mente-indipendenti. Mach è stata la riluttanza a riconoscere che la realtà degli atomi è stata criticata da molti come incompatibile con la fisica.
Uno dei più conosciuti delle idee di Mach è il cosiddetto "Principio di Mach," concernente l'origine fisica di inerzia. Questo è stato mai scritto da Mach. Tuttavia è stato dato una grafica forma verbale, attribuita da Philipp Frank Mach se stesso.
Mach ha contribuito alla conoscenza della percezione, soprattutto nel suo Beiträge zur Analyze der Empfindungen (1897; trad. C. M. Williams, The Analysis of Sensations; e la relazione di fisica per il Psychical, 1959). Fu tra i primi a utilizzare visivamente ambigue figure come strumenti di ricerca, per la separazione di ciò che ora chiamiamo 'bottom-up' e 'top-down' elaborazione. Viste di Mach su strutture di mediazione ispirato fortemente induttivo della posizione B. F. Skinner, che ha messo in parallelo Mach nel campo della psicologia

Opere principali di Mach in inglese

  • La scienza della meccanica (1893)
  • L'analisi delle sensazioni (1897)
  • Conferenze scientifiche popolari (1895)
  • I principi di ottica fisica (1926)
  • Conoscenza ed errore (1976)
  • Principi della teoria di calore (1986)

Morte:

Nel 1898 il Mach ha sofferto da arresto cardiaco. Nel 1901 si ritirò dall'Università di Vienna e fu nominato per la camera superiore del Parlamento austriaco. Partendo da Vienna nel 1913 si trasferì a casa di suo figlio a Vaterstetten, vicino Monaco di Baviera, dove continuò a scrivere e corrispondente fino alla sua morte il 19 febbraio 1916.
Tradotto dal sito Web: Famous Scientists per scopi didattici.
Biografie di personaggi famosi e storici

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…