Definizione di: Ovipari | Concetto, significato e che cosa è: Ovipari


Significati, definizioni, concetti di uso quotidiano

Il termine oviparo deriva dalla ovipărus di latino e significa qualsiasi animale che depositano le uova che segmentazione non è ancora iniziata o non è molto avanzato. Uccelli, insetti e molluschi sono gli ovipari.
Questa modalità di riproduzione si presuppone la deposizione di uova in un ambiente esterno dove lo sviluppo è completato prima della schiusa (quando l'uovo è rotto e il piccolo viene fuori di esso).
Dire corpo ovale uovo prodotto da femmine e contiene l'embrione proteggendola. Le uova hanno un guscio protettivo cui forza e flessibilità possono variare. Finora, lo struzzo è l'animale che si trasforma depone le uova più grandi: possono pesare fino a 1,5 kg. Dinosauri, d'altra parte, erano gli animali che il più grande uova deponevano, nel loro tempo, vale a dire, anche più grandi di quelli dello struzzo. Al contrario, l'ape colibrì è l'uccello che produce le uova più piccole, non supera il mezzo grammo.
Riproduzione ovipara può verificarsi in due modi. Alcuni animali producono uova asciutte che si depositano all'aperto una volta terminato il processo di fecondazione interna. D'altra parte, altre uova di deposito di animali senza fertilizza in acqua. In questo caso, la fecondazione è esterna perché avviene quando l'uomo lascia il suo sperma tra le uova mentre la femmina depone li.
Un animale ovoviviparo è quella che mantiene le uova dentro la femmina fino al momento dello scoppio, che può verificarsi immediatamente o dopo il ponte appena prima della nascita.
Nota: Questa traduzione è fornita per scopi educativi e potrebbe contenere errori o essere impreciso.