Definizione di: Scienze sociali | Concetto, significato e che cosa è: Scienze sociali


Significati, definizioni, concetti di uso quotidiano

Scienze sociali riunire tutti i soggetti di scienza cui studio è relativo per le attività e i comportamenti degli esseri umani umani. Scienze sociali quindi analizzare le manifestazioni della società, anche fisica come simbolico.
Possiamo dire che queste scienze studiano e sono interessate a ciò che non appartiene alle scienze naturali. Persone hanno coscienza e la capacità di sviluppare rappresentazioni astratte aventi un'incidenza sul loro comportamento. Detto questo, l'interazione sociale è governato da molte regole e norme potenziali; Scienze naturali, d'altra parte, lavorare con oggetti fattuali e impiegano il metodo scientifico con maggior rigore. Scienze sociali, in generale, non può sostenere leggi universali.
Scienze sociali può essere diviso in quelli che si dedicano allo studio dell'evoluzione della società (archeologia, storia, Demografia), per l'interazione sociale (economia, sociologia, Antropologia) o il sistema cognitivo (psicologia, lingua). Vale anche la pena ricordare le scienze sociali applicate (legge, pedagogia) e altre scienze sociali nel gruppo generico di lettere e filosofia (scienze politiche, filosofia, semiotica, Scienze della comunicazione).
Dovrebbe essere notato che scienze sociali possono studiare le intenzioni dichiarate e consapevole del popolo, ma anche il comportamento osservato.
L'antropologo Claude Lévi-Strauss, il filosofo e scienziato politico Antonio Gramsci, il filosofo Michel Foucault, economista e filosofo Adam Smith, economista John Maynard Keynes, lo psicoanalista Sigmund Freud, il sociologo Émile Durkheim, politologo e sociologo Max Weber e il filosofo, sociologo ed economista Karl Marx sono alcune delle principali parti sociali gli ultimi secoli scienziati.
Nota: Questa traduzione è fornita per scopi educativi e potrebbe contenere errori o essere impreciso.