Definizione di: Valle | Concetto, significato e che cosa è: Valle


Significati, definizioni, concetti di uso quotidiano
Dal latino vallis, una valle è una sorta di pianura situata tra due montagne o colline. In realtà è una depressione della superficie terrestre tra due piste, con una forma inclinata e allargata. Sul lato di una valle, le acque di un fiume possono muoversi (nel caso di valli fluviali) o per ospitare il congelamento di un ghiacciaio (valli del ghiacciaio).
Una valle può verificarsi per molti motivi, come l'erosione prodotta da un corso d'acqua o movimenti tettonici. La valle può assumere forme diverse a seconda della sua origine e antichità.
Le valli più giovani hanno una forma di V, perché le piste sono poco modellate dall'erosione. Quando progredisce l'erosione, parliamo di valli alluvionali, che hanno un largo, piatto fondo. Valli a forma di U, generalmente di origine glaciale, con un fondo concavo e ripide pareti.
Inoltre, c'è necessario distinguere tra le valli longitudinali (si orientano parallelamente le pieghe della Cordillera/montagna) e valli trasversali (sia perpendicolare alla Cordigliera).
Ci sono molte vallate importante sulla scena mondiale. Great rift valley, ad esempio, ha un'estensione di 4,830 chilometri ed è ospita la montagna più alta in Africa, vale a dire, il Monte Kilimanjaro, che si eleva a 5.895 metri sopra il livello del mare.
La valle del Nilo, d'altra parte, anche se è molto piccolo (con circa 19 chilometri di larghezza), ha grande importanza storica del fatto di aver reso possibile lo sviluppo della civiltà in Egitto.
Nota: Questa traduzione è fornita per scopi educativi e potrebbe contenere errori o essere impreciso.