Definizione di: Superficie | Concetto, significato e che cosa è: Superficie


Significati, definizioni, concetti di uso quotidiano

La parola superficie deriva dalla superficĭes di latino. Nel suo significato più usuale, esso riguarda la misura di una piatta distesa. Anche se questo termine è sinonimo di zona e zona, dovrebbe non confonderli. È possibile calcolare l'area di una stanza, per esempio e non un campo. In questo caso, non c'è menzione della zona. L'area (e non la superficie) totale della Francia, ad esempio, è 675,417 km ².
D'altra parte, la superficie è l'aspetto o all'esterno di qualcosa: "questa tabella ha una pialla a filo, troppo che lo rende scomodo per mangiarlo.
La geometria e la matematica, la superficie è un'estensione di cui sono considerati solo due dimensioni, perché si dice che la superficie sia una varietà bidimensionale.
Per la fisica, la superficie (anche conosciuto come zona) è inoltre una quantità che indica l'estensione di un corpo in due dimensioni (lunghezza e larghezza). L'unità di misura nel sistema internazionale è il metro quadrato (m ²).
Ci sono diversi concetti legati al concetto di superficie. Superficie di UNA rivoluzione, per esempio, è uno che è generata da una curva piana attorno a un asse che si trova sullo stesso piano come la curva di rotazione.
In questo senso, una superficie cilindrica di rivoluzione è generata dalla rotazione di una retta parallela all'asse di rotazione. Una superficie conica di rivoluzione, d'altra parte, è ottenuta ruotando una linea attorno ad un asse interseca un vertice o un'estremità. Poi ci sono la superficie sferica di rivoluzione (un semicerchio intorno la rotazione di diametro) e toroidale superficie di rivoluzione (circonferenza o un cerchio attorno ad un asse di rotazione non intersecanti qualsiasi punto).
Nota: Questa traduzione è fornita per scopi educativi e potrebbe contenere errori o essere impreciso.