Definizione di: Termodinamica | Concetto, significato e che cosa è: Termodinamica


Significati, definizioni, concetti di uso quotidiano

La termodinamica è il ramo della fisica dedicata allo studio delle relazioni tra calore e altre forme di energia. Detto questo, analizza gli effetti dei cambiamenti nella temperatura, pressione, densità, massa e volume all'interno dei sistemi a livello macroscopico.
La base della termodinamica è tutto ciò che riguarda il movimento di energia, in grado di inculcare qualcosa del movimento del corpo. Dopo il primo principio della termodinamica, noto anche come il principio di conservazione dell'energia, se un sistema scambi calore con uno altro, la propria energia interna cambiare anche. Il calore, in questo senso, è l'energia che un sistema deve scambiare per compensare le differenze tra il lavoro e l'energia interna.
La seconda legge della termodinamica (o principio di Carnot) è molte restrizioni per il trasferimento di energia che ipoteticamente potrebbe prendere posto tenendo conto del principio primo. La seconda legge regola la direzione sotto che prendono posto i processi termodinamici e impone Impossibile a svolgersi in senso inverso. Vale la pena ricordare che questo secondo principio si basa su entropia, una grandezza fisica per misurare la parte di energia che non può essere utilizzato per produrre un lavoro.
Infine, la terza legge della termodinamica dice che è Impossibile raggiungere una temperatura che è uguale a zero assoluto usando un numero finito di processi fisici.
Tra i processi termodinamici, conserveremo la isothermiques (la temperatura non cambia), il Isochoric (il volume non cambia), los isobarica (pressione non cambia) e l'adiabatica (non c'è nessun scambi di calore).
Nota: Questa traduzione è fornita per scopi educativi e potrebbe contenere errori o essere impreciso.