Passa ai contenuti principali

Taxila | Enciclopedia di Storia Antica.

ADSBYGOOGLE

Nota: Questa traduzione è fornita per scopi educativi e potrebbe contenere errori o essere impreciso.

Definizione

clip_image029
Quando si tratta di storia antica, Pakistan contiene la sua giusta quota di tesori, uno dei importanti di questi è l'antica metropoli di Taxila. È una città della civiltà Gandhara, a volte conosciuto come uno dei suoi capitali, cui la storia può essere seguita da prime microlithic comunità presso le grotte di Khanpur fino a quasi 1000 CE. Taxila è un hub del Buddismo, un centro di apprendimento, una metropoli urbana e un punto di incontro di varie culture, vale a dire gli Achemenidi, greci, venne, Scythians, Parthians, Kushan, Unni e alla fine i musulmani.
Anche se è stato perso per cronometrare per quasi 1000 anni dopo il suo declino, la metropoli e la sua moltitudine di tesori è venuto alla luce nella fine del 1800 CE sotto Alexander Cunningham che era un antiquario per il Raj britannico e più prominente sotto John Marshall, il primo direttore del Archaeological Survey of India nel primi anni del 1900 E.V., un periodo in cui aveva Archeologia in tutto il mondo è diventato un campo molto più disciplinato e nuove scoperte sono state venendo alla luce da tutti il mondo. Insieme alla scoperta della civiltà della valle dell'Indo, Marshall anche lavori importanti in Taxila che portare alla luce questa cultura antica e misteriosa.

Posizione

Il sito archeologico di Taxila è situato nella provincia del Punjab, in Pakistan, a circa 30 km a nord del territorio capitale di Islamabad. Si trova fuori il famoso e storico Grand Trunk Road. La regione archeologica moderna di Taxila è composta di 18 siti di notevole valore cultura che erano entrati nel suo complesso l'ombrello di patrimonio mondiale dell'UNESCO nel 1980 CE.
clip_image030
Mappa di Gandhara
La regione è di particolare interesse quando si guarda al suo antico ruolo come essendo un waypoint per il movimento di caravan e ancora oggi mantiene la stessa funzione come nel VI secolo A.C.. Questa funzione continua del sito come waypoint ci racconta il modello urbano di antica Taxila (essendo più o meno invariato fin dall'antichità) e come questo influenzi lo sviluppo e la diffusione dell'artigianato, insediamenti e mercati, nonché un quadro istituzionale che si sviluppa come conseguenza la necessità di gestire la popolazione circostante.
La regione intorno a Taxila comprende alcuni dei più famosi siti di Gandhara e monumenti.
Anche se la regione è caduto in disgrazia con l'aumento nel commercio marittimo in tempi successivi, secoli di occupazione precedente significava che una massiccia quantità di dati archeologici rimane ancora nella regione che è stato lentamente e gradualmente rinvenuta di epoca britannica fino ai giorni nostri.

Pre-storia di Taxila

Gli inizii dell'occupazione umana nella zona possono essere fatta risalire ai cacciatori microlithic del periodo prima del 3500 A.C., soprattutto alle tre importanti grotte scoperte nel 1964 CE da Elden Johnson dell'Università del Minnesota a Bhamala, Mohra Moradu e Khanpur. In particolare presso la grotta di Khanpur, è stato trovato 2,9 m (9 ft 7 pollici) di deposito culturale risalente al 900 CE tutta la strada indietro all'età della pietra.
Prime comunità agricole sviluppato intorno 3500-2700 A.C. come è evidenziato dal piccolo tumulo di Saraikala - "piccola" essendo relativo come ci sono 305 m (1000 ft) est verso ovest e 610 m (2000 ft) nord sud - scavati da Ahmad Hasan Dani, un archeologo pionieristico del Pakistan. Questo sito contiene tracce di pietra, osso e ceramiche fatte a mano. Gli oggetti di pietra includono microliti, assi e maceheads insieme a lati paralleli lame, lato e raschietti a fine e fiocchi assimetrica e punte di freccia. Strumenti si trovano anche come terra di pietra scalpelli, querns sella, smerigliatrici e libbre per uso quotidiano. Strumenti in osso appartenendo a cinque categorie sono stati trovati tra cui punteruoli, perforatori, spatole, punti e fiocchi di pressione. La ceramica è il terzo settore con i primi esempi essendo quasi tutti fatti a mano e diviso in quattro sottocategorie.
L'età del bronzo inizia nella regione intorno a 2700-2100 A.C. ed è anche evidenziato a Saraikala senza pausa tra la fine del Neolitico ai depositi dell'età del bronzo. C'è anche un periodo di transizione fra le due età che comprende strumenti misti di varietà di età neolitica e del bronzo.
clip_image031
Mappa di Taxila
Takhshashila
Secondo la mitologia Taxila è detto che sia stata fondata dal figlio del fratello del leggendario eroe Rama e levato in piedi su una collina che comandò il fiume Tamra Nala, un affluente dell'Indo. Si svolge a sono stati un importante centro culturale sin dalla nascita, e il Mahabharata è stato segnalato per avere stato recitato prima qui. Il sito della prima città a Taxila è ora conosciuto come il tumulo di Bhir.
La città di Taxila, nota nell'antichità come Takhshasila, era un rinomato sito di Gandhara buddhista, soprattutto dopo la regola di Ashoka e nel 1 ° secolo epoca CE Kushan. Il nome Taxila è un'approssimazione greca del nome originale. In aramaico, la città è conosciuta come Naggaruda, la ' città di tagliare pietre ' che è anche il nome di buddista per la città, almeno se preso letteralmente cioè taks quello per tagliare o qualcosa, di modo che implica questo nome. Tuttavia, nella stessa vena sila è anche legato alla "sira" significa "testa" nelle tradizioni buddhiste e riguarda la storia di Boddhisattva quale volontario aveva decapitato in sacrificio a un Brahman locale nella città di Bhadrasila, che il Buddha, mentre concernenti questa storia, si dice che sono collegati a Taxila. La città di Sirkap ha anche un significato simile cioè Signore o testa e kap, tagliare, ma questo non è stato dimostrato in modo soddisfacente ancora.
Chu-cha-shi-lo è il nome cinese dato alla regione trovata nei conti dei pellegrini cinesi. In sanscrito, è conosciuto come Takshasila, Takkasila o Takhashila ed è stato anche detto di essere la terra della razza Takhshas-un serpente che potrebbe cambiare la loro forma a sarà a mescolarsi con gli esseri umani. Un'altra tradizione brahmanico racconta che era la città capitale di Taksha, figlio di Bharata, che è stato installato qui come re.
L'antica città era venerata come avendo una delle prime università del mondo e fiorì durante il 1 ° al 5 ° secolo CE come parte della civiltà di Gandhara sotto vari governanti. Una varietà di soggetti sono stati insegnati, tra cui matematica, Scienze, filosofia, astronomia, medicina, politica, letteratura e Scienze militari, benché non fosse un centro istituzionalizzato di apprendimento ma piuttosto una combinazione di studi religiosi e secolari, centrata attorno ai monasteri.
Situato sul "The Royal Highway" (come definito dal greco Megastene) era collegato a Pataliputra (moderna Patna) nella parte nord orientale dell'Impero di Mauryan, Asia occidentale (attraverso Battria), attraverso il fiume di Indus presso Hund e attraverso il Kashmir con l'Asia centrale a titolo di Srinagar, che scende verso Haripur. Questo ha permesso un costante afflusso di persone provenienti da tutta le regioni asiatiche nella zona sotto forma di commercianti, coloni, commercianti, predicatori e invasori.
Controllo politico
Taxila e la regione di Gandhara testimoniato la regola di diverse potenze principali dell'antichità come indicato qui:
  • Achemenidi (~ 600-400 A.C.)
  • Greci (~ 326-324 A.C.),
  • Venne (~ 324-185 A.C.),
  • Indo-Greci (~ 250-190 A.C.),
  • Sciti (~ II secolo ai secolo A.C.),
  • Parthians (~ 1 ° secolo A.C. ai secolo D.C.),
  • Kushan (~ 1 ° al 5 ° secolo D.C.),
  • Unni bianchi (~ 5 ° secolo D.C.)
  • Shahi indù (~ 9 ° al 10 ° secolo D.C.).
Questo è stato seguito da conquiste musulmane, dal momento che veniamo al periodo medievale della storia indiana.
La regola di Achaemenian nel Gandhara durò dalla 6a A.C. di cento al 327 A.C., quando Alessandro il macedone invasero la regione. Tuttavia non era in grado di tenere per troppo tempo ed il suo esercito tornò indietro verso le loro case, poco dopo, a seguito di questo vuoto, Chandragupta Maurya riconquista la regione e iniziò la dinastia Maurya nel c.321 A.C., la prima dinastia unificante dell'India. Questa dinastia è crollato dopo la scomparsa del suo più grande sovrano, Asoka (c.273-232 A.C.).
La regione quindi cadde in un altro vuoto che è stato riempito dai cosiddetto Indo o Battriana greci nel 190 A.C., che facevano parte delle guarnigioni lasciati dai conquistatori Elleni e si erano stabiliti nella regione di Bactria in moderno giorno Afghanistan settentrionale. Essi governarono per circa un secolo e sono stati seguiti a ruota dalla Sciti (o Saci) dall'Asia centrale, che a loro volta sono stati seguiti dai parti nel mezzo il 1 ° A.C. di cento.
A seguito di un altro secolo approssimativo di regola dai parti, c'era un'altra invasione in 50 CE di Kushan, che erano un ramo della North Western cinese Yue-Chi tribù e hanno conquistato la valle di Kabul e Gandhara. Loro periodo di massimo splendore fu nel tempo di Kanishka (c. 78 D.C.) che era loro più rinomati dell'imperatore e l'impero di Kushan (di cui Gandhara era un importante centro) si estendeva da Merve in Occidente a Khotan in Oriente con il mare di Aral delimitazione nord e il Mar Arabico a sud. Due altri successori prominente di Kanishka erano Huvishka e Vasudeva.
Alla fine della coda della regola Kushan vide un susseguirsi di brevi dinastie vissute prendendo il controllo della regione del Gandhara, e ciò ha provocato una situazione dove la regione costantemente è stato essere perquisita, invaso o in qualche modo o in altro in subbuglio. Rapida successione di regola i Sasanidi, Kidariti (o poco Kushan) e infine gli Unni bianchi dopo l'affievolirsi della regola di Kushan ha condotto al religioso di giorno in giorno, commercio e attività sociale arrivando a un punto morto.
clip_image032
Dharmarajika Stupa (Taxila)
Attrazioni architettoniche
La stupa è venuto a rappresentare l'apice del successo architettonico del buddista nella regione e naturalmente, come con l'opera, che sono anche stati concepiti esclusivamente per promuovere le strutture di potere religiose. Stupa stessi era decorate con pannelli di rilievo non numerabile e fregi raffiguranti storie religiose ed eventi consolidando ulteriormente il loro ruolo.
Alcuni degli stupa più importanti includono:

Dharmarajika Stupa

Questa è la più grande istituzione di buddista nella regione di Taxila e risale al tempo di Ashoka, il grande imperatore di Mauryan, che Uniti India nel 3 ° cento A.C. ed è conosciuto in alcune fonti buddiste come Alice, il nome che il sito stesso è associato.
Essa è fermamente creduto da molti studiosi che Dharmarajika è uno dei luoghi dove sono stati sepolti i resti del Buddha stesso e questo lo rende una reliquia depositario stupa o Dhatu-Garbha stupa. Ashoka ha avuto un'affinità a Taxila a causa della sua governership della zona durante il periodo del suo padre Bindusara e dunque anche scelto questo come uno dei percorsi a ri-inter i resti del Buddha storico.
Il sito attuale è la seconda ricostruzione sopra la stupa di Ashokan originale, il primo che si verificano nel periodo post-terremoto in epoca Kushan (1 ° Cent CE) e l'altra molto più tardi. Lo stupa originale era presumibilmente più piccoli e più umile oltre che la cupola esistente è stata istituita, con l'irradiamento supporto pareti come raggi di ruota che sostiene la cupola stessa. La cupola è 45 piedi di altezza all'interno di un 150 ft quadrati aventi un diametro di circa 115ft in media, non incluso il percorso processionale.
Kunala Stupa
La leggenda legata a questo stupa collega Kunala, figlio di Ashoka. Kunala era allora governatore di Taxila e sua madre passo lusted per lui. Ha confutato le sue avances e nella sua rabbia ha inviato una missiva falsa da Ashoka a Taxila chiedendo agli amministratori di Kunala cieco. Kunala accettato la punizione, anche se era innocente e in seguito ha condotto la vita di un errante attraversate, cantando la storia della sua disgrazia in modo anonimo. È riuscito a fare il suo modo di Ashoka girovagando India e Ashoka, dopo aver sentito la canzone sapeva di essere suo figlio e la storia di essere la verità e lo ha accettato indietro, dopo la vista di cui Kunala miracolosamente fu restaurata a Bodh Gaya.
Lo Stupa a Taxila è stato istituito per commemorare tale leggenda anche se esistente rimane copertina un stupa più vecchio che non è stata ancora datata. Più tardi resti sono datati al 3 °-4 ° Cent CE.

Jaulian Stupa

Questo 2 ° cento CE istituzione è una costruzione altamente decorata e compatta che si trova nel quartiere di città di Sirsukh, rising 300 ft sopra la valle di Taxila e permette la vista del Sirsukh. Il nome Jaulian significa "Sedile dei Santi" nella lingua locale, un nome che probabilmente è esistita fin dall'antichità. L'istituzione di Jaulian è un lavoro successivo ed è molto abbondante, harkening per una volta nella storia buddista della regione quando la rappresentazione superficiale dell'immagine del Buddha era al suo picco. Possiede numerose cappelle e stupas votive nelle sue due corti e un tempo ospitava massiccia anche sculture del Buddha. La sua posizione è considerata uno dei più pittoreschi della regione.
Altri siti includono il Mohra Moradu complesso, Jinna Wali Dheri e lo stupa Bhamala recentemente ri-scavato (un raro stupa a forma di croce).
Ciascuno di questi stabilimenti ha associato monasteri ed altri edifici ausiliari creando uno schema abbastanza uniforme di pianificazione come con altri siti di Gandhara.
Anche se oggi Taxila è conosciuta come una "regione", nell'antichità era il nome di una città che si sviluppa su 3 siti risalenti all'epoca vedica giù per il periodo tardo antico. Ora noto con i nomi di luogo dove furono trovati i resti, le città nell'antichità erano probabilmente tutti noti con lo stesso nome, cioè Takshasila. Questi includono i resti archeologici oggi presso:

Bhir Mound

I resti archeologici di questa, la 1 ° città, esistono a sud del Museo di Taxila esistente che copre un'area di circa 1200 x 730 iarde rising 65 piedi sopra il ruscello di Tamra, la principale fonte antica di acqua per la città e consistono di 4 livelli che vanno dal 5-6 cento A.C. (periodo achemenide) per il 2 ° A.C. cento in greco Indo/battriano periodo.
Precedenti scavi prima del 1970 CE avevano rivelato un layout organico senza alcuna prova delle fortificazioni. La muratura varia da primi in muratura di macerie nei periodi più in anticipo a muratura più coerenza, più tardi a partire da quella che è considerata l'epoca di Mauryan (3 °-4 ° cento A.C.). Spesso strato di intonaco di fango è in evidenza all'inizio e successivamente convertiti alla calce intonaco nel periodo Indo-Greco. Pietra calcare e Kanjur vengono utilizzata per la costruzione qui.
clip_image033
Scavi di Bhir Mound
Gli scavi orientali rivelano abitazioni e negozi suddivisi per strade e vicoli. C'è una strada per lo più dritto principale chiamata First Street con altre più serpeggianti strade intorno ad esso. Le case seguono in gran parte lo stesso modello di progettazione e il layout come case rurali di oggi con un grande cortile aperto vincolato dalle camere. Le camere esterne si affacciavano sulla strada e probabilmente serviva come negozi gestiti da proprietari di case, come testimoniano i materiali artigianali trovati da queste camere.
Non ci è prova di drenaggio sofisticato per entrambi deflusso di acqua della famiglia così come ammollo pozzi per acque luride.
L'edificio più significativo è la sala colonne risalenti a 250-175 A.C., costituito da più spazi costruiti nel corso del tempo. Rilievi in terracotta e figurine raffiguranti divinità sono stati trovati vicino a questo sito che porta alla speculazione che sarebbe stato un santuario religioso o un tempio, forse anche uno dei primi santuari indù.
Gli scavi condotti dal 1998-2000 CE da federale dipartimento archeologico del Pakistan svelato regolare urbanistica, pozzi e da circuizione fango e legno bastione della città che non era stata scoperta prima. Questi scavi sono stati nella parte occidentale del sito.
Possiamo dire che Bhir predates Gandhara corretto a causa di nessun sculture di Gandhara ancora essere trovati lì e i livelli più in alto, rivelando solo primi monetazione Indo-Greco con influenze ellenistiche chiaro così come i primi indiani contrassegnato punzone e piegato bar monete. Altri reperti includono perline, sigilli, figure in terracotta e oggetti rituali tutti esposti al Museo di Taxila.
clip_image034
Scavi di Sirkap, Taxila

Sirkap

La 2a città antica di Sirkap è probabilmente sono state formalmente stabilite dai greci Battriana nel 2 A.C. cento. Il nome della città è associato a una leggenda locale dell'eroe Rasalu che hanno combattuto il demone sette Rakhshasas. Questi erano 7 demoni di pari livello vale a dire 3 fratelli chiamati Sirkap, Sirsukh e Amba e 4 sorelle che si chiamano Kapi, Kalpi, Munda e Mandehi. Rasalu era il figlio di rossi di Sakala (moderno Sialkot) e arrivando in città ha trovato che i demoni chiedevano sacrifici dalla gente del posto. Ha preso su di sé per uccidere i demoni, sconfiggere tutti, ma uno che si dice di essere ancora in clandestinità. La città segna il punto dove ha ucciso il demone Sirkap.
La città è stata attribuita ai greci non solo a causa di resti archeologici, ma anche a causa di vari fattori di pianificazione urbane come il terreno pianeggiante, modello strada carovaniera e posizione geografica con le difese naturali su tutti i lati, così come le città superiori e inferiori (di cui quello inferiore è scavato) anche se questi erano inoltre presenti nelle precedenti città dell'Indo. Comunque non ci sono edifici culturalmente legati ai greci sono stati trovati come templi, palazzi o teatri che hanno legami culturali con il patrimonio greco. Dopo la progettazione originale è stata implementata, il successivo insediamento era quintissentially indiano.
Le fortificazioni sono enormi con muri di pietra enormi che vanno 15ft a 21ft di spessore, con bastioni piani Tripla a intervalli. Le fortificazioni corrono 6000 cantieri o 3 miglia intorno alla città e attraversano le colline a sud pure.
clip_image035
Città di Sirkap
7 livelli di occupazione sono stati identificati con l'appartenente (7) uno più basso di epoca pre-greca e che rappresenta un setlement periferici di Bhir e il più in anticipo uno (1) risalente al Scito-Parthian era, un periodo di circa 150 anni (~ 90 A.C. a ~ 60 CE) che ha visto le conquiste di Sciti e poi il Parthians in rapida successione. Alcune aree di importanza includono la residenza reale, Tempio del sole, Apsidal tempio, doppia testa aquila Stupa e il Tempio di Jain
Sirsukh
Nella 2a metà del 1 ° cento CE la città Kushan di Sirsukh era probabilmente fondata, o di spostare la popolazione dal terremoto rovinato rimane di Sirkap, o per stabilire una nuova capitale a testimoniare la conquista di Kushan.
È una città approssimativamente rettangolare che è nella pianura aperta senza difese naturali ma con fortificazioni di calcare solidamente costruito avendo torri rotonde a intervalli regolari, uno dei primi casi di fortificazioni rotondi di fuori del continente europeo. Questo probabilmente è stato adottato dai Kushan durante la loro interazione con l'Europa il loro confini occidentali.
Anche se una parte importante del paesaggio archeologico, il sito non è stato scavato correttamente a causa di agricoltura locale nella zona che avrebbe bisogno di essere fortemente perturbato al fine di facilitare gli scavi. Tuttavia la stretta striscia di fortificazioni attorno il Lundi ruscello che costeggia le mura da un lato hanno rivelato moneta orde di non solo i governanti Kushan ma anche risalenti al periodo dell'imperatore moghul Akbar, mostrando che la città ha continuato a funzionare almeno 1000 anni dopo la sua fondazione originale.

Declino della metropoli

Sebbene l'opinione generale è che gli Unni bianchi o Eftaliti erano la causa della distruzione in Gandhara, prova successiva ha mostrato questo non è il caso. Durante il tempo quando gli Unni bianchi stavano guadagnando ascendente, ci era un risveglio nella religione Brahamanic in India corretta e culti di Vishnu e Shivaite stavano guadagnando la protuberanza. Questo è stato visto come una rinascita della vecchia fede come risposta alla dominanza di 1000 anni del buddismo nella regione, una religione che era diventato un'ombra di se stessa, con la decadenza e l'opulenza dei monasteri e stupa sorpasso suo messaggio originale.
In questo momento buddismo aveva viaggiato a nord in Cina e in India, la forza dell'Induismo era waining. I governanti di Unni bianchi in arrivo, anche se forse non fisicamente dirompenti nella regione, comunque erano religiosamente inclinati verso Shivaismo, ed è per questo motivo che loro patrocinio del buddismo in Gandhara era inesistente. Poiché l'intero carattere di questa regione è stato basato intorno all'elemento unificante del buddismo e vita monastica, un quasi improvvisa diminuzione patronato reale ha condotto ai monasteri vasti e opulenti con loro decine di studenti e di essere in grado di sostenere se stessi monaci. La natura urbana di Taxila declinato come la religione unificante è diventato sempre meno stabile e alla fine, non a causa di forza, ma a causa di una semplice mancanza di risorse, i complessi monastici di Taxila insieme con la vita urbana hanno generato, cadde in rovina e decadimento, come citato da XuanXang nelle sue cronache risalente al VII secolo CE.
Comunque anche se la vita urbana scomparve, la vita rurale della regione ha continuato anche fino ai tempi di Mughal, con il vicino pass Margala continuando a servire (ad oggi) un itinerario importante da est a ovest come ha fatto nell'antichità.
Anche se i resti fisici di Gandhara scomparve da Taxila come distanza è stato indebolito la loro linfa vitale, sua natura geografica ha continuato a tenerlo occupato in parti, con il nome convertito per il moderno Margala (via lingua persiana in epoca Moghul) e il modello urbano sostituendo gli avamposti di collina fortificata che puntino il paesaggio oggi. Infatti anche i nomi di luogo corrente come Jaulian (sede dei Santi) e Bhir-Dargahi (da "Pir" o Santo significato 'Sacra Casa del Santo') mostrano che la sua natura religiosa ha continuato a spostare anche come cambiato l'intero paesaggio cultura. Infatti ancora oggi ci sono santuari dei santi musulmani in prossimità o in alcuni casi (come Mohra Moradu) proprio all'interno i più vecchi edifici monastici. Questo dimostra che mentre i segni esteriori di Taxila come una civiltà di centro di Gandhara infatti ha fatto svanire, l'anima di Taxila come centro spirituale vissuto, adattandosi a un nuovo paradigma.
Traduzione autorizzata dal sito: Ancient History Encyclopedia sotto licenza Creative Commons.
Storia antica

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…