Gli specchi di sole gigante di Rjukan | Sorprendente mondo.

Nota: Questa traduzione è fornita per scopi educativi e potrebbe contenere errori o essere impreciso.
Rjukan è una piccola città industriale nel comune di Telemark, in Norvegia, che si trova nella parte inferiore di una profonda vallata ai piedi del possente Monte Gaustatoppen. I ripidi pendii delle montagne circostanti bloccano completamente il sole per metà dell'anno, lasciando questa fiorente comunità di 3.400 in ombra permanente da settembre a marzo. Ma dal 2013, gli abitanti della città è stato crogiolarsi sotto una piccola chiazza di sole che cade proprio sopra la Piazza del mercato. Questa luce è riflessa da tre grandi specchi eliostatica chiamati "Solspeil" installato sul fianco della montagna circa 450 metri sopra la Piazza del paese. Gli specchi catturano la luce del sole e dirigono nella Piazza del mercato dove si illumina una superficie di circa 600 mq. Gli specchi controllati dal computer, seguono il movimento del sole attraverso il cielo, muovendo ogni 10 secondi, in modo che il sole quadrato resti di Rjukan inzuppato per tutta la durata del giorno.
rjukan-sun-mirrors-3
Crediti fotografici
100 anni fa prima elaborazione del piano per illuminare Rjukan dal fondatore industriale Sam Eyde, che ha iniziato una fabbrica di fertilizzanti c'e la città. Rjukan è stato scelto perché era vicino ad una cascata di 104 metri, che ha fornito il mezzo facile per produrre grandi quantità di energia elettrica. Si stima che Eyde trascorrere circa due volte il bilancio nazionale della Norvegia per costruire Rjukan e la sua fabbrica.
Ma Eyde non poteva attuare la sua idea per la tecnologia non era lì. Invece, la sua azienda pagò per la costruzione di una gondola nel 1928, che la gente del paese potrebbe utilizzare, per una piccola tassa, a guidare quasi 500 metri fino alla montagna e alla luce del sole. La gondola è chiamato Krossobanen e rimane funzionale ancora oggi trasportano migliaia di persone in montagna ogni anno.
rjukan-sun-mirrors-1
Crediti fotografici
L'idea alla luce di Rjukan è stato ripreso nel 2005 da Martin Andersen, un artista e un residente della città. Andersen sentito parlare di uno stadio sportivo parzialmente coperta in Arizona che era con successo utilizzando piccoli specchi per mantenere la sua crescita di erba. Ha anche imparato come heliostat sono stati utilizzati per riflettere fasci concentrati di luce solare per turbine a vapore di calore per produrre energia elettrica. L'anno successivo, la città italiana Viganella installato con successo un simile specchio sole per riflettere la luce solare nel villaggio. Viganella, proprio come Rjukan, si trova in una valle dove le montagne ombre lunghe per tre mesi in inverno.
Andersen ha persuaso il Municipio a venire con i soldi per permettergli di sviluppare ulteriormente il suo progetto. Ha contattato gli esperti del settore e anche visitato Viganella se stesso. Infine, con l'aiuto di investimenti pubblici e sponsorizzazioni private, molte delle quali provenivano da Norsk Hydro, la società fondata da Sam Eyde, Andersen generato 5 milioni di corone norvegesi (circa $851.000) che le consentirono di completare il progetto.
rjukan-sun-mirrors-2
Crediti fotografici
rjukan-sun-mirrors-4
Crediti fotografici
rjukan-sun-mirrors-5
Crediti fotografici
rjukan-sun-mirrors-6
Crediti fotografici
rjukan-sun-mirrors-7
Crediti fotografici
rjukan-sun-mirrors-8
Crediti fotografici
Fonti: il guardiano / BBC / Wikipedia / visitare la Norvegia
Tradotto dal sito Web: Amusing Planet per scopi didattici.