Definizione di: Verbo | Concetto, significato e che cosa è: Verbo


Significati, definizioni, concetti di uso quotidiano

Tesa è che una classe grammaticale delle parole può variare in persona, numero, tempo, modalità e voce. Tirando le sue origini nella verbum latino parola, il verbo è la parte della frase che esprime l'esistenza, l'azione o lo stato che effettua il soggetto. È il nucleo della frase che può formare il soggetto e il predicato.
Il verbo concorda in genere, in persona e numero con alcuni dei relativi componenti aggiuntivi. Per quanto riguarda la lingua francese, si accorda con il soggetto (o il nome) al quale si riferisce, in numero, in persona e talvolta in genere (nel caso il participio passato).
Lingue dove prendono i verbi sono denominati flessive. Ognuno determina un tipo di coniugazione che è pulito, assicurandosi che il suo sistema linguistico che è diverso da qualsiasi altro linguaggio.
In francese, oltre che l'ausiliare "essere" e "da avere", verbi difettivi e verbi impersonali, maggior parte dei verbi sono classificata secondo tre gruppi: gruppo 1 (che termina in "er"), del 2 ° gruppo (tutti i verbi che terminano con "ir" e "ing" per il participio passato) e il 3 ° gruppo (i verbi che terminano con "ir" non previste del 2 ° gruppo, nonché i verbi che terminano in 'Ria' e 'IR').
Ci sono molti tipi di verbi: verbi transitivi sono quelli che sono accompagnati da un oggetto supplementare (diretto o indiretto); verbi intransitivi, cioè quelle che non sono accompagnati da oggetto ulteriore; verbi irregolari, coniugazione è particolare a seconda del gruppo a cui appartengono e tempo; verbi regolari, vale a dire quelli sempre combinare nello stesso modo, seguendo le regole del tempo e modalità. E questo, per citarne alcuni.

Nota: Questa traduzione è fornita per scopi educativi e potrebbe contenere errori o essere impreciso.