Tutto sul diabete | Malattie e condizioni

Malattie e condizioni
Nota: Questa traduzione è fornita per scopi educativi e potrebbe contenere errori o essere impreciso.

Tutto sul diabete | Malattie e condizioni

Sommario:

1. che cos'è il diabete
2. che cos'è l'ipoglicemia e cause?
3. il diabete gestazionale
4. diabete insipido
5 nutrizione e diabete
6. orale cura per i diabetici

1. che cos'è il diabete

L'invecchiamento della popolazione, vita sedentaria e l'obesità fare che diabete è in aumento in tutto il mondo. Scopri tutte le chiavi per tenere a bada i vostra malattia.
Il diabete è una malattia che è caratterizzata da un'elevazione dei livelli della glicemia (zucchero) nel sangue. Se tali livelli sono molto basse o molto alte può portare a complicazioni acute che dobbiamo cercare di risolvere rapidamente.
I livelli della glicemia alti e mantenuti per lungo tempo causano danni nelle arterie del corpo, e di lunga durata alterare e modificare vari organi, soprattutto gli occhi, reni, nervi, cuore e altri vasi sanguigni.

Tipi di diabete

Ci sono fondamentalmente due tipi: tipo 1 e tipo 2, anche se è anche comune a vederlo in donne in gravidanza:
Diabete di tipo 1: tipico in età precoce della vita, solitamente prima dell'età di 30-40. Nel relativo trattamento solitamente quasi sempre bisogno di insulina.
Diabete di tipo 2: è il più comune, di solito si verifica nelle persone obese e più anziani. Non è sempre necessario insulina, soprattutto nelle fasi iniziali della malattia, e può essere controllato con farmaci dieta e antidiabetici.
Il diabete gestazionale: la gravidanza è una situazione che favorisce lo scarso controllo della glicemia e che può portare a diabete gestazionale. Per questo motivo, circa a settimana 28 di gravidanza è un test speciale per tutte le donne incinte, di valutare se c'è il diabete.

Cause del diabete

L'invecchiamento della popolazione e cambiamenti negli stili di vita è i due fattori che più influenzano l'aumento progressivo del diabete. Così, il cambiamento di abitudini alimentari e stili di vita sedentari e aumento dell'inattività fisica, che causano obesità, in aumento hanno come conseguenza diretta che la malattia sta aumentando in tutto il mondo.
Ci sono fattori che aumentano la probabilità di sviluppare diabete: gli anziani e la presenza di altre malattie quali l'obesità ed ipertensione arteriosa, così come la storia familiare di diabete, sono fattori che influenzano in modo significativo lo sviluppo di questa malattia.
In alcuni casi il diabete può essere secondaria a circostanze concrete: il consumo di alcol (soprattutto nei maschi), alcuni farmaci (contraccettivo antinfiammatori, corticosteroidi,) in donne, malattie renali e altri.

Sintomi del diabete

Nelle fasi iniziali della malattia possono non avere sintomi del diabete.
Sintomi di allarme e più frequente quando la malattia è completamente sviluppata, sono: poliuria (urinare molto), perdita di peso, polidipsia (essere molto assetato e bere molta acqua), riduzione dell'acuità visiva, stanchezza e sonnolenza.
Rischi associati al diabete
Diabetico ha sempre una molto superiore a quello della mortalità della popolazione non-diabetico (più del doppio). Di conseguenza, nel paziente diabetico acquisisce un controllo speciale importanza di tutti i fattori di rischio associati, come ad esempio la pressione alta, colesterolo e l'obesità e non solo il controllo di zucchero; Anche se è chiaro che un rischio peggiore della morte e complicazioni glicemico maggiore controllo.
Complicazioni del diabete
80% dei pazienti con diabete svilupperà la malattia cardiovascolare. Il rischio di malattia cardiovascolare si verifica 15 anni prima in pazienti diabetici nel resto del popolo, da quali diabete mellito notevolmente riduce l'aspettativa di vita di uomini e donne. I costi di assistenza sanitaria che genera sono molto elevati e sono condizionati da queste complicazioni cardiovascolari. Le complicanze del diabete sono:
• Infarto del miocardio, ictus e trombosi cerebrale.
• La malattia vascolare periferica; il diabete è la causa più comune di amputazione non traumatica.
• Nefropatia diabetica, che può progredire verso l'insufficienza renale.
• Retinopatia, che può portare alla cecità.
• Neuropatia diabetica periferica

Diagnosi di diabete

Il limite normale di zucchero nel sangue è cambiata nel corso degli anni. Attualmente coloro che hanno, almeno in due occasioni, una glicemia sono diagnosticate come diabetico a digiuno superiore o uguale a 126 mg/dl.
Quelli con glicemia tra 100 e 125 mg/dl è considerato che si trovano in una situazione di pre-diabete e a maggior rischio di diventare diabetico in futuro.
Per la popolazione generale, il programma di attività di prevenzione e promozione della salute (pino) raccomanda lo screening per il diabete con la determinazione del glucosio basale in alcune situazioni specifiche. Essi corrispondono quasi nella sua interezza le raccomandazioni da American Diabetes Association e sono:
• Tutti coloro che sono più vecchio di 45 anni. Se è normale, ripetere ogni tre anni.
• Per tutte le età all'inizio o più frequentemente (annuale):
o la presenza di altri fattori di rischio: obesità, colesterolo alterato o ipertensione arteriosa.
o se c'è una diagnosi precedente di alterata glicemia a digiuno o intolleranza al glucosio, senza criteri di diabete.
o quando il paziente ha o ha avuto il diabete gestazionale o anamnesi ostetrica di interesse: nascite di bambini di peso superiore a 4,5 kg.
o se c'è una storia di diabete in parenti di primo grado.
o nel caso che ci sono altre caratteristiche che potrebbero influenzare lo sviluppo della malattia come: PCOS, appartenendo a determinati gruppi etnici (afro-americano, americano ispanico), ecc.
Test complementari per la diagnosi di diabete
Una diagnosi tardiva del diabete comporta un elevato rischio delle complicazioni, quindi è molto importante considerare strategie per la diagnosi precoce nei gruppi di popolazione che hanno un rischio maggiore.
Lo studio di tutti i pazienti diabetici sono obbligatori con un'analisi del sangue e delle urine, la realizzazione di un elettrocardiogramma e la valutazione della retina esplorando la parte inferiore dell'occhio.
È essenziale per scartare che possono esistere altri fattori di rischio aggiunto, soprattutto la pressione alta e colesterolo alto.
Se ci sono prove sufficienti sulla possibilità di prevenire o ritardare l'insorgenza del diabete mellito di tipo 2:
• Perdita di peso (se l'obesità): 7-10% a 1 anno.
• Esercizio: 30 minuti al giorno di attività fisica moderata (corsa veloce).

Trattamento del diabete

L'obiettivo del trattamento del diabete non è tanto controllo di zucchero nel sangue, ma diminuire il tasso di mortalità.
Se il diabete è fuori controllo, nella fase iniziale è molto importante per ottenere la scomparsa dei sintomi di iperglicemia: poliuria, polidipsia e affaticamento.
Si dovrebbe evitare di decompensation acuto della malattia e ritardare l'insorgenza o la progressione delle complicanze croniche: nelle grandi arterie e cuore (riperfusione), così come nelle piccole arterie nel rene, retina e nervi (microangiopatia).
Dobbiamo individuare gli obiettivi; Sebbene ci siano alcuni generali e misure comuni per tutti i pazienti, ogni necessità diabetica trattamento individualizzato.
Trattamento non farmacologico del diabete
Perdita di peso è il fattore chiave per ridurre il rischio di diabete in soggetti ad alto rischio e sovrappeso. Non c'è bisogno di raggiungere un peso ideale, una modesta riduzione nel 5-10% può essere molto utile per il controllo del diabete.
Controllo dietetico, evitando zuccheri raffinati ("dolce" e derivati), fumare astinenza se si fuma e l'attività fisica sono altri passaggi chiave per ridurre i rischi di complicazioni.
Trattamento farmacologico del diabete
Trattamento farmacologico del diabete si basa sull'uso di 'pillole', talvolta in associazione con insulina.
Il riferimento per il trattamento del farmaco antidiabetico diabete è metformina. Ci sono altri gruppi di farmaci che saranno valutate dal medico in ogni caso; È le sulfoniluree, come gliclazide, gliburide, glinidas e il tiazolindionas o glitazone.
Sono disponibili anche due nuovi gruppi di farmaci appartenenti a una nuova classe di trattamenti per il diabete. Alcuni sono inibitori della DPP-4, come sitagliptin, vidagliptina; e gli altri, i cosiddetti analoghi del GLP-1, come exenatide.
Insuline
Quando non è possibile controllare il diabete con le misure di cui sopra, l'uso di insulina è essenziale.
Fondamentalmente, le insuline sono classificate per la loro azione in modo-lunghezza:
• Insulina regolare (ad azione rapida): Home 30-60 minuti - massime 2-4-5-7 ore.
• Intermedio (ritardato): Home 1-2 ore - massimo 5-7 - 12-13 ore.
• Miscele, aventi caratteristiche del precedente.
Tutti sono soggetti a variabilità inter e intraindividuale, così la titolazione deve avvenire in modo specifico per ogni paziente, come misurato dai livelli di glucosio nel sangue.
Ultimamente nuovi tipi di insulina mediante tecniche di ricombinazione genetica, hanno sviluppato gli analoghi dell'insulina cosiddetto. Possono anche essere ad azione rapida, miscele o ad azione lenta. Quest'ultimo produce un'insulina sostenuta, a lento rilascio e senza picchi, così il rischio di ipoglicemia è basso e sono attualmente più in aumento. I rappresentanti del gruppo di quest'ultimo sono insulina glargine e insulina detemir.
Altri aspetti da considerare nel trattamento del diabete
Inoltre a specifiche misure per il controllo dello zucchero, è sempre necessario tenere sotto controllo altri fattori come la pressione alta e colesterolo di rischio. Nella maggior parte dei casi, è anche necessario usare farmaci per trattare questi problemi.
Il beneficio del trattamento è massimo in pazienti ad alto rischio, cioè quelli che peggio hanno controllato il diabete e altri fattori di rischio presenti partner, quali fumo, ipertensione, obesità, colesterolo...
È imperativo per soddisfare anche le cure prescritte dal medico ed essere scrupoloso monitoraggio delle misure dietetiche. Dovrebbe sapere gli effetti collaterali e imparare a riconoscere l'ipoglicemia e come trattarli.

Consigli per il diabete

Nelle fasi iniziali della malattia può essere senza sintomi o questi molto mite. La prevalenza complessiva in Spagna è molto variabile, a seconda della regione e gli studi, ma circa il 10% della popolazione di turno. Come è il caso con altre malattie croniche, è importante capire la malattia e sapere cosa possiamo fare per cercare di controllare meglio. Se l'alimentatore è trascurato o è in violazione del trattamento, aumenta notevolmente il rischio di complicazioni.
In quei pazienti fumatori è una priorità per l'abbandono definitivo dell'abitudine al fumo.
Esercizio per i diabetici
Moderato esercizio fisico, e adattato alle possibilità di ogni individuo, è un ottimo modo per migliorare il controllo del diabete. Se non si tratta di un diabete molto buona educazione e una vasta conoscenza della malattia, e particolarmente in pazienti che usando l'insulina, si consiglia di non eseguire l'esercizio gravoso, poiché può causare ipoglicemia.
Si ritiene che un esercizio è efficace quando tutti o quasi tutti i giorni della settimana, almeno per 30 minuti con intensità moderata. Più esercizi raccomandati per i pazienti diabetici sono a piedi, liscia trotto, danza, nuoto, ciclismo...
Cibo per il diabete
Devono evitare gli alimenti con alto contenuto di carboidrati, soprattutto se essi sono zuccheri a rapido assorbimento (zucchero, dolci e pasticcini, pasticceria creme, marmellate, torte, gelati...).
Si consiglia la dieta mediterranea, che si caratterizza per l'abbondanza di prodotti freschi di origine vegetale (frutta, verdura, cereali, patate, noci, ecc.), la scarsità di prodotti ricchi di zucchero raffinato e carne rossa, la presenza di olio di oliva come principale fonte di grasso e assunzione di formaggio, yogurt, pollo e pesce in quantità moderata, che è considerato un alimento ideale per la prevenzione delle malattie cardiovascolari.
L'apporto calorico deve essere adeguato per mantenere il tuo peso ideale e di evitare cibi ricchi di zucchero (dolci, torte, crostate, pasticceria creme, marmellate, gelati...). Dovrebbe anche limitare molto o evitare il consumo di alcol, poiché favorisce l'ipoglicemia.

Complicazioni oculari associate al diabete

Il diabete è associato con un gruppo di problemi agli occhi che possono provocare la perdita della vista o addirittura la cecità. In particolare, persone con diabete hanno un rischio aumentato di:
Retinopatia diabetica: è un danno alla retina, lo strato più interno dell'occhio, causata da un insufficiente controllo del glucosio per un periodo prolungato. Anche se la maggior parte delle persone con diabete di tipo 1 e molti pazienti con tipo 2 diabete finalmente sperimentare un certo grado di retinopatia, diagnosi precoce e un trattamento adeguato può fermare la perdita di visione. Persone affette da retinopatia diabetica sono raramente modifiche visive, soprattutto all'inizio della sua malattia, quando può essere trattabile, che evidenzia l'utilità dei controlli periodici.
Cade: falls sono uno scurimento della lente che blocca o cambiare il modo in cui la luce raggiunge l'occhio.
Glaucoma: che è un aumento della pressione del fluido all'interno dell'occhio che danneggia il nervo ottico e perdita della vista. Persone con diabete hanno due volte il rischio di sviluppare il glaucoma rispetto al resto del popolo.
Edema maculare: un accumulo di liquido nella zona più sensibile della retina che causa offuscamento della vista nella parte centrale o laterale del campo visivo.
Distacco di retina: una delle più comuni cause di cecità nel diabete, che si verifica quando i vasi sanguigni separa la retina dalla parte posteriore dell'occhio.
Cambiamenti nella graduazione
Oltre a questi problemi potenziali, fluttuazioni dei diabetici nel sangue livelli di glucosio causano variazioni rifrangente, conseguente guadagni o perdita di acuità visiva. Prima di un episodio dell'iperglicemia, le variazioni di esperienza di cristallo che conducono alla miopia, che farà sì che la persona interessata hanno difficoltà a guardare da lontano. Quando veloce controllo del glucosio nel sangue, è prodotta proprio l'effetto opposto.
Tutte queste variazioni sono temporanee, fino ad arrivare a stabilizzare la glicemia. Così tanto così che i continui cambiamenti di rifrazione possono indicare che il paziente soffre di diabete, mentre la gente già diagnosticata solitamente dimostrano una mancanza di controllo metabolico.
Lenti a contatto usa e gettare, soluzione
In questi periodi di tempo che sono percepiti cambiamenti rifrangenti a causa di una mancanza di controllo glicemico, è consigliabile utilizzare lenti a contatto usa e gettare. È una soluzione conveniente, veloce ed efficiente che evita di cambiare le lenti degli occhiali fino al diploma per stabilizzare.
È una soluzione conveniente, veloce ed efficiente che evita di cambiare le lenti degli occhiali fino al diploma per stabilizzare.
Pertanto, l'ideale è che i diabetici hanno in mente la necessità di sottoporsi a controlli periodici della loro visione al fine di rilevare queste complicazioni ai tempi ed evitare problemi come la cecità.

Neuropatia periferica diabetica

La neuropatia periferica è una malattia che danneggia i nervi periferici del paziente. I nervi che compongono la funzione del sistema nervoso periferico come una rete di comunicazione che collega il cervello e il midollo spinale al resto del corpo. Questi nervi trasmettono informazioni al cervello tutto vedere, ascoltare, toccare, annusare... e mettere in guardia circa i pericoli potenziali, in modo che il cervello, a sua volta, può inviare ordini adatti per proteggere il corpo e proteggerlo da un infortunio. Così, ad esempio, se bruciamo noi mano per raggiungere per qualcosa di molto caldo, o se le dita dei piedi ottiene troppo freddo, i nervi periferici inviato queste informazioni immediatamente al cervello affinché l'individuo agirà di conseguenza.
Tuttavia, quando i nervi periferici sono feriti, interferenza in questo sistema di comunicazione e informazione è interrotto o distorto.
Ci sono molti disturbi che colpiscono i nervi periferici e nuocere loro, impedendo che i messaggi di flusso corretto tra il cervello e le diverse aree del corpo. Danno del nervo ha diversi gradi di gravità, e i sintomi sono anche altamente variabili. Pazienti possono sperimentare formicolio o prurito, intorpidimento transitorio, perdita di sensibilità nella zona interessata che impedisce di apprezzare se qualcosa è troppo caldo o freddo, debolezza o crampi nei muscoli e anche grave dolore nelle estremità. Anche quando la malattia è grave altera il funzionamento dei vari organi del corpo e può renderla difficile di deglutire o anche la respirazione.
Neuropatia periferica può verificarsi per molti motivi, come un trauma, compressione di un nervo - come la sindrome del tunnel carpale-, il consumo di determinati farmaci o sostanze tossiche, infezione, una malattia autoimmune, ma, spesso, neuropatia periferica appare associata con un'altra malattia, vale a dire, è un sintomo o una complicazione di un'altra malattia, come nel caso di diabete. Questa malattia si caratterizza perché i livelli di zucchero nel sangue sono elevati e ciò può causare danni al tessuto nervoso, dando origine a ciò che è noto come neuropatia diabetica periferica.

2. che cos'è l'ipoglicemia e cause?

E l'ipoglicemia è una condizione patologica che consiste in un livello anormalmente basso di zucchero nel sangue, mentre anormale una concentrazione di 60-70 mg/dl nel sangue. Questa diminuzione può verificarsi a causa di tre circostanze:
• Il corpo consuma glucosio presente nel sangue troppo rapidamente.
• Glucosio viene rilasciato nel flusso sanguigno troppo lentamente.
• Rilascia un eccesso di insulina nel flusso sanguigno.
Questo è un disordine relativamente comune nelle persone con diabete. Il diabete è una malattia che è fondamentalmente la situazione in cui l'ipoglicemia, cioè, persone con diabete hanno una concentrazione troppo elevata di glucosio nel sangue, a causa di una carenza nella produzione di insulina dal pancreas (diabete di tipo I o diabete giovanile), o una risposta inadeguata alla stessa parte del corpo (tipo diabete di II).
Il trattamento di questa malattia si basa sulla somministrazione di insulina o farmaci che facilitano l'assorbimento di glucosio dalle cellule. Tuttavia, un individuo diabetico può soffrire un episodio di ipoglicemia se:
• Consumare una dose troppo elevata di insulina o farmaci per il diabete.
• Non rispettano la pianificazione del trattamento con insulina o altre terapie antidiabetiche.
• Non mangiare cibo a sufficienza, cioè disponibile glucosio ha sul corpo, o per essere archiviati o a consumarsi.
• Effettuate un improvviso esercizio fisico che richiede un maggiore ingresso energia disponibile al vostro corpo.
Bambini infantili infanti delle madri diabetiche hanno frequentemente zucchero nel sangue molto basso alla nascita.

Ipoglicemia: Zucchero e insulina

Gli zuccheri hanno un ruolo principalmente energia il corpo. Essi sono essenziali per i muscoli, cervello e altri organi e tessuti per svolgere le loro normali attività. Il glucosio è lo zucchero principale usato dalle cellule del nostro corpo per ottenere questa energia; e la principale fonte di glucosio sono i cibi e, in particolare, carboidrati (il corpo produce anche certe quantita ' di glucosio da altri composti).
Così uno degli obiettivi di alimentazione è di mantenere livelli di glucosio nel sangue appropriato alle esigenze dei nostri organi e tessuti. Quando mangiamo, ad esempio, un piatto di pasta, questo verrà essere degradato in composti sempre più piccoli, che finalmente possono essere assorbiti nell'intestino. Uno di questi composti è il glucosio. Dopo il suo assorbimento nell'intestino e prima di passare alla circolazione generale, questo zucchero è trasportato al fegato, dove una parte è immagazzinata sotto forma di glicogeno (composto formato da varie catene di glucosio). Glucosio che non è stato memorizzato lascerà il fegato e sarà trasportato dal sangue per nutrire tutte le cellule del corpo.
A un certo punto il livello di zucchero nel sangue può diminuire, siamo stati senza mangiare, o perché abbiamo fatto uno sforzo che richiede che l'energia. Se a quel tempo che non mangiamo alimenti che forniscono il glucosio necessario per coprire questa mancanza, nel fegato inizierà a degradare il glicogeno e glucosio ottenuti da questo processo passa nel sangue e raggiungerà nuovamente la concentrazione necessaria per alimentare i nostri tessuti. Si potrebbe dire che la riserva epatica è un sistema di sicurezza abbastanza efficiente.
Oltre al fegato, il corpo umano ha un altro archivio di glucosio, i muscoli. A differenza della riserva formata nel fegato, muscolo riserva è in linea di principio di uso esclusivo di questo tessuto.

Insulina

Quindi lo zucchero che si trova nel sangue può essere utilizzato dall'Agenzia è necessario per il corpo a secernere insulina, che è un ormone che è sintetizzato nel pancreas, che permette di catturano le cellule il glucosio presente nel sangue. Questo ormone viene rilasciato quando un aumento del livello di glucosio nel sangue, cioè dopo l'assunzione di cibo. C'è anche una piccola quantità che viene rilasciata da un altro normale durante i periodi di digiuno.

Fattori di rischio di ipoglicemia

Persone che soffrono di determinate endocrino sono suscettibili di episodi ipoglicemici. Sono fattori di rischio di ipoglicemia:
Ipopituitarismo: anormalmente bassa produzione di ormoni secernuta dalla ghiandola pituitaria. L'ipofisi o ghiandola pituitaria, controlla l'attività delle altre ghiandole secretive molti, in modo che manomissione cause disordini in varie parti del metabolismo.
Ipotiroidismo: deficit dell'attività della ghiandola tiroide. L'ipotiroidismo può essere dato da un bug nella ghiandola pituitaria, che è responsabile della regolazione di sua attività, o disfunzione della ghiandola tiroide proprio. Il principale ormone secernuto dalla tiroide è la tiroxina, che è necessario per mantenere il metabolismo basale (tasso metabolico a riposo) all'interno dei livelli.
Hypoadrenalism: diminuzione nell'attività della ghiandola surrenale. Adrenalina è un ormone che in certi momenti è responsabile, tra le altre cose, aumentare i livelli di glucosio nel sangue tramite la sua azione sul fegato e muscoli; Se non è presente in quantità e al momento giusto, l'Agenzia non riceveranno il contributo di glucosio è necessario.
• Pazienti con malattie renali o del fegato , sono anche tra la popolazione suscettibile di soffrire di questo disturbo.
Casi di ipoglicemia non è necessario essere sempre legate ad altre malattie, l'ipoglicemia può anche apparire occasionalmente in individui sani. Questa situazione può venire dall'eccessivo esercizio fisico, un deficit di cibo, o da un improvviso aumento dei livelli di insulina prodotta dal pancreas.
Consumo di alcol può anche innescare il processo ipoglicemico in alcuni casi. Bevande contenenti etanolo causano produzione aumentata dell'insulina; Se l'individuo ingerisce in stato di digiuno prolungato, riserve di zucchero saranno consumate, e ci saranno molte possibilità di essere affette da una ripida discesa di glucosio. Elevato consumo non è necessario produrre questa situazione, che può verificarsi in persone alcoliche croniche sia in pazienti sani.

Sintomi dell'ipoglicemia

I sintomi di uno stato ipoglicemico variano da alcune persone ad altri e, a seconda del livello dell'ipoglicemia del paziente, di solito iniziano quando i livelli ematici sono vicino ai 50 mg/dl, anche se tale valore varia per ogni individuo.
Gli effetti che un paziente che soffre di un declino nel settore dello zucchero si sentirà sarà nella maggior parte dei casi: affaticamento, malessere, intorpidimento e tremore. Inoltre la presenza di sudorazione fredda, palpitazioni, vertigini, ansianausea, vertigini, dolori muscolari e pallore è molto comune.
Dal momento che il nutriente principale del sistema nervoso è il glucosio, una diminuzione dello stesso avrà conseguenze neurologiche. Essi potrebbero verificarsi sintomi visivi (visione offuscata o doppia), mal di testa, convulsioni, disturbi del comportamento, fame eccessiva, nervosismo e incapacità di concentrazione, tra gli altri.
In pazienti diabetici che sono in trattamento, i sintomi dell'ipoglicemia possono non manifestarsi fino al momento in cui il glucosio ha già raggiunto livelli molto bassi. In questi casi il paziente può soffrire di svenimenti, convulsioni e coma anche.

Diagnosi dell'ipoglicemia

Deve essere un individuo che presenta i sintomi descritti prima una valutazione della glicemia. Livelli inferiori a 70 mg/dl è considerato per essere associate a uno stato ipoglicemico. La storia clinica può aiutare se il paziente ha una malattia che può essere correlata alle diminuzioni in glucosio. Allo stesso modo, sarebbe utile chiedere il paziente sulle loro abitudini alimentari, stile di vita e di consumo di alcol in generale. Mentre la diagnosi di questa patologia è relativamente semplice, a causa della coincidenza di molti dei loro sintomi con altri disordini, determinare che l'origine di loro può essere un vero rompicapo. Da qui l'importanza di conoscere i dati clinici, storia e stile di vita del paziente prima dello studio.
Uno dei primi passi sarà la somministrazione di glucosio per stabilizzare il paziente; Se si nota un miglioramento nei sintomi dopo l'amministrazione confermerà la diagnosi. Normalmente non è necessario effettuare altri test, ma ci sono alcuni parametri misurabili nel campione di sangue, a parte il livello di glucosio, che può indicare uno stato ipoglicemico: aumento dell'ematocrito (quantità di globuli rossi) e dell'emoglobina (la proteina che trasporta l'ossigeno all'interno dei globuli rossi), la presenza di abbondanti neutrofili (uno dei tipi di globuli bianchi), ecc. Osservazione dell'elettrocardiogramma anche alcuni aspetti caratteristici della caduta dello zucchero possono essere dedotti, ma questo test non è usato solitamente, poiché non fornisce dati cruciali per la diagnosi.
A volte ci può essere sospetto che l'ipoglicemia ha un'origine immune; in questi casi saranno effettuati test per rilevare gli anticorpi contro l'insulina nel sangue del paziente.

Trattamento dell'ipoglicemia

Il metodo più veloce per aumentare i livelli di zucchero, una volta c'è stata la sua discesa è di mangiare qualsiasi cibo zuccherino, per essere possibile accompagnato da qualche altro cibo con alcuni contenuti di grassi e proteine.
Un'altra possibilità è di avere zollette. Queste compresse sono assorbite ad alta velocità e stanno aumentando il livello di 5 mg/dl per ogni grammo di glucosio nel sangue ingerito.
È molto importante notare che queste azioni mirano ad eliminare il processo ipoglicemico, non i suoi sintomi (almeno non direttamente). Perché non si aspettano una scomparsa immediata del disagio, che può richiedere diversi minuti per sparire. Allo stesso modo, dovrebbe prestare particolare attenzione con non producono un'iperglicemia (livello di glucosio nel sangue anormalmente alta), cioè, che è necessario conoscere la dose prima somministrazione (tradotto esso sarà condotta una misura del livello di glucosio nel sangue con un contatore specifico).
Nei casi più gravi il trattamento consisterà nell'applicazione delle iniezioni di glucosio o di glucagone (ormone prodotto dal pancreas e la cui funzione è di controllare i livelli di glucosio nel sangue).

Prevenzione dell'ipoglicemia

La scelta migliore per le persone che tendono a subire riduzioni di zucchero è di prendere il controllo rigoroso loro potere e dei loro programmi.
Distribuire il numero dei pasti giornalieri in cinque o sei (e non saltare nessuno) è solitamente consigliabile, al fine di distribuire la quantità di glucosio ingerito durante tutta la giornata uniformemente e mantenere un livello normale nel corpo anche.
Per quanto riguarda la composizione degli alimenti, il consumo di carboidrati complessi (che vengono assorbiti lentamente e vengono utilizzati dall'organismo in modo più efficiente), fibra e grasso (deve essere possibile non abuso di grassi saturi) favorisce equilibrio del metabolismo. Dobbiamo ridurre il consumo di alcol e non bere mai a stomaco vuoto. Succhi di frutta e zuccheri semplici (per un rapido assorbimento), nel frattempo, sono utili quando si sentono i primi sintomi di un calo di zuccheri.
Un altro punto da considerare è l'esercizio fisico. Non deve mai essere in eccesso ed è altamente consigliato avere a disposizione alcuni alimenti zuccherati, se si pone un episodio ipoglicemico durante la sua pratica.
Persone con diabete devono seguire le indicazioni del medico in maniera rigorosa, non saltare i pasti e applicato dosi di insulina al momento e le misure appropriate.

3. il diabete gestazionale

Quasi uno su dieci donne incinte soffre di diabete durante la gravidanza. Imparare quando e come può essere diagnosticata, così come una dieta appropriata per controllarlo e prevenire le sue complicazioni per la madre ed il bambino.
Scritto da Natalia Dudzinska cameriere, biologo
Il glucosio è la fonte principale di energia per il corpo. Durante il processo di digestione il glucosio contenuto nel cibo ingerito viene rilasciato e passa nel sangue per essere distribuiti dall'organismo. Così le cellule di vari organi e tessuti possono fare questa circolazione zucchero è necessario la presenza di insulina, un ormone rilasciato dalle cellule beta del pancreas che è strettamente regolata dai livelli di glucosio nel sangue o di zucchero nel sangue.
Il diabete è una condizione caratterizzata da una presenza anormalmente elevata di zucchero nel sangue. Questi alti livelli possono essere il risultato di una carenza nella produzione dell'insulina, o un malfunzionamento del processo effettuato dallo stesso. A seconda della sua causa, si possono distinguere due tipi di diabete:

Diabete mellito di tipo I, giovanile o insulino-dipendente

Questo tipo di diabete, di solito di origine autoimmune, caratterizzata da molto basso o addirittura assenza di produzione di insulina e di solito appare durante l'infanzia o nei giovani adulti. Richiede la somministrazione di insulina di vita.

Diabete mellito di tipo II, o adulto

Le cellule dagli individui con diabete di tipo II hanno resistenza all'insulina. Questo tipo di diabete appare di solito negli adulti, e certe situazioni costituiscono un fattore di rischio chiave nell'insorgenza della malattia: obesità, determinate malattie ereditarie (sindrome di Down, sindrome di porfiria, sindrome di Klinefelter, emocromatosi o Turner) e alcuni disturbi endocrini e la sindrome dell'ovaio policistico, che danno luogo a squilibri che possa portare a una resistenza di insulina.

Diabete gestazionale

Il diabete gestazionale è solitamente incluso nel diabete mellito di tipo II. Tende ad essere diagnosticata per la prima volta sulle 24-28 settimane di gestazione e si presenta in 3-10% delle donne incinte.
Poi si impara qual è il suo aspetto, le possibili conseguenze per le donne in gravidanza, lo sviluppo della gravidanza e del nascituro, e come è possibile controllare dalla dieta.

Perché il diabete gestazionale si verifica

Lo sviluppo del feto nel corpo della madre è un dispendio di energia importante; per soddisfare questa richiesta, il corpo ha bisogno di modificare la quantità e la forma di assimilazione del glucosio, tra gli altri meccanismi. Durante i primi due trimestri di gravidanza si verifica fondamentalmente il contorno di tutte le strutture del feto; C'è una forte crescita del feto o placenta. In questa fase, il corpo della madre è metabolicamente pronta a costituire la riserva di energia che sostenere l'ulteriore crescita fetale. Esso aumenterà l'ingestione di cibo, che contribuisce alla generazione di un archivio di grasso; d'altra parte, alti livelli di insulina (iperinsulinemia) possono essere visto, e tessuti materni sono una risposta adeguata ad esso.
Nel terzo trimestre il feto comincerà a crescere ad alta velocità a scapito di riserve materne. Il glucosio è uno dei composti necessari in grandi quantità (il feto consumerà fino al 50% del glucosio dalla madre); per facilitare questo contributo ai tessuti del bambino della madre andando a esprimere determinati livelli di insulino-resistenza, così che la glicemia livelli (e, quindi, disponibile per il feto) sarà maggiore.
In queste circostanze di insulino-resistenza, la donna incinta è suscettibile di sviluppare il diabete gestazionale. Nella maggioranza dei casi l'alterazione ha le caratteristiche di un diabete di tipo II (origine non-autoimmune) e presenta solo una piccola percentuale della popolazione pre-gravidanza diabete (quelli diagnosticati prima della gravidanza).

Fattori di rischio per il diabete gestazionale

Circostanze relative alla salute e alla condizione fisica della donna, prima e durante la gravidanza, possono rappresentare fattori di rischio dell'insorgenza di questa patologia, tra i quali:
• Gravidanze in donne sopra i 30 anni.
• Donne con una storia familiare di diabete o il diabete gestazionale.
• Presenza di sovrappeso prima della gravidanza.
• Primo bambino con un peso di 4 kg alla nascita, o un difetto congenito.
• Donne con una storia di aborti spontanei, parti di feti morti o spontaneo (gravidanza in cui il feto muore durante il parto o nella seconda metà della gravidanza).
• Eccesso di liquido amniotico.
• Alta pressione sanguigna.
• Macrosomia.
• Polidramnios.

Sintomi del diabete gestazionale

In donne incinte che soffrono di questo disturbo i sintomi possono essere lievi o prezioso, o si manifesta con la comparsa dei fastidi tipici della malattia. Nelle analisi di routine in grado di rilevare livelli anormalmente elevati di zucchero nel sangue e non trovare nessun altra prova della malattia. Altri pazienti, d'altra parte, possono notare alcuni dei seguenti sintomi:
• Offuscata visione.
• Affaticamento.
• Sete e polidipsia (consumo d'acqua grande).
• Poliuria: aumento della minzione.
• Nausea e vomito.
• Perdita di peso.
• Infezioni delle vie urinarie, candidosi vaginale.

Possibili conseguenze per la madre

• Alta incidenza nei disordini della concezione (come improprio impiantazione dell'embrione in utero o aborti spontanei).
• Aumento dell'incidenza del diabete mellito negli anni dopo la gravidanza.

Possibili conseguenze sullo sviluppo della gravidanza

• Ritardo di crescita fetale.
• Elevata incidenza di malformazioni congenite.
• Macrosomia: dimensioni del feto alto in rapporto alla loro età.
• Prematurità.
• Morte intrauterina del feto.

Possibili conseguenze per il bambino

• Tendenza all'obesità.
• Tendenza a dislipidemia (alterazione dei livelli di lipidi normali nel sangue) e diabete in età adulta.

Diagnosi di diabete gestazionale

Uno dei test che è attualmente oggetto di donne incinte di routine è un test di screening (test effettuato a individui apparentemente sani al fine di individuare quelli ad alto rischio di soffrire di qualche malattia) denominato Test o ´ Sullivan. Questo test serve per determinare il livello di glucosio nel sangue dopo l'ingestione di 50 g di glucosio, indipendentemente dall'ora del giorno e l'assunzione di cibo prima. Un risultato pari o superiore a 140 mg/dl indicano positiva per diabete gestazionale.
Questo test viene eseguito per tutte le donne incinte che sono tra il 24 e il 28 ° settimana di gestazione; in casi dove vengono rilevati fattori di alto rischio (madre di 35 anni, obesità, ecc.), il test verrà eseguito nel primo acetonide della gravidanza.
Se il test o ´ Sullivan è positivo, si procederà a eseguire un test di conferma diagnostico mediante overload orale di glucosio (SOG). Per eseguire questo test, il paziente dovrebbe essere sul digiuno e hanno seguito una dieta senza restrizione del carboidrato nei tre giorni prima di esso. Prima di somministrare glucosio sarà una prima estrazione del sangue; poi la donna dovrebbe bere 100 grammi di glucosio disciolto in acqua o altri liquidi. Le estrazioni successive devono essere l'ora, due ore e tre ore, per misurare i livelli di zucchero nel sangue. Per evitare risultati alterati, si raccomanda che le donne restano a riposo durante lo sviluppo del test.
Se due o più valori ottenuti sono uguale o maggiore rispetto al normale, è possibile che il risultato sarà positivo. Se uno dei valori è maggiore, che la diagnosi sarà alterata tolleranza al glucosio in test di gravidanza deve essere ripetuta per tre o quattro settimane.

Trattamento del diabete gestazionale

Una volta diagnosticata, il diabete gestazionale sarà trattato principalmente con la dieta, poiché l'ipoglicemizzante orale sono controindicati durante la gravidanza. L'obiettivo di questo trattamento è la regolazione del metabolismo materno e lo sviluppo normale della gravidanza e del parto.
È importante prendere in considerazione la necessità di peso guadagno della madre incinta, soprattutto durante il secondo e terzo trimestre (350-400 g a settimana); Pertanto, l'apporto calorico dovrebbe essere circa il 30-40 kcal / kg di peso e di giorno. Nelle donne obese, il contributo sarà un po' meno, circa 24 kcal / kg di peso corporeo ideale e giorno. Si raccomanda inoltre di rendere circa sei pasti tutto il giorno (pranzo e cena per essere il più grande carico calorico), evitando situazioni di digiuno, che sono poco raccomandate durante la gravidanza. Un medico nutrizionista sarà che deve indicare il tipo e la composizione della dieta delle donne incinte secondo le caratteristiche di ogni paziente.
Così la donna può prendere un controllo dello zucchero nel sangue è fornire un misuratore di glucosio con cui deve essere eseguita un'autoanalisi di casa. Con questa unità, il paziente può ottenere i dati di livello glicemico e può essere confrontato con il valore ideale; Se questo valore è superato due volte o più nel corso di una o due settimane, essere quello di introdurre un trattamento con insulina. La terapia insulinica si applica solo in quei pazienti che non rispondono adeguatamente alla dieta.

Monitoraggio durante il travaglio

L'importanza della diagnosi di diabete gestazionale è, al momento della consegna, in cui il figlio di una madre diabetica non trattato avrà alta possibilità di presentare la macrosomia (più grande di dimensioni fetali normali); Questo porta al trauma da parto, dystocia della spalla (una volta è andato alla testa, le spalle del bambino sono incorporate nel canale del parto) e la necessità di Cesarean nella maggioranza dei casi.
Le donne che è stato seguito un dietetico trattamento con risultati soddisfacenti non richiederà alcun speciali di controllo durante il travaglio. D'altra parte, coloro che è stato preso loro di applicare un trattamento con insulina, dovrebbero essere sottoposti ad analisi ogni ora durante il parto per gestire carichi di glucosio e di insulina al momento giusto e quindi prevenire l'ipoglicemia neonatale.

Follow-up dopo la nascita

Nella maggioranza dei casi i livelli di zucchero nel sangue è tornare alla normalità dopo il parto. La somministrazione di insulina tende a essere sospeso in questo momento.
Sei settimane dopo il parto, sarà ancora una volta la prova di SOG, che sarà essere riclassificato al paziente come normoglucemica (normale), con alterata del glucosio basale (a digiuno è riconosciuto uno superiore al normale di zucchero nel sangue), glucosio intollerante o diabetico. Se i risultati di sovraccarico orale sono adatti verrà modificato per solo effettuare controlli annuali, che sono altamente raccomandati, poiché non vi è un'alta percentuale di insorgenza del diabete a seguito di una gravidanza con questo tipo di complicazione.
Profilo lipidico tende anche ad essere alterata in questi pazienti; per prevenire i rischi cardiovascolari, si consiglia di eseguire un monitoraggio regolare.
Oltre alle raccomandazioni cliniche, specialisti consigliano di seguire una dieta equilibrata, evitare il sovrappeso e moderato esercizio fisico.

Prevenzione del diabete gestazionale

Conoscendo i fattori di rischio, è relativamente semplice da dedurre modelli di prevenzione per il diabete gestazionale. Controllo del peso e una dieta equilibrata, prima e dopo il concepimento, sarà un primo passo per garantire una gravidanza sana.
Occasionalmente le donne incinte tendono a mantenere un apporto troppo alto durante la gravidanza; per evitare che ciò contribuisce alla comparsa di complicazioni, si prega per la futura mamma, che spiega come controllare vostra dieta in modo da aumentare il loro peso rispettando i limiti appropriati.
Moderato esercizio fisico (camminare almeno un'ora al giorno) aiuta a mantenere il profilo del lipido e dell'ormone e peso, entro i valori appropriati.

4. diabete insipido

Il diabete di parola deriva dal greco (,diabētēs); significa 'dispositivo che passa l'acqua' e utilizzato per descrivere le malattie che presentano con minzione frequente. È meglio conosciuto diabete mellitus del diabete o il diabete - mellito parola latina significa "dolce come il miele"-, i cosiddetti dai medici dell'antichità, dove questi test urine del paziente per diagnosticare la malattia; oggi è un'analisi per determinare il glucosio nelle urine.
Ma c'è un altro meno diabete conosciuto e meno frequenti, il diabete insipido -insipido, non-, che è caratterizzata da abbondante minzione di urina molto diluita. Questa malattia è dovuto a che il paziente non può concentrare l'urina a causa di un difetto nella secrezione dell'ormone che esegue questa azione sopra il rene, vasopressina (AVP: arginina-vasopressina) ADH (ormone antidiuretico, ADH), o sia nella risposta del rene a questo ormone. In entrambi i casi, il risultato è lo stesso: l'eliminazione di grandi volumi di urina (poliuria) e aumento della sete sensazione connessa con l'ingestione di grandi quantità di liquidi (polidipsia).
Vasopressina agisce su alcune cellule del rene (cellule epiteliali di collettori a tubi) per aumentare il riassorbimento dell'acqua, dando luogo alla concentrazione dell'urina e la diluizione del sangue. Questa azione è necessaria per il mantenimento dell'equilibrio di ioni e di acqua nel sangue. La sua secrezione è disciplinata l'osmolarità del plasma, cioè, dalla concentrazione di ioni nel sangue; in una persona sana, sarebbe due situazioni estreme: quando l'osmolarità è superiori (più ioni) è segreta vasopressina e questa agisce sui tubuli renali resorb più acqua; Quando l'osmolarità è inferiore (meno ioni, vale a dire, il sangue è più diluito) non essere segreto vasopressina, acqua nei tubuli renali non viene assorbito e viene escreto nelle urine.
In un paziente con il insipidus del diabete non ci sarebbe o non agirebbe la vasopressina (a seconda del tipo di diabete insipido) quando è necessario, cioè quando l'osmolarità del sangue è maggiore e, di conseguenza, viene eliminata l'acqua che dovrebbe riassorbire il sangue con l'urina, quindi l'urina è molto diluita.

Cause e tipi di diabete insipido

A seconda delle cause che hanno causato la malattia, si distinguono due tipi di diabete insipido:

Diabete insipido-centrale, ipotalamico e neurohypophyseal

È una scarsa produzione di ormone della vasopressina (noto anche come arginina-vasopressina [AVP] e [MU'AADH] dell'ormone antidiuretico) dovuto le lesioni nell'ipotalamo (una regione del cervello dove è sintetizzata vasopressina) o nella ghiandola pituitaria (organo endocrino collegato all'ipotalamo, dove si accumula vasopressina), in particolare nella ghiandola pituitaria posteriore. Le cause di diabete insipido centrale possono essere:
Forme sporadiche: causato da qualsiasi meccanismo che impedisce il rilascio di vasopressina. Se la lesione comprende la distruzione dei neuroni nell'ipotalamo è prodotto un insipidus permanente del diabete; ma, a volte, dopo il trauma o il trattamento chirurgico c'è un'infiammazione della ghiandola pituitaria, che è reversibile, nel qual caso l'insipidus del diabete può essere transitoria. Possibili cause includono i tumori, le lesioni alla testa, chirurgia ipotalamo-ipofisi, granulomatosi (malattie in cui formano granulomi, che sono lesioni infiammatorie che contengono macrofagi - un tipo di cellula immune - che compaiono in risposta alla presenza nei tessuti di particelle biologiche o inerte del corpo, che sono difficili da rimuovere. Un esempio di granulomatosi o malattia granulomatosa è la sarcoidosi), infezioni, malattie cerebrovascolari e, in alcuni casi, la causa può essere sconosciuta (idiopatica) o autoimmuni. Sporadico diabete insipido centrale può essere associato deficit di altri ormoni ipofisari e, a volte, superiore produzione di prolattina (iperprolattinemia), che è anche un ormone ipofisario.
Forme familiari: sono ereditari.

Diabete insipido nefrogeno

Come suggerisce il nome, la causa è nel rene. Le situazioni in cui il rene non risponde all'azione della vasopressina sono:
Acquisito forme: insufficienza renale, hypokalemia (concentrazione di potassio nel sangue inferiore a valori normali), ipercalcemia (concentrazione di calcio nel sangue rispetto ai valori normali), o di farmaci o l'intossicazione del litio.
Forme familiari: meno frequenti rispetto a quelle acquisite. Sono solitamente legati al sesso (X-linked recessiva); i maschi affetti sono resistenti alla vasopressina e le donne sono asintomatici o avere lieve poliuria. 90% dei pazienti hanno un'alterazione in un recettore per la vasopressina nei tubuli renali, il recettore V2.

Sintomi di diabete insipido

Il sintomo principale del diabete insipido centrale è poliuria, cioè, l'eliminazione di grandi volumi di urina. Inoltre, accompagnata da polidipsia (aumento di sensazione di sete connesso con l'ingestione di grandi volumi di liquido) e nicturia (urinare soprattutto di notte).
In pazienti con diabete insipido è ipotonico urina (ha pochi ioni) e range di volume giornaliero tra 4 e 10 litri.
Diabete insipido sintomi solitamente compaiono improvvisamente; il paziente deve bere a tutte le ore, giorno e notte, soprattutto le bevande fredde.
Si trova anche il hypernatremia nel sangue, cioè un aumento della concentrazione di sodio nel sangue, poiché l'acqua necessaria per diluirlo è perso nell'urina. È anche possibile produrre disidratazione nel caso in cui i malati, per vari motivi, non possono bere.

Diagnosi di diabete insipido

La diagnosi del insipidus del diabete dovrebbe servire, innanzitutto, di differenziare di diabete insipido centrale. Per farlo, è un "test di disidratazione", in cui gli ioni nell'urina (osmolarità) sono misurati in momenti diversi, quando il paziente è senza bere per poche ore e successivamente somministrato vasopressina: se il difetto è stato corretto, è un diabete insipido centrale; Se non corretto, è nefrogeno. Se il deficit di secrezione di vasopressina è parziale, il difetto è stato parzialmente corretto.
Per dimostrare che la causa di diabete insipido centrale è una risonanza magnetica, dove si possono vedere diversi tipi di lesioni nella zona di ghiandola pituitaria e l'ipotalamo. Diabete insipido nefrogeno deve indagare sulle cause che hanno portato alla malattia: tossicità da farmaci, hypokalemia (concentrazione di potassio nel sangue inferiore a valori normali), ipercalcemia (concentrazione di calcio nel sangue rispetto ai valori normali), o se c'è una malattia renale acquisita o congenita.
Prima un'immagine clinica di poliuria (urinare molto) e polidipsia (bere un sacco e spesso bisogno) dovrebbe governare fuori polidipsia primaria o psicogeno. È l'eccessiva ingestione di acqua cronicamente senza alcun deficit o l'azione della secrezione di vasopressina. In generale, si presenta in pazienti con un disturbo psichiatrico. Polidipsia in poliuria e Polidipsia psicogena tendono ad essere irregolare, discontinuo e mantenuto come nel diabete insipido, e né fare essi tendono ad essere polyuria notturno. Questa immagine clinica del insipidus del diabete con il sopra citato test di privazione dell'acqua possono essere distinti: i valori di osmolalità sangue e delle urine sono simili a quelli trovati in una persona senza diabete insipido, e la somministrazione di vasopressina non produce cambiamenti.
La diagnosi di diabete insipido idiopatico o causa sconosciuta (occasionalmente dal carattere autoimmune) si verifica solo dopo l'esclusione di tutte le possibili cause conosciute.

Trattamento del diabete insipido

Diabete insipido centrale trattamento consiste nella somministrazione di desmopressina, un analogo sintetico della vasopressina. Somministrato per via sottocutanea per il controllo iniziale della malattia e in pazienti privi di sensi; quindi, in generale, si è dato per via nasale, dose, il paziente si regola a seconda di ciò che urina. Può anche essere somministrato per via orale.
Il trattamento principale con rischio di desmopressin è essere somministrata una dose superiore al necessario, conseguente hyponatremia (concentrazioni di sodio basso del sangue). Come questi pazienti possono sperimentare una rapida e grave disidratazione, è comodo da trasportare un documento o una targa che indica la loro malattia e il trattamento.
In caso di diabete insipido centrale che può essere reversibile (come accennato in precedenza, questo potrebbe accadere in alcuni casi di lesioni cerebrali traumatiche, o dopo una manipolazione chirurgica vicino l'area ipotalamo-ipofisi), deve essere controllato se comincia a produrre vasopressina ancora una volta, nel qual caso si dovrebbe sospendere il trattamento con desmopressina.
Il trattamento generale di diabete insipido nefrogeno è limitazione fluida e somministrazione di tiacidas, diuretici, che hanno un effetto paradossale il insipidus del diabete, poiché riducono il volume dell'urina e ottenere di più concentrato. D'altra parte, il diabete insipido nefrogeno richiede un approccio complesso nefrológico (può richiedere dialisi o altro trattamento), che si tratti di un'intossicazione, come se fosse un altro tipo di guasto del rene.

5 nutrizione e diabete

Una buona alimentazione è uno degli strumenti indispensabili per il controllo di una malattia come il diabete.
La dieta ideale è quella che è conforme alle esigenze, gusti e livello di attività fisica e stile di vita di ciascuno.
Le raccomandazioni della dieta per un paziente diabetico non differiscono dalla dieta per la popolazione generale, eccetto la necessità di dividere l'assunzione di carboidrati durante il giorno e il numero di punti vendita.
È consigliabile che il paziente comprenda la sua dieta e i principi su cui si basa, per essere in grado di progettare i propri menu e prendere decisioni importanti per quanto riguarda la loro dieta. Quando il professionista progetta una dieta, pazienti diabetici possono e dovrebbero essere fatto liberamente programmati, una volta ricevute le appropriate linee guida. In questo modo si scambieranno cibo quotidiano per gli altri ad effettuare il menu appropriato alle sue possibilità.
Gli obiettivi fondamentali che devono rispettare una dieta diabete sono:
• Essere nutrizionalmente completa (dieta equilibrata).
• Mantenere o raggiungere il peso ideale.
• Contribuire a normalizzare i livelli di zucchero nel sangue.
• Ridurre il rischio cardiovascolare (livelli lipidici e pressione del sangue).
• Contribuire a migliorare il corso delle complicazioni che possono sorgere.
• Adattarsi ai gusti dei pazienti.

Consigli di alimentazione per diabetici

Una dieta sana è una delle chiavi del controllo del paziente diabetico. Ecco alcuni suggerimenti molto utili per raggiungere questo obiettivo:

Controllare il livello di glucosio nel sangue

Quando si mangiano cibi con un alto indice glycemic, il glucosio del corpo aumenta molto velocemente nel sangue, come l'insulina di conseguenza secernuta in quantità elevate; le cellule non possono bruciare così tanto glucosio e metabolismo dei grassi è attivato. Questo glucosio viene trasformato in grasso, che viene poi memorizzato nel tessuto adiposo. L'insulina che eravamo riusciti a separare, dopo due o tre ore, utilizzando tutti i glucosio e abbiamo portata ipoglicemia, sentire il bisogno di mangiare di nuovo.
Di conseguenza, stanno andando a preferire gli alimenti che contengono un indice glicemico basso e ancora ha preferito il semplice, gli zuccheri possibile di misura. Si consiglia il consumo di cereali integrali e alimenti ricchi di fibra.

Mantenere un peso adeguato

Si prega di selezionare scelte alimentari sane ed essere fisicamente attivi, per evitare il sovrappeso e l'obesidad.3

La percentuale di sostanze nutritive di bilanciamento

Il miglior valore di approvvigionamento di sostanze nutritive è 65% carboidrati, 15% di proteine e 30% di grassi.
Inoltre, il cibo dovrebbe fornire un'adeguata quantità di sostanze nutritive come vitamine e minerali, acidi grassi essenziali e così via. È necessario essere un progetto individualizzato per ogni persona esigenze, preferenze e stile di vita.

Dobbiamo conseguire un livello di lipidi del sangue adeguata

I diabetici per il suo metabolismo, sono uno del principale gruppo di rischio di malattia cardiovascolare. Per questo motivo, dovrebbe cercare di cucinare con meno grassi e limitare il consumo di cibi ad alto contenuto di grassi saturi, poiché aumentano i livelli di colesterolo.

Cercare di mangiare cibi freschi ed evitare gli alimenti trasformati

È preferibile mangiare cereali, frutta fresca o verdure fresche, elaborate come panificio industriale, piatti pronti, cibo in scatola...
Ridurre o eliminare dalla vostra dieta la quantità di cibi ricchi di grassi come salsicce, burro, condimenti per insalata, carne di maiale grassa, ecc.

Mangiare cinque volte al giorno

Le proporzioni dei pasti dovrebbero essere più piccole, così per esempio è possibile utilizzare piatti più piccoli.
L'equilibrio del glucosio nel sangue, distribuendo cibo quotidiano per essere possibile in quattro o cinque pasti.
È importante essere sempre cibo allo stesso tempo, evitando di saltare i pasti e seguendo la dieta piano la miglior cosa possibile.
Masticare lentamente.

Prendersi cura dei reni

Il rene è di solito un organo interessato nelle persone con diabete, poiché questo rende un ceppo quando c'è una mancanza di insulina, per cui eccesso di sodio può diventare pericoloso.
Cucinare con meno sale e ridurre gli alimenti con contenuto elevato di sodio.
Limitare l'assunzione di alimenti ricchi di zuccheri, come le bevande al gusto di frutta, bevande gassate, tè o caffè zuccherato con lo zucchero...
Limitare il consumo di bevande alcoliche.

Il consumo di alimenti ricchi di fibra

Questi includono cereali, farina d'avena, riso integrale, ecc. Alimenti ricchi di fibra rallenta il passaggio del cibo attraverso lo stomaco e l'intestino, diminuendo l'assorbimento dei carboidrati.

Esercizio fisico

La pratica di esercizio fisico è essenziale insieme alla dieta e farmaco. Miglioramento:
• La sensibilità dell'insulina.
• Pressione sanguigna figure.
• Riduzione del peso.
• Profilo lipidico.
• Funzione cardiovascolare.
• Sensazione di benessere.
Il diabete è una malattia in cui il corpo è in grado di utilizzare e conservare correttamente il glucosio, che provoca la loro permanenza nel sangue in quantità maggiore rispetto al normale. Questa circostanza altera, nel complesso, il metabolismo dei carboidrati, lipidi e proteine.
Essi sono i due tipi più comuni di diabete: tipo 1 e diabete di tipo 2.
Sintomi, tra gli altri, che possono essere visualizzati sono: sete, aumento della quantità di urina, aumento dell'appetito, prurito, infezioni o malattie cardiovascolari.
Per controllarli, il trattamento del diabete si basa su sei pilastri:
• Piano di pasto.
• Piano di esercizio.
• Farmaco.
• Abitudini di igiene generale.
• Piano di autocontrollo.
• Controlli regolari.

Glucosio nel controllo del diabete

Uno dei fattori che più influenzano glucosio sarà la quantità di carboidrati che si mangiano in ogni assunzione. Se ogni giorno consuma quantità diverse, glucosio oscillerà. Di conseguenza, uno degli obiettivi principali è che il piano di pasto si concentra su pasti giornalieri mantenere sempre la stessa quantità di carboidrati. Tabelle di equivalenza dei gruppi differenti dell'alimento sono usate per questo.
La quantità di glucosio nel sangue è considerata normale quando è inferiore a 110 mg/dl. Parliamo di diabete se:
• Glicemia a digiuno del plasma venoso è maggiore o uguale a 126 mg/dl almeno in due occasioni.
• I sintomi del diabete e una glicemia a caso nel plasma venoso maggiore o uguale a 200 mg/dl; anche se non è a digiuno, non avrebbe bisogno di una seconda prova.
• Due ore di prove orali, maggiore o uguale a 200 mg/dl di glucosio nel sangue nel plasma venoso.
Overload orale è un test diagnostico che consiste di somministrazione di una dose di glucosio da 75 g in acqua, con la successiva estrazione del sangue alle diverse volte (0 Min, 30 min, 60 min, ecc), determinando così il livello di glucosio nel sangue.

6. orale cura per i diabetici

C'è una chiara connessione tra la malattia parodontale e diabete. In primo luogo, alcuni sintomi della malattia di solito compaiono in bocca. "In molte revisioni orale che eseguiamo, rileviamo segni che indicano che il paziente soffre di diabete. La presenza di saliva schiumosa e asciutta e un'irritazione del tessuto orale sono segni di questa malattia, "spiega il Dr. Gustavo Camañas, direttore medico di Vitaldent. D'altra parte, quasi uno ogni tre persone con diabete soffre di grave malattia parodontale e se non estreme vostra cura orale, questi problemi possono contribuire ad una progressione della malattia.

Problemi orali

• I pazienti con diabete sono più probabili avere infiammazione delle gengive, che può causare dolore e sanguinamento.
• Più opzioni a soffrire il periodontitis severo, che può anche portano alla perdita dei denti, dal momento che i diabetici sono più suscettibili allo sviluppo di infezioni.
• L'accumulo di placca batterica.
• Xerostomia o secchezza delle fauci.
• Infezione fungina, conosciuta come mughetto.
• Un piccolo ma dolorose ulcere biancastre nella cavità orale, se non controllato i livelli di zucchero nel sangue.
Ovviamente, tutti questi problemi hanno le loro conseguenze e possono portare ad una progressione della malattia. Ad esempio, una malattia di gomma severa colpisce il controllo dei livelli di glucosio nel sangue, mentre la perdita dei denti che si verifica nella parodontite provoca che il paziente non masticare correttamente gli alimenti, rendendo difficile tenere traccia di una sana ed equilibrata necessaria per controllare il glucosio nel sangue.

Dentale consigli per i diabetici

Di conseguenza, abbiamo sviluppato una serie di raccomandazioni per i pazienti con diabete orale, utilizzando come fonte di Vitaldent, della società spagnola di diabete (SED) e la Federazione di spagnolo specialisti diabetici (FEDE):
Livelli estremi di controllo della glicemia, per mantenere livelli di glucosio nel sangue più vicino alla normalità.
Andare dal dentista regolarmente, ogni sei mesi.
I denti devono lavarsi almeno due volte al giorno e sempre dopo ogni pasto.
Completare la pulizia con dentale filo interdentale o almeno utilizzare una volta al giorno per rimuovere placca e batteri depositati tra i denti.
Egli ha esaminato la bocca ogni giorno, pezzo per pezzo e includendo le gengive, con l'ausilio di uno Speculum che è simile a quella usata dai dentisti.
Se si indossano protesi dentarie, massimizzare l'igiene e il vostro stato e garantire che si adattano bene e non producono attrito o lesioni.
Subire trattamenti parodontali, se necessario, al fine di raggiungere uno stato adeguato di osso e gengiva per prevenire la perdita dei denti.
Alcuni diabetici affetti da xerostomia o sindrome della bocca secca. Gomma da masticare senza zucchero, senza zucchero zecche, frequentemente l'acqua potabile o succhiare il ghiaccio cubetti possono contribuire ad alleviare questa sensazione.
In tutti i casi, si consiglia di effettuare una revisione biennale dal dentista e sempre notificare l'esistenza di diabete.
Traduzione autorizzata dal sito: MedlinePlus
Disclaimer: Le informazioni fornite nel presente documento non deve essere usato durante qualsiasi emergenza medica o per la diagnosi o il trattamento di qualsiasi condizione medica.