Definizione di: Spazio geografico | Concetto, significato e che cosa è: Spazio geografico


Significati, definizioni, concetti di uso quotidiano

Dal latino spatĭum, lo spazio è un termine con molti significati. Questo è l'estensione che contiene il materiale esistente, occupato da un oggetto sensibile o la capacità di un terreno o un luogo.
Geographic, d'altra parte, viene da geographĭcus e si riferisce a ciò che appartiene o che è relativo alla geografia (scienza che si concentra sulla descrizione della terra).
Il concetto di spazio geografico è così utilizzato dalla geografia per designare lo spazio organizzato da una società. Si tratta di un'area in cui i gruppi umani coesistono e interagiscono con l'ambiente.
La zona geografica è una costruzione sociale che possa essere studiata nelle sue diverse manifestazioni (ad esempio il paesaggio naturale, paesaggio urbano, il paesaggio industriale, ecc.).
Il geografo francese Jean Tricart (1920-2003) ha definito l'area geografica come «l'epidermide della terra», che possono essere analizzati sulla base del suo sistema di spazio (posizione) o il sistema ambientale (ecologia).
È importante notare che qualsiasi spazio geografico è il risultato della storia e il prodotto del lavoro degli uomini, poiché ogni azienda ha il proprio modo di organizzare e lascia le sue tracce nel paesaggio. Spazio geografico, pertanto, dipende il processo storico.
In alcuni luoghi, si può osservare una sovrapposizione di spazi geografici, con reperti risalenti alla preistoria e varie marche avendo stati generati nel corso della storia.
L'area geografica controllata sotto un'ordinanza amministrativa assume la denominazione di territorio e può essere composto da diverse entità, quali comuni, contee, province o regioni.
Tradotto per scopi didattici
Nota: Questa traduzione è fornita per scopi educativi e possa essere imprecise e inesatte.