Biografia di Emil Fischer | Scienziati famosi.

Emil Hermann Fischer, più comunemente noto come Emil Fischer, è stato un eminente chimico tedesco. Ha ricevuto il premio Nobel per la chimica 1902 per la sua ricerca influente per quanto riguarda le purine e i carboidrati.

Primi anni ed educazione:

Nato a Euskirchen vicino a Bonn, in Germania, nel 1852, padre di Emil Fischer, Lorenz Fischer, era un imprenditore locale che voleva che suo figlio diventare un chimico. Emil Fischer iniziò a frequentare l'Università di Bonn nel 1871, dove ha preso lezioni di Rudolf Clausius e agosto Kekule. Nel 1874, ha ricevuto il dottorato dell'Università di Strasburgo sotto Adolph von Baeyer.

Contributi e realizzazioni:

Fischer ha anche assistito Baeyer nel suo laboratorio di ricerca. Accompagnò Baeyer a Monaco di Baviera nel 1875, diventando un Privatdozent nel 1878 e professore assistente nel 1879. Tre anni più successivamente, ha assunto la posizione di professore e direttore dell'Istituto di chimica a Erlangen nel 1882. Fischer fu anche un successore a A. W. von Hofmann, come direttore dell'Istituto di chimica di Berlino.
Dopo il suo soggiorno presso il laboratorio di Baeyer, Fischer ha implementato i metodi di chimici classici in chimica organica, nel tentativo di dimostrare che la struttura biologici composti ad esempio zuccheri, proteine e purine. Inoltre ha collaborato per la sintesi organica (+) glucosio.
Fischer ha avuto tre figli; due dei quali è diventato medici e morto come soldati durante guerra mondiale I. Hermann Fischer, suo terzo figlio, è diventato un famoso biochimico.

Vita e morte successive:

Emil Fischer ha studiato gli enzimi e le sostanze chimiche in licheni nei suoi ultimi anni. Formulò una "serratura e chiave modello" nel 1890 per la visualizzazione dell'interazione substrato e l'enzima. Fischer è morto a Berlino il 15 luglio 1919. Aveva 66 anni.
Tradotto dal sito Web: Famous Scientists per scopi didattici.
Biografie di personaggi famosi e storici