Definizione di: Utilitarismo | Concetto, significato e che cosa è: Utilitarismo


Significati, definizioni, concetti di uso quotidiano

L'utilitarismo è una dottrina filosofica che utilità è un principio di morale. È un sistema di etico teleologico che determina la concezione morale al risultato finale.
I risultati sono quindi la base dell'utilitarismo. Jeremy Bentham (1748-1832) è stato uno dei pionieri nello sviluppo di questa filosofia, che ha proposto il suo sistema etico intorno al concetto di piacere e dal dolore fisico. L'utilitarismo di Bentham ha un legame con l'edonismo, nella misura in cui ritiene che le azioni morali sono quelli che aumentare il massimo piacere e che minimizzano il dolore.
John Stuart Mill (1806-1873) è stato in grado di sviluppare questa filosofia mentre lontano dall'edonismo. Per Mill, felicità generale o per piacere deve essere calcolata dalle maggiori buona per il maggior numero di persone anche se ammette che alcuni piaceri hanno una 'alta qualità' agli altri.
Siete pregati di notare che l'utilitarismo ha cambiato il modo di pensare. Mentre la moralità religiosa basata su regole e rivelazioni divine, l'utilitarismo antéposait risultati. Così, il motivo sostituito fede nella determinazione della moralità.
L'utilitarismo si è sempre distinta per la sua relativa semplicità. Per determinare se un'azione sia legale, semplicemente stimare le conseguenze positive, così come il negativo. Quando il male bene Super, possiamo considerarla come un'azione morale.
Oltre al sistema filosofico, il concetto di utilitarismo era un senso critico per designare l'atteggiamento che esalta l'utilità di una reazione esagerata e quello antépose il relativo successo a qualsiasi altra cosa.
Nota: Questa traduzione è fornita per scopi educativi e potrebbe contenere errori o essere impreciso.