Passa ai contenuti principali

Neve di anguria | Immagini impressionanti.

Nota: Questa traduzione è fornita per scopi educativi e potrebbe contenere errori o essere impreciso.
Nella regione alpina alta, a un'altitudine di 10.000 a 12.000 piedi, a volte macchie di colore rosa o rosso appaiono su neve. Il fenomeno è comunemente-veduto durante i mesi estivi nella Sierra Nevada della California dove le temperature rimangono abbastanza basse per neve dalle tempeste invernali per appendere intorno fino all'estate. Comprimendo la neve con il vostro boot lascia un'impronta distinta il colore della polpa di cocomero, e il colore può macchiare i vostri scarponi o pant polsini. La neve anche ha un profumo di anguria fresca e pertanto viene comunemente chiamata "neve cocomero." La neve misteriosa aveva perplesso alpinisti, esploratori e naturalisti per migliaia di anni, tra cui l'antico filosofo greco Aristotele che ha lasciato il primo noto scritto conti di neve di anguria. A quel tempo, senza spiegazioni sono state date. Secoli più tardi alcune persone hanno cominciato a speculare che il colore rossastro era geologico in natura, sia causato da depositi di minerali sulla neve o sostanze chimiche lisciviazione da rocce.
watermelon-snow-6
Crediti fotografici
Nel maggio del 1818, quattro navi salpate dall'Inghilterra per cercare il passaggio a nord ovest e il grafico la costa artica del Nord America, ma il maltempo li ha fatti girare intorno. Mentre passando dalla costa nord-ovest della Groenlandia, capitano Ross notato sangue-come molti affluenti rossi che scendono piste innevate. Ha avuto diversi membri dell'equipaggio di portare indietro i campioni della neve rosso con loro in Inghilterra. Con il tempo che i campioni raggiunsero l'Inghilterra, la neve era sciolta in un liquido rosso scuro simile a vino di Porto rosso.
Il liquido ha subito numerosi test, come era possibile in quei tempi, ma gli scienziati non potevano arrivare ad una conclusione. È stato quindi suggerito che il colore potrebbe essere derivato dal terreno su cui la neve cadde. Infine, è stato erroneamente concluso che il colore rossastro è stato causato dai depositi di meteor.
Capitano Ross pubblicato un resoconto completo della sua spedizione entro la fine del 1818, e all'interno della documentazione ha incluso un botanico appendice scritti dal famoso botanico scozzese Robert Brown. In detta appendice, Brown ha speculato che sulla neve rossastro è stata causata da un tipo di alga. Non sarebbe fino al 1800s ritardato prima che gli scienziati sarebbero determinare correttamente che neve anguria in realtà è stata causata dalle alte concentrazioni di alghe microscopiche, note come alghe di neve, ma era valutazione di Brown che ha fornito le basi per la scoperta scientifica.
watermelon-snow-7
Crediti fotografici
Neve alghe, o chlamydomonas nivalis, è in realtà un'alga verde, ma contiene anche un pigmento del carotenoide rosso brillante, che protegge le alghe dalle radiazioni ultraviolette del sole. Il colore rosso, inoltre, assorbe calore, che fornisce l'alga con acqua liquida come la neve si scioglie intorno ad esso. Ciò può causare "tazze di sole", che sono depressioni poco profonde nella neve, proprio come cryoconite fori sui ghiacciai.
A differenza della maggior parte delle specie di alghe, alghe neve prospera al freddo. Durante i mesi invernali, quando la neve li copre, le alghe diventano dormenti. Quindi, durante la primavera e l'estate, aumentando la quantità di luce, disgelo e nutrienti innesca il processo di germinazione delle alghe neve. Una volta che germinano, le alghe salgono verso la superficie della neve dove appaiono come macchie rosa. Le fioriture algale possono estendere ad una profondità di 25 cm, con ciascuna cella misura circa 20-30 micrometri di diametro, circa quattro volte il diametro di un globulo rosso umano.
watermelon-snow-9
Crediti fotografici
watermelon-snow-4
Crediti fotografici
watermelon-snow-1
Crediti fotografici
watermelon-snow-2
Crediti fotografici
watermelon-snow-3
Crediti fotografici
watermelon-snow-5
Crediti fotografici
watermelon-snow-8
Crediti fotografici
Fonti: Wikipedia / mondo di Wayne / vertice Post

I messaggi più visti

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale

Tutte le favole di Esopo con lezioni e morale - 393 favole Autore: Esopo


INDICE DI TUTTE LE FAVOLE:
01. Aquila, Raven e il pastore.
02. L'Aquila, la lepre e lo scarabeo.
03. taglio ala dell'Aquila e la volpe.
04. L'Aquila e la volpe.
05. L'Aquila e la freccia.
06. L'Aquila e i Galli.
07. le volpi sulle rive del fiume Meandro.
08. la volpe che è stata riempita il suo grembo.
09. la volpe e il biancospino
10. la volpe e il taglialegna.
11. la volpe e il serpente.
12. la volpe e i grappoli di uva.
13. la volpe e il coccodrillo.
14. la volpe e la Pantera.
15. la volpe e la scimmia incoronato re
16. la volpe e il cane.
17. la volpe e la scimmia discusso circa la sua nobiltà.
18. la volpe e il caprone nel pozzo.
19. la volpe con la coda tagliata.
20. la volpe che non aveva mai visto un leone.
21. la volpe e la maschera vuota.
22. la volpe e il labrador maschio.
23. la volpe e il granchio di mare.
24. la volpe e il corvo affamato.
25. la volpe e il corvo grida.
26. le vol…

10 più famosi templi greci

La più importante e diffusa costruzione tipo nell'antica Grecia era il tempio. I primi templi di pietra è apparso qualche volta durante l'inizio del VI secolo A.C. e cominciarono ad apparire in gran numero nel prossimo secolo. Lo scopo di un tempio greco era solito per ospitare una statua di culto o emblema. Religione non ha bisogno di persone raccogliere all'interno del tempio al culto, e loro templi furono principalmente monumenti agli dèi. La caratteristica più riconoscibile del tempio greco sono le colonne massicce. I greci usati tre tipi di colonne: il dorico, ionico e corinzio ordine.
Una panoramica dei più famosi templi greci trovati intorno al Mediterraneo.
10. tempio di Olympian Zeus
Flickr /caribb
Anche se solo alcune colonne rimangono del tempio di Zeus di Olimpia ad Atene non ci vuole molta immaginazione per capire che questo era un gigantesco tempio. La costruzione iniziò nel VI secolo A.C. durante il dominio dei tiranni ateniesi, che prevedeva la…

Chi erano gli Unni | Origine e storia.

Definizione: Chi eranogli Unni di Joshua J. Mark

Gli Unni erano una tribù nomade di cui l'origine è sconosciuta, ma, molto probabilmente, sono venuti da "da qualche parte tra il bordo orientale dei monti Altai" e il Mar Caspio, all'incirca moderno Kazakhstan (Kelly, 45). In primo luogo sono menzionati nelle fonti romane dallo storico Tacito nel 91 D.C. come vivente nella regione intorno al Mar Caspio e, in questo momento, non vengono citati come più di una minaccia a Roma rispetto a qualsiasi altra tribù barbariche. Nel tempo, questo avrebbe cambiato come Unni divennero uno dei principali contributori alla caduta dell'Impero romano, come loro invasioni delle regioni dell'Impero, che erano particolarmente brutale, incoraggiarono quello che è conosciuto come la grande migrazione (noto anche come il "vagare delle Nazioni) tra circa 376-476 CE. Questa migrazione di popoli, come l'Alani, Goti e Vandali, interrotto lo status quo della societ…