Definizione di: Privilegio | Concetto, significato e che cosa è: Privilegio


Significati, definizioni, concetti di uso quotidiano

Privilegio, dalla privilegĭum di Latino, è un vantaggio speciale o un'esenzione dal dovere apprezzato da qualcuno attraverso la concessione di un superiore o con la sua capacità e la circostanza. Il termine è anche usato per riferirsi al documento contenente la concessione di questo privilegio.
Ci sono molti modi per capire il concetto di privilegio. In un certo senso giudiziario o regolamentare, il privilegio può essere speciale autorizzazione concessa dalle autorità. I privilegiati, pertanto, avere condizioni migliori rispetto a normali cittadini.
Per estensione, significa classe privilegiata quella che ha più potere e ricchezza e che, pertanto, è un'elite. Nel regime precedente, la nobiltà e il clero era classi privilegiate ed era tenuto dallo stato terzo (la plebe).
Al giorno d'oggi, la classe superiore è il gruppo sociale privilegiato. Significa alta società tutti coloro che hanno i mezzi economici e la produzione, che hanno accesso a qualsiasi tipo di servizi, vivono in case confortevoli, che hanno economie, ecc. Meno persone privilegiato o non privilegiato, tuttavia, appartengono a classi inferiori: sono poveri, non hanno accesso a servizi sanitari o educazione, vivono in alloggiamento inferiore alla media e sono, il più delle volte, disoccupati.
Di là del socio - condizioni politiche e l'esercizio del potere, un privilegio può essere un'abilità innata e naturale. Esempi: "Diego Maradona è nato con il privilegio di dominare la palla a volontà", "Avere orecchio assoluto è un privilegio che devo ringraziare natura."
Nota: Questa traduzione è fornita per scopi educativi e potrebbe contenere errori o essere impreciso.