Definizione di: Visione | Concetto, significato e che cosa è: Visione


Significati, definizioni, concetti di uso quotidiano

Tirando la sua origine nel visĭo del termine latino, visione si riferisce al senso che può individuare la luce e interpretarla (cioè, vedi). La visione, da sola, è una capacità dell'uomo e gli animali, perché hanno un sistema visivo. Nel caso di talune macchine, uno parla di visione artificiale.
Il sistema visivo ha parecchie funzioni per rendere la visione. In linea di principio, è inteso a formare l'immagine ottica dello stimolo visivo nella retina attraverso la cornea e il cristallino dell'occhio. Questa parte del processo visivo è parte del sistema ottico.
Inoltre, le cellule della retina compongono il sistema sensoriale dell'occhio. Questo è dove fotorecettori, che catturano la luce che cade su di loro. Ci sono due tipi di fotorecettori: coni e bastoni.
Altre cellule della retina sono anche coinvolti in questa fase del processo, che sono responsabili di trasformando la luce in impulsi elettrochimici e trasportarli al nervo ottico. È lì che hanno intenzione di molte regioni, come il nucleo laterale dell'acqua e la corteccia visiva del cervello.
Quindi, il processo di ricostruzione di distanze, colori, movimenti e forme degli oggetti si svolgono nel cervello.
Il dizionario Larousse online fornisce molti usi per il concetto di visione: contemplazione immediata e diretta senza percezione sensibile; particolare punto di vista su un tema o argomento; la creazione di fantasia o immaginazione, che non è reale, ma che è preso come vero; e l'immagine in questo modo soprannaturale, è percepito dal senso di visione o rappresentazione immaginativa.
Infine, c'è posto per evidenziare la visione imprenditoriale, che appartiene alla pianificazione di un processo di business.
Nota: Questa traduzione è fornita per scopi educativi e potrebbe contenere errori o essere impreciso.