Definizione di: Realismo | Concetto, significato e che cosa è: Realismo


Significati, definizioni, concetti di uso quotidiano
Il realismo è il modo di presentare o prendere in considerazione le cose come sono. Una postura realistica non esagerando gli eventi e non diminuire loro neanche. Ad esempio: "vedere la situazione con realismo: la vita del paziente è in pericolo, ma assolutamente facciamo di tutto per salvare" è una frase che si riferisce allo stato di salute di una persona. Dato il certificato della serietà, tali espressioni ' non ha nulla, egli sarà in grado di tornare a casa in pochi giorni (minimizza la gravità) o "è troppo tardivo, non possiamo fare nulla di più per lui" (sopravvaluta la realtà) non sono realistici.
Allo stesso modo, il realismo è una dottrina filosofica che afferma l'esistenza oggettiva di concetti universali. Per la filosofia moderna, il realismo è una dottrina che difende che nulla percepito dai sensi ha un'esistenza indipendente della cosa percepita.
Nel contesto dell'arte, il realismo è il sistema estetico che è destinato ad essere una fedele riproduzione della natura. È opportuno menzionare il realismo pittorico (che è inteso per esprimere la realtà sui tavoli) e realismo letterario (che i testi forniscono una testimonianza sul tempo).
Realismo magico, d'altra parte, è un movimento letterario che è apparso in Sud America verso la metà del XX secolo, caratterizzato dall'introduzione di elementi fantastici nel mezzo di una narrativa romanzo o realista. Lo scrittore colombiano Gabriel García Márquez è uno dei precursori del realismo magico.
Realismo, infine, è qualsiasi opinione o dottrina favorevole alla monarchia (con i re): "durante l'epoca coloniale, le forze di realismo di fronte ai moti di indipendenza dell'America Latina in sanguinose battaglie.
Nota: Questa traduzione è fornita per scopi educativi e potrebbe contenere errori o essere impreciso.